ALESSANDRIA

ALESSANDRIA.PONTE MEIER, IL PONTE DEI SUICIDI. ASPIRANTE SUICIDA SALVATO DAGLI AGENTI DI POLIZIA.

“Salvato dalle volanti sul Ponte Meyer cittadino camerunense con intenti suicidi”

Il personale della Squadra Volante della Questura di Alessandria, nei giorni scorsi, è stato allertato dalla sala operativa per la presenza di una persona di nazionalità camerunense sul Ponte Meier con intenzioni suicide, le cui cause sono da ricercare nell’interruzione della propria relazione sentimentale.

Gli equipaggi hanno immediatamente raggiunto il ponte Meier dove l’uomo seduto sul parapetto del ponte, con le gambe che davano sul vuoto, era intento a guardare il proprio cellulare.

Gli operatori delle volanti, percepita la gravità della situazione, con estrema cautela, si sono avvicinati al muro per instaurare una comunicazione rasserenante con l’uomo che, nonostante ciò, risultava oltremodo riluttante al dialogo.

Lentamente mentre gli operatori si avvicinavano all’uomo, lo stesso chiedeva il motivo della loro presenza, meravigliato del fatto che non stava facendo alcunché, dopodiché ha invitato in malo modo il personale ad allontanarsi, acconsentendo che rimanesse uno solo di loro al quale affermava che nessuno sarebbe riuscito a dissuaderlo dal suo intento.

Nel corso del breve dialogo, l’uomo iniziava lentamente, quasi a non volersi far vedere, a spostare il proprio corpo in avanti, sporgendosi improvvisamente, con il con chiaro scopo di lasciarsi andare nel vuoto.

Notato ciò, l’operatore rimasto vicino all’uomo, immediatamente aiutato dai colleghi, ha afferrato il corpo praticamente sospeso nel vuoto, senza alcun appoggio al parapetto e destinato a cadere nel vuoto e riuscendo, con non poca fatica, ad impedire che lo stesso precipitasse nel fiume.

Nella concitata fase del salvataggio, l’aspirante suicida afferrato al busto dagli operatori di volante quando ormai era già oltre il parapetto del ponte, veniva portato, con non poca fatica determinata dalla corporatura robusta e dalla strenue opposizione posta in essere dallo stesso, all’interno del ponte.

Al lieto epilogo della vicenda è conseguito l’infortunio di due operatori, uno dei quali in maniera sensibile, tanto da richiedere le immediate cure dei sanitari del pronto soccorso.

​L’uomo, successivamente identificato per E.J.M. di anni 30, veniva affidato alle cure dei sanitari.