CRONACA

FOGGIA. OPERAZIONE “ALTO IMPATTO” DI POLZIA E CARABINIERI

Operazione “Alto impatto” a Foggia

Le volanti durante un'operazione di PoliziaUn’ulteriore operazione “Alto Impatto” è stata portata a termine dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei carabinieri a Foggia e nella provincia dopo gli attentati dinamitardi ed incendiari che si sono verificati ad inizio anno.

L’attenzione delle Forze dell’ordine rivolta nei luoghi abitualmente frequentati dai pregiudicati e nelle piazze di spaccio.

Sono stati disposti posti di blocco, controllo, perquisizioni, ispezioni e controlli agli esercizi commerciali.

Gli agenti si sono concentrati principalmente nelle campagne fuori città, in particolare in box e casolari abbandonati nella ricerca di armi, esplosivo e droga.

I luoghi ispezionati sono spesso utilizzati dalla criminalità anche per incontri tra i componenti dei gruppi.

La Squadra mobile di Foggia insieme al Reparto prevenzione crimine e un elicottero del Reparto volo di Bari, ha arrestato un latitante, 40 enne, individuato all’interno di un appartamento in un quartiere popolare della città, che deve scontare una pena definitiva per ricettazione, furto e falso.

L’equipaggio di una volante di Foggia ha arrestato un 46enne evaso dagli arresti domiciliari che, alla richiesta di fornire le proprie generalità, ha dichiarato il falso, ma riconosciuto dai poliziotti è stato portato nella sua abitazione dove gli agenti hanno trovato dello stupefacente confezionato in dosi pronte per lo spaccio.(fonte Polizia di Stato).