CRONACA

BOLOGNA. POLIZIA DI STATO. TRUFFA AD ANZIANI.

Bologna: truffe anziani, scoperto il covo dei truffatori

truffe anziani

Il bottino recuperato dagli investigatori della squadra Mobile di Bologna, frutto di truffe agli anziani, consiste in oro, gioielli e 35 mila euro in contanti nascosti in un tubo di un calorifero di una stanza d’albergo a Bologna.

Gli investigatori della Squadra mobile di Bologna e Forlì hanno arrestato due uomini che vi alloggiavano.

Secondo le indagini, nate dopo una serie di truffe in danno soprattutto di persone anziane, gli agenti sono riusciti ad individuare la base operativa dei responsabili.

I due truffavano le anziane vittime alle quali veniva prospettata una situazione in cui uno dei propri congiunti versava in gravi condizioni di salute, a seguito del virus Covid19 e per assicurare le cure era necessario, a detta dei truffatori, fornire denaro e gioielli.

La tecnica utilizzata si è rivelata essere di grande efficacia generando nelle vittime un coinvolgimento psicologico, tanto da indurle a fare tutto il possibile per rispondere alla disperata richiesta di aiuto.

Sono in corso le indagini per la ricostruzione degli episodi delittuosi da cui provengono i beni sequestrati.

Finora in totale sono stati individuati 5 truffe ricostruite, quattro nella città di Bologna ed una a Forlì, per le quali le anziane vittime hanno riconosciuto i gioielli a loro appartenenti.

Consultate e condividete con i vostri anziani la pagina delle iniziative antitruffa della Polizia di Stato affinché siano nella condizione di difendersi dai malintenzionati.