Mese: luglio 2022

ALESSANDRIA. ANPI, LA PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA.

La Sezione A.N.P.I. “Claudia Balbo” di Alessandria organizza una serata di confronto politico e gastronomico a base di “Pastasciutta Antifascista”per la Pace.

LONDRA. CAMPIONATO EUROPEO DI CALCIO FEMMINILE. ITALIA 1 FRANCIA 5. “SACRIFICIO E CORAGGIO NON BASTANO ALLE AZZURRE”. (FOTOGALLERY DI ANDREA AMATO).

Servizio Giuseppe Amato/Quotidiano on line

fonte FGCI/UEFA

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

Il programma della UEFA Women’s EURO 2022, che si disputerà, dal 6 al 31 luglio, in Inghilterra dopo 17 anni evinta dalla Germania nel 2005.
La 13ª edizione dei Campionati Europei Femminili UEFA è cresciuta da quando nel 1984 parteciparono solo quattro squadre: Inghilterra, Danimarca, Italia e Svezia.

MILENA BERTOLINI: ”FUORI VALENTINA CERNOIA, CAUSA COVID, E OCCORRERÀ AFFRONTARE LA FRANCIA CON CORAGGIO E SACRIFICO”

La gara di apertura degli Europei di Londra delle azzurre contro la Francia è stata oggetto di una attenta e profonda analisi della C.T. Milena Bertolini durante una chiacchierata nello “New York Stadium” di Rotherham: lo stato fisico delle sue ragazze e i problmi fisici di Valentina Cernoia, che salterà lagara contro la Francia causa Covid: “Quando si affrontano in un torneo come questo, con partite di altissimo livello, bisogna pensare a 23 titolari e non ha una formazione tipo. Non ci sarà Valentina, che per noi è una giocatrice importante, ma abbiamo altre valide ragazze che la possono sostituire nello stesso ruolo. Queste sono gare che nel suo interno si sviluppano altre partite dove bisogna essere pronte in corsa a ruotare. Il Mondiale è stato bellissimo, ma è passato, prosegue la CT,  porteremo il ricordo dentro a questa competizione ma adesso occorre voltare pagina e pensare con esperienza al nostro futuro. E chiaro che quei famosi 15 anni di non progettualità, non investimento, che l’ Italia ha fatto rispetto ad altre azioni hanno portato a questo, adesso ci troviamo indietro, ma attraverso l’organizzazione tattica e lo spirto di squadra potremmo mettere sul campo quel valore aggiunto che va oltre alle tue qualità tecniche e fisiche. In Italia, forse, quello che abbiamo in più rispetto ad altri paesi è la conoscenza del gioco: fa parte della nostra cultura, è chiaro che occorre sempre crescita e lavoro tecnico, grazie ai Club si sopperisce appunto grazie a questi aspetti”.

infine Milena Bartolini parlando della gara contro la Francia ha spiegato che forse servono due parole soltanto “coraggio e sacrifico”, coraggio di giocare la palla anche se sappiamo di affrontare una squadra molto forte e sacrifico del gruppo sul piano del buon gioco”.

Sara Gama: “Ogni squadra vuole andare più avanti possibile. Non mi piace fare pronostici, ma dobbiamo dare il massimo: se lo facciamo, non ci sono limiti a quello che possiamo raggiungereSappiamo che la Francia è tra le favorite. Sappiamo anche però quanto siamo cresciute noi, quindi scenderemo in campo per cercare di vincere e iniziare col piede giusto

LA CRONACA DELLA PARTITA.

Francia-Italia

Le formazioni ufficiali in campo

FRANCIA (4-3-3): Peyraud-Magnin; Pérsisset, Karchaoui, Renard, Tounkara; Geyoro, Bilbault, Toletti; Diani, Katoto, Cascarino. 

All.: Corinne Diacre. 

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bartoli, Gama, Linari, Boattin; Galli, Giugliano, Caruso; Bergamaschi, Girelli, Bonansea. 

Direttore di gara Rebecca Welch(Eng).

All.: Milena Bertolini. 

Il calcio di inizio affidato alla Francia, che parte in attacco, l’Italia risponde con Boattin.

Le Francia come da pronostico ha schierato una formazione aggressiva, ma è Bonansea ad avere la prima vera occasione da goal, ma è la compagna di squadra nel campionato italiano Pauline a negare il vantaggio alle azzurre: spiazzata è arrivata con i piedi a toccare lapalla e mandarla fuori dai pali.

La Francia in vantaggio dopo solo 9 minuti di gioco Geyoro riceve la palla sui piedi, dopo il tentativo di Sara Gama di allontanare la palla dall’area di rigore, e dalla breve distanza fulmina Laura Giuliani. Il secondo goal arriva con Katoto, pochi minuti dopo, che raccoglie una palla respinta dal Laura Giuliani e porta la Francia a 2 goal a 0.

Al 14° il palo salva le azzurre dal 3° goal, cross dal fondo di Diani, Giuliani respinge e Katoto centra il palo in pieno.

L’Italia soffre gli assalti delle francesi, prova ad uscire dalla propria metà campo con Girelli prova a sfonadare, si gira crossa, ma Pauline smaaccia e Bergamaschi era stata comunque pescata in fuori gioco.

La Francia sfiora di nuovo il goal con il solito schema: Diani crossa dal fondo per Katoto, che sfiora la palla che, sfiora il palo.

L’Italia guadagna un corner, che serve alle francesi di innescare un contropiede con Diani che attaccata da due difensori azzurri mantiene palla e mette in difficoltà Laura Giuliani.

Cascarino recuperato un pallone vagante ha fatto partire un diagonale micidiale da fuori area porta la Francia sul punteggio di 3 a 0.

Il 4° goal appena ripresa la gara Katoto riceve palla e da sola si lancia verso l’area azzurra, supera Giuliani e deposita in rete per il 4 a 0.

Laura Giuliani salva le azzurre dal 5° goal e Gama spazza l’area e manda a lato.

Il primo tempo finisce con il 5° goal realizzato da Geyoro, che ricevuta la palla ha fulminato nuovamente Laura Giuliani.

Secondo tempo.

La ripresa inizia con alcuni cambi tra le azzurre, dentro Rosucci per Aurora Galli e Simonetti per Giugliano.

La Francia riprende il gioco in attacco e immediatamente arrivano i primi brividi.

Al 57° una ottima opportunità per l’Italia, Boattin ricevuto palla ha verticalizzato per Bonansea, che crossa Pauline respinge Boattin recupera e tira fuori dai pali.

Rosso direto per Sara Gama poi trasformato in giallo dopo la visone del Var da parte del direttore di Gara.

La nuova entrata Martina Piemonte brava a raccogliere una palla di testa batte per la prima volta Pauline, mai battuta durante le qualificazioni.

Francia 5 Italia 1

I cambi decisi dal C.T. Bartolini e l’entrate di Valentina Giacinti e Martina Piemonte hanno permesso alle azzurre di riprendere coraggio in una partita che sembrava destinata a chiudersi con una goleada a favore della Francia.

L’Italia adesso ci crede e se pur non sono in grado di cambiare il risultato del primo tempo possono almeno provare ad uscire dal campo a testa alta contro una squadra sicuramente troppo forte contro cui competere.

Simoneti vicinissima al 2° goal con Pauline fuori dai giochi e solo l’intervento provvidenziale di Bacha salva la porta delle francesi.

Pauline salva nuovamente la sua porta con un grande intervento e nega il secondo goal di Piemonte, la novità più interessante per le azzurre in questo Europeo.

Marcatori:

Geyoro 9′, 40′, 45′ – Katoto 12′ D. Cascarino 38′

Piemonte 76′


ALESSANDRIA. I CENTAURI TORNANO AL SANTUARIO DI CASTELLAZZO BORMIDA DOPO LO STOP PER COVID.

Un migliaio gli iscritti, quasi tutti appartenenti ai gruppi organizzati, al raduno internazionale dei centauri di Alessandria, ma i partecipanti erano almeno 10 volte di più. Il lunghissimo corteo di motociclette si è mosso da Castellazzo ad Alessandria sotto un sotto il sole caldo e splendente di metà luglio. Il tradizionale corteo per il 77esimo Motoraduno Internazionale Madonnina dei Centauriha chiuso tre giorni di festa, spettacoli con il rombo dei motori ad animare la vita citttadina. L’edizione del 2022 dopo 2 anni di stop imposto dal Covid è stata accompagnata dal pubblico delle grandi occasioni, che da bordo strada e dai balconi hanno salutato e fotografato con i cellulari i partecipanti a bordo di potenti moto da strada, comodissime custom e cruise, Harley Davison, ma anche motorini(meglio conosciuti come zanzarini), Vespe dei club, che come negli anni scorsi hanno dedicato una coreografia agli eventi di attualità, quest’anno l’argomento scelto è stata la Pace, evidenziata con il simbolo del fucile spezzato. Da Castellazzo Bormida, che ospita il santuario della Madonnina dei Centauri, Patrona e protettrice dei motocisìclisti, fino ad Alessandria dove è stato montato il palco d’onore per ricevere i centauri incolonnati nelle strade cittadine.

Gli iscritti si sono fermati a quota mille, dei quali un terzo iscritti alla Federazione Motociclistica mentre erano rappresentati otto paesi, oltre l’Italia: Belgio, Francia, Spagna, Svizzera, Norvegia, Danimarca e Olanda.

Tra le curiosità troviamo il centauro che ha percorso più km arrivando a Catellazzo dalla norvegia, Steve Soraa del MC Gresswik di Fredrikstan 2.338 i chilometri percorsi mentre quello italiano è stato Felice Torluccio da Vietri Sul Mare (Salerno) con 845 Km.

Il gruppo regionale più numeroso è stato quello di Alba (Cuneo) con 44 presenze, la Liguria 10 partecipanti con il Moto Club Domina di Toirano, nel Savonese.

Una riflessione su facebook di Domenico Ravetti sulla giornata di oggi

È stata una festa.

Il Raduno dei Centauri è stata una festa, questo è quanto. Punto.

Ma chi ama il Raduno pensa già adesso al prossimo anno. Noi siamo fatti così.

✔Allora dico la mia, per quello che conta.

👇

È necessario dividere competenze e responsabilità in almeno 6 aree:

1️⃣) celebrazioni religiose

📍Curia

2️⃣) eventi Istituzionali

📍Comuni di Alessandria e Castellazzo Bormida, Provincia di Alessandria e Regione Piemonte.

3️⃣) promozione professionale dell’evento in Italia e all’estero.

📍 Regione Piemonte con Destination Management Organization Piemonte e Alexala.

4️⃣) gestione turistica degli arrivi nei giorni che precedono il Raduno.

📍Regione Piemonte con Destination Management Organization Piemonte e Alexala

5️⃣) gestione delle iscrizioni e della sfilata

📍Moto Club.

6️⃣) organizzazione degli eventi artistici ed enogastronomici.

📍soggetti pubblici e privati, associazioni di categoria, Pro Loco, Moto Club………

👉 La sfida è questa, a ciascuno il suo mestiere.

p.s. (una stupidaggine) avrei preferito vedere la rappresentante della Provincia di Alessandria con il suo gonfalone sul palco perché chi è degno di starci sopra lo decidono solo i protocolli delle Istituzioni della Repubblica.

Questo è quanto. Punto.

La Galleria fotografica è stata realizzata da Giuseppe Amato

ALESSANDRIA. Ancora poche ore per iscriversi al “Pem Music Contest”.

ULTIME ORE PER ISCRIVERSI AL “PEM MUSIC CONTEST”

SCADE L’11 LUGLIO IL BANDO DI CONCORSO PER RAPPER, CANTAUTORI E BAND UNDER 30 ANNI DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA, NELL’AMBITO DEL “PEM FESTIVAL”

Scade l’11 luglio il bando per il “PeM Music Contest”, il nuovo concorso musicale riservato a solisti e gruppi fra i 18 e i 30 anni della provincia di Alessandria, che siano autori dei propri brani.

La finale del contest sarà uno degli appuntamenti che caratterizzeranno il “PeM Festival – Parole e Musica in Monferrato”, la manifestazione piemontese di incontri, racconti e canzoni, in programma come sempre fra fine agosto e fine settembre in vari comuni.

Il capofila di “PeM!” è San Salvatore Monferrato, a cui si sono uniti negli anni Valenza, Lu-Cuccaro Monferrato, Balzola e Mirabello. Nel 2022 si aggiungeranno ulteriori località.

La direzione artistica del festival e del contest è di Enrico Deregibus, giornalista e consulente o direttore artistico di varie manifestazioni musicali in tutta Italia.

Il bando di concorso del “PeM Music Contest” è disponibile, insieme alla scheda di iscrizione, su www.countrysportvillage-mirabello.it , su www.facebook.com/paroleemusicainmonferrato e su www.facebook.com/enricoderegibus . L’iscrizione è gratuita.

Il concorso è organizzato dal Country Sport Village di Mirabello Monferrato (AL) con la collaborazione di RadioGold. È diviso in due diverse sezioni: “Rock, indie e d’autore” e “Urban”, che avranno due diversi vincitori.

Fra tutti gli iscritti verranno selezionati gli artisti che accederanno alla fase finale del concorso, che sarà dal vivo e si terrà in settembre al Country Sport Village nell’ambito del “PeM Festival”. Fra i finalisti entra di diritto il rapper Roma, in qualità di recente vincitore di “Flow On Take”, il contest urban di RadioGold.

Ai due vincitori del PeM Music Contest andrà una targa e vari bonus, a partire da una borsa di studio di 500 euro a copertura di costi relativi all’attività musicale.

“PeM!” arriva nel 2022 alla 17a edizione. Nel 2021 Vanity Fair lo ha inserito fra i dieci migliori festival italiani di fine estate, non solo musicali.

Negli anni scorsi hanno partecipato, fra gli altri, Enrico Ruggeri, Diodato, Malika Ayane, Nada, Samuel, Roy Paci, Zen Circus, Tosca, Motta, Ghemon, Ex-Otago, Frankie hi-nrg mc, Luca Barbarossa, Irene Grandi, Giovanni Truppi, Marina Rei, Bobby Solo, Davide Van De Sfroos, Francesco Bianconi, Erica Mou, Ensi, Paolo Bonfanti, Carlot-ta, Carlo Massarini e, in ambiti non musicali, Guido Catalano, Ernesto Ferrero, Luca Sofri, Franco Arminio, Rosetta Loy, Gianluigi Beccaria, Natalino Balasso, Guido Davico Bonino, Anita Caprioli, Giuseppe Cederna, Fabio Troiano.

La rassegna è una unione d’intenti di comuni e associazioni per fare territorio con la cultura attraverso parole, musica e scenari particolari. Un modo per valorizzare una zona di grande bellezza fra le colline e la piana del Po, fra le eccellenze enogastronomiche e quelle dell’artigianato.

Tutti gli aggiornamenti su: www.facebook.com/PAROLEeMUSICAinMONFERRATO

Il PeM Festival è organizzato dai Comuni di San Salvatore Monferrato, Valenza, Lu-Cuccaro Monferrato, Balzola e Mirabello Monferrato e da Country Sport Village Mirabello.

Grazie a Fondazione CRT e Fondazione CRA

Media Partner: RadioGold

Con il patrocinio di Provincia di Alessandria e Regione Piemonte


—-

Ufficio Stampa: Monferr’Autore

monferrautore@gmail.com

POMIGLIANO D’ARCO. FEDERICA RIZZA, NUOVA CALCIATRICE DEL POMIGLIANO.

FEDERICA RIZZA E’ UNA CALCIATRICE DEL POMIGLIANO
“Ci metterò il massimo impegno per portare a casa i risultati e gli obiettivi che ci siamo prefissati”

Ancora un nuovo arrivo in casa Pomigliano. La società del presidente Raffele Pipola ha definito l’ingaggio di Federica Rizza, difensore classe 1997 proveniente dalla Sampdoria, dove ha fatto registrare otto presenze con la maglia blucerchiata nel girone di ritorno dello scorso campionato. L’accordo economico è stato definito nella giornata di ieri dal Direttore Sportivo Salvatore Violante che ha curato ogni dettaglio del suo trasferimento a Pomigliano d’Arco.

La carriera

Federica Rizza dopo aver iniziato a giocare a calcio nel suo paese di residenza, approda nelle giovanili dell’Inter arrivando ad essere integrata nella rosa della Primavera. Nel 2013-14 viene aggregata alla squadra neo promossa in serie A esordendo nella massima serie all’età di 16 anni, giocando un totale di 22 gare su 30 complessive. Nel 2015 passa al Mozzanica in serie B e dopo tre anni approda al Milan e vi resta fino al dicembre del 2021 per essere poi ceduta alla Sampdoria.  Federica Rizza ha avuto anche un passato con la maglia della Nazionale Under 17, dove conquista il terzo posto all’Europeo di categoria del 2014 e al mondiale della Costa Rica. Nel 2015 con la Nazionale Under 19 ha partecipato alla fase di qualificazione al campionato Europeo del 2016.

Questa la prima dichiarazione della nuova pantera Federica Rizza:

“Sono molto carica per la nuova stagione, spero di dare il mio contributo alla squadra e alla società che mi ha dato fiducia, sicuramente ci metterò il massimo impegno, il mio 100% per portare a casa i risultati e gli obiettivi che ci siamo prefissati”.

Area Comunicazione Pomigliano Calcio Femminile
________________________________________
Enzo Ruggiero
3387258051
________________________________________

Mail: pcf.stampa@gmail.com

Web: www.pomiglianocalciofemminile.it

Instagram: https://www.instagram.com/pomiglianowoman/

Twitter: https://twitter.com/pomiglianowoman

Facebook: https://www.facebook.com/Pomigliano-Calcio-Femminile-101171985554587/

Youtube: https://www.youtube.com/channel/UC4OWrRHE6mdFauTR-QLPqIQ

TikTok: https://www.tiktok.com/@pomiglianowoman