Mese: agosto 2021

ALESSANDRIA. 4-5 SETTEMBRE, SPORT, BENESSERE, E-MOBILITY

COMUNICATO STAMPA

CONSEGNA ATTESTATI PER ENCOMIO SPORTIVO

Prosegue, questa volta nella prestigiosa cornice della Cittadella di Alessandria la consegna degli attestati per Encomio Sportivo alle società e agli atleti che hanno spiccato nel corso dell’anno o che si sono qualificati per affrontare nuove sfide.

Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco in collaborazione con l’Assessorato allo Sport e più precisamente nella persona dell’Assessore Piervittorio Ciccaglioni,premieranno il 3 settembre dalle ore 17 altre società e sportivi alessandrini che rappresentano diverse discipline.

Oltre ad alcuni atleti premiati durante le passate edizioni, che saranno presenti per ricordare nuovamente le loro imprese sportive, verranno premiati nuovi atleti e società sportive.

Di seguito alcune informazioni su atleti già premiati:

LUCIANO RANDAZZO – Valenzano, Classe 1992, Pugile Campione Italiano Pesi Superleggeri nel 2016 e 2017. La sua passione nasce a circa 3 anni, quando dopo essere entrato in un negozio di giocattoli vide un mini sacco con un piccolo paio di guanti da boxe e se li fece subito comprare. Il primo approccio sportivo con la Boxe arrivò invece all’età di 8 anni, ma per problemi di salute iniziò a praticarla seriamente solo a 15 anni. Dopo due mesi di allenamento esordì da dilettante, diventando Campione Regionale Esordienti. Appassionato dello sport in generale, ha praticato anche atletica, rugby e calcio, ma il suo cuore ha continuato a battere solo per la nobile arte.

La prima volta che entrò in palestra, appunto a 8 anni, guardando in faccia l’uomo che sarebbe diventato il suo allenatore, Adriano Gadoni, disse subito che sarebbe diventato un professionista e un campione. Come reazione, lui scoppiò a ridere, dicendogli di iniziare con il cambiarsi e indossare pantaloncini emaglietta per allenarsi, il resto si sarebbe visto in seguito. Il ricordo sportivo più bello ha dichiarato in diverse occasioni è stato vincere un titolo italiano, una grande emozione per qualsiasi sportivo, ma farlo davanti ai propri concittadini lo è stato ancora di più. C’è anche un altro ricordo, più recente, a cui è molto legato: quello del 14 settembre 2019 quando, dopo un’esibizione di 6 round contro Massimiliano Ballisai, mentre ero ancora sul ring,  chiese alla sua compagna di sposarlo, davanti a 300 persone. Nonostante i due infortuni subiti nel 2019, quello alla mandibola e quello alla schiena, ora si è ripreso e si sta preparando con doppie sessioni di allenamento giornaliere: non vede l’ora di salire sul ring per dimostrare, ancora una volta, quello di cui è capace

EUGENIO DRAGONE – Classe 1972, appassiono degli sport da combattimento dall’età di 14 anni. Inizia con il Kung-Fu Wushu e successivamente Full Contact come sport da combattimento.

A soli 17 anni diventa Campione Italiano al Bologna categoria 60/70 chili, seguito dal maestro Renato Gandolfi e Maurizio Massara, ma a 18 anni si avvicina al Pugilato per migliorare la tecnica di combattimento ed entra nell’Associazione Pugilistica Valenzana innamorandosi della boxe.

Inizia a salire sul ring come agonista; per 3 anni circa viene seguito dai maestri Cavanna e Sanna, alla Boxe di Valenza, per poi trasferirsi alla Boxe Voghera, gestita dal Maestro Lucarno Livio, dove vi erano Campioni tra cui Giovanni Parisi, Vincenzo Gigliotti, Alessandro Casamonica.

Purtroppo la sua vita agonistica e sportiva si spegne il 25 luglio 1995 cadendo dal terzo piano per una disattenzione e con essa tutti i suoi sogni per diventare un campione; l’ultimo match lo disputò il 23 luglio 1995 a Voghera dove venne premiato come miglior pugile della serata.

A causa dei traumi subiti non può più combattere e così si allontana dal mondo Pugilistico, ma rimane legato in particolare modo a Giovanni Parisi (Campione olimpico e del mondo 2 due categorie differenti) che lo ha aiutato nella fase riabilitativa e psicologica.

Eugenio Dragone decide di studiare per diventare un tecnico qualificato della Boxe ed ha aperto una scuola di pugilato dove poter insegnare i valori stessi che lui ha acquisito sulla sua pelle grazie a tutte quelle persone che ha conosciuto in questo mondo veramente unico e peculiare: la boxe.

Nel 2012 diventa aspirante tecnico, fondando la “ASD Boxe” Alessandria la tana del Dragone e nel 2014 diventa Tecnico della ASD Boxe Alessandria LTD.

ANTONIO DE SANCTIS:

– 1 argento campionato Italiano 2001

– 1 bronzo campionato italiano indoor

– partecipazione alle Olimpiadi ” Torino 2006 “

– Allenatore da sempre di Paolo Dal Molin

PAOLO DAL MOLIN:

È nato a Yaoundé (Camerun) il 31 luglio 1987. Nato a Yaoundé, padre camerunense e mamma veneta, è arrivato in Italia da bambino per stabilirsi a Occimiano, in provincia di Alessandria. Ha giocato a basket e pallavolo, ma in una pausa dei campionati si è fatto coinvolgere dall’atletica nel capoluogo di provincia, seguito all’inizio da Gianluca Magagna e anche da Antonio De Sanctis, ex bobista azzurro, poi da Enrico Talpo. Diversi infortuni come la frattura del malleolo tibiale sinistro nel 2009 lo hanno condizionato fino al recupero e ai progressi rivelati nell’ultima parte del 2011, dopo aver scelto di vivere prevalentemente in Germania, dove si era trasferita la madre, allenandosi a Heppenheim con Hansjörg Holzamer. Il 2013 è la stagione del salto di qualità, con il tecnico Ulrich Knapp a Saarbrücken: argento e record italiano nei 60 ostacoli al coperto (7.51) agli Europei indoor di Göteborg. Nel 2015 si è spostato in Francia con Giscard Samba, ma è stato frenato da una tendinopatia rotulea al ginocchio sinistro. Dal 2017 si è allenato a Formia con il cubano Santiago Antunez. Nel 2018 il rientro dopo tre anni difficili: agli Europei di Berlino è sceso a 13.40 in batteria nei 110 ostacoli, terzo italiano di sempre. Dalla fine del 2019 vive a Torino e dopo aver collaborato con Paolo Camossi è passato sotto la guida di Alessandro Nocera. Nel 2021 è tornato ad avvicinare il suo primato italiano in sala con 7.55 e sul podio (bronzo) agli Europei indoor, poi a farsi seguire ancora da Antonio De Sanctis. È un appassionato di sport da combattimento: ha praticato pugilato e thai boxe, anche per la preparazione atletica.

Di seguito alcune informazioni su società e atleti premiati:

A.S.D. CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO PIEMONTE ORIENTALE (CUSPO):

ALESSIO GIACOMINI

Segretario Generale del Centro Universitario Sportivo Piemonte Orientale A.S.D..

Delegato Territoriale Prov. di Alessandria AssiManager. Consigliere Regionale Federazione Italiana Rugby.

Nato ad Omegna (VB) il 24.02.1977, dopo varie esperienze nel settore informatico (Inaz s.r.l.) ed amministrativo (Labì S.c.s.),  approda nell’anno 2007 nel settore sportivo. Sino al 2011 ha ricoperto la carica di Segretario Esecutivo del Presidente del Comitato per le Attività Sportive di Ateneo dell’Università del Piemonte Orientale.

Dall’8.4.2011 è cofondatore del Centro Universitario Sportivo Piemonte Orientale A.S.D. (CUSPO) e ne diventa Segretario Generale.

Si occupa della gestione amministrativa  e dell’offerta sportiva del CUSPO sfruttando la sua esperienza di gestione delle risorse umane e di public relations (acquisite anche  attraverso le sue attività di volontariato nel terzo settore) e dalle conoscenze acquisite negli studi e nella costante formazione attraverso la Scuola dello Sport del CONI.

Dal 17.4.2021 è consigliere regionale nel Comitato Regione Piemonte della Federazione Italiana Rugby.

Si occupa inoltre di comunicazione e gestione degli impianti sportivi.

VIRTUS PALLAVOLO ALESSANDRIA – ZALLIO FRANCESCO

Presidente della Virtus Pallavolo Alessandria dal 2020. Succeduto al dott. Fabrizio Priano, che ha fondato la società nel 2017. Vice presidente Marcello Acquaviva. Nel consiglio direttivo sono presenti anche Stefania Abrignani e Paolo Ronchetti.

La società partecipa dal 2017 ai campionati nazionali Fipav, a partire dell’under 12 fino alla Prima Divisione. Inoltre fiore all’occhiello è la categoria minivolley, in quanto una prerogativa della società è quella di far crescere un solido vivaio giovanile.

Allenatori per la stagione 2020-2021 saranno Marco Ferraris, Alessandro Gastaldi, Andrea Pilotti e Paolo Martino.

POGGIO FEDERICO – OLIMPIONICO NUOTO TOKIO 2020

Nato a Voghera il 24/4/1988, allenato dal Tecnico Cesare Casella. Ha iniziato a nuotare giovanissimo nello Swimming Club di Alessandria, riuscendo a incantare già nelle categorie giovanili dove ha fatto intravedere le sue grandi qualità. Ha sempre avuto due sogni e oggi può dire di averli coronati: entrare in un corpo militare, condizione soddisfatta con l’ingresso nelle Fiamme Azzurre, e raggiungere la qualificazione ai Giochi Olimpici, traguardo tagliato in virtù delle ultime, strabilianti prestazioni. Ha saputo ridisegnare le gerarchie della rana nazionale, grazie alla

Titoli italiani assoluti: 3 (2012, 60hs indoor 2012-2014); Europei: 2012 (sf), 2014 (sf), 2018 (sf); Mondiali indoor (60hs): 2012 (sf), 2014 (bat), 2018 (bat); Europei indoor (60hs): 2013 (2), 2021 (3).

EMILIO COLLI:

Nato il 18/8/1957 Al Quartiere Orti.

Calcisticamente cresciuto nel settore giovanile dell’”U.S.Alessandria Calcio”.
Dal 1990 al 2000 istruttore/educatore c/o  “A.S.D. Aurora Calcio” Alessandria e dal 2000 al 2015 direttore generale.

Dal 2015 al 2020 ricopre il ruolo di segretario all’”U.S.D. di Castellazzo Bormida”.

Dal 2021 a oggi direttore generale dell’“A.S.D. Aurora Calcio” Alessandria.

BARONI EUGENIO:

Presidente dell’Alessandria Rugby (a lui il merito di aver portato la società ad essere una famiglia, gestita come in azienda).

Il Rugby in Alessandria è comparso per la prima volta nel 1946, anno in cui un gruppo di appassionati, capeggiati da Cesare Rosina e Libero Como, diede vita alla società “Audace-Mino” che erano frequentatori della palestra “Ratti” che si dedicavano a questo sport per dare sbocco all’attività atletica che si svolgeva solo d’estate.
Dopo qualche anno di Serie C e di Serie B, la “Polisportiva Rugby” approda in Serie A nel 56/57 dove rimase per 2 anni e ottenne la possibilità di giocare allo Stadio “G.Moccagatta” condividendone l’uso con il Calcio.
Negli anni successivi si affaccia in Italia il Rugby a 13 (professionistico), più spettacolare e veloce di quello a 15.
Nel 1971, per iniziativa di alcuni ex giocatori (Zucconi, Caucia, Crociato e De Felici) e grazie all’interessamento del Dopolavoro Ferroviario, che ha messo a disposizione le strutture, è nata la “DLF Rugby”.
Nel 2009 la squadra (che nel frattempo è tornata a chiamarsi Alessandria Rugby) ha raggiunto la storica promozione in serie “B” che mancava dal lontano 1981.

perseveranza che l’accompagna da sempre. Ora non vuole fermarsi per continuare a scrivere altre pagine della sua vita da nuotatore.

Campionati Europei:

11° Budapest (HUN) 2021 – 100 rana
10° Budapest (HUN) 2021 – 50 rana

Giochi Europei – European Games:

13° Baku (AZE) 2015 – 50 rana
27° Baku (AZE) 20015 – 200 rana

Il ranista locale ha partecipato alle ultime Olimpiadi di Tokio arrivando in semifinale in ottava posizione dei 100 rana, con il tempo di 59″91 non riuscendo così ad accedere alla fase successiva.

A.D. ALESSANDRIA VOLLEY:

Abbiamo voluto intraprendere una strada virtuosa, che fosse capace di rilanciare il movimento giovanile quale principale motore in grado di trainare l’Alessandria Volley.

La grande attenzione dei nostri allenatori, ha contribuito a creare una vera e propria famiglia che per tutto l’anno ha dato grandi soddisfazioni con ottimi risultati e soprattutto maturazione tecnica da parte di tutte e tutti i 325 giovani tesserati, 75% del Settore Femminile e 25% di quello Maschile, gestiamo circa 5.400 ore/anno di allenamento all’anno su più campi di allenamento in contemporanea nei 3 diversi importanti grandi settori :

  • VOLLEY S3 (ex minivolley) per bambine e bambini a partire dai 5 anni;
  • SETTORE FEMMINILE
  • SETTORE MASCHILE denominato BOYS

per raggiungere il nostro obiettivo, ovvero far giocare le nostre ragazze e ragazzi, bimbe e bimbi in un ambiente sicuro nel rispetto delle regole fondamentali dello sport e di conseguenza della vita.

A.D. Alessandria Volley è presente in tutti i campionati giovanili anche con piu’ squadre per la stessa categoria:

UNDER 12 FEMMINILE – UNDER 12 FEMMINILE 4×4 – UNDER 13 FEMMINILE- UNDER 15 FEMMINILE – UNDER 17 FEMMINILE – UNDER 19 FEMMINILE – PRIMA DIVISIONE FEMMINILE – UNDER 13 MASCHILE – UNDER 15 MASCHILE – UNDER 17 MASCHILE – PRIMA DIVISIONE MASCHILE e con 2 prime squadre: SERIE C FEMMINILE – SERIE D MASCHILE

Volley Alessandria = LA ROSA

GRUPPO PODISTICO SOLVAY A.S.D.:

Il Gruppo Podistico Solvay A.S.D. nasce a Spinetta Marengo nel novembre 2002 e avvia la sua attività sportiva a maggio 2003 con la prima uscita ufficiale alla “StrAlessandria”.

19 anni ricchi di successi sia a livello di risultati personali dei bravissimi atleti e atlete che si sono susseguiti, sia con titoli attribuiti alla Società.

Dal punto di vista organizzativo il G.P. Solvay ha sempre ben figurato con la programmazione delle gare:

  • Trofeo Solvay ” Memorial Corrado Tartuferi ” giunto alla 15° edizione (ultima edizione 2019 e prossimo appuntamento per il 2022, con 2 anni di stop causa pandemia Covid-19)
  • “10 Km della Fraschetta” (4 edizioni) che ha avuto l’onore di assegnare i titoli regionali assoluti e di categoria
  • “Gran Prix della Fraschetta”, un circuito composto dal Trofeo Solvay e altre gare dei paesi limitrofi

I premiati del gruppo podistico:

Asti Adriano, Ambra Ildiko Elisabeta, Guzzo Fausto, Furegati Sonia, Ponassi Ezio,

Bruno Maria Teresa, Cesare Giancarlo Ferrando, Vuono Carlo, Grassano Nadia,

Grigoletto Onorio, Galati Orazio, Guerra Giovanni, Salerno Aldo, Zuliani Marco, Davì Daniela,

Carbone Marco

KODOKAN ALESSANDRIA (KENDO): FABRIZIO MANDIA e MAGAROTTO FERDINANDO

Fabrizio Mandia fa parte della Commissione Tecnica della Nazionale Italiana di Kendo. Sozzi è titolare in nazionale e Ventura è tra i selezionati.
Vicepresidente della Confederazione Italiana Kendo e Team Manager della Nazionale Italiana di Kendo. Il Maestro Nando Magarotto e Fabrizio Mandia sono istruttori federali di Kendo.
Al Kodokan ovviamente oltre alla tradizione del Kendo sono presenti anche l’Aikido e il Karate.

RISULTATI SPORTIVI IN CAMPIONATI ITALIANI CONSEGUITI DAL 1999 AL 2019 (38 Medaglie):  
• 5 Oro Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 2004-2005-2009-2013 -2019
• 5 Argento Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 2003-2006-2011-2012-2017
• 6 Bronzo Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 1998-2002-2008-2010-2014-2018.
• 1 Oro Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria KYU 2019
• 1 Bronzo Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria KYU 2014
• 2 Oro Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria JUNIORES 2014-2015
• 1 Argento Italiano Individuale assoluto di Kendo Categoria JUNIORES 2016
• 8 Oro Italiano a Squadre di Kendo 2002-2005-2007-2009-2010-2012-2017-2019.
• 3 Argento Italiano a Squadre di Kendo 2001-2006-2011.
• 6 Bronzo Italiano a Squadre di Kendo 1999-2000-2008-2013-2014-2018. RISULTATI SPORTIVI CAMPIONATI INTERNAZIONALI NEI QUALI GLI ATLETI DEL KODOKAN SONO STATI CONVOCATI IN NAZIONALE CONSEGUITI DAL 1999 AL 2019 (11 Medaglie):
• 1 Bronzo Mondiale a Squadre di Kendo anno 2003 Categoria DAN (UK,Glasgow).
• 1 Oro Europeo a Squadre di Kendo 2016 Categoria Juniores (Skopje ,Macedonia)
• 2 Oro Europeo Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 2004 (Ungheria, Budapest) e 2010

(Ungheria, Debrecen).
• 1 Argento Europeo Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 2011 (Polonia, Gdynia).
• 1 Bronzo Europeo Individuale assoluto di Kendo Categoria DAN 2017 (Ungheria, Budapest).
• 1 Oro Europeo a Squadre di Kendo 2014 Categoria DAN (Francia, Clermont Ferrand).
• 2 Argento Europeo a Squadre di Kendo Categoria DAN 2011 (Polonia, Gdynia) e 2017 (Budapest, Ungheria).
• 2 Bronzo Europeo a Squadre di Kendo Categoria DAN 2004-2005 (Ungheria, Budapest e Svizzera, Berna).

CENTRO TAEKWONDO ALESSANDRIA: il Presidente dell’A.S.D. ALESSANDRO PAOLETTI

AZZURRI D’ITALIA ARTI MARZIALI = FRACCHIA ENRICO

ATLETICA LEGGERA = MEDA ROBERTO

FRECCE BIANCHE = PEO LUPARIA

SCUDERIA FERRARI CLUB ALESSANDRIA: FRANCO GIULIANI (Presidente)

Associazione senza scopo di lucro nata nel 2017 che riunisce i tifosi Ferrari ma anche tutti gli amanti delle vetture stradali Ferrari. Organizza eventi per seguire la Ferrari nei vari campionati, non solo nella Formula Uno, ma anche durante i ritrovi Ferrari con la presenza di modelli storici e ultramoderni.

Non dimentichiamo mai quanto fosse importante per Enzo Ferrari pensare a chi vive in difficoltà e quindi volgiamo spesso lo sguardo al prossimo facendo del nostro meglio per contribuire.

L’Associazione segue da sempre il nostro socio onorario Alessandro Pier Guidi, illustre sportivo alessandrino che è appena ritornato vincitore della “24h di Le Mans”.

Nel week end del 4/5 settembre si svolgerà il “1^ Memorial Sergio Cassano”. L’evento si terrà a Valenza e sarà dedicato alla memoria di Sergio Cassano ex sindaco della città scomparso a dicembre dello scorso anno. Sergio è stato uno dei 5 soci fondatori del Ferrari Club Italia e lavorò a stretto contatto con Enzo Ferrari. Quando l’Associazione ha deciso di fondare il club alessandrino Cassano ha sempre aiutato e consigliato e non ha mai perso uno dei nostri pranzi durante i quali raccontava aneddoti e ci faceva sempre più innamorare della nostra grande Ferrari. Siamo una grande famiglia e non vediamo l’ora di accogliere tutti coloro che condividono la nostra grande passione.

STUDENTI ISTITUTO TECNICO “A.VOLTA”:

Seguiti dal Docente di Sistemi Automatici, Direttore dipartimento di elettronica ed elettrotecnica  Franco Gabriele, alcuni studenti dell’Istituto Tecnico “A. Volta” si sono cimentati in un progetto formativo nazionale che ha visto il coinvolgimento di numerosi istituti superiori di diverse regioni italiane.

Il percorso didattico svolto in real time su piattaforma digitale, prevedeva l’introduzione dei corsisti al mondo dell’e-mobility, partendo dall’analisi dello stato dell’arte e delle prospettive immediate di sviluppo, per concentrarsi poi su tematiche di progettazione manutenzione del veicolo elettrico nonché delle infrastrutture di ricarica.

Un progetto di studio votato all’innovazione. La formazione dei giovani tecnici darà forma e sostanza ad uno degli obiettivi fondamentali del terzo millennio quello della transizione ecologica. Attraverso il coinvolgimento attivo delle future generazioni, si vogliono promuovere strategie ed iniziative mirate al miglioramento della qualità di vita e urbana anche attraverso un’educazione ecologica della cittadinanza per costruire le basi di una società responsabile ed attenta ai cambiamenti ambientali.

Quindi oltre all’impegno scolastico quotidiano, alcuni studenti hanno effettuato uno studio per migliorare la qualità della vita e per lo svolgimento dello sport in un ambiente più salutare e sano.

BASCI ALESSIO – Alessandria

BIANCHI DANILO – Alessandria

BOMPANI LUCA – Voghera

BOVONE FEDERICO – Tortona

CADEI GABRIELE – Alessandria

CERONE NICOLO’ – Alessandria

FAGAN NICCOLO’ – Tortona

GALASSO MATTIA – Alessandria

GALIANO GIUSEPPE – Alessandria

MAUCERI ENRICO – Piacenza

PAOLUCCI LUCA – Voghera

RONCATI GIULIO – Pietra Ligure

ROSSINI SIMONE – Voghera

SCAVELLI DAVIDE – Alessandria

SERRATORE GABRIELE – Alessandria

SOLIA FABIO – Torino

URSO ALESSANDRO – Alessandria

BASSANETTI ALESSIO – Alessandria

CADAMURO DAVIDE – Alessandria

CADAMURO LORENZO – Alessandria

CAVA FABRIZIO – Alessandria

DE GAETANO ALESSANDRO – Napoli

EMENUELLI ANDREA – Alessandria

GANDINI STEFANO – Alessandria

MEUCCI MATTEO – Novi Ligure

MORELLO TOMMASO ANDREA –

PIRAS EDOARDO – Alessandria

TIBERTI DANIELE – Alessandria

VANDONE ALESSANDRO – Alessandria

BARTOLO LORENZO – Alessandria

MORDA’ GABRIELE – Reggio Calabria

ZANNI SARA – Alessandria

MONTICONE MATTEO – Casale Monferrato

POSTALMARKET. SOLD OUT LE PRIME OFFERTE DEL CATALOGO, ANDATI A RUBA I VOUCHER SCONTATI.

POSTALMARKET, SOLD OUT LA PRIMA OFFERTA DEL CATALOGO
Alessandria. Reazione oltre ogni aspettativa dei fan, i cataloghi messi in vendita con il voucher scontato andati a ruba, la promozione è sospesa dieci giorni prima della sua fine. In ottobre torna in edicola il catalogo più amato dagli italiani. L’azienda: “Non ci aspettavamo tanto affetto”
 Si sapeva che il ritorno di Postalmarket era atteso. Ma nessuno immaginava quanto. Ebbene, in pochi giorni sono andati letteralmente a ruba le copie che la società aveva posto in vendita con uno sconto speciale e in preordine (il costo di copertina ridotto da 9,9 euro a 6,9; in aggiunta un voucher da 10 euro per il primo acquisto).

Di qui, la decisione di annunciare sui social network il sold out con oltre 20.000 persone che si sono registrate alla newsletter. “Non ci aspettavamo tanto affetto dai nostri fan storici”, fanno sapere dall’azienda. “Sapevamo dell’amore che c’era verso il catalogo che ha rappresentato la storia dell’Italia e dei suoi consumi.

Ma adesso ne abbiamo la prova concreta. Le aspettative sono alte, saremo in edicola ad ottobre con il catalogo suddiviso in sei mondi, dentro ai quali ci sarà la bellezza dei prodotti italiani. Non vediamo l’ora che questa avventura inizi davvero”. 

Il modello di business di Postalmarket è totalmente innovativo. In era di e-commerce e di vendite on line, infatti, il catalogo propone una selezione di prodotti autorevole, dà la garanzia del proprio marchio e dei prodotti posti in vendita. E per questo raggiunge il target delle persone meno giovani, o quantomeno quelle che non amano gli acquisti on line.

Ma in questa rinascita di Postalmarket (il tema della “rinascita” sarà centrale in tutta la comunicazione) ci saranno anche le tecnologie più avanzate. L’ecommerce di supporto, che ovviamente ammicca a chi, invece, preferisce fare acquisti solo on line, è sviluppato con tecnologia Storeden e di supporto ci sarà anche una app con tanto di realtà aumentata (inquadrando il catalogo sarà possibile vedere dei video sui prodotti).

In copertina confermata la scelta di Diletta Leotta, volto che andrà ad aggiungersi alle icone di stile e di moda che negli anni hanno occupato la copertina della rivista, come Ornella Muti, Romina Power, Carla Bruni, Cindy Crawford, Claudia Schiffer e molte altre. La versione cartacea accoglierà una selezione accurata di prodotti degli oltre 150 marchi italiani divisi in sei categorie: abbigliamento donna/uomo e accessori, intimo, casa, salute e bellezza, cibo e bevande, tempo libero. Ma il catalogo avrà anche contenuti giornalistici con firme autorevoli, curiosità e consigli sullo shopping.

“Per questa prima edizione è stato scelto il filone conduttore della rinascita”, concludono dalla società proprietaria del marchio. “La storia italiana di Postalmarket si identifica con l’italianità e quindi saranno presenti solo ed esclusivamente aziende italiane e che rappresentano perfettamente l’identità del nostro territorio, che sta lavorando in questi mesi per rinascere e ritornare alla normalità”. 

MILANO. PALAZZO DISTRUTTO DA UN INCENDIO IN VIA GIACOMO ANTONINI.

Un incendio ha distrutto un palazzo di 15 piani a Milano, i Vigili del Fuoco hanno diffuso le immagini dell’incendio.

Le immagini impressionanti dell’incendio del palazzo di 15 piani distrutto a Milano sono state diffuse dai Vigili del Fuoco impegnati per ore nelle operazioni di spegnimento e l’evacuazione di 70 famiglie residenti nel grattacielo. Sul posto sono giunti decine di mezzi dei pompieri, le forze dell’ordine e i magistrati.

Il grave disastro non ha provocato vittime e neppure feriti, ma la cautela dei soccorritori è d’obbligo perché sono ancora in corso le attività di verifica da parte dei vigili del fuoco, che con decine di uomini stanno perlustrando appartamento dopo appartamento per assicurarsi che nessuno dei residenti si trovi ancora nel palazzo mentre arriva conferma che le operazioni di evacuazione sono state portate a termine senza criticità.

Intanto i vigili del fuoco hanno diffuso un video della ricognizione aerea sul luogo del rogo, che rende l’idea della gravità della situazione.

Un tweet dei Vigili del Fuoco spiega che le fiamme sono sotto controllo: “Le nostre squadre stanno avanzando dall’interno verso i piani superiori dell’edificio. Sono 15 i mezzi impiegati, oltre 50 i vigili del fuoco. Proseguono le complesse verifiche all’interno del grattacielo Torre dei Moro. Coinvolte nell’incendio anche una ventina di autovetture parcheggiate nell’area sottostante“.

Le testimonianze raccolte dall’Ansa sull’incendio dell’edificio di via Antonini a Milano: “Abbiamo sentito odore di fumo e siamo subito scappati via“ mentre un altro testimone ha spiegato al Tcom24 di aver visto i “pannelli Ignifughi” che ricoprivano il palazzo “bruciati come burro“.

I magistrati intervenuti sul posto hanno deciso di disporre gli accertamenti necessari a chiarire le cause del disastro: e il sindaco di Milano Giuseppe Sala, intervenuto in via Antonini dopo il disastro ha dichiarato: “Per ora non abbiamo segnalazioni di vittime o feriti. Una ventina di persone sono uscite senza problemi, ora i vigili del fuoco entrano casa per casa sfondando le porte per vedere se qualcuno è rimasto dentro. Siamo positivi rispetto al fatto ci sia stato tempo uscire, ma finché il controllo non viene fatto non possiamo esserne certi“. 

MILANO. MILAN 4 HELLAS VERONA 0. NELLA PRIMA DI CAMPIONATO LE ROSSONERE DILAGANO.

Servizio Giuseppe Amato

Fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

La prima gara valida per il campionato di serie A femminile si è disputata nel campo del centro sportivo Vismara tra il Milan e l’Hellas Verona.

Il Milan reduce dall’eliminazione dalla Champions League femminile è alla ricerca di punti e certezze nella corsa scudetto le squadre avversarie di sempre come Roma, Juventus hanno già mostrato di avere particolari ambizioni per confermare le ottime prestazioni dello scorso anno e le neopromosse del Pomigliano che nella stagione appena iniziata ha già mostrato di imporsi nel panorama calcistico nazionale.

Il Milan nella prima giornata di campionato presenta anche una novità assoluta, la presenza in campo, come portiere titolare, della pluricampionessa italiana, Laura Giuliani, che ha smesso la maglia bianconera indossata per ben 4 scudetti consecutivi per indossare quella rossonera del Milan.

Le squadre in campo.

MILAN: Giuliani, Anderson, Codina, Fusetti, Bergamaschi, Adami Giacinti, Jane, Yhomas, Agard, Boquete.

All. Maurizio Ganz

HELLAS VERONA: Gritti, Ledri, Errico, De Sanctis, Dahlberg, Nilsson, Jelencic, Pasini, Anghileri, Catelli, Ambrosi.

All.Pachera Matteo

Direttore di gara Adolfo Baratta di Rossano

Il calcio di inizia affidato al Milan che attacca dalla destra della tribuna e che prende l’iniziativa, che termina con un tiro altissimo sulla porta difesa da Laura Giuliani.

Al 6° minuto la prima incursione del Milan protagoniste la 6 Fusetti che dall’angolo crossa per la 19 Thomas e al tiro la 15 Jane viene respinta dalla difesa. Giacinti lancia la 8 Adami, ma nel corpo a corpo non riesce a mantenere la palla in campo, l’azione si spegne sul fondo. Azione pericolosa di Valentina Giacinti che sola si presenta davanti a Gritti, palla alta

Al 12° la prima vera occasione pe le rossonere con Boquete in attacco, la palla respinta viene raccolta da Jane che dalla distanza spara una bordata su cui è intervenuta Gritti, palla fuori di poco.

Salva Gritti su Thomas, che si è presentata nell’area veronese dopo una verticalizzazione da centro campo. Ci riprova Boquete sugli sviluppi del calcio d’angolo, palla alta.

Verticalizzazione di Adami a cercare Giacinti, che non arriva sulla palla troppo lunga.

Nuova azione rossonera innescata da Bergamaschi che ha lanciato Boquete e Adami.

Adami per Jane che chiama prova a chiamare in causa Giacinti, Gritti blocca facile il tiro centrale.

Boquete protagonista di un assist per Giacinti e Milan in vantaggio per 1 a 0 al 25° del primo tempo. L’azione da goal innescata da un errore in fase di disimpegno del centro campo Gjallo Blu, ripetuto un minuto dopo e ha portato al raddoppio del MIlan con Bergamaschi che ha rubato palla entro campo e tutta sola sulla fascia si è presentata a Gritti sul vertice dell’area di rigore per un diagonale. imparabile.

Passaggio indietro di Giacinti per Boquete al 30°, che ha sfiorato il palo.

Jane su punizione al 33° lascia a Anderson, mischia in area e il Milan guadagna un angolo.

Il primo tempo della gara è stato gestito dalle rossonere che hanno mantenuto il possesso palla per quasi tutto il tempo, imposto il gioco, creato occasioni da goal e aperto varchi nelle linee della difesa giallo blu.

L’Hellas Verona nel primo tempo ha subito gli attacchi del Milan, pasticciato in difesa e in ripartenza senza mai impegnare e impensierire la difesa rossonera e Laura Giuliani.

Fallo su Thomas al 45° del primo tempo e Jane che si incarica del tiro, le rossonere guadagnano un angolo e sugli sviluppi dell’angolo un calcio di rigore ai danni di Valentina Giacinti, che tira e segna il 3° goal per le rossonere.

Triplice fischio del direttore di gara e fine primo tempo.

Le giallo blu sono ripartite forte, ma hanno anche lasciato lo spazio per la ripartenza del Milan, che con Anderson, Bergamaschi e Giacinti hanno effato la difesa del Verona, Bergamaschi salta la difesa, servita da Giacinti segna, ma pescata in fuorigioco dal direttore di gara e risultato invariato.

Bouquete al 9°, inseguita dalle giallo blu, attraversa tutto il campo e di fronte a Gritti non perdona.

Milan 4 Verona 0

Entrano la 27 Tucceri Cimini per 3 nel Milan e 7 Bergamaschi per la 16 Rizza

27 Lotti e 19 Cedemo Valderrama entrano per il Verona

Milan fuori Adami dentro Grimshaw

Boquete lancia Giacinti che sola davanti a Gritti non riesce a superarla.

La nuova entrata, Lotti, dopo una discesa sulla fascia tenta di sorprendere laura Giuliani, che sta fino ad ora non + mai stat impegnata, la palla passa alta e lonatana dalla porta rossonera.

Un calo di tensione nelle fila delle rosssonere sta permettendo alle giallo blu di crescere e impegnare Laura Giuliani nella prima parata, ma la palla fuori.

Nel Milan esce 5 Codina per 4 Arnadottir e 19 Thomas per 23 Rognoni

Nel Verona fuori la 3 Ledri per la 26 Mancuso

Le ragazze del Verona nell’ultima fase di gioco hanno preso coraggio e provano a operare davanti all’area difesa da Giuliani,Milan in contropiede guadagna una punizione, per fallo su Giacinti. Tucceri si incarica del tiro, crossa in area sulla testa delle compagne, ma nessuna arriva sulla palla.

Calcio d’angolo per le giallo blu, sulla ripartenza delle milaniste la 5 De Sanctis atterra Giacinti e guadagna un giallo.

Sugli sviluppi della punizione è la testa di un difensore che salva la porta di Gritti, impossibilitata a intervenire.

Giacinti solitaria ci riprova, palla fuori.

Calcio d’angolo per le rossonere al 43° scatena una mischia furibonda nell’area giallo blu, che solo con molta fatica riescono a liberare.

Dopo oltre 90 minuti di gioco per la prima volta Laura Giuliani prende una palla con le mani, per l’unico tiro in porta operato dalle giallo blu.

ALESSANDRIA. L’ACF ALESSANDRIA TORNA IN CAMPO PER LA PREPARAZIONE ATLETICA IN VISTA DEL PROSSIMO CAMPIONATO.

Stamane la prima squadra, diretta da mister Gabriele Tosi, si è radunata per il primo allenamento della stagione che mano a mano le porterà fino all’esordio in Eccellenza.

Quest’anno in campo molti volti nuovi, per la categoria ma non per la società, infatti l’Acf Alessandria ha deciso ringiovanirsi promuovendo le ragazze dell’Under 19 unendole all’esperienza di alcuni tasselli importantissimi per le grigie. Le ragazze sono state accolte dai dirigenti e da un piccolo discorso del mister, il quale sottolinea che il divertimento e la collaborazione dovrà essere alla base per svolgere al meglio il campionato.

Prima della seduta di allenamento tutte le atlete sono state sottoposte a tampone come da protocollo FIGC, nessuna positiva nel gruppo.

Da Lunedì le ragazze di Tosi inizieranno la preparazione in vista delle amichevoli pre campionato e della coppa Italia di Eccellenza.

ALESSANDRIA. TORNA L’HIP HOP E STREET DANCE DELLA DOUBLE BOUNCE FAMILY.

Dal 6 settembre tornano le lezioni di Hip Hop e Street Dance della Double Bounce Family

ALESSANDRIA –Da lunedì 6settembre tornano le lezioni di Hip Hop e Street Dance della Double Bounce Family presso la sede Arcobaleno A.s.d. A.p.s. in Via Luigi Galvani, 22 nel quartiere Europa.

Anche quest’anno i ragazzi e le ragazze del gruppo di Hip Hop e Street Dance, capitanati dalla direttrice artistica Mirella Oliveri, sono pronti ad accogliere in totale sicurezza gli appassionati di ogni genere: non solo Hip Hop ma anche Afrodance, Breaking, Popping, laboratori di Freestyle, preparazione gare, viaggi studio e molto altro!

​ Nonostante la pandemia Double Bounce Family ha continuato a proporre corsi on line e in presenza (per i gruppi agonisti) tenendo vivo l’entusiasmo dei giovani e giovanissimi desiderosi di cimentarsi in nuove strade della danza.​

“Dance to express not to impress” è il loro motto ed il loro obbiettivo è “avvicinare le persone alla Street Dance in un ambiente senza giudizio, aperto a tutti, dove ognuno può esprimersi liberamente”.​

Con questa premessa danno il benvenuto al nuovo anno: dal 6 settembre sarà possibile prenotarsi per una prova gratuita! ​

Il gruppo sarà presente anche allo “Sbem Festival” che si terrà in cittadella il 4 e 5 settembre dove sarà possibile ricevere informazioni sui corsi direttamente dai docenti e frequentare una lezione gratuita e aperta a tutti di Hip Hop Dance proprio con Mirella Oliveri ​

Double Bounce Family è un progetto nato all’interno della scuola di danza Arcobaleno A.s.d. A.p.s. con sede in via Luigi Galvani, 22 (AL) ideato dalla danzatrice e coreografa Mirella Oliveri con lo scopo di offrire un percorso formativo dedicato alla Street Dance a 360° gradi, attraverso corsi di approfondimento di materie come il Popping, il Breaking e l’Afrobeat molto spesso sottovalutate e non inserite nei percorsi accademici.​

Per info​

tel.: +39 3406136076​ doublebouncefamily@gmail.com​​ www.alessandriapilates.it

Ma l’invito è soprattutto a seguirli sui​ social​ Fb​ @doublebouncefamily​e DoubleBounceFamAlessandria su​ Instagram.

VINOVO(TO). JUVENTUS 3-0 POMIGLIANO. LE CAMPIONESSE ITALIANE IMPONGONO IL LORO GIOCO, IL POMIGLIANO RISPONDE COLPO SU COLPO MA NON PUO’ NULLA.

Servizio Giuseppe Amato

fotoservizio Andrea Amato/PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

La Juventus inizia il campionato di calcio di serie A femminile campionato di calcio 2021/2022 nell’incontro casalingo contro la neo promossa Pomigliano, che si è imposta per 3 a 1 nell’amichevole che è stata disputata nel mese di agosto sul campo dello Juventus Center dedicato a Ale & Ricky. a quella di questa sera è tutta un altra gara con le bianconere impegnate a consolidare il record di scudetti nei campionati scorsi. Montemurro per la gara di esordio del nuovo campionato ha proposto una squadra al Top con il tridente Girelli, Bonansea e Hurtig in attacco e l’inserimento della giovanissima Lenzini mentre le altre ragazze che sono da sempre protagoniste nelle gara di campionato, coppa Italia e Champions sono a disposizione. Esordio in Serie A per la giovanissima Beccari.

Foto Andrea Amato – PhotoAgency

Le squadre in campo in campo

JUVENTUS: Peyraud Magnin Pauline, Nilden Elsa, Skoven Lundorf Matilde, Salvai Cecilia, Lenzini Martina, Cernoia Valentina, Rosucci Martina, Caruso Arianna, Girelli Cristiana, Bonansea Barbara, Hurtig Lina.

All.Montemurro Joshep

A.S.D. POMIGLIANO: Cetinja Sara, Fusini Martina, Panzeri Vanessa, Schioppo, Luik Aivi, Ippolito Dalila, Vaitukatyte Liucija, Moraca Giuseppina, Tudisco Giorgia, Cox Danielle, Banusic Marija.

All. Tesse Manuela

direttore di gara Nicolini Stefano di Brescia

Il calcio di inizio affidato alla Juventus che attacca dalla destra della tribuna.

Girelli si incarica di dare inizia alla partita, ma è il Pomigliano che ha iniziato la gara spingendo forte sull’acceleratore con un tentativo di incursione nell’area bianconera.

al 3° minuto il primo angolo per le biancone e al 5° Caruso lancia Girelli che si propone per il primo goal, pescata in fuorigioco dal direttore di gara e goal annullato.

7° minuto secondo angolo per la Juventus e Rosucci implacabile infila la rete di tacco.

Juventus 1 Pomigliano 0

Al 10° le bianconere guadagnano il 3° corner.

Il Pomigliano ci prova dalla distanza all’11°, ma Pauline è pronta e blocca a terra.

Bianconere in azione al 14° con Bonansea, Rosucci e Girelli che, però aggancia male e Cetinja blocca facile. Le bianconere si propongono in attacco con altre azioni che sfumano tra le braccia della 1 del Pomigliano.

Caruso dal fondo serve Girelli dal fondo che scivola, ma riesce a servire Rosucci che spara alto sulla traversa.

Al 24 + il Pomigliano a proporsi in attacco, Pauline ancora una volta si prodiga in una parata volante.

30° minuto Rosucci entra in area, atterrata, ma il direttore aveva già ravvisato un fallo di mano della stessa Rosucci.

Azione, innescata da Bonansea, particolarmente elaborata dalle bianconere al 34° che non trova varchi nella difesa del Pomigliano, palla altissima sulla traversa.

Al 38° un fallo netto su Girelli al limite dell’area di rigore in attacco non fischiato da Nicolini.

Le ragazze per nulla intimidite dalle bianconere hanno risposto colpo su colpo per tutta la prima parte della gara riuscendo a mettere in difficoltà la difesa bianconera, ma non la n 1 Pauline e Lina Hurtig che sta facendo un grande lavoro in attacco e di appoggio in difesa alla compagna di squadra Elsa Nilden, spesso impegnata dalla pressione delle attaccanti del Pomigliano sulla fascia di competenza.