Mese: luglio 2022

ASTI. IL CENTRO PER L’IMPIEGO DI ASTI VISITA GAIA SPA(GESTIONE AMBIENTALE INTEGRATA DELL’ASTIGIANO SPA)

IL CENTRO IMPIEGO DI ASTI IN VISITA A GAIA SpA (Gestione Ambientale Integrata dell’Astigiano SpA) 

Una delegazione di operatori del Centro Impiego di Asti ha visitato il Polo Trattamento Rifiuti di GAIA che tratta, recupera e smaltisce i rifiuti dell’Astigiano  

L’incontro è avvenuto lo scorso 29 giugno per consolidare la collaborazione di rete fra due vivaci realtà nel territorio Astigiano: una il cui core business è nei servizi al lavoro e l’altra come operatore economico del mercato del lavoro. Un appuntamento per parlare di sostenibilità, economia e servizi al lavoro.  

Il Centro Impiego di Asti ha nel tempo inviato, per le posizioni vacanti in azienda, diversi candidati diventati poi dipendenti. Per GAIA, infatti, si tratta di un servizio di gestione delle vacancy a 360°: definizione delle posizioni da ricoprire e relative tipologie contrattuali, gestione delle candidature, invio di una rosa di CV dalle caratteristiche personali e professionali ricercate,redazione congiunta del Piano Formativo Individuale in caso di tirocinio. 

Diverse le lavorazioni che avvengono nel Polo trattamento rifiuti della zona industriale di Asti: il più grande tra i 15 siti operativi di GAIA che gestisce anche 12 Ecostazioni, un impianto di produzione di biometano e compost, una discarica, dove lavorano 156 dipendenti che si occupano di trattare i rifiuti organici, carta, plastica, metalli, ingombranti delle raccolte differenziate e recuperare, per inviare a smaltimento, anche i rifiuti indifferenziati. Un sistema di economia circolare dove il rifiuto è valorizzato come risorsa. 

Un’azienda che tutela il territorio e i lavoratori, con un’elevata percentuale di donne anche in ruoli apicali: fra le imprese che hanno scelto di rendicontare, oltre al bilancio di esercizio, i risultati ottenuti in termini di qualità, ambiente, sicurezza e impatto sociale con un bilancio di sostenibilità.  

Per Gaia parla la responsabile Lorenza Mai del Polo di Asti spiegando l’ambizioso progetto che interesserà l’azienda nei prossimi anni: 

 “Entro il 2025 il Piano Industriale di GAIA prevede altri 20 milioni di investimenti per completare il ciclo integrato di gestione dei rifiuti: il Polo di GAIA, con uno degli stabilimenti più all’avanguardia in Europa, potrà consentire all’azienda di trattare fino a 50 mila tonnellate all’anno di imballaggi in plastica, continuando a offrire un servizio importante non soltanto in loco ma anche per altre regioni. Da luglio entrerà a regime la linea di lavorazione che prevede la suddivisione per tipologia di polimero di plastica col supporto di macchinari complessi e controllo di qualità finale gestito da addetti specializzati”.  

Continua Sabrina Campo responsabile del personale: 

 “GAIA è un’azienda in espansione e rinnovamento, dove il personale ha riconosciuti benefit economici, in particolare il premio di produzione, e lavora con un’ottica di parità lavorativa. Attualmente abbiamo avviato diversi tirocini e prevediamo nuove assunzioni. Si tratta di un’offerta contrattualistica dalle connotazioni private secondo il CCNL previsto nonostante GAIA sia una SPA a partecipazione pubblica”.  

Spiega Gianluca Migliasso, coordinatore della gestione operativa al Polo di Asti ed in particolare della nuova linea di selezione della plastica: 

 “I rifiuti, a partire da macchine lacerasacchi, vengono destinati alla selezione attraverso una fitta rete di nastri trasportatori, vagli balistici e lettori ottici che separano i rifiuti in plastica a seconda del polimero e colore. Al termine del flusso intervengono manualmente gli operatori per il controllo finale. Ciò che non viene subito riconosciuto dai selettori ottici è rimesso in circolo per una successiva selezione. GAIA inoltre effettua anche il recupero della plastica non da imballaggio proveniente dalle Ecostazioni per avviarla a impianti di trattamento e non in Discarica. Il rifiuto residuo non riciclabile è destinato ai termovalorizzatori per la produzione di energia”.  

Il Centro Impiego di Asti, uno dei 31 centri piemontesi coordinati da Agenzia Piemonte Lavoro – ente strumentale della Regione Piemonte – eroga giornalmente alle imprese servizi a loro dedicati facilitando l’incontro fra domanda e offerta di lavoro: fra le recenti preselezioni di rilievo gestite e finalizzate quella per il Decathlon di Asti. Le offerte di lavoro del Centro Impiego di Asti sono disponibili sulla piattaforma dedicata www.iolavoro.org; per candidarsi è necessario lo Spid: per gli utenti che vogliono inviare la propria candidatura sono anche disponibili dei laboratori per conoscere il sito e registrarsi oltre ad una consulenza sulla creazione del curriculum. 

Centro Impiego di Asti 

www.agenziapiemontelavoro.it 

Contact center 800184704 

E-mail: info.cpi.asti@agenziapiemontelavoro.it 

G.A.I.A. SpA  

www.gaia.at.it 

Sede legale Tel. 0141/355.408  

E-mail: info@gaia.at.it  

Marina Porta

Responsabile Centro per l’Impiego di Asti

Agenzia Piemonte Lavoro – Ente strumentale della Regione Piemonte

339-2927230

339-2921384

Email: info.cpi.asti@agenziapiemontelavoro.it

Agenzia Piemonte Lavoro

Consulta le offerte di lavoro su IoLavoro

Consulta le offerte di lavoro su Linkedin

Pagina Facebook Agenzia Piemonte Lavoro

POMIGLIANO D’ARCO. GAIA APICELLA CON IL POMIGLIANO PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO.

GAIA APICELLA ANCORA CON NOI PER IL QUARTO ANNO CONSECUTIVO
“Non vedo l’ora di scrivere tante altre pagine di storia con questa maglia addosso”

Il Pomigliano Calcio Femminile comunica di aver riconfermato Gaia Apicella, bandiera e capitano storico delle Pantere, per la prossima stagione. L’accordo è stato sottoscritto nella giornata di ieri tra Direttore Sportivo Salvatore Violante e l’atleta che disputerà con la maglia granata la quarta stagione consecutiva.

Gaia Apicella, difensore laterale di 28 anni, è arrivata nella società del presidente Raffaele Pipola nel 2019 ottenendo le due promozioni consecutive dalla C alla A e contribuendo alla salvezza delle pantere nello scorso campionato, giocando in totale 13 partite e risultando determinante nella seconda parte di stagione.  Ora è pronta a ricambiare la fiducia della società dando ancora il suo contributo nella primo campionato professionistico del calcio femminile italiano.

Le prime parole del capitano Gaia Apicella:

“Sono molto contenta di essere per il quarto anno consecutivo ancora qui a Pomigliano. Ormai mi sento a casa e non mi ci vedrei mai lontana da qui. Non vedo l’ora di scrivere tante altre pagine di storia con questa maglia addosso”.

Area Comunicazione Pomigliano Calcio Femminile
________________________________________
Enzo Ruggiero
3387258051
________________________________________

Mail: pcf.stampa@gmail.com

Web: www.pomiglianocalciofemminile.it

Instagram: https://www.instagram.com/pomiglianowoman/

Twitter: https://twitter.com/pomiglianowoman

Facebook: https://www.facebook.com/Pomigliano-Calcio-Femminile-101171985554587/

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC4OWrRHE6mdFauTR-QLPqIQ

TikTok: https://www.tiktok.com/@pomiglianowoman

SAN MARINO. LE RAGAZZE DI PIVA SUL PODIO ALLA SAN MARINO CUP.

Under 15, le ragazze di Piva sul podio alla San Marino Cup

Ottima prova delle ragazze Under 15 alla San Marino Cup. La squadra di Giacomo Piva ha partecipato questa settimana al torneo giovanile – organizzato anche su alcuni campi del Titano – e ha ben figurato contro formazioni provenienti da diverse nazioni.

Partenza ottimale nella prima partita giocata lunedì 4 luglio sul sintetico di Domagnano con un rotondo 4-0 alle italiane del Real Meda, con le marcature di Terenzi (doppietta), Ceppari e Paone.

Altra vittoria anche nella partita successiva contro le americane del Northeast Rush giocata il giorno dopo allo stadio Ezio Conti di Dogana: ancora gol di Terenzi che vale i tre punti.

Nella terza sfida del girone, giocata ancora a Domagnano mercoledì scorso, arriva la prima sconfitta per 4-0 contro le ragazze del Uesse Sarnico Femminile. Sconfitta però indolore perché le ragazze di Piva riescono a qualificarsi alla semifinale. Nella sfida, giocata ieri a Domagnano, le rumene del Cluj Napoca si impongono di misura (1-0) e interrompono così il cammino delle ragazze verso la finale.

Nella finalina per il terzo posto giocata questa mattina le ragazze chiudono in bellezza il torneo con un sonoro 8-0 al Bresso Renate: reti di Ceppari (doppietta), Toraldo (doppietta), Terenzi, Benedettini, Yazici, Tamagnini.


Ufficio Stampa

SAN MARINO. CALCIO ESTATE 2022, UFICIALIZZATE LE SHORT-LIST

Calcio Estate 2022, ufficializzate le short-list per i premi individuali

Dista appena un week-end l’appuntamento con Calcio Estate: l’edizione 2022 della kermesse organizzata dalla Federcalcio di San Marino e dedicata a club, calciatori, allenatori ed arbitri che si sono messi in luce nel corso di un’annata intensa ed entusiasmante, torna lunedì 11 luglio – a partire dalle ore 19:00.

Nel corso della serata saranno assegnati ben diciotto premi, che spazieranno dal calcio giovanile a quello dei grandi, passando da futsal e calcio femminile. Ma anche arbitri, allenatori e dirigenti troveranno spazio sul palco della Sala Stampa del San Marino Stadium, ideale pulpito dal quale celebrare impegno, sacrificio e risultati ottenuti e sforzi profusi dai principali protagonisti del calcio sammarinese – già in moto per preparare la prossima annata. Una Commissione Tecnica, rappresentativa dell’Ufficio Stampa della Federcalcio di San Marino, dell’Associazione Sammarinese Stampa Sportiva e di San Marino RTV, ha stilato le short list inerenti alle diverse candidature per i premi individuali.

C’è grande attesa e fermento per scoprire i premiati della stagione 2021-22, a partire dal Pallone di Cristallo. A concorrere al trofeo riservato al migliore calciatore sammarinese o residente in territorio, sono in tre: Danilo Rinaldi (La Fiorita), Roberto Di Maio (che ha chiuso la sua esperienza a La Fiorita vincendo lo scudetto) ed Alessandro D’Addario (passato dal Tre Fiori al Cosmos nelle scorse settimane).

Dello stesso tenore, ma rivolto ai calciatori “stranieri” – italiani residenti fuori territorio sammarinese compresi – il Trofeo Koppe. In lizza per il titolo sono Bojan Gjurchinoski (Tre Fiori), Alessandro Semprini (Pennarossa, trasferitosi al Tre Fiori recentemente) e Mohammed Ben Kacem (protagonista col Fiorentino, prima di accasarsi al Pennarossa dall’anno prossimo).

In linea con le prestazioni stagionali dei rispettivi club, le candidature al premio per il miglior allenatore: Andy Selva (Pennarossa, oggi al Tre Fiori), Gian Luca Borgagni (ex Tre Fiori) ed Oscar Lasagni (La Fiorita) si giocheranno la Panchina d’Oro.  Il miglior calciatore sammarinese U23 sarà invece individuato tra Nicola Nanni (Lucchese), Elia Ciacci (Virtus) e Samuel Pancotti (Victor San Marino/La Fiorita): uno di loro si aggiudicherà il Golden Boy.

Similarmente in campo futsal, tre concorrenti sono individuati per ogni categoria di premiati. A partire dalla Panchina d’Oro, per la quale sono in lizza Luca Pollini (Virtus), Alex Bugli (Tre Fiori) e Massimiliano Spada (Folgore). Inevitabile che siano tanti i candidati provenienti dal club di Falciano, vista la stagione perfetta per i Giallorossoneri. Tre compagni di squadra, infatti, sono in corsa per il Futsal Best Player: il miglior giocatore dell’anno sarà uno tra Massimiliano Bernardi, Danilo Busignani e Mattia Protti. Più variegata la short list legata al Futsal Talent: tra gli U23 candidati troviamo infatti Lorenzo Cecchini (Domagnano), Matteo Chezzi (Folgore) e Matteo Moretti (Fiorentino).

Premiazioni di categoria saranno riservate anche alla classe arbitrale, con il Comitato dell’Arbitraggio coinvolto nella selezione del Fischietto d’Oro (miglior arbitro di calcio a undici), della Bandierina d’Oro (miglior assistente) ed il Fischietto d’Oro futsal (miglior arbitro di futsal) della stagione 2021-22.

Non mancherà ovviamente il dovuto tributo alle società sammarinesi e dei loro dirigenti, senza gli sforzi e la passione dei quali l’attività non sarebbe sul territorio possibile. Risulterà da albo d’oro un premio individuale, ma l’Oscar alla Carriera – tributato ad un dirigente di club che da anni si spende per il calcio sammarinese – vuole come sempre sottolineare l’indispensabile contributo di chi costituisce, in effetti, il motore del nostro sistema sportivo a tutti i livelli.

Nella stessa ottica può leggersi il Premio Comunicazione, che nel corso degli anni ha accorpato due diversi riconoscimenti (Premio Comunicazione e Pennino d’Oro). Sarà infatti uno tra Axel Paderni (San Marino Web TV), Giacomo Santi (Folgore, addetto stampa) e Simon Pietro Tura (Virtus, addetto stampa) ad aggiudicarsi il riconoscimento riservato a chi si sia distinto nella promozione dell’attività calcistica dentro e fuori i confini della Repubblica di San Marino.

E se alcuni premi passano da una certosina valutazione da parte della Commissione Tecnica, altri celebreranno la prolificità di due bomber nelle stagioni di calcio e futsal. È sufficiente consultare il sito della FSGC per apprendere che Bombardino d’Oro e Bombardino d’Oro futsal finiranno rispettivamente nelle mani di Imre Badalassi (26 gol con il Tre Penne) e Danilo Busignani (48 gol con la Folgore, che ha festeggiato il double del futsal sammarinese). Restando poi in tema di gol, nel corso di Calcio Estate sarà decretato anche il Gol più bello tra quelli votati settimanalmente sul sito di San Marino RTV – all’interno di Tele Stadio – nel corso delle trenta giornate di Campionato Sammarinese 2021-22. Questo riconoscimento, in collaborazione con l’emittente di Stato, è frutto di una media ponderata tra il voto quantitativo del pubblico e quello tecnico dei cronisti che hanno seguito integralmente la stagione calcistica.

Ampio spazio sarà riservato, come da tanti anni avviene, alla San Marino Academy. E quest’anno, finanche nelle nomination per i tre premi dedicati, si annuncia un’edizione in rosa. Già, perché oltre ai premi di settore dedicati alle migliori calciatrici di giovanili e prima squadra, anche il più recente San Marino Academy Best Coach vedrà candidati tecnici provenienti dal settore femminile. Pur constatando ottimi risultati anche in ambito giovanile maschile, la Commissione Tecnica non ha potuto non considerare le brillanti stagioni di Primavera (Play-off scudetto, per la prima volta nella storia della società), Under 15 (qualificazione alla fase Interregionale di campionato) e Futsal Femminile (salvezza conquistata in A2, seconda categoria nazionale italiana). Per questo, a concorrere per i premi saranno rispettivamente Matteo Urbinati, Giacomo Piva e Roberto Pini.

In ambito calciatrici, il premio Top Lady (giovanile) sarà assegnato ad una tra Elisa Terenzi (U15), Marianna Buldrini Pasquini (U17) e Swami Giuliani (Primavera). A livello seniores, il Top Woman sarà una questione tra Ilaria Giorgi (Futsal), Sofieke Jansen e Viola Brambilla (Serie B di calcio).


FSGC | Ufficio Stampa

SAN MARINO. Femminile – l’Academy cala il tris: Petralia, Zito e Accornero approdano sul Titano

L’Academy cala il tris: Petralia, Zito e Accornero approdano sul Titano

La San Marino Academy fa sul serio in vista della prossima stagione in Serie B Femminile ed oltre a lavorare al tema conferme, con ulteriori accordi in via di perfezionamento, il Direttore Sportivo Francesca Lanotte è impegnata anche sul fronte dei nuovi ingaggi. Arriva infatti oggi l’ufficialità di un tris di grande spessore per il campionato cadetto rappresentato da Eleonora Petralia, Simona Zito ed Alessia Accornero.

Tutte e tre conoscono piuttosto bene la categoria, avendo giocato in Serie B anche nel corso della passata stagione. Zito, esterno difensivo classe ’96, arriva dal Palermo. Dopo i prestiti con Florentia e Sassari Torres, sbarca a San Marino con la stessa formula Accornero: la ventenne centrocampista resta di proprietà della Juventus, ma difenderà i colori dell’Academy nella stagione alle porte. Rappresenta invece un profilo di consolidata maturità, quello di Eleonora Petralia. Ferrarese d’origine, proprio in Emilia muove i primi passi da calciatrice e – come molte ragazze della sua generazione – lo fa condividendo il terreno di gioco con coetanei maschi: “Dai Primi Calci ai Giovanissimi ho giocato con i ragazzi, facendo tutto il settore giovanile di base a Ferrara. In seguito, mi sono spostata all’Imolese in Primavera Femminile ed in seguito in prima squadra. Di lì il trasferimento al Ravenna – poi Riviera di Romagna per la fusione col Cervia – e la vittoria del campionato di A2; si sono così aperte le porte della massima serie, dove ho giocato diversi anni – compresa un’ultima stagione al San Zaccaria”. La seconda vita da calciatrice, con Castelvecchio e Cesena, è intermezzata da un passaggio nel futsal, col Falconara Marittima. Oggi – dopo cinque stagioni in bianconero – l’arrivo alla San Marino Academy.

“Avevo maturato la scelta di terminare il mio percorso quinquennale a Cesena, avendo considerato il mio ciclo calcistico in Romagna concluso. In seguito, è arrivata la telefonata di Francesca Lanotte ed ho deciso di sposare la causa della San Marino Academy” – commenta Petralia. “Oltre al progetto estremamente interessante, quel che mi ha convinto sono state le persone; Lanotte mi ha fatto un’ottima impressione, tanto che è bastata una chiacchierata per capire che vediamo le cose alla stessa maniera. Così anche con Giulia Domenichetti, la sua presenza in panchina è risultata determinante nella mia decisione. Mi hanno trasmesso fin da subito entusiasmo e fiducia – valori importanti per me. Spero e voglio ricambiare questa fiducia sul campo”. Non un volto nuovo quello di Domenichetti per Eleonora Petralia: “La conoscevo già e l’ho sempre stimata tanto, sia come calciatrice – avendoci giocato contro tante volte – che come persona. Ci siamo confrontate su più temi, anche extra-campo, e ci siamo trovate sulla stessa lunghezza d’onda. Questo tipo di approccio mi ha convinto fin da subito a scegliere San Marino”.

Qualità e abilità di Petralia sono note ai più, ma per chi non l’avesse ancora apprezzata in azione, si presenta così: “Sono una persona che preferisce far parlare il campo e dedita al lavoro. Vivo il calcio come uno stile di vita: preparazione e dettagli che portano alla partita sono preziosi e fondamentali. Per questo mi dedico a 360 gradi ad ogni aspetto, ritengo possano fare la differenza nel permettere a me ed alla squadra di esprimerci al meglio in campo. Dal punto di vista tecnico, in carriera ho ricoperto più ruoli: in Serie A ho anche giocato terzino, ma forse le mie caratteristiche mi portano maggiormente verso il centro dell’azione. Per cui direi centrocampista o mediano; negli ultimi anni mi sono un po’ adattata, ma prediligo certamente la qualità alla quantità”.

Petralia è pronta a mettere piede in uno spogliatoio che in parte già conosce: “Tante future compagne le conosco, con alcune ho giocato mentre altre – specie quelle della zona – le ho affrontate tante volte in campo. Ho affrontato tante volte la San Marino Academy e mi ha sempre colpito dal punto di vista fisico e tecnico, forse ancor più per la mentalità. Ho sempre avuto l’impressione di incrociare un gruppo forte, coeso e unito. Questo è certo un valore aggiunto in campo e mi aspetto di trovare quella stessa squadra che, da avversaria, mi ha sempre messo i bastoni tra le ruote. In virtù di questo, mi aspetto una stagione ricca di entusiasmo, motivazione e voglia di avviare un nuovo ciclo. Unione di intenti, umiltà e lavoro faranno la differenza nel corso di un’annata che – fisiologicamente – proporrà momenti esaltanti ed altri meno, nei quali si vedrà di che pasta è fatto il gruppo. Se tutte queste componenti non mancheranno, sarà anche più semplice trovare gratificazione nel lavoro settimanale e centrare risultati in partita”.

Quale contributo potrà portare sicuramente a San Marino Eleonora Petralia? “Mi auguro di poter portare qualcosa sia dal punto di vista calcistico che umano. Come dicevo poco fa, i temi di gruppo e umiltà sono importanti e darò per questo il mio massimo, a livello tecnico e di esperienza”.


Ufficio Stampa