Mese: settembre 2021

GENOVA. GENOA 3 HELLAS VERONA 3, SPETTACOLO AL MARASSI, DESTRO SEGNA IL GOAL DELLA BOTTIGLIETTA.

Lo spettacolo a Genova è andato in onda al Marassi, con il match che si chiuso sul punteggio di parità: 3 a 3.

La partita che sembrava essere ormai preda dei veronesi ha subito nel secondo tempo continui cambi di fronte, il Verona troppo sicuro di portare a casa il risultato ha lasciato spazio e gioco ai liguri, che hanno approfittato delle mutate condizioni di gioco per portarsi, addirittura in vantaggio all’85° del secondo tempo con 3 goal e 1 di scarto sui veneti. Risultato riacciuffato dal Verona in pieno recupero. ma come si dice le vie del “Signore”, in questo cao del calcio sono infinite e l partita si è chiusa con un meritato pareggio e uno spettacolo emozionante nello stadio di Marassi.

La sfida tra Genoa e Verona è difficile da raccontare stando tra le file del Genoa,che come un Grifone avvolto su se stesso, dopo essere andata sotto di 2 goal ha trovato cuore e coraggio fino a rischiare di vincere una gara segnata dalla sorte avversa.

Ma la cronaca della partita abbiamo voluto raccontarla senza parole, solo attraverso la fotogalleria realizzata da Andrea Amato/PhotoAgency per il Quotidiano on line, che racconta meglio di mille parole una serata che per i tifosi del Genoa poteva essere indimenticabile.  

ALESSANDRIA. L’OCCIMIANO PASSA SULL’ALESSANDRIA VOLLEY PER 3 A 1. SABATO IL TURNO FINALE DEL GIRONE.

Sabato 25 settembre al Palacima di Alessandria è andata in scena la terza giornata della Coppa Piemonte di Pallavolo femminile che ha visto la formazione dell’Alessandria Volley affrontare la Nuova Elva Fortitudo Occimiano, team molto competitivo ed esperto che nella scorsa stagione sportiva ha sfiorato la promozione nella categoria superiore.

Formazione 2021 Alessandria Volley – Andrea Amato-PhotoAgency

In casa del team del Presidente Andrea La Rosa si attendeva un test così probante e impegnativo e nell’occasione le ragazze alessandrine hanno dato, con la prestazione messa in campo, prova della crescita e dei progressi maturati sotto la guida dello staff tecnico soprattutto in considerazione che è un team con media età di poco superiore ai 17 anni.
La partita si è conclusa con la vittoria per 3 set a 1 (19/25 20/25 25/18 23/25 i parziali) a favore della Fortitudo Occimiano, ma se si considera che la differenza punti dei 4 set ha registrato solo un più 6 a favore delle monferrine è la dimostrazione che c’è stata partita e che questa è stata intensa e ricca di momenti di buona pallavolo da parte di entrambi i team.
Arianna Bernagozzi, Ronzi Martina, Melissa Franzin, Alessia Falocco, Giulia Ponzano, Martina Sacco, Elisa Marku, Matilde Furegato, Elisa Serone, Alice Giacomin, Veronica De Meo, Martina De Magistris, Chiara Cazzulo e la capitana Romina Marku sono le atlete chiamate da coach Marco Jus Ruscigni a difendere i colori del team alessandrino.
Il primo set ha visto nei primi scambi l’Alessandria volley ferma ai blocchi di partenza e ciò ha permesso alla Fortitudo di avvantaggiarsi di 5 punti che alla fine del set risulteranno un passivo che non viene più recuperato nonostante l’aver combattuto testa a testa e punto a punto tutta la restante frazione.
Nel secondo set al contrario del primo fino al 19 a 21 per l’Occimiano si è assistito a piacevoli scambi di colpi con frequenti cambi palla, attacchi e contrattacchi ma nel rush finale un leggero calo ed alcune imprecisioni delle locali hanno permesso alle avversarie di aggiudicarsi il set portandosi sul punteggio di 0 a 2.
Terzo set con le ragazze di Ruscigni sugli scudi grazie a momenti di buona pallavolo condita da buoni scambi. Set che le ha viste condurre per tutta la frazione con determinazione, convinzione e consapevolezza del proprio valore. Al termine il tabellone sancisce un 25 a 18 per le locali e un 2 a 1 che fa ben sperare sull’esito del quarto set.
Quarto set anch’esso molto combattuto, non solo tecnicamente ma anche sotto l’aspetto puramente mentale. Set giocato punto a punto. Ma al termine ha visto prevalere le ospiti 25 a 23 e le alessandrine a riflettere sui troppi errori in battuta che al conteggio finale della frazione hanno fatto pendere l’ago della bilancia a favore della Fortitudo.
Comunque abbiamo registrato sia sugli spalti gremiti, sempre in considerazione e nel rispetto delle norme anti Covid, e nello staff Alessandrino soddisfazione per i progressi e la crescita del team, un team giovane con esperienza in campionati giovanili ma che fa ben sperare nel futuro, a medio termine, che vede sempre avvalorata la mission societaria di valorizzare sempre più il settore giovanile. Un settore giovanile che si avvale di un ottimo staff tecnico diretto dal D.T. Massimo Lotta.
Prossimi impegni di Coppa Mercoledì 29 a Valenza e a concludere il girone sabato 2 ottobre tra le mura amiche contro l’Ovada.

VINOVO. UNA TENACE EMPOLI TIENE TESTA ALLA JUVENTUS, MA GIRELLI LA DECIDE NEL SECONDO TEMPO.

Una prestazione dell’Empoli a cui manca solo il gol.

Foto Andrea Amato-PhotoAgency

Montemurro, senza Sara Gama, si affida per la sfida a Peyraud-Magnin tra i pali, Lundorf, Lenzini, Salvai e Boattin in difesa, Zamanian, Rosucci e Pedersen a centrocampo e Girelli, Bonansea e Bonfantini davanti. I primi minuti sono come prevedibile gestiti dalla Juve, ma la prima occasione della partita è empolese. Al 3′ Bragonzi, dalla lunga distanza, trova una traiettoria che preoccupa Peyraud-Magnin, reattiva a rifugiarsi in angolo. Evitata la beffa iniziale, le bianconere provano a scrivere il consueto romanzo del match: controllo della partita e a caccia del gol.

Il primo squillo è targato Bonansea, che a sinistra, nel corso della prima frazione, costruisce ben quattro occasioni scappando via alle avversarie. Prima, al 5′, calcia in porta: Capelletti blocca. Seconda chance all’8′: fuga fino in fondo, Capelletti in due tempi si salva. Il portiere dell’Empoli è attento anche sul terzo tentativo, mentre il quarto, ultima occasione del primo tempo (42′) è un assist al bacio per l’accorrente Bonfantini, che non trova l’appuntamento con il pallone.

In mezzo agli spunti di Bonansea, una Capelletti ispirata nega il gol a Bonfantini (22′), brava a calciare da ottima posizione sul primo palo, e neutralizza la punizione di Girelli (26′). La numero 10 bianconera sfiora il gol di testa anche al 40′, ma la sua girata finisce alta di poco. Il primo tempo si chiude sullo 0-0 con un Empoli ordinato e difficile da bucare.

Dagli spogliatoi esce una Juve invariata nelle giocatrici in campo, ma intenzionata a chiudere il prima possibile la pratica. Capelletti, però, si fa ancora trovare pronta al cospetto di Bonansea. Come nel primo tempo, con un lampo, l’Empoli dimostra di voler stare in partita: 51′, conclusione di Prugna dalla distanza, palla che colpisce la traversa. Traversa che dice no a Girelli al 68′: ancora girata di testa, il legno salva Capelletti. Tre minuti più tardi, però, né portiere né sfortuna possono mettersi tra Girelli e il gol del vantaggio. Lenzini, autrice di un’altra grande partita, imposta, premiando l’inserimento di Rosucci, controllo della numero 8 e cross perfetto per Girelli che deposita in porta, di testa, il gol dell’1-0.

La reazione dell’Empoli è appena accennata e in realtà la Juve conduce in porto la gara senza patemi e, anzi, creando più volte i presupposti per il raddoppio, che però non arriva. Finisce 1-0, con tre punti importanti in tasca e la testa al prossimo big match, contro la Roma.

FONTE JUVENTUS.COM

ALESSANDRIA. LA VOLLEY SI PORTA A CASA ANCHE LA SECONDA GARA, 3 A 0 CON LA PLAY ASTI.

Seconda giornata della COPPA PIEMONTE FIPAV e primo appuntamento stagionale al PALACIMA per il team dell’Alessandria Volley che disputerà il campionato di serie C.

Le ragazze di coach Marco Ruscigni , dopo la vittoria nella prima giornata in trasferta hanno le avversarie di turno sono state le astigiane del Club76 PlayAsti in un palasport finalmente con la presenza del pubblico seppur ancora in numero limitato e tutto rigorosamente muniti di green pass.

Il duo Ruscigni-Oberti ha presentato all’appuntamento di Coppa un roster composto dalla capitana Romina Marku, Giulia Ponzano, Martina Sacco, Martina Demagistris, Chiara Cazzulo, Arianna Bernagozzi, Martina Ronzi, Melissa Franzin, Alessia Falocco, Veronica De Meo, Elisa Marku, Matilde Furegato, Elisa Serone e Alice Giacomin.

Il team alessandrino chiamato a bissare il risultato della prima giornata e soprattutto a dimostrare continuità di risultati grazie ad un preciso e studiato percorso di crescita sotto gli aspetti tecnici, tattici ed atletici non ha tradito le aspettative e si è imposto col punteggio di 3 a 0 25/20 25/11 25/8 . L’avversario anch’esso molto giovane milita nel campionato di serie D comunque buon banco di prova perché nel suo insieme la partecipazione a questa competizione permette di accrescere il bagaglio di esperienza che vista la giovane età del gruppo dell’Alessandria volley può solo migliorare grazie al campo e alla consapevolezza delle proprie capacità. Il primo set ha visto le alessandrine sempre avanti verso l’obiettivo del venticinquesimo punto. Solo nella parte finale della frazione si è registrata una leggera flessione che ha portato a un parziale recupero da parte delle astigiane. Ma le ragazze di coach Ruscigni con un buon rush finale si aggiudicano il set. Nel secondo e terzo set concentrazione, attenzione e buon sviluppo del gioco permettono di chiudere i set lasciando alle avversarie la possibilità di conquistare soli 11 e 8 punti portando in dote vittoria e i 3 punti in classifica per una classifica che vede al comando Fortitudo Occimiano e Ovada a 6 punti, Alessandria volley 5, Novi/Gavi 1, Valenza e Playasti 0. Ora un solo giorno a disposizione dello staff tecnico per preparare l’incontro di sabato 25 al Palacima alle ore 17,00 che vedrà il team del Presidente Andrea La Rosa affrontare la Fortitudo Occimiano squadra molto esperta e ricca di valide individualità che sarà anch’essa ai nastri di partenza del campionato di serie C ed attualmente capolista del girone Coppa Piemonte.