Mese: febbraio 2021

ASSISI. POLIZIA DI STATO. ARSENALE IN CASA, DENUNCIATO.

Assisi: aveva in casa un arsenale, denunciato 36enne

denuncia digos assisi

Un 36enne, incensurato, è stato denunciato dai poliziotti del commissariato di Assisi (Perugia) e da quelli della Digos per lesioni personali, danneggiamento aggravato e detenzione illegale di armi e munizionamento.

Tutto è partito dalla presentazione di una denuncia per lesioni personali e danneggiamento presentata da un assisano dopo essere stato colpito al collo da un pallino in plastica (come quelli utilizzati dalle repliche di armi soft air) mentre lavorava nell’orto e dopo aver scoperto sul suo furgone dei graffi e delle righe fatti con oggetti metallici appuntiti.

Ispezionando il veicolo, i poliziotti della Scientifica hanno recuperato, incastrato fra i vetri dei finestrini, un frammento di plastica dello stesso tipo di quello estratto dal collo dell’uomo.
Dalle indagini gli agenti sono arrivati al 36enne di Assisi, incensurato, vicino agli ambienti di estrema destra.

Nel corso della perquisizione nella sua abitazione i poliziotti hanno trovato effigi, calendari, soprammobili, pagine di giornale e bandiere riproducenti simboli e personaggi del ventennio fascista e del periodo nazista. Approfondendo la ricerca hanno scoperto un vero e proprio arsenale: il 36enne infatti aveva in casa numerose armi bianche e armi ad aria compressa, tra le quali due carabine e pallini come quelli che avevano colpito l’uomo nell’orto e l’automobile.

Tra le armi c’era anche un moschetto italiano risalente al 1890 e perfettamente funzionante.

Donatella Fioroni

LECCE. POLIZIA DI STATO. TRAFFICO DI DROGA INTERNAZIONALE, 67 ARRESTI.

Lotta al narcotraffico: 67 arresti in tutta Italia

La Polizia di Stato è stata coordinata dalla Direzione centrale anticrimine in quattro diverse indagini, che hanno interessato tutto il territorio nazionale e portato all’arresto di 67 persone appartenenti ad associazioni criminali specializzate nel traffico, anche transnazionale, di sostanze stupefacenti.

La droga in arrivo dal Sud America veniva stoccata in Olanda dove elementi delle organizzazioni criminali si recavano per fare rifornimento.

L’operazione Skipper ha permesso agli agenti della Squadra Mobile di Lecce di eseguire 23 arresti mentre nel corso dell’attività operativa, durata circa due anni, 5 persone erano state arrestate in flagranza di reato, sequestrati 25 chilogrammi di cocaina, 90mila euro in contanti e numerose armi rinvenute nei fabbricati, che l’organizzazione criminale utilizzava come locali di stoccaggio della droga.

L’indagine amministrativa parallela della Direzione investigativa antimafia ha portato al sequestro preventivo di beni immobili e conti correnti bancari per un valore complessivo di 4 milioni di euro.

La Squadra mobile di Rovigo ha arrestato 9 persone e fatto luce sull’attività di un gruppo criminale composto da cittadini nigeriani dediti al narcotraffico internazionale, che utilizzava numerosi corrieri sparsi su tutto il territorio nazionale.

Nel corso dell’indagine 13 corrieri della droga erano stati arrestati in flagranza mentre rientravano in Italia dopo essersi riforniti nei punti di stoccaggio all’estero.

L’indagine è iniziata dopo il sequestro di 340 grammi di cocaina in possesso di un cittadino nigeriano. La droga era suddivisa in 31 ovuli contrassegnati da una serie di codici che hanno fatto supporre agli investigatori che fossero solo una piccola parte di una partita molto più grande.

La terza operazione, denominata “Alta marea” si è conclusa a Roma dove la Squadra mobile in collaborazione con il Reparto prevenzione crimine del Lazio, unità cinofile e Volanti ha eseguito 17 arresti nei confronti degli appartenenti ad un’associazione criminale finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’operazione portata a termine ad Ostia, Acilia, Dragona e Dragoncello, località situate tra la Capitale e il litorale romano sono stati sequestrati 628 Kg di hashish e due revolver.

L’indagine patrimoniale svolta dalla Sezione misure di prevenzione patrimoniali della Divisione anticrimine della questura di Rimini ha portato al sequestro finalizzato alla confisca di beni emesso dal tribunale di Bologna nei confronti di un sessantenne residente a Riccione.

Sono stati sequestrati quattro appartamenti e sei autorimesse situati a Rimini, Lodi e Milano, un’auto, diversi conti correnti, una cassetta di sicurezza contenente gioielli, orologi di pregio, migliaia di euro in contanti, per un valore complessivo di circa un milione di euro: un patrimonio accumulato con i proventi realizzati attraverso lo spaccio di cocaina e lo sfruttamento della prostituzione.

MOSCA. FIAMME ORO. EDWIN CORATTI 3° NELLO SWLALOM DI COPPA DEL MONDO.

Snowboard: Edwin Coratti 3° a Mosca nello slalom di Coppa del mondo

Edwin Coratti

Il campione di snowboard delle Fiamme oro della Polizia di Stato, Edwin Coratti, è salito per la decima volta sul podio della Coppa del mondo di snowboard alpino.

Il portacolori delle Fiamme oro , nella suggestiva tappa notturna di Mosca si è piazzato terzo nello slalom parallelo, grazie alla vittoria ottenuta nella “finalina” contro l’austriaco Alexander Payer.

La vittoria è andata al giovane russo Dmitriy Karlagachev che in finale ha superato lo sloveno Zan Kosir.

Edwin Coratti

La buona prestazione ottenuta nelle qualificazioni del mattino ha permesso al Edwin Coratti di eliminare il russo Andrey Sobolev nella fase a eliminazione diretta.

La vittoria nei quarti di Edwin sul canadese Arnaud Gaudet gli ha spalancato le porte della semifinale, nella quale ha affrontato Kosir.

Lo sloveno ha superato Coratti, che si è ritrovato così a dover affrontare Payer per arrivare sul podio.

Il campione delle Fiamme oro è rimasto concentrato al fine di raccogliere tutte le energie necessarie per sprigionare la sua potenza nello slalom vincente.

ROMA. POLIZIA DI STATO. IL MUSEO DELE AUTO DELLA POLIZIA.

Roma: riapre il Museo delle Auto della Polizia

Museo delle Auto

Il Museo delle auto della Polizia di Stato è stato riaperto ed è pronto ad accogliere visitatori e appassionati di veicoli della Polizia di Stato.

Il Museo ospita 60 veicoli a motore della Polizia di Stato, che hanno caratterizzato la storia dell’Amministrazione del nostro Paese, e racconta uno scorcio di storia che parte dal secondo dopoguerra e arriva ai giorni nostri.

Visitando il Museo si possono potrete ammirare le Jeep del dopoguerra, le Alfa Romeo protagoniste dei polizieschi degli anni 70, le Moto Guzzi della Stradale e il bolide utilizzato per il trasporto urgente di organi: la Lamborghini Gallardo.

Questi mezzi sono da scoprire nei particolari, nelle caratteristiche che li contraddistinguono e ci riportano indietro nel tempo, ma diventati parte del costume, della vita e della società italiana. I veicoli della Polizia, raccontano un lungo viaggio sulle strade del nostro Paese, arricchito con dati tecnici, curiosità e particolarità.

Nel rispetto della normativa per contrastare la diffusione del Covid19, è possibile visitare il Museo dal lunedì al venerdì con orario 9-13 a Roma in via dell’Arcadia 20 nella zona dell’ex Fiera di Roma.

Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero telefonico 06/5141861 o inviare una mail all’indirizzo: museoautopolizia@interno.it

Per l’accesso al Museo è previsto il pagamento di 3 euro per il biglietto intero e di 1,50 euro per quello ridotto.

I proventi saranno devoluti al Piano di assistenza “Marco Valerio” che sostiene le famiglie dei poliziotti con figli affetti da malattie croniche.

Vi aspettiamo!

ALESSANDRIA. CODICE ROSSO. PICCHIATA DAL CONVIVENTE SI RIFUGIA IN BANCA

La brutta storia di una donna che dopo essere stata picchiata per l’ennesima volta è fuggita di casa per rifugiarsi in una banca.

La direttrice è stata pronta a bloccare le porte di ingresso della filiale della banca per impedire al convivente di una donna, picchiata e fuggita di casa, di raggiungerla e continuare a picchiarla.

L’ha picchiata in casa e quando la donna è riuscita fuggire l’ha inseguita in strada senza riuscire a raggiungerla perché la donna nel frattempo aveva trovato rifugio in una banca.

I carabinieri di Alessandria hanno arrestato un uomo di 38 anni per maltrattamenti e lesioni personali ai danni della convivente, che solo dopo essere stata sottoposta all’ennesimo maltrattamento ha avuto la forza di fuggire e cercare aiuto.

La direttrice alla vista della donna in lacrime ha bloccato le porte mentre l’uomo, dall’esterno, continuava a battere calci e pugni per entrare.

I carabinieri giunti sul posto hanno fermato l’uomo e rinvenuto un coltello a serramanico mentre in hanno ritrovato un grinder con residui di marijuana.

L’uomo è stato arrestato e trasferito nel carcere di Alessandria.

ALESSANDRIA. POLIZIA LOCALE. FALSARI, SPACCIATORI E ANCHE LADRI ( CON DESTREZZA).

Falsari, spacciatori di droga e anche ladri: frega 20 euro al poliziotto che l’ha arrestata mentre l’accompagna in caserma per la compilazione degli atti.

La donna appena arrestata non è riuscita a trattenersi e mentre gli agenti li stavano arrestando per possesso di droga e 450 euro falsi gli ha fregato 20 euro dalla tasca.

Due persone, un uomo e una donna rispettivamente di 44 e 34 anni sono stati arrestati dai carabinieri di Alessandria al termine delle indagini in cui era stato arrestato un 64 enne di Pavia per possesso di 3,5 grammi di cocaina e materiale per il confezionamento.

La coppia sottoposta a perquisizione era in possesso 3 grammi di cocaina, 4 di marijuana, un bilancino di precisione e di 450 euro falsi.

La donna non ha saputo resistere alla tentazione e ha sfilato dall’auto del poliziotto che la stava arrestando una banconota da 20 euro ed è stata denunciata per furto con destrezza.  

Le accuse a carico dei due arrestati sono di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate.

L’uomo è stato trasferito nel carcere di Alessandria e la donna ai domiciliari.

In seguito agli sviluppi dell’operazione sono stati segnalati alla Prefettura una 34enne, trovata in possesso di 8 grammi di hashish e un grinder, e una 52enne per possesso di un grammo di hashish.

ALESSANDRIA. SWIPE IT UP-2021. NUOVE OPPORTUNITA’ PER I GIOVANI DELLA PROVINCIA DI ALESSANDRIA.

SWIPE IT UP – 2021
Creare nuove opportunità per e con i giovani delle province di Alessandria e Asti
per favorire una maggiore autonomia in un’ottica di cambiamento e sviluppo territoriale

Da lunedì 1° febbraio è online il Bando “Swipe it up – 2021”.
La misura, promossa da Fondazione SociAL in continuità con le attività di sostegno economico ed organizzativo a favore degli ETS, intende supportare iniziative di carattere e interesse giovanile, riconoscendo il valore della centralità degli under 35 nel contesto attuale.

“Fondazione SociAL ha sempre aiutato il Terzo Settore a fare cose belle sul nostro territorio per le persone che ne avevano bisogno – spiega Alessio Del Sarto, membro del Consiglio Direttivo – Abbiamo riflettuto a lungo su come generare impatto positivo per il futuro della nostra comunità e la risposta non poteva che essere “i giovani”. Per questo abbiamo deciso di costruire una misura, articolata in un bando e un percorso formativo, che aiutasse gli under 35 a sviluppare idee e propensioni per lo sviluppo delle province di Alessandria e Asti. Vorremmo dare ai giovani strumenti, ma abbiamo lavorato molto affinché fossero le loro idee a rimanere protagoniste”

Il Bando, nato in collaborazione con Associazione Cultura e Sviluppo, che da anni si dedica ad attività di partecipazione giovanile e civica, promuove l’assunzione personale di responsabilità ed il protagonismo culturale e sociale dei giovani. Grazie alla partnership con l’associazione, oltre al sostegno economico, viene promosso anche un percorso formativo creato ad hoc per guidare i partecipanti nella presentazione e realizzazione delle proprie idee progettuali.

Fondazione SociAL, in questa prima annata sperimentale del bando, mette a disposizione di Swipe it up il valore complessivo di € 50.000, parte dei quali investiti nei processi formativi e di co-progettazione con i giovani.

Le associazioni giovanili e i gruppi informali delle province di Alessandria e Asti possono partecipare alla prima fase Call for Ideas, presentando idee progettuale dal valore minimo di € 5.000 e massimo di € 10.000. Per farlo hanno tempo fino alle ore 18 di lunedì 15 marzo 2021.

“Speriamo di ricevere molte proposte – conclude Alessio Del Sarto – perché crediamo che le nostre realtà territoriali abbiano bisogno di tante idee diverse per crescere!”

Ulteriori informazioni, le modalità di partecipazione ed i materiali per inviare la propria candidatura sono disponibili sul sito https://www.fondazionesocial.it/swipeitup/

Giulia Gastaldo Fondazione SociALwww.fondazionesocial.it 0131 225087 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: