Mese: settembre 2021

ALESSANDRIA. LAVORATORI A PROCESSO COME CRIMINALI PER AVER DIFESO IL POSTO DI LAVORO.

un presidio di protesta è stato organizzato dai lavoratori e i sindacalisti del SiCobas del comparto della logistica davanti al Tribunale di Alessandria.0

Una manifestazione di protesta è terminata in un procedimento penale a carico di 54 lavoratori e militanti del sindacato SiCobas che parteciparono alle proteste scoppiate tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 fuori dal magazzino In’s Mercato del polo logistico di Torre Garofoli a Tortona.

Il processo contro 54 lavoratori e militanti sindacali è iniziato il 17 settembre 2021, ma i difensori dei lavoratori, accusati di manifestazione non autorizzata e resistenza a pubblico ufficiale, hanno sollevato eccezioni procedurali e vizi di forma per la posizione di alcuni e su cui il giudice si è riservato di decidere nei prossimi giorni.

I lavoratori, i colleghi e militanti del sindacato SiCobas durante l’udienza hanno organizzato una manifestazione pacifica davanti al Palazzo di giustizia di Alessandria mentre dal sindacato hanno spiegato che: “È stata una manifestazione pacifica con una grande dispiegamento di lavoratori in cui abbiamo affrontato l’infondatezza delle accuse mosse nei confronti dei 54 lavoratori: non erano dei criminali, stavano scioperando. Una scelta che era stata necessaria ma nonostante la vertenza sia finita adesso è iniziato il processo. Si sentono presi in giro”.

Il sindacato ha proseguito spiegando che la mobilitazione durò molti giorni e molte notti, in cui i lavoratori incrociarono le braccia per rivendicare i loro diritti e a alla base delle proteste le motivazioni furono molte: i ritardi dei pagamenti degli stipendi, i ticket mensa, episodi di discriminazione nel magazzino e infine il mancato rinnovo del contratto di un collega precario. ma nonostante le lotte dei lavoratori, durante la pandemia le condizioni nel polo logistico non sono migliorate e si i registrano ancora discriminazioni razziali e antisindacali.

Motivi per i quali le mobilitazioni proseguiranno domenica a Bologna insieme a lavoratori e delegati di altri settori per preparare insieme lo sciopero generale dell’11 ottobre, che si terrà nel polo logistico di Tortona e nella provincia di Alessandria. 

CASALE MONFERRATO. EVADE DAI DOMICILIARI, DENUNCIATO E RIACCOMPAGNATO ALLA DETENZIONE DOMICILIARE.

Gli agenti della Polizia di Stato di Casale Monferrato, alla fine del mese di agosto hanno denunciato a piede libero, all’A.G. di Vercelli, M.K. di anni 43, cittadino nordafricano in regime di detenzione domiciliare, responsabile del reato di evasione.

I poliziotti nel corso dei periodici controlli, a carico delle persone sottoposte a misure restrittive domiciliari, hanno accertato che M.K. non era in casa al momento del controllo.

Nell’abitazione i poliziotti hanno trovato i due coinquilini, i quali, agli agenti, hanno riferito che il detenuto si era allontanato poco prima per “alcuni impegni” non meglio precisati.

Accertata l’assenza di qualsivoglia permesso o autorizzazione a lasciare il luogo di detenzione gli operatori hanno tentato di rintracciarlo nelle ore successive, ma senza riuscirci.

Il giorno successivo all’evasione è stato rintracciato in città e accompagnato presso gli uffici del Commissariato di P.S. per l’identificazione e la segnalazione all’A.G.

Al termine M.K. è stato riaccompagnato nella sua abitazione per il ripristino della detenzione domiciliare

ALESSANDRIA. PROGRAMMA DELLA LUDOTECA ALL’APERTO PER L’AUTNNO 2021

COMUNICATO STAMPA

#bambini&giardini#  – Programma all’aperto dell’Autunno 2021 della Ludoteca

E’ in programma un mese intenso di attività all’aperto a cura della Ludoteca Comunale C’è Sole e Luna, Assessorato alle Politiche Giovanili, che si terranno presso il Parco Primo Sport, all’interno del Parco Carrà, e presso i Giardini Pittaluga.

Per quanto riguarda il Parco Primo Sport, le iniziative vanno a implementare le aperture già in corso a cura della laboratorista Francesca Ferranti, nell’ambito del progetto Nuove (Ri)generazioni Urbane finanziato da ANCI, che tra le azioni per rigenerazione e riqualificazione del Parco comprende proprio la possibilità di renderlo maggiormente fruibile ai più piccini.

L’operatrice, supportata dalle animatrici di C’è Sole e Luna, è al Parco dal lunedì al giovedì dalle 16.30 alle 18.30 e il venerdì mattina dalle 9.30 alle 11.30, per accogliere, senza prenotazione, fino a 30 bambini da 0 a 6 anni accompagnati da un genitore.

Ecco di seguito le ulteriori iniziative, ovvero cicli di incontri  a cura di professionisti, che sono invece su prenotazione e per le quali si richiede un piccolo contributo di € 15,00.

Gocce di Benessere, Incontri di avvicinamento al Tai Chi per genitori e/o nonni a cura di Arianna Marega, operatrice olistica del Benessere,  (4 incontri) Tutti i lunedì dal 20 settembre all’ 11 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 11.00

Tana dolce Tana, Laboratorio creativo a cura di Nunzia Castiglione, atelierista,

 (4 incontri) Tutti i mercoledì dal 22 settembre al 13 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 11.00

A queste proposte si aggiunge quella di uno spettacolo teatrale,  gratuito, a cura de Gli Eccentrici Dadarò di Caronno Pertusella (Va): Emozioni a pennello, Giovedì 7 ottobre alle ore 17.00, presso l’Anfiteatro del Parco Carrà

Con i bambini più grandi, della fascia 6/11 anni, si ritorna ai Giardini Pittaluga, con un doppio ciclo di incontri:

A tutto Sport, attività sportive a cura di Andrea Bruni, preparatore atletico, (4 incontri) tutti i mercoledì dal 22 settembre al 13 ottobre dalle ore 17.00 alle ore 18.00;

Incontri  naturalmente tecnologici, Giochi di una volta e non, a cura degli animatori della Ludoteca, (4 incontri) tutti i martedì dal  21 settembre al  5 ottobre dalle ore 17.00 alle ore 18.00

Sempre per i bambini da 6 a 11 anni si ritorna al Parco Carrà, per “The lost goal”, Spettacolo circense a cura di Collettivo Clown di Milano, Martedì 12 ottobre alle ore 17.00 presso l’anfiteatro del Parco Carrà.

Al ricco programma si aggiunge anche una gita, sabato 9 ottobre dalle ore 9.00 alle ore 15.00, alla “Casa degli Alfieri”,  “Casa del teatro” nel cuore del Monferrato Astigiano, per abitanti ed ospiti un luogo da cui guardare il pianeta; la proposta è rivolta abambini dai 3 ai 5 anni accompagnati da un adulto di riferimento, su prenotazione, al costo di € 5,00.

Ricordiamo che le attività proposte rientrano anche in  “Alleanze Educative”, di cui  il Comune di Alessandria è capofila del progetto, che vanta un vasto e composito partenariato, nonché in “Explora – Spazi e Tempi per crescere”, di cui il Comune è partner, entrambi selezionati dall’Impresa Sociale Con i Bambini *.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la Ludoteca C’è Sole e Luna al 3485735800, o scrivere a ludoteca@comune.alessandria.it .

*Il progetto è stato selezionato da Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON Il SUD.  www.conibambini.org

ALESSANDRIA. GIOVANI DONNE VIOLANTATE E FILMATE.

Attiravano giovani ragazze in un locale e abusavano di loro.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrrestato una coppia residente nella provincia di Alessandria.

L’arresto è stato eseguito dagli uomini della Squadra Mobile, nella giornata dell’11 settembre scorso, in eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali emessa dal Tribunale del Riesame di Torino a carico di due indagati, un uomo e una donna, ritenuti responsabili di violenza sessuale.

L’uomo è stato condotto in carcere, mentre la donna è finita agli arresti domiciliari.

L’indagine è stata avviata a seguito della segnalazione della Polizia Ferroviaria di Novi Ligure, coordinata dalla Procura della Repubblica di Alessandria, che ha raccolto la denuncia di una giovane, che ha raccontato di essere stata attirata nel locale di proprietà dell’indagato con una scusa banale e di essere in seguito è stata ridotta in uno stato d’incoscienza, per la somministrazione di alcool, e abusata sessualmente dall’uomo e dalla sua compagna.

L’indagine ha consentito agli investigatori di raccogliere gravi indizi di colpevolezza su quanto riferito dalla vittima, la quale ha anche spiegato che la violenza sessuale, temeva, stata ripresa e registrata.

L’indagine e la perquisizione dell’appartamento hanno confermato che all’interno la coppia aveva installato un impianto di registrazione video con cui i due riprendevano i propri incontri sessuali.

Gli accertamenti hanno portato alla luce un sistema collaudato con cui la coppia con le stesse modalità aveva attirato nel locale un’altra giovane, al tempo dei fatti minorenne, poi costretta ad avere rapporti sessuali con l’indagato dopo essere stata fatta ubriacare. La minore a causa della violenza sessuale era rimaneva incinta e la compagna dell’uomo le ha consegnato una pillola abortiva per interrompere la gravidanza.

Il sostituto procuratore titolare dell’indagine dopo aver accertato i fatti ha chiesto al GIP l’applicazione di misure cautelari per gli indagati, richiesta che tuttavia in un primo momento era stata rigettata, ma a fronte del ricorso proposto dal pubblico ministero il Tribunale del Riesame di Torino, in riforma dell’ordinanza del GIP di Alessandria, ha emesso l’ordinanza di applicazione di misure cautelari, confermata dalla Suprema Corte di Cassazione a cui avevano fatto ricorso gli indagati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: