CRONACA

FOGGIA. POLIZIA DI STATO. TRAFFICO DI DROGA 15 ARRESTI TRA PUGLIA E LOMBARDIA.

Foggia: fermato traffico di droga, 15 arresti

La Polizia di Stato ha concluso l’operazione “Ultimo avamposto II” che in provincia di Foggia e in Lombardia ha portato all’arresto di 15 persone responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, spaccio e di illecita detenzione di armi da fuoco.

L’inchiesta che ha portato agli arresti effettuati dalla Polizia è il proseguimento dell’omonima operazione con cui, il 20 aprile 2019, la Squadra mobile di Foggia e il Servizio centrale operativo della Polizia di Stato arrestarono 10 persone che avevano costituito una vera e propria joint venture dedita al traffico di sostanze stupefacenti.
L’organizzazione era composta da pregiudicati di foggia e provincia che riforniva di cocaina un vasto mercato esteso dal Gargano fino al pescarese.
Nella precedente inchiesta era emersa la figura di un cittadino marocchino, regolare nel territorio italiano e residente in provincia di Foggia, che, insieme a due cerignolani, era impegnato a fornire, all’ingrosso, sostanza stupefacente a gruppi criminali del territorio di Manfredonia che a loro volta la spacciavano al minuto.
Le indagini tese ad approfondire tali rapporti hanno portato gli investigatori a far emergere una rete criminale con ramificazioni non solo nella provincia di Foggia, ma anche a Milano, nel napoletano e all’estero, in particolare in Marocco e Spagna dove il cittadino marocchino ordinava grossi quantitativi di hashish, che dal Marocco attraverso la Spagna arrivava a Milano dove veniva stoccata da un altro marocchino regolare in Italia.
L’indagine ha permesso di documentare i viaggi di alcuni indagati mentre si recavano a Milano per testare la sostanza stupefacente.
Se il carico di droga risultava essere di gradimento veniva spedito in provincia di Foggia dove veniva rivenduta in consistenti quantitativi ad esponenti criminali che poi provvedevano a rifornire, al minuto, le varie piazze di spaccio.
I poliziotti hanno quantificato le cessioni di droga per circa 640 chili di hashish e un valore di 4 milioni di euro.
A carico del cittadino marocchino residente in provincia di Foggia, promotore dell’organizzazione, è stato eseguito un sequestro di 105 chili di hashish con contestuale arresto in flagranza.
Nel corso dell’attività, inoltre, sono stati sequestrati anche quasi due chili di marijuana.
 
Durante l’indagine, gli agenti, sapendo di una trattativa per l’acquisto, sul mercato clandestino napoletano, di due revolver, sono riusciti a intercettare i venditori prima che potessero effettuare la consegna.
Nell’occasione furono arrestati due coniugi napoletani trovati in possesso delle armi mentre le trasportavano a bordo di un’auto nella quale viaggiavano insieme ai tre figli, all’epoca tutti minorenni.

All’operazione, hanno anche partecipato poliziotti appartenenti alle Squadre mobili di Milano, Como e Monza Brianza, al Reparto prevenzione crimine “Puglia Settentrionale”, al IX Reparto volo di Bari e unità cinofile della Questura di Bari.