Mese: dicembre 2020

ALESSANDRIA. EMERGENZA COVID-19: IN ITALIA OLTRE 70.000 MORTI PER CORONAVIRUS, DAL 27 DICEMBRE IL VACCINO.

Il 27 gennaio 2020 in tutta Europa inizieranno le vaccinazione anti-Covid e gli ospedali italiani stanno ricevendo in queste ore le prime dosi di vaccino, distribuite con mezzi militari scorati dai carabinieri.

All’ospedale di Alessandria alle 10.00 del mattino è previsto l’inizio delle vaccinazioni che coinvolgerà inizialmente il personale sanitario, le persone anziane a rischio e le forze dell’ordine impegnate da mesi sul territorio per far rispettare le norme anti covid.  Il primario di Penumologia dovrebbe essere il primo a ricevere il vaccino che sarà consegnato all’ospedale di Alessandria mentre le dosi, 90 per il momento, arriveranno nel laboratorio della farmacia dell’ospedale inviate dal Dirmei della Regione e saranno preparate dai tecnici per essere iniettate agli operatori sanitari volontari.

Il Covid in Italia ha provocato oltre 70.000 morti mentre nella giornata di oggi si sono registrati 10.407 contagi e 261 morti.

I dati diffusi dalla protezione Civile sui contagi da coronavirus in Italia hanno registrato 10.407 nuovi contagi e 261 morti che portano il totale di persone decedute a 71.620 dall’inizio dell’emergenza e un tasso di positività al 12,8% su 81.285 tamponi eseguiti.

In diminuzione le persone ricoverate in terapia intensiva per coronavirus, 2.582 i pazienti ricoverati nei reparti di rianimazione.

I guariti sono 9.089 per un totale di 1.386.198 di persone guarite dall’inizio dell’emergenza.

I dati del 26 dicembre regione per regione:

VENETO- Il presidente della Regione Luca Zaia nel corso di una conferenza stampa, anticipando il bollettino relativo a contagi e decessi nella regione, ha dichiarato che sono 2.523 i contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore mentre i pazienti deceduti sono stati 33. Il numero complessivo dei positivi sono 88.842 e i ricoverati sono 3.275.

TOSCANA – Il presidente della Toscana, Eugenio Giani, ha anticipato su facebook i dati del bollettino regionale sull’epidemia di coronavirus che certifica 22 morti mentre sono 402 i positivi registrati su 4.920 tamponi molecolari e 349 test rapidi effettuati.

LOMBARDIA – I dati diffusi nel bollettino della Protezione Civile e dal ministero della Salute spiega che sono 1.606 i contagi e sono stati registrati 36 morti che portano il totale dei pazienti deceduti a 24.818 dall’inizio dell’epidemia.

LAZIO – Nel Lazio si registrano 1.123 nuovi casi, con un decremento di 528 casi, 24 decessi, -7, ma aumentano i ricoveri e le terapie intensiva. A Roma si è tornati a 500 i casi mentre i sono 77mila.

CAMPANIA -Secondo i dati della Protezione Civile e diffusi dal ministero della Salute sono 539 i contagi da coronavirus e ieri sono stati registrati 8 morti che in totale portano a 2.678 decessi dall’inizio dell’emergenza.

FRIULI – In Friuli Venezia Giulia oi tamponi eseguiti 1961 e 233 sono i nuovi contagi, 15 i morti mentre 56 pazienti sono ricoverati nelle terapie intensive, 587 in altri reparti.

EMILIA ROMAGNA – Sono 1.756 i contagi da coronavirus, su 5.775 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore e sono stati registrati altri 24 decessi.

PIEMONTE – Il bollettino della Protezione Civile spiega che sono 417 i contagi da coronavirus, 12 i morti che portano il totale a 7.767 dall’inizio dell’emergenza in regione.

SARDEGNA – I nuovi casi di contagio da coronavirus sono 173 e 3 pazienti sono morti. I casi accertati di positività dall’inizio dell’emergenza sono 30.049 su 469.168 tamponi. I pazienti in terapia intensiva sono 478 e le persone in isolamento domiciliare sono 15.879.

QUARGNENTO. LA SANTA MESSA DI NATALE 2020(VIDEO).

Il Quotidiano on line e l’agenzia fotografica PhotoAgency augurano a tutti buone feste e felice 2021.

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

http://www.quotidianoalessandriaastionline.wordpress.com

http://www.giuseppeamato25.altervista.org

Galleria di Giuseppe Amato

CASALE MONF.TO. POLIZIA DI STATO. PASSEGGIA DAVANTI AL COMMISSARIATO SENZA MASHERINA.

Questura di Alessandria

COMUNICATO STAMPA

Un uomo di 53 anni, la mattina del 21 dicembre, transitava sul marciapiedi antistante il commissariato di Casale Monf.to senza mascherina e incurante del fatto che c’erano numerose persone in coda in attesa di poter accedere agli uffici.

Un volontario del ANPS, addetto al controllo della temperatura corporea dei cittadini in attesa di accedere agli uffici del commissariato, lo ha invitato a indossare la mascherina, ma alla richiesta l’uomo ha reagito inveito contro il volontario con frasi ingiuriose e minacciose. Frasi che ha ripetuto contro gli agenti di Polizia di Stato di Casale Monferrato, di servizio dentro il commissariato, intervenuti per accertarsi di quanto stava accadendo.

L’uomo dopo aver offeso e minacciato i poliziotti ha tentato di allontanarsi verso il centro di piazza statuto, ma è stato fermato e condotto negli uffici del posto di Polizia, dove è stato multato per 400 euro per l’inosservanza alle misure anti-covid e segnalato a piede libero alla Procura della Repubblica di Vercelli per resistenza, minaccia e oltraggio a P.U..

Alessandria, 23 dicembre 2020

ALESSANDRIA. JUVENTUS U23 BEFFATA NEL FINALE. IL RENATE SI GODE IL PRIMATO

Il Renate porta a casa i tre punti, per i bianconeri terza sconfitta di fila.

Juventus: Israel, Coccolo (cap.), Peeters (17’ st Troiano), Petrelli (1’ st Brighenti), Ranocchia (44’ st Da Graca), Capellini, Correia, Di Pardo, Rafia (30’ st Tongya), Mosti (18’ st Fagioli), Delli Carri. A disposizione: Bucosse, Garofani, Rosa, Alcibiade, Leone, Barbieri, Riccio. Allenatore: Lamberto Zauli.

Renate: Gemello, Esposito, Ranieri (25’ st De Sena), Maistrello (32’ st Giovinco), Anghileri (cap.), Kabashi (43’ st Lakti), Galuppini (32’ st Marano), Rada, Damonte, Possenti, Guglielmotti. A disposizione: Bagheria, Merletti, Marafini, Sorrentino, Magli, Confalonieri. Allenatore: Aimo Diana.

Dopo un primo tempo a reti bianche e senza chiare occasioni per entrambe le squadre, il secondo tempo si apre subito con la perla di Felix che al 65’ trova il vantaggio. L’azione partita dai piedi di Filippo Ranocchia trova in verticale Felix Correia. Il portoghese riceve palla sulla corsia di sinistra, si accentra, si libera di un avversario con un’ottima sterzata e lascia partire un destro imprendibile che si insacca sotto la traversa, 1-0.

La Juventus nel secondo tempo sembra crescere e controllare la gara ma al 78’ arriva il pareggio del Renate con De Sena, abile a sfruttare una respinta corta di Israel. Sei minuti più tardi il Renate trova anche il gol del sorpasso su calcio di rigore, fischiato dal direttore di gara dopo aver espulso Delli Carri per un intervento ritenuto troppo scomposto. Kabashi trasforma dagli undici metri e porta avanti la squadra lombarda, 1-2. Nel recupero la Juve ha l’opportunità di agganciare il pareggio con Capellini, ma il suo destro al volo finisce largo di poco.