ALESSANDRIA

QUARGNENTO. IL RICORDO DELLA STRAGE DI QUARGNENTO. LA DIGNITA’ DI UNA DONNA, LA MAMMA DI MARCO TRICHES.

In foto il Carabiniere Roberto Borlengo con la mamma di Marco Triches

La mamma di Marco Triches in prima fila durante la S.s. Messa di commemorazione in ricordo della strage di Quargnento in cui persero la vita 3 Vigili del Fuoco, due rimasero feriti con uno dei carabinieri intervenuto nel cascinale.

La mamma ha assistito alla cerimonia con grande dignità, in prima fila senza lasciarsi abbattere dalla disperazione, ma spera in una giustizia rapida e giusta per la morte del figlio e dei suoi colleghi.

Alla S.s. Messa officiata dal parroco delle parrocchie di Quargnento e Solero hanno partecipato le autorità civili e militari della provincia di Alessandria e i colleghi dei pompieri scomparsi la notte del 4 Novembre 2019, che dopo la Santa messa hanno voluto, in forma privata, depositare una corona di fiori in memoria dei tre Vigili del Fuoco morti nell’esplosione del cascinale.

La mamma e il fratello di Marco Triches per la prima volta dal giorno della strage hanno trovato il coraggio di avvicinarsi davanti ai cancelli del luogo n cui hanno perso Marco e i suoi colleghi.

Sicuramente il momento più doloroso per tutta la comunità, che con il vice sindaco di Quargnento dott. Annamaria Pavia, il sindaco di Solero, i carabinieri di Solero insieme al loro comandante Marco Angelini e al carabiniere ferito Roberto Borlengo, i Vigili del Fuoco con il caposquadra Giuliano Dodero e don Mario, hanno deposto un mazzo di fiori davanti alla cascina della strage per ricordare i tre ragazzi.