Calcio Femminile

SAN MARINO. PRIMAVERA FEMMINILE: L’ACADEMY SFIORA IL PAREGGIO

Primavera Femminile: Juventus di misura, l’Academy sfiora il pareggio al 90’+5’

Partita di straordinaria applicazione difensiva per la Primavera Femminile della San Marino Academy, che ad Acquaviva ha ospitato la Juventus in quella che per le Titane è il debutto ai play-off scudetto in questa categoria. La gara di ritorno avrà luogo a Vinovo, nella mattinata del 5 giugno (Vinovo, ore 11:00). Le Bianconere prendono il comando delle operazioni fin dalle prime battute, con le ragazze di Urbinati impegnate, di contro, a sviluppare con attenzione il piano gara impostato su chiusura degli spazi e ripartenze.

E nei primi minuti, in effetti, la San Marino Academy si fa vedere con due contropiedi di Pirini e Giuliani. Se nella prima occasione la combinazione al limite per liberare Berveglieri non va a segno, al 5’ la bomber di casa può liberare il mancino da dentro l’area, salvo sbattere due volte sulle chiusure avversarie. La Juventus replica con la discesa di Requirez, che serve Beccari sul secondo palo: la grande ex di giornata non trova la porta da posizione invidiabile. Dopo una punizione di Arcangeli bloccata senza patemi da Giulia Zaghini, la riccionese spedisce di poco alto dal limite – sulla sponda di Beccari. La sammarinese è poi protagonista di una percussione centrale che, grazie alla rifinitura di Giai, le apre le porte dell’area di rigore. Determinante la chiusura di Alice Zaghini, che permette alla sorella Giulia di accartocciarsi sul destro in caduta della connazionale Beccari. È di fatto il primo intervento del portiere di casa nel primo quarto di gara, interpretato con discreta efficacia difensiva dalle Titane. Al 22’ ci prova Pfattner, che da posizione defilata non sorprende Giulia Zaghini sul primo palo.

Vicina al vantaggio l’Academy al 27’, quando Giuliani conduce una ripartenza che sfocia centralmente dalle parti di Berveglieri, brava a girarsi per liberare un gran diagonale di destro che sorvola di poco la traversale. Le Bianconere replicano con una fitta trama che genera da destra per recapitare a centro area, dove Arcangeli e Ruggeri di ostacolano. Arcangeli riesce poi a tornare sul pallone per liberare un mancino addomesticato senza problemi da Giulia Zaghini. Timide proteste juventine al 34’, quando Arcangeli smista sulla destra per Pfattner che entra in area e rientra sul sinistro, finendo a terra sulla pressione di Prinzivalli – giudicata regolare da Frazza.

Finale di frazione a favore della Juventus, con Arcangeli a puntare partendo da sinistra prima di calciare all’angolino col destro. Ottima risposta in angolo di Giulia Zaghini, poi impotente sul colpo di testa da brevissima distanza di Lepera che – tutta sola sugli sviluppi di un corner – non trova il bersaglio grosso. È l’ultima emozione del primo tempo, che termina a reti inviolate e con l’ammonizione di Modesti per un duro intervento a metà campo.

Non ci sono cambi nell’intervallo ed il primo brivido è in area sammarinese: Giulia Zaghini esce in presa alta ma perde il pallone, allontanato da un’attenta difesa. L’estremo sammarinese si riscatta alla grande una manciata di minuti più tardi, quando Arcangeli sfonda a sinistra e propone al centro per Giai che calcia a botta sicura dal cuore dell’area, ma deve arrendersi alla monumentale parata di Giulia Zaghini. Che non può nulla al 52’, quando Requirez si prende tutta la corsia di sinistra e crossa a rimorchio per Pfattner, impeccabile dalla breve distanza. La San Marino Academy si fa vedere con un’iniziativa di Prinzivalli, abile a guadagnare una rimessa laterale in prossimità della bandierina. Pallone giocato su Giuliani, che si gira in un fazzoletto per scaricare un destro – aggiustato dalla deviazione di Bertucci per la comoda parata di Nucera. Le Bianconere vanno nuovamente vicine al gol con la sventagliata per Pfattner che, in acrobazia, propone al centro dove non arrivano compagne. Al 69’ un’azione perimetrale libera Arcangeli al limite, ma la conclusione è da dimenticare.

Girandola di sostituzioni nel quarto d’ora finale, da cui rischia di uscire un’immediata marcatrice. È Moretti, che a venti secondi dal suo ingresso al posto di Pfattner, sfiora il raddoppio con un destro al volo che Giulia Zaghini allunga in angolo con un balzo all’angolino. Urbinati modifica l’assetto tattico per il finale, con gli ingressi di Sietchiping e Sanchi per alzare un baricentro volutamente molto basso in precedenza. Il tema tattico non cambia, con la Juventus a gestire il pallone e l’Academy a caccia di spazi da attaccare in contropiede: nel finale c’è spazio per Giannotti, che sostituisce Modesti. La Juventus è pericolosa con Requirez, il cui mancino è disinnescato in angolo da Giulia Zaghini. Sugli sviluppi dello stesso, battuto a due, Arcangeli libera un destro deviato di poco a lato del montante destro della porta sammarinese. In chiusura l’Academy ci prova dalla distanza, con una punizione generata dal fallo da ammonizione di Schatzer. Prinzivalli cerca la porta e Nucera deve controllare in due tempi, rischiando qualcosa sulla pressione di Giuliani. Le Titane non mollano fino alla fine e proprio all’ultimo secondo le ragazze di Urbinati vanno ad un passo dal clamoroso pareggio. Sietchiping si butta nello spazio e lavora un gran pallone per spazzare il raddoppio bianconero e imbucare sull’accorrente Giuliani. La centrocampista, quando il pallone sembrava perso, vince un contrasto sulla linea di fondo e propone per Sanchi che calcia a botta sicura, trovando il miracolo di Nucera. Dopo cinque minuti di recupero termina la sfida, con la vittoria di misura della Juventus che ospiterà le Titane nella gara di ritorno di domenica prossima, a Vinovo (ore 11:00), potendo contare sull’1-0 maturato oggi.

Al termine dell’incontro, Valeria Canini (membra del Consiglio Federale della FSGC) e Francesca Lanotte (Dirigente della San Marino Academy) hanno omaggiato Eleonora Cecchini e Chiara Beccari con una maglia della Nazionale di San Marino ed una dell’Academy. L’auspicio è che entrambe le calciatrici sammarinesi, nate e cresciute calcisticamente in Repubblica, possano togliersi tante soddisfazioni nel corso di brillanti carriere, e realizzare i sogni si sono poste.


Primavera Femminile, andata della seconda fase | San Marino Academy-Juventus 0-1

SAN MARINO (5-4-1)
G. Zaghini; Bonora, Paolini (dal 75’ Sanchi), A. Zaghini, Diversi (dal 90’ Cardona), Desiati; Pirini (dal 75’ Sietchiping), Modesti (dall’82’ Giannotti), Giuliani, Prinzivalli; Berveglieri (dal 90’ Casali)
A disposizione: Scotti, Cardona, Casali, Lombardi, Mariani
Allenatore: Matteo Urbinati

JUVENTUS (4-3-3)
Nucera; Bertucci, Lepera (dall’82’ Candeloro), Grillo, Requirez; Giai (dal 73’ Moretti), Schatzer, Ruggeri (dal 62’ Zamboni); Pfattner (dal 73’ Talle), Beccari, Arcangeli (dall’82’ Ferrari)
A disposizione: Nespolo, Genitoni, Nava, Costantino
Allenatore: Silvia Piccini

Arbitro: Anna Frazza di Schio
Assistenti: Matteo Lauri di Gubbio e Simone Piomboni di Città di Castello
Marcatori: 51’ Pfattner
Ammoniti: Modesti, Arcangeli, Schatzer


Ufficio Stampa