Mese: febbraio 2021

MILANO. POLIZIA DI STATO. TENTA RAPINA E ACOLTELLA LA COMMESSA, ARRESTATO.

Milano: coltellata durante la rapina, arrestato dalla Mobile

Si nascondeva in casa di un suo amico, come lui con un discreto curriculum criminale alle spalle, ma i poliziotti della Squadra mobile di Milano lo hanno scovato e arrestato, nonostante si fosse rintanato sotto il letto per non farsi trovare.

Si tratta di un 47enne accusato di tentata rapina aggravata e lesioni gravi e aggravate ai danni della commessa di un negozio del centro di Milano.

Lo scorso 11 febbraio era entrato in un esercizio commerciale di piazza Cordusio e, armato di coltello, aveva minacciato la commessa per farsi consegnare il denaro in cassa.

Ma la 28enne reagì opponendosi alla rapina; nacque una colluttazione nella quale il criminale sferrò alla ragazza una coltellata all’altezza dell’ascella, che le procurò una profonda ferita con una prognosi di 21 giorni. Anche l’aggressore rimase ferito ad una mano, e, fuggendo, lasciò diverse tracce di sangue sparse nel negozio.

L’indagine si è sviluppata su tre fronti.

Le tracce ematiche sono state acquisite ed analizzate dal Reparto di genetica della Polizia scientifica, che ha ricavato un profilo genetico del rapinatore.

Gli investigatori della Mobile milanese hanno esaminato le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza del negozio rapinato e di tutta la zona del centro.

In collaborazione con l’Ufficio statistiche ed analisi criminale della Divisione anticrimine della questura di Milano, sono stati analizzati i profili criminali compatibili, e uno dei più corrispondenti, sia per curriculum criminale che per descrizione fisica, è stato proprio quello dell’indagato.

L’ultima fase dell’operazione è stata portata a termine dai Falchi della questura, che hanno rintracciato l’uomo nell’appartamento dove poi è stato arrestato.

La conferma che il responsabile della rapina fosse proprio lui è arrivata dalla vistosa fasciatura che aveva alla mano destra, riconducibile alla ferita riportata durante la colluttazione con la commessa.

Inoltre i poliziotti hanno trovato alcuni indumenti indossati il giorno della rapina e, infine, gli specialisti della Polizia scientifica hanno accertato che il sangue rinvenuto sul luogo del delitto appartiene proprio all’indagato.

Sergio Foffo

BARI. POLIZIA DI STATO. LADRI DI CHAMPAGNE, ARRESTATI

Bari: rubano alcolici per 150mila euro, 4 arresti

La Squadra mobile di Bari dopo 8 mesi di indagini ha arrestato 4 pregiudicati, finti clienti di un’enoteca, che lo scorso 26 giugno, avevano rubato 3.380 bottiglie di vini e champagne per un valore di 150mila euro.

Uno è finito in carcere, gli altri ai domiciliari e sono accusati di furto aggravato in concorso.

Stando a quanto ricostruito attraverso l’analisi delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza e il tracciamento dei veicoli utilizzati dagli indagati, i quattro arrestati due ore prima del furto si trovavano all’interno dell’enoteca, fingendosi clienti.

Uno di essi si era diretto nel deposito, per vedere la disposizione della merce, selezionando quella da trafugare e manomettendo la porta d’ingresso. Poi, con una bomboletta spray, aveva annerito una delle telecamere di videosorveglianza.

Nello stesso frangente, gli altri complici, anch’essi nel locale, distraevano le commesse tra gli scaffali dell’enoteca. Subito dopo, i quattro si sono allontanati indisturbati. Quella sera stessa, intorno alle 21, altri complici degli arrestati portarono a termine il furto: utilizzando due furgoni rubati poco prima, raggiunsero nuovamente il deposito e, una volta entrati attraverso la porta manomessa, portarono via 3.380 bottiglie tra vini pregiati e champagne.

Le indagini proseguono per individuare gli altri responsabili.

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. RODAPOL, CAMPAGNA SULLA SICUREZZA STRADALE:”TRUCK&BUS”

COMPARTIMENTO POLIZIA STRADALE PER IL PIEMONTE E LA VALLE D’AOSTA

La Polizia di stato ha concluso la campagna congiunta di sicurezza stradale “TRUCK & BUS” promossa da ROADPOL – European Roads Policing Network, finalizzata ad una maggiore sicurezza sulle strade e autostrade.

Sono stati controllati più di 1000 veicoli commerciali dal Compartimento Polizia Stradale per il Piemonte e la Valle d’Aosta e contestate 437 infrazioni. ROADPOL è una rete di cooperazione tra tutte le Polizie Stradali ed opera sotto l’egida dell’Unione Europea. Nell’ambito di tale network europeo, l’Italia attualmente ricopre la Presidenza onoraria.

L’Organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee per ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011-2020, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e mediante campagne “tematiche” in tutta Europa all’interno di specifiche aree strategiche.

L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, anche attraverso campagne di comunicazione e operazioni congiunte i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo ROADPOL. L’iniziativa, “TRUCK & BUS”, programmata nel periodo appena trascorso dall’ 8 al 14 febbraio 2020, ha avuto lo scopo di intensificare i controlli da parte della Polizia Stradale di tutta Europa, dei mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci, degli autobus e dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose, sia italiani che stranieri.

Quest’azione combinata a livello europeo, ha anche la finalità di sviluppare la coscienza e la consapevolezza da parte di tutte le figure della filiera del trasporto gomma: autisti, vettori e committenti, nonché forze di Polizia dell’Unione Europea sull’affermarsi di una linea comune d’intenti e di modalità di approccio ai controlli.

Durante la settimana, gli Agenti della Polizia Stradale di Alessandria, impiegando nuove tecnologie di analisi dei dati contenuti negli apparati di bordo, hanno verificato i tempi di lavoro e di riposo degli autisti, condizioni che incidono direttamente sul loro stato psicofisico e di conseguenza sulla sicurezza stradale, riscontrando circa 116 irregolarità, che in 4 casi hanno comportato anche l’interruzione del viaggio. Sebbene i conducenti sorpresi a guidare in stato di ebbrezza siano stati solo due, lo stesso non è accaduto per il rispetto dei limiti di velocità, dove in 56 casi gli autisti guidavano oltre ai limiti consentiti. Al termine della campagna svoltasi nel territorio del Piemonte e della Valle d’Aosta, il Compartimento Polizia Stradale ha registrato 1466 veicoli controllati tra “Truck & BUS” e contestato quasi 437 irregolarità.

ALLESANDRIA. POLIZIA DI STATO. BILANCIO SETTIMANALE DELLA POLFER.

BILANCIO SETTIMANALE DELL’ATTIVITÀ DELLA POLIZIA DI STATO NELLE STAZIONI E SUI TRENI IN PIEMONTE E VALLE D’AOSTA

18 indagati, 4.814 persone controllate di cui 1.000 con precedenti di polizia. 261 pattuglie impegnate nelle stazioni e 10 in abiti civili per attività antiborseggio e 77 i servizi di vigilanza a bordo di 178 treni. 22 i servizi lungo linea e 32 quelli di ordine pubblico. Questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

Con riferimento alla Provincia di Alessandria, gli Agenti della Polizia Ferroviaria hanno denunciato per ricettazione due cittadini di origine marocchina di 31 e 25 anni.

Le indagini condotte dagli operatori a seguito del furto di due cellulari, l’acquisizione dei rispettivi tabulati telefonici ha consentito di risalire ai soggetti perché gli stessi avevano utilizzato le sim card a loro intestate proprio in uno degli apparati telefonici oggetto di furto.

I due, in possesso di permesso di soggiorno, sono stati pertanto denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: