CRONACA

TRIESTE. SPARATORIA TRA FAMIGLIE DI KOSOVARI, PRESI ALTRI 5 RESPONSABILI.

Trieste: arrestati i responsabili della sparatoria del 4 settembre

operazione

Gli uomini della Polizia di Stato hanno arrestato altri cinque responsabili della sparatoria tra due famiglie Kosovare avvenuta lo scorso 4 settembre a Trieste, nei pressi di un bar del centro cittadino in cui si erano affrontate in una violenta lite più di 20 persone armate di spranghe e bastoni.

I poliziotti intervenuti per sedare la lite constatavano la presenza di più persone ferite a terra all’esterno del locale, alcune con evidenti lesioni al volto ed alla testa ed altre ferite da colpi di arma da fuoco.

La visione delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza ha permesso agli gli investigatori di ricostruito lo scontro tra i contendenti e, lo stesso giorno, hanno identificato e fermato alcuni delle persone coinvolte sia dell’una che dell’altra famiglia per concorso in tentato omicidio aggravato.

A conclusione dell’attività investigativa sono state arrestate altre cinque persone.

In carcere sono finite sette persone, quattro sono agli arresti domiciliari e 13 sono al momento indagate.

Il risultato è stato ottenuto anche grazie alla collaborazione della cittadinanza che ha permesso di definire le diverse condotte degli indagati.

Per rintracciare e catturare gli indagati oltre alla Squadra mobile di Trieste, coadiuvata dal Servizio centrale operativo e coordinata dalla Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato, hanno preso parte all’operazione anche gli equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine di Padova, Torino, Firenze, Foggia, Roma e Perugia e le Squadre mobili di Venezia, Treviso, Udine, Pordenone, Gorizia e Trento.

L’attività investigativa è stata supportata anche dagli artificieri, dalla Polizia scientifica e dall’Ufficio Immigrazione.

(fonte Polizia di Stato).