ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. LA CRONACA DELLA SETTIMANA IN CITTA’ E PROVINCIA.

Alessandria, La polizia municipale di Alessandria ha attivato una serie di controlli anti movida con l’allentamento delle misure anti Covid.

Il provvedimento per intensificare i controlli si aggiungono all’ordinanza, del 31 maggio, che vieta da venerdì a domenica e nei giorni prefestivi e festivi la vendita e la distribuzione di bevande in vetro e lattine

Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e Alberto Bassani Comandante Vicario della Polizia Municipale hanno concordato l’intensificazione di  controlli per le strade della città, per garantire la sicurezza in città, in stretta relazione con gli ultimi avvenimenti di cronaca in città dopo l’allentamento delle misure del coprifuoco e la ripresa della movida.

Il provvedimento si aggiunge all’ordinanza, emanata ieri 31 maggio, che vieta da venerdì a domenica, e durante i giorni prefestivi e festivi, la vendita o distribuzione, per asporto, di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o lattine.

Gli atti di vandalismo dell’ultimo periodo hanno turbato la cittadinanza e le attività commerciali e meritano secondo il sindaco e il comandante della polizia locale di una risposta tempestiva ed efficace. La polizia municipale dal 1º giugno impiegherà pattuglie a piedi che affiancheranno quelle ordinarie.

Il Comando della Polizia Municipale ricorda che eventuali situazioni di turbativa dell’ordine e della quiete pubblica, possono essere comunicate direttamente al Pronto Intervento della Polizia Municipale, al numero telefonico  0131.232323, oppure contattando la centrale operativa all’indirizzo e – mail centraleoperativa@comune.alessandria.it

La polizia municipale in seguito a un controllo contro l’abusivismo abitativo ha denunciato un 46 enne noto alle forze dell’ordine, senza fissa dimora, per aver occupato abusivamente un alloggio Atc in via Gandolfi ad Alessandria.

Gli agenti della polizia locale di Alessandria  sono intervenuti al Distretto Sud cittadino, in via Gandolfi, contro le occupazioni abusive degli immobili di proprietà dell’Atc.

In un alloggio è stato trovato un uomo poi identificato in K. N. di anni 46 di nazionalità tunisina senza fissa dimora già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo, al termine dei necessari accertamenti, è stato denunciato per i reati di invasione di terreni e fabbricati.

I Carabinieri hanno smascherato una serie di truffe on line organizzate attraverso l’apertura di un sito e-commerce fasullo in cui gli intestatari del sito fingevano di vendere un motore d’auto

I Carabinieri di Occimiano hanno denunciato i presunti truffatori del raggiro messo in pratica che riguarda l’acquisto di 4 pneumatici.

I carabinieri di Occimiano hanno denunciato per truffa in concorso un 55enne, con numerosi precedenti di polizia, e un 28enne marocchino con precedenti di polizia e irregolare.

I due presunti truffatori, in concorso tra loro, dopo avere creato uno pseudo sito e-commerce nel quale veniva pubblicizzata la vendita di motori e ricambi di autoveicoli, riportando impropriamente una Partita IVA, attribuita a un altro soggetto, che è risultato un esercente regolare estraneo ai fatti, convincevano un 69enne residente nella zona a effettuare l’ordine di un motore ATV Citroen Saxo, versando 450 euro su un conto abbinato a una Carta Money di Sisalpay.

Ma dopo il versamento del denaro le comunicazioni sono state interrotte e la merce non è  mai recapitata.

I Carabinieri di Occimiano hanno denunciato un 60enne con precedenti di polizia, che, in concorso con altri, in corso di identificazione, avrebbe simulato l’interesse per l’acquisto di 4 pneumatici, pubblicizzato sul sito “Subito.it” e, proponendo il pagamento immediato, inducevano in errore un 24enne della zona che si recava presso un Atm delle Poste Italiane e, su indicazione del 60enne, effettuava una ricarica di circa 2.000 euro su una carta Postepay.

Per ottenere un prestito di 21 mila euro un genitore ha falsificato le firme del figlio ed è stato denunciato dal Carabinieri di Ticineto.

I Carabinieri di Ticineto hanno denunciato un uomo dopo la querela presentata da un casalese

I Carabinieri di Ticineto hanno denunciato il genitore, 71 anni, del querelante per falsità materiale commessa dal privato e sostituzione di persona, che in base agli accertamenti effettuati presso una Società di Recupero Crediti, avrebbe indebitamente consegnato i moduli per la richiesta di un’erogazione di finanziamenti, per i quali erano state apposte delle firme apocrife, a nome e per conto del figlio per un importo di circa 21.000 euro.

La polizia municipale di Alessandria ha fermato un ubriaco alla guida dell’auto, con un tasso alcolemico oltre 5 volte il limite consentito.

Il veicolo è stato fermato dalla polizia municipale di Alessandria dopo un inseguimento, durante un servizio di controllo del territorio il 30 maggio, mentre procedeva con andatura irregolare, all’altezza del Castello di Marengo.

Il giovane conducente dopo essere stato fermato mostrava segnali inequivocabili alterazione psicofisica. 

Sottoposto ad etilometro è stato riscontrato che circolava alla guida del veicolo  con una concentrazione alcolemica di oltre 5 volte il limite massimo consentito e pertanto è stato denunciato per il reato di guida in stato di ebbrezza.