ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. JUVENTUS 2 HB KOGE 0. BIANCONERE IN GRAN FORMA MANDANO GUNNARSDOTTIR E CANTORE A RETE.

La gara di ritorno tra Juventus e HB Koge è stata giocata sul campo dello stadio Giuseppe Moccagatta di Alessandria con calcio di inizio alle ore 20, 30.

Le formazioni in campo

Juventus: Pauline Peyraud-Magnin, Sofie Junge, Valentina Cernoia, Cristiana Girelli, Julia Grosso, Lineth Beerensteyn, Cecilia Salvai, Linda Sembrant, Martina Lenzini, Sara Bjork Gunnaesdottir

All. Joe Montemurrro

HB Koge: Bridgette Nicole Skiba, SElma Svendsen, Andrea Northeim, Kyra Carusa, Maddie Pokorny, Sarah Jankovska, Cecilie Floe, Beate Marcussen, Isabella Obaze, Mie Jans, Emma Faerge

All. Soren Randa-Boldt

Direttore di gara Abigail Marriott(Eng)

La Juventus affronta le danesi del HB Koge dopo il pareggio della gara di andata fini in parità, 1 a 1, ed è l’ultima occasione per accedere alla fase a gironi della Champions League Femminile.

Le danesi sono avversarie da non sottovalutare e Montemurro per l’occasione ha schirato in campo Cristiana Girelli dal primo minuto e lasciato in panchina Cantore, Bonansea, Caruso e Bonfantini pronte a dare il loro contributo nel corso della partita.

Maddie Pokorny, autrice del goal segnato alla Juventus nella gara di andata, alla redazione di TuttoJuve ha dichiarato di essere felice del goal segnato alle bianconere, delusa dal non essere riuscita a raddoppiare, ma siamo pronte per il Moccagatta dove le bianconere schiereranno la squadra migliore.

FOTOCRONACA DELLA PARTITA

Il calcio di inizio affidato alla Juventus che attacca dalla sinistra della tribuna; bianconere immediatamente aggressive, provano a chiudere la partita nei primi minuti di gioco.

Grande occasione per le bianconere al 9 minuto di gioco con Girelli che serve Beerensteyn al limite dell’area ospite, ma nel tentativo di stoppare con il petto ha allungato troppo la palla. Il primo goal arriva neppure un minuto dopo con Gunnarsdottir di testa.

Juventus 1 HB Koge 0

Le danesi dopo aver subito il goal sono in evidente difficoltà ad uscire dalla propria metà campo, nuova incursione delle bianconere e Girelli che prova una girata la volo troppo centrale.

Le danesi provano a ripartire in attacco, guadagnano due corner senza risultato, qualche brivido per le bianconere risolto senza preoccupazioni.

Le bianconere al 30° minuto proseguono la gara con attacchi e continue incursioni nell’area difesa da Skiba e fino ad ora sembra che nulla possano fare le danesi per arginare le incursioni delle juventine.

Al 35° nuovo tentativo di Gunnarsdottir di raddoppiare con un potente tiro da fuori area, la palla lambisce la parte alta della traversa.

Due occasioni per la Juventus sul finire del primo tempo Boattin servita da Beerensteyn ha tentato una girata al volo e stata poi la volta di Julia Grosso che da fuori area ha provato un rasoterra, che si è spento sul fondo.

Finisce il primo tempo con la Juventus che conduce per 1 a 0 sulle danesi del HB Koge, letteralmente ipnotizzate e irretite dalle bianconere, hanno provato a costruire qualche azione, ma nulla di più.

Secondo tempo

Il secondo tempo non cambia l’andamento della gara, juventine sempre in attacco e danesi che subisco e difendono l’area. le danesi dopo lo sbandamento del primo tempo hanno preso coraggio e iniziato ad attaccare l’area bianconera, ma è sempre la Juventus protagonista della partita, ottima la prestazione di Gunnarsdottir e Lenzini che si propone anche in attacco, ma è pronta a rientrare per aiutare le compagne in difesa. Cecilia salvai impenetrabile dalle attaccanti, che al 17° della ripresa esce a favore di Gama e Girelli, protagonista di un corpo a corpo e richiamata dal direttore di gara alcuni minuti prima, per Cantore.

Nonostante siano sotto di un goal le danesi sono arroccate in difesa e non accennano ad uscire dalla loro metà campo mentre le bianconere mantengono il possesso della palla che fanno girare da una parte all’altra del campo. Bisogna aver atteso 24 minuti perché le danesi provassero un tiro in porta, abbondantemente fuori dai pali.

Cantore a l31° raddoppia con una fucilata dal vertice dell’area, Skiba può solo guardare la palla che si infila nella rete.

Juventus 2 Koge 0

Fuori Cernoia e Gunnarsdottir per Bonansea e Rosucci.

Entra Nilden per Lenzini

Nuovi cambi nel Koge entra la 9 e la 8 per la 10 e la 4

Al 41° un episodio dubbio Bereenateyn salta tutta la difesa e si avvia verso la porta, ma pare che un difensore abbia allontanato la palla toccando con un braccio. Rosucci e Bereenstey hanno protestato con l’arbitro e reclamato il calcio di rigore, ma Abigail ha concesso solo la rimessa dal lato.

La gara si avvia verso la fine con le bianconere in vantaggio e il Koge che prova ad attaccare, ma senza impensierire la Juventus.

Giallo finale per la 2 del Koge.