NOTIZIE DAL MONDO

COLOMBIA. GUSTAVO PETRO, NUOVO PRESIDENTE DELLA COLOMBIA.

La Colombia vuol cambiare il suo destino e per farlo ha scelto un presidente di sinistra, Gustavo Petro, che ha vinto il ballottaggio battendo il candidato populista Rodolfo Hernández.

Il nuovo presidente colombiano è Gustavo Petro, progressista di sinistra con un passato rivoluzionario, che ha vinto il ballotaggio alle presidenziali colombiane.

Gustavo Petro con il 50,5% dei voti è il primo presidente di sinistra del paese, nel nuovo gobìverno sarà affiancato da Francia Márquez.

Il nuovo presidente della Colombia, Gustavo Petro 62 anni, è un economista, senatore e leader della coalizione di sinistra Pacto Histórico. Sindaco di Bogotá, la capitale della Colombia, in passato si era candidato due volte alla presidenza, ma senza riuscirea spodestare i candidati della destra populista al potere. Ex guerrigliero del Movimento 19 aprile (M-19), un gruppo rivoluzionario di sinistra attivo negli anni Settanta e Ottanta, che nel 1990 firmò un accordo di pace con il governo e si ritirò dalla lotta armata, diventando il partito Alleanza Democratica M-19.

In campagna elettorale aveva proposto tra le altre cose l’istruzione superiore gratuita, posti di lavoro statali garantiti per i disoccupati, la fine delle nuove esplorazioni di petrolio e gas e un’importante riforma fiscale per migliorare la salute pubblica.

Nel suo discorso di presidente neo eletto ha rivolto un appello all’unità nazionale e promesso che nel futuro governo non ci saranno persecuzioni politiche, darà ascolto alla maggioranza silenziosa di contadini, persone indigene, donne e giovani.

Gustavo Petro durante la campagna elettorale è stato oggetto di una campagna diffamamtoria da parte delle forze conservatrici e di centro coalizzate attorno a Hernández. Demonizzato come il nemico e una minaccia per la democrazia, che potrebbe imprimere al paese una svolta autoritaria simile a quella che Hugo Chavez diede al Venezuela.

Il centrodestra ha fallito la campagna diffamatoria ed è stato battuto dalla sfiducia dei colombiani nei confronti della politica conservatrice che ha caratterizzato il sistema di potere delle destre .

Gustavo Petro è stato il candidato presidente più votato nella storia della Colombia e ha ottenuto 11,2 milioni di voti dei circa 21,6 milioni espressi (su 39 milioni di aventi diritto).

Márquez, che governerà a fianco di Petro, è un’avvocata femminista di 40 anni che si oppone fortemente alle miniere illegali ed ha subito diversi attentati per la sua attività ambientalista.