ALESSANDRIA

ARQUATA SCRIVIA(AL). LA SICUREZZA NON E’ MAI STATA DI MODA. ANCORA MORTI SUL LAVORO.

Davide Scanio, 32 anni appena compiuti è la vittima dell’ultimo incidente sul lavoro, ma mentre per l’ennesima volta ci si interroga sulle cause contiunuano ad aumentare gli incidenti e i morti. Le morti bianche che comunemente vengono definite morti bianche, ma che sarebbe meglio chiamare la mattaza di persone sacrificate alla produttivitàe alla giungla della concorrenza senza regole.

La vittima dell’ultima tragedia, in località Le Vaie di Arquata Scrivia, è un giovane di 32 anni ed è avvenuta nel capannone dell’azienda metalmeccanica Cavalleri che produce materiale e forniture per la produzione e la trasformazione di carta e cartone per imballaggi.

Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Novi Ligure sono in corso per fare chiarezzza sull’accaduto mentre il servizio Spresal dell’Asl-Al ha sequestrato il macchinario sul quale l’operaio stava eseguendo alcune operazioni perché le responsabilità dell’incidente sono da chiarire.

La dinamica dell’incidene ha chiarito che la sua tuta pare sia rimasta agganciata a un ingranaggio che lo ha trascinato, facendogli battere violentemente il capo sul telaio del corpo macchina, ma non è chiaro se la macchina operatrice fosse stata messa in sicurezza e quali misure di sicurezze potevano essere adottate per impedire che il giovane venisse trascinato senza che questa si bloccasse. I coleghi sono intervenuti in soccorso, ma purtroppo per il giovane non c’era più nulla da fare.

Un giovane di 25 anni, “Yasso” Yassine Mahboub, 25 anni si è schiantato con il suo furgone contro il guard rail dell’autostrada A21. 

La giovane vittima della strada nel tempo libero giocava nella squadra di calcio Spartak San Damiano, dopo avere militato per 10 anni nei Villans. 

L’incidente è accaduto intorno alle 13  del 2 aprile nei pressi di Villafranca, in direzione Torino. 

Il giovane  è morto sul colpo dopo essere stato sbalzato fuori dal furgone.

Inutile ogni tentativo per rianimarlo del 118 intervenuto con l’elisoccorso. Intervenuti Polizia stradale di San Michele, vigili del fuoco di Asti e mezzi Anas mentre l’autostrada è stata chiusa per alcune ore.