Calcio Femminile

TORINO. LE BIANCONERE MESSE SOTTO PRESSIONE COMBATTONO E SFIORANO L’IMPRESA, IL LIONE PASSA SOLO ALL’87ESIMO.

Il fischio di inizio della partita di esordio di Champions League che vede protagoniste le campionesse d’Italia e le pluricampionesse europee del Lione alle 15,00.

Foto Andrea Amato – PhotoAgency

http://www.photoagency-quotidianoonline.com

La Juventus che attacca dalla destra della tribuna e calcio di inizio partita affidato al Lione, che schiera un 4 3 3 contro il 4 4 2 delle bianco nere. Il Lione inizia le manovre e dopo un minuto di gioco Laura Giuliani è chiamata in causa per un salvataggio prodigioso sugli sviluppi di calcio di punizione.

Lione particolarmente aggressivo nella prima fase di gara tenta di ipotecare la partita nei primi minuti, molto brave le bianconere a difendere l’area di rigore della Juventus. Lunga discesa in coppia con uno scambio di palla tra la 7 Majiri e la 17 Parris del Lione chiama nuovamente in causa Giuliani che si distende a terra e para.

Le francesi stanno facendo valer le doti atletiche e fisiche sulle bianco nere costrette più volte nella propria metà campo a difendere. Le juventine provano a sfondare con Valentina Cernoia, Lina Hurtig e Cristiana Girelli, che rientrano nella propria area per aiutare la difesa in difficoltà contro le le calciatrici del Lione. Occasione per Hurtig al 14° che servita da Bonansea, supera due difensori e calcia a lato del l palo e ci riprova un minuto dopo e segna il 1 a 0 per la Juventus. Gran goal di Lina Huritg: Juventus 1 Lione 0.

La reazione delle francesi non si fa attendere e pressano di nuovo la difesa bianco nera, in fase di non possesso palla e in aiuto alla difesa juventina contribuiscono in maniera determinante Hurtig e Girelli. Giuliana immensa risponde al tiro a segno delle francesi opponendosi con i pugni e con il corpo. Pericolose le discese della 12 Carpenter che ha più volte superato in velocità e messo in difficoltà le bianco nere.

Bonansea ammonita e calcio di rigore per il Lione per un fallo in area al 28°, si incarica del tiro Renard che gela Giuliani con un tiro imprendibile e porta il punteggio sulla parità 1 a 1.

Occasione per Lina Hurtig al 31° che supera in velocità tutta la difesa del Lione e poi sola di fronte alla numero 1 Bouhaddi tira contro il corpo del massimo difensore del Lione. La Juventus attacca e il Lione rischia l’autogoal, fuori di poco e calcio d’angolo.

Bonansea per Hurtig che tira e il portiere del Lione viene beffato dalla sua compagna Buchanan accorsa in difesa che tocca il pallone e lo insacca nella propria porta. Juventus 2 Lione 1 al 38esimo

Al 41° calcio di punizione per il Lione al limite dell’area di rigore, si incarica del tiro la 7 Majiri che spara fuori dai pali. Seconda ammonizione per la juventus per un fallo di Caruso nella tre quarti del campo. Caruso che a sua volta subisce fallo, si incarica della battuta Cernoia, ma Girelli sola in area non aggancia. Finisce il primo tempo sul risultato di 2 a 1 a favore della Juventus.

Secondo tempo con il Lione che deve rimontare il risultato e tentare di ribaltarlo, ma le campionesse d’Europa sono sempre temibili e la Juventine non devono perdere la concentrazione. La Juventus si sta dimostrando anche in questa occasione un gruppo solido e affiatato, le attaccanti che stanno facendo un lavoro enorme per aiutare le compagne del reparto difensivo.

3 cambi al 57° nel Lione 8 per 6 la 17 per la 28 e la 20 per la 23 per il Lione. Il Lione che cambia assetto tattico e primo rischio per la porta difesa da Giuliani.

Il Lione al 60° continua a manovrare nella metà campo bianco nera e troppo spesso arrivano al tiro contro la porta difesa da Laura Giuliani. Intanto al 62° inizia a scaldarsi Maria Alves, e Andrea Staskova ma per ora non ci avvisaglie di cambi, intanto il Lione attacca e Laura Giuliani è costretta ad intervenire in due tempi per bloccare una palla insidiosa che aveva saltato tutta la difesa bianco nera. Fuori Girelli e dentro la Staskova a. 65°.

Pasticcio in area juventina , Sara gama e laura Giuliani si contrastano a vicenda e Lione che pareggia con la 28 Malard.

la Juventus e il Lione mostrano i primi segni di stanchezza e si affidano sempre più al contropiede e alle doti di Sara Gama e Barbara Bonansea per le bianco nere. Pronta ad entrare in campo Maria Alves che rileva Barbara Bonansea visibilmente stanca per il lavoro mastodontico che è stata chiama a fare. Maria Alves attivissima sulle fasce porta palla e serve in area.

Il Lione sostituisce la 7 Majiri con la 4 Bacha. La partita è completamente cambiata e ora le squadre mostrano segni evidenti segni di stanchezza.

A dieci minuti dal termine della gara il Lione attacca con insistenza l’area bianco nera alla ricerca del risultato, ma la difesa juventina nonostante qualche indecisione continua a difendere il risultato. Sostituzione in casa bianconera Hurtig per Rosucci all’83° Lanci lunghi a scavalcare la difesa da parte del Lione, ma a 5 minuti il risultato sembra congelato sul 1a 1.

Ancora sostituzione in casa Lione fuori 26 con la 24 Taylor. Cambi spesi bene perché le neoentrate danno vita all’azione che porta alla terza rete blue all’87°, con azione prolungata in area juventina le ospiti recuperano palla e Kumagal porta il risultato sul 3 a 2. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro manda tutti sotto la doccia consegnando la prima sfida al Lione.