Mese: settembre 2021

MILANO. FILTRI DI SIGARETTA E PEZZI DI PLASTICA NELLE SERRATURE DEGLI APPARTAMENTI DA DERUBARE.

Milano: presa la banda dei furti in appartamento

Una banda specializzata nei furti in appartamento, composta da elementi provenienti da Milano, Torino e Roma, usavano il filtro di una sigaretta oppure un pezzetto di plastica infilato nella porta dell’appartamento da derubare, per essere sicuri che fosse incustodito da giorni.

Il passaggio di “sbirri” era monitorato con frequenti sopralluoghi da parte elementi dell’organizzazione.

Le indagini della Squadra mobile di Milano hanno permesso di arrestate 4 persone: due a Milano, uno a Torino e uno a Roma mentre altre due persone rintracciate a Roma e Torino, legate all’organizzazione criminale, sono state arrestate per altri motivi, sono state rintracciate a Milano e a Roma dagli agenti delle Squadre mobili di Milano, Roma e Torino.

Gli indagati sono responsabili di associazione per delinquere finalizzata ai furti negli appartamenti con una attenzione particolare per gli episodi avvenuti tra agosto e settembre di quest’anno a Milano e a Torino e del “raid” di 45 box nella zona di Lambrate, a Milano.

Le indagini degli investigatori, i pedinamenti, le intercettazioni telefoniche e ambientali hanno evidenziato un “protocollo operativo” messo in atto dalla banda per raggiungere l’obiettivo: la scelta meticolosa dell’immobile all’assegnazione di un compito ben preciso da rispettare fino in fondo per ogni componente del gruppo.

La capacità straordinaria degli indagati di aprire porte d’ingresso con l’uso di chiavi o grimaldelli.

Nel corso delle perquisizioni gli agenti hanno rinvenuto diversi attrezzi adatti allo scasso, oro, argento e denaro contante proveniente dai furti.

ASTI. APERITIVO IN MUSICA VENERDI’ 24/09/2021 ORGANIZZATO DAL CENTRO PER L’IMPIEGO DI ASTI.

Il Centro per l’Impiego di Asti, uno dei 31 Cpi piemontesi coordinati da Agenzia Piemonte Lavoro – ente strumentale della Regione Piemonte – si sta adoperando con forza nel consolidare una serie di azioni finalizzate alla costruzione o animazione delle reti territoriali con i diversi stakeholder locali, al fine di costruire risposte integrate ai diversi fabbisogni espressi da l territori o (siano e ssi provenienti dalle imprese che dalla forza lavoro).

Come è noto, la crisi pandemica ha accelerato le criticità di alcuni target già in evidente difficoltà (in primis giovani e donne) ed è sempre più manifesta la necessità di lavorare in partnership, poi ché solo dalla sinergia tra diversi soggetti e dalla fattiva complementarità tra il sistema pubblico e quello privato, possono scaturire azioni che siano concretamente di aiuto ai cittadini, in special modo a quelli più fragili e più distanti dal mercato del lavoro.

Proprio nell ’ottica di fare rete per raggiungere i giovani, venerdì 24 settembre 2021 dalle 17:30 , presso l’Informagiovani di Asti ci sarà “ Aperitivo in musica ”, un incontro condotto da operatori esperti del Centro per l’Impiego. Si parlerà de i servizi offerti dal Cpi, tra i quali consulenza informativa e orientamento , panoramica opportunità lavorative sul territorio e delle tempistiche con cui approcciarsi alla formazione. Di particolare interesse , per approfondire le dinamiche che caratterizzano i mercati del lavoro locali, sarà la condivisione di un’analisi dei fabbisogni professionali evidenziati sul territorio attraverso le tendenze delle assunzioni negli ultimi 3 anni.

” Proprio la capacità di analisi dei territori, che si caratterizzano per differenti storie e vocazioni, unitamente alla capacità di fare rete con gli attori locali, sarà, peraltro, uno dei prerequisiti di Gol (garanzia per l’occupabilità dei lavoratori), la misura che sta per essere varata a livello nazionale e che si configura come la cornice nella quale sarà disegnata una nuova generazione di politiche attive del lavoro “, dichiara Federica Deyme, Direttore di Agenzia Piemonte Lavoro .

Per info: Sportello Informagiovani del Comune di Asti

334 – 1155574

Centro per l’Impiego di Asti info.cpi.asti@agenziapiemontelavoro.it

339 – 2927230 339 – 2921384

ALESSANDRIA. BILANCIO SETTIMANALE DELL’ATTIVITA’ DI CONTROLLO NELLE STAZIONI FERROVIARIE.

Bilancio settimanale dell’attività della polizia di stato nelle stazioni e sui treni in Piemonte e Valle d’Aosta

Durante la settimana appena trascorsa sono stati intensificati i servizi di prevenzione e vigilanza per una più incisiva azione di contrasto alla microcriminalità presso alcune stazioni non presidiate dal personale della Polizia Ferroviaria, con l’impiego di personale nelle ore pomeridiane e serali, anche a bordo treno.

Questi i risultati complessivi dal 13 al 19 settembre u.s. del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta: 1 arrestato, 12 indagati, 4.645 persone controllate, di cui 846 con precedenti di polizia.

240 pattuglie impegnate nelle stazioni e 25 in abiti civili per attività antiborseggio. 77 i servizi di vigilanza a bordo treno per un totale di 186 convogli presenziati. 20 i servizi lungo linea e 27 di ordine pubblico

In particolare sul territorio provinciale:

A Novi Ligure un quarantasettenne bulgaro è stato denunciato per violazione del provvedimento di Daspo Urbano relativo al divieto di accesso all’area ferroviaria.

L’uomo è stato controllato nella stazione di Arquata Scrivia mentre arrecava disturbo ai viaggiatori in partenza. Sempre gli operatori Polfer di Novi Ligure , in servizio di vigilanza a bordo treno sulla tratta Alessandria – Genova, hanno rintracciato una minore che si era allontanata da una Comunità del milanese, alla quale è stata successivamente affidata

ALESSANDRIA. BANDO PER LA BORSA DI STUDIO STEM-ZONTA SOSTIENE CHE SCEGLIE INGEGNERIA BIOMEDICA.

BORSA DI STUDIO STEM  – Domande entro il 30 settembre

Zonta sostiene chi sceglie Ingegneria Biomedica

Tasse universitarie pagate per colei che vincerà l’edizione 2021-2022 della Borsa Stem “Silvana Rolando” bandita da Zonta Club Alessandria.

Un avviso per tutte le studentesse che frequentano l’ultimo anno delle superiori residenti in provincia di Alessandria.

Possono partecipare coloro che sceglieranno di frequentare il primo anno di Ingegneria Biomedica.

La domanda va inviata entro il 30 settembre a info@zonta-alessandria.org

Ancora una volta Zonta Club Alessandria sceglie di incentivare gli studi STEM orientando verso una facoltà che garantisce, in Italia, importanti sbocchi occupazionali: le ingegnere biomediche si occupano della  progettazione pianificazione, programmazione e gestione di sistemi complessi che possono riguardare il comparto medico-sanitario, ma anche quello dei dispositivi digitali e in generale del settore ICT.

Una laureata in ingegneria biomedica può trovare lavoro nell’ Industria Farmaceutica, nelle Aziende ospedaliere, sia pubbliche che private, in Società di servizi di telemedicina e la gestione di apparecchiature e impianti medicali, in  Laboratori clinici specializzati ma anche in industrie specializzate nella produzione di tecnologie simbiotiche uomo-macchina e sistemi neuro-artificiali in cui è importante l’integrazione tra neurofisiologia e tecnologie dell’informazione, o ancora in centri di ricerca rivolti all’interazione umana o alla diagnosi clinica tramite machine learning, alla robotica avanzata per la progettazione di sistemi neuromorfi o biomimetici, nonché in  Società di consulenza. L’obiettivo di Zonta Club Alessandria è aumentare il numero di laureate in materie STEM ( oggi solo il 16%  laureati è donna), per infrangere quel gap occupazionale e di progressione di carriera che limita il lavoro delle donne nel nostro Paese.

La domanda di ammissione d va redatta utilizzando il modulo scaricabile dal sito www.zonta-alessandria.org La graduatoria sarà formulata sulla base del miglior punteggio  – a partire da un minimo di 90 (novanta) -dell’esame conclusivo del corso di studio di istruzione secondaria superiore e del superamento dell’eventuale prova di ammissione al Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica. In caso di parità sarà data precedenza alla studentessa con condizioni di reddito familiare più disagiate.

Il valore della borsa di studio è pari a 1.500 euro e sarà assegnato in due tranche: un terzo all’accettazione della borsa ( ottobre 2021), e la restante parte dopo la verifica del superamento di tutti gli esami obbligatori del 1° anno entro l’ultima sessione utile per rispettare l’anno accademico.

Per informazioni: info@zonta-alessandria.org   – 3398512631

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: