Mese: settembre 2020

ZENICA. BENTORNATE AZZURRE! POKERISSIMO E PRIMATO NEL GIRONE.

Che ripartenza delle azzurre.

(Foto profilo Facebook Nazionale Femminile di Calcio)

Dopo la gara rinviata contro l’Israele, le azzurre, sono partite alla ricerca dei tre punti in terra bosniaca. Una gara che sulla carta sorrideva alle italiane è che oggi ha trovato il coronamento con una prestazione da dieci e lode.

Il possesso palla vede 30% Bosnia e 70% Italia, un dato che commenta da sé la gara andata in scena oggi a Zenica, valida per le qualificazioni di Euro Women’s 2022 in Inghilterra. Le azzurre sfoderano un secco 5 a 0 dopo 194 giorni di assenza.

Apre le danze Aurora Galli al 20′ sfruttando bene un passaggio arrivato dalla trequarti e sola davanti al portiere insacca con freddezza. Al 39′, dopo un primo tiro ribattuto dal portiere, ci riprova e trova il raddoppio Cristiana Girelli, per lei sarà la giornata giusta per ribadirsi migliore tra le marcatrici europee. Il primo tempo si chiude sul 2 a 0.

Nella ripresa sono tre i rigori concessi dall’arbitro in favore delle azzurre, uno dei quali inesistente e sbagliato da Girelli, mentre gli altri due li insacca uno a destra e uno a sinistra. I gol sono arrivati consecutivamente al 55′ e al 64′. Tripletta per la numero 10 azzurra.

Bertolini visto il divario mette in campo Giacinti, Benedetta Glionna al debutto assoluto e Arianna Caruso. Quest’ultima servirà all’87’ un cioccolatino da calcio d’angolo ad Elena Linari che affonda il pokerissimo alla Bosnia ed Erzegovina e mette fine ad una vera esecuzione da parte delle italiane.

I tre punti conquistati oggi fissano le azzurre al primo posto nel girone, proprio in vista della doppia sfida contro la Danimarca.

CATANIA. POLIZIA DI STATO. IN SCOOTER CON NEONATO DI 26 GIORNI.

Fermati sullo scooter con un neonato di 26 giorni a Catania

catania scooter sequestrato

Un uomo ed una donna sono stati fermati a Catania dagli uomini del commissariato di Librino mentre transitavano in due sul motorino, senza casco e con il figlio, appena nato, che piangeva in braccio alla madre.

La coppia ha dichiarato agli agenti che stava portando il neonato ad una zia per farglielo conoscere, non curante della situazione di grave pericolo in cui era stato messo il bambino.

L’uomo era inoltre alla guida senza aver mai conseguito la patente. Il mezzo, omologato per un solo passeggero, risultava essere radiato e già sottoposto a sequestro amministrativo, oltre che privo della targa e dell’assicurazione.

I due sconsiderati genitori sono stati denunciati, il ciclomotore è stato sequestrato ai fini della confisca ed è stata contestata una sanzione per oltre 9 mila euro.

QUARGNENTO. NUOVA LOCATION PER IL REFERENDUM COSTITUZIONALE. IN ITALIA IL SI VINCE CON IL 68%.

La ex chiesa della S.s. trinità è stata eletta a nuova location per le consultazioni del referendum costituzionale. Il sindaco di Quargnento, Paola Porzio, ha commentato positivamente la scelta della ex chiesa quale sede per le elezioni.

La richiesta di valutare un luogo alternativo alla locale scuola elementare,da leggere a sezione elettorale, è arrivata direttamente dalla prefettura di Alessandria. I motivi sono da ricercare nella ripresa delle lezioni scolastiche appena iniziate dopo oltre sei mesi di stop a causa del blocco imposto dalla diffusione dell’infezione da covid-19.

La necessità di garantire la continuità delle lezioni, che sarebbe stata interrotta per le votazioni e lo spoglio delle schede oltre alla sanificazione prima e dopo il voto.

la cronaca della domenica di voto nel borgo racconatano che si sono svolte in totale sicurezza nonostante il rischio dovuto alla ripresa della diffusione del Covid-19, l’efficace collaborazione tra i quargnentini, le forze dell’ordine, il personale della Protezione civile e gli scrutatori addetti al seggio ha permesso di far votare tutti ordinatamente nel rispetto delle misure di sicurezza emanate dal Ministero dell’interno.

Il rispetto del percorso in entrata e in uscita, la sanificazione delle mani in diversi momenti, entrata al seggio, prima del voto e in uscita hanno ridotto il rischio di contagio in paese.

I dati di affluenza e di voto in linea con quello nazionale.

Il referendum sul taglio dei parlamentari ha ottenuto un netto consenso da parte degli elettori, ma contemporaneamente a quella che Di Maio chiama: “Risultato storico” il movimento perde consensi fino a diventare la 4^ forza politica per numero di voti raccolti nelle regioni in cui si è votato. Nessuno dei candidati governatori del movimento ha ottenuto risultati soddisfacenti. In liguria, nonostante le due forze di governo, PD eM5S, si siano alleate è stato Toti a riconfermarsi governatore.

Gli exit pol indicano un risultato di parità tra i due schieramenti in campo.

Le proiezioni del Referendum costituzionale del 20 e 21 settembre sul taglio dei parlamentari indicano una vittoria netta del Si con il 68,87%. Il No è stato votato dal 31,13% degli elettori. 

Il ministro degli Affari Esteri,Luigi Di Maio,ha dichiarato che si tratta della più importante modifica dell’assetto istituzionale della Repubblica nella storia d’Italia. La prossima legislatura vedrà una sostanziale riduzione del numero dei deputati che passeranno da 630 a 400 e i senatori da 315 a 200: “Quello raggiunto oggi è un risultato storico. Torniamo ad avere un Parlamento normale, con 345 poltrone e privilegi in meno. È la politica che dà un segnale ai cittadini. Senza il MoVimento 5 Stelle tutto questo non sarebbe mai successo“.

Referendum taglio parlamentari vince il sì, Luigi Di Maio: “Risultato storico”

In casa PD convivono posizioni diverse e Matteo Orfini, parlamentare del Partito Democratico, ha affidato ad un post su Facebook il suo commento sul referendum sul taglio dei parlamentare“Un terzo del paese ha coraggiosamente detto no a una riforma populista e antipolitica. Solo un mese fa nessuno avrebbe scommesso su questo risultato, con questa affluenza. Certo, resta una sconfitta. Ma una di quelle su cui si può costruire. Sono orgoglioso di aver fatto questa battaglia insieme a voi”. 

Nicola Zingaretti ha sottolineato come si apra una fase nuova per la realizzazione delle riforme, prima fra tutte la nuova legge elettorale.

Il ministro dell’Interno,Luciana Lamorgese, a proposito delle elezioni ha sottolineato: “Nonostante il Covid-19, si sono svolte in tutta sicurezza. È stata una prova molto impegnativa per tutti noi e mi sento di ringraziare tutte le istituzioni, le prefetture, i comuni, gli scrutatori e anche la parte del volontariato della Protezione Civile che ci ha aiutato soprattutto per la parte relativa al voto da raccogliere in casa per coloro che erano in quarantena”. 

PORDENONE. G.di F.- FALSO COMMERCIALISTA TRUFFA 25 PERSONE E 400.000 EURO.

Comando Provinciale Pordenone

I militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Pordenone hanno condotto una complessa attività d’indagine delegata dalla Procura della Repubblica di Pordenone, che si è conclusa con la denuncia di un falso commercialista per esercizio abusivo della professione, per i reati di falso ed appropriazione indebita.

Il falso “ professionista ” è accusato di aver svolto per anni, senza averne i titoli e le abilitazioni, l’attività di commercialista attraverso un “ centro elaborazione dati ” che, però, era abilitato per la sola trasmissione delle dichiarazioni fiscali.

Il professionista operava con modalità poco chiare: incamerava indebitamente il denaro ricevuto dai propri assistiti perché venisse corrisposto all’Amministrazione Finanziaria. Per “ coprire ” gli omessi versamenti modificava le attestazioni di avvenuto pagamento all’Erario,che consegnava ai clienti, certificando compensazioni inesistenti dalle quali apparentemente non si rilevavano debiti erariali.

Solo con la successiva notifica delle cartelle esattoriali da parte dell’Amministrazione Finanziaria per gli omessi versamenti di imposta emergeva il raggiro: sono 25 le persone vittime della truffa alcune delle quali hanno presentato formale querela, per appropriazioni di denaro pari a circa 400.000 euro.

A seguito di ulteriori attivi tà investigative si scopriva che lo stesso “ falso commercialista ” era un evasore totale e che aveva occultato al Fisco, nel periodo dal 2014 al 2018, oltre un milione di euro di ricavi non dichiarati.

Sempre nel corso degli approfondimenti, le Fiamme Gialle pordenonesi, grazie al pentimento ed alla collaborazione del professionista, spostavano la lente anche sui suoi clienti; difatti se molti risultavano essere parti lese altri erano dediti ad occultare i propri redditi con modalità di tipo fraudolente. Una società con sede in Pordenone, operante nel settore del web marketing, è risultata non aver dichiarato ricavi per per oltre due milioni euro mediante la contabilizzazione di fatture per operazioni inesistenti pari a circa 900.000 euro.

Nei confronti dei due rappresentanti della società, indagati per reati di emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta mediante il loro utilizzo, su richiesta della Procura della Repubblica di Pordenone il Giudice per le indagini Preliminari ha emesso un decreto di sequestro preventivo per equivalente fino alla concorrenza di 413.000 euro pari al profitto conseguito attraverso il mancato pagamento delle imposte.

Uno di questi ultimi indagati è stato destinatario di un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari, assunto dal Giudice per le Indagini Preliminari su richiesta della Procura della Repubblica di Pordenone, per reati di lesioni personali aggravate e di tentata induzione a rendere dichiarazioni mendaci avanti all’Autorità Giudiziaria. Lo stesso, infatti, dopo la contestazione delle evasioni fiscali, aveva aggredito in un locale pubblico, mandandolo all’ospedale, il sedicente commercialista, ritenendolo responsabile delle attività ispettive della Guardia di Finanza.

ALESSANDRIA. SPAZIOIDEA:PROGETTO”IL BORGO DI ELIO”.

Alessandria, 21 settembre 2020
COMUNICATO STAMPA
Progetto ‘Il Borgo di Elio’

L’Assessorato alle Politiche Sociali della Città di Alessandria e l’Associazione Spazioidea presentano il progetto ‘Il Borgo di Elio’.


Il progetto è finalizzato alla rigenerazione dell’area del quartiere Galimberti per un più ampio utilizzo da parte della comunità con l’intento di realizzare alcuni interventi mirati alla riqualificazione dell’area verde di proprietà comunale, nell’ottica di favorire la socializzazione, con particolare attenzione agli anziani del quartiere e delle zone limitrofe.
Come dimostrano i dati demografici locali e regionali, infatti, sono in aumento i soggetti fragili, in particolare anziani con deterioramenti cognitivi, spesso invalidanti come demenze senili ed Alzheimer e conseguentemente aumenta il numero di famiglie che si trovano a doverli assistere e che, almeno nelle prime fasi della malattia, vorrebbero continuare ad avere con sé i propri cari, con adeguati supporti conoscitivi per alleggerire il proprio carico emotivo e psicologico.
In appoggio alle iniziative del Sistema Sanitario Nazionale, è quanto mai necessario un ritorno alla reciprocità, alla solidarietà e al mutuo soccorso tipico delle società rurali, ma con la competenza derivata da adeguata formazione, svolta da professionisti.
Il progetto il ‘Borgo di Elio’ si pone questo obiettivo coinvolgendo tutti coloro che desiderano farne parte. Prendendo spunto dalle esperienze maturate all’estero, sono nati in Italia i Caffè e i Villaggi Alzheimer in cui gli operatori sociosanitari non indossano il camice, librerie solidali sull’esempio di CharityBookshop i cui proventi servono a finanziare attività sociali e programmi sperimentali come il Dementia Friendly Italia.
L’esperienza del ‘Bordo di Elio vuole inserirsi in questa corrente realizzando nell’area di piazza Don Carlo Torriani, al quartiere Galimberti, un primo spazio di assistenza e ascolto che ponga le basi per lo sviluppo di progetti futuri di più ampio respiro.
Il Borgo di Elio, infatti, allarga i propri spazi di azione rivolgendosi non solo ai soggetti con patologie, ma anche ai molti anziani soli che hanno ritmi più lenti e che si scontrano con la frettolosità dei nostri tempi, mancando spesso di una rete familiare di supporto e aiuto che possa supportarli venendo meno la loro autonomia operativa di un tempo.
‘L’intuizione che sta alla base della realizzazione del progetto ‘Il Borgo di Elio’ non poteva che trovare un solido appoggio nella nostra Amministrazione Comunale – ha commentato l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Alessandria, Piervittorio Ciccaglioni -. Appena ho avuto modo di condividere questo progetto con i rappresentanti della associazione ‘SpazioIdea’ ho offerto da subito tutto il supporto logistico e organizzativo del mio assessorato da sempre vicino alle fasce più deboli della nostra comunità. Naturalmente si tratta di un progetto che trasversalmente tocca anche altre deleghe assessorili e competenze e, con la collaborazione dei miei colleghi di Giunta, lo supporteremo totalmente, già a partire da questa fasi iniziali. L’area del quartiere Galimberti è un’area popolosa, importante per la nostra Città che merita di essere rivitalizzata e attenzionata. Questo spazio di aiuto, ascolto e supporto sarà importante per costituire un polo di aggregazione qualificato all’interno del quartiere creando una rete di supporto per gli anziani e i soggetti psicologicamente e fisicamente svantaggiati. I nostri cittadini potranno beneficiare di un luogo di partecipazione, aggregazione e scambio culturale, gratuito e accessibile a tutti”.
Nel ‘Borgo di Elio’ sarà realizzato uno spazio biblioteca con letture ad alta voce e progetti di biblioteca solidale con risvolto sociale, un “caffè Alzheimer”: il contesto sarà rivitalizzato con seminari di informazione/formazione, laboratori di teatro con interventi e modalità finalizzati al benessere a alla sicurezza della persona con particolare attenzione alla formazione/trasformazione del ‘caregiver’ in ‘wellness giver’.
Coordinatrice dei progetti di area psicologica sarà la dott.ssa Sara Cappelletti iscritta all’Albo degli Psicologi del Piemonte con la quale, da tempo, l’associazione SpazioIdea collabora.
Sabato 26 settembre, alle ore 11, ‘Il Borgo di Elio’ aprirà ufficialmente le sue porte e nell’occasione verrà donato a tutti i partecipanti un libro della biblioteca solidale.
La presentazione avrà luogo nello spazio aperto di piazza Don Carlo Torriani nel rispetto dei DPCM in vigore. I volontari dell’Associazione SpazioIdea utilizzeranno i DPI personali previsti, rispetteranno il distanziamento sociale in ottemperanza alle normative anti-Covid, cercando comunque di favorire il massimo coinvolgimento degli intervenuti.
“Siamo fermamente convinti che nella nostra Città, Alessandria, in cui gli effetti della crisi sociale, economica e culturale che il nostro tempo sta vivendo si respirano quotidianamente, sia sempre più forte il bisogno di aggregazione sociale e culturale e riteniamo che esso possa portare benefici sia a livello collettivo e individuale, oltre a contribuire al sostegno della comunità alessandrina – hanno commentato i responsabili della associazione SpazioIdea -. In quest’ottica abbiamo deciso di fare nostre una serie di attività sociali già esistenti su scala nazionale ed internazionale componendole in un’unica proposta sociale che diventi replicabile nel tempo e nello spazio. Noi vorremmo connettere questi ed altri elementi dentro un unico contenitore diffuso in più parti della nostra città partendo da ciò che essa già offre”.
Insieme alla Amministrazione Comunale di Alessandria sono inoltre partner di questa iniziativa il Circolo Provinciale della Stampa di Alessandria, il Circolo Filatelico Numismatico di Alessandria e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Info evento: https://www.facebook.com/events/676592359612372


Associazione SpazioIdea desidera dedicare l’idea del progetto alle due persone ispiratrici principali delle attività svolte dalla stessa associazione. I soci Amelio Bottin, detto Elio scomparso nel 2016, ed Elio Calcagno socio “anziano” vivente ed ipovedente.
Elio inoltre, è l’elemento chimico della tavola periodica che ha come simbolo He e come numero atomico 2. È un gas nobile incolore, inodore, insapore, non tossico e inerte. È il secondo elemento più diffuso nell’Universo dopo l’idrogeno.
L’Elio (dal greco ἥλιος, hèlios, “sole”), prende il nome dal dio greco del sole, Helios.
Il nostro progetto è dedicato e diretto prevalentemente agli anziani, demograficamente sempre i più diffusi affinché non diventino incolori inodori insapori e inerti e continuino ad illuminarci senza tramontare anche quando non sono più autosufficienti.