Mese: settembre 2020

TORTONA(AL). POLIZIA DI STATO. SERVIZIO DI CONTROLLO DEL TERRITORIO.

Questura di Alessandria

COMUNICATO STAMPA

Il personale della Questura di Alessandria, coadiuvato dagli operatori del Reparto Prevenzione Crimine di Torino, ha effettuato un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione della criminalità diffusa nella città di Tortona.

Il servizio di controllo si è sviluppato prevalentemente nelle vie della “movida” nel centro cittadino e nell’area della Stazione Ferroviaria dove, anche con l’ausilio della Polizia Locale di Tortona, gli Agenti hanno posto fatto un’attività finalizzata al contrasto dei reati predatori e contro il patrimonio.

Sono stati fatti controlli dinamici con diversi passaggi e stazionamenti nelle aree di maggior rischio, con particolare attenzione al fenomeno del degrado urbano relativo alla presenza di persone dedite a commettere reati.

Durante il servizio è stato verificato il rispetto della normativa anti COVID-19 da parte dei cittadini, specie con riferimento al mantenimento della distanza interpersonale e l’utilizzo della mascherina, effettuati 4 posti di controllo e identificate 47 persone, di cui 6 stranieri e 8 con precedenti penali e di Polizia oltre a 29 veicoli controllati.

BRESCIA. POLIZIA DI STATO. MOSTRA FOTOGRAFICA” FRAMMENTI-COVID19. IL NOSTRO ESSERCI SEMPRE”.

Brescia: Mostra fotografica “Frammenti – Covid19. Il nostro Esserci Sempre”

La Questura di Brescia in occasione della celebrazione di San Michele Arcangelo, Santo Patrono della Polizia di Stato, inaugurerà una mostra fotografica dal titolo “Frammenti – Covid19. Il nostro Esserci Sempre”.

L’inaugurazione il prossimo 29 settembre nel Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia.

La mostra organizzata in collaborazione con la locale sezione ANPS e il Comune di Brescia è un percorso di quarantacinque immagini inedite raffiguranti volti, situazioni e speranze che rappresentano uno spaccato della comunità bresciana durante il lockdown.

L’esposizione vuole essere anche un sentito omaggio a tutte quelle persone e a tutti gli operatori della Polizia di Stato che in questo periodo difficile non si sono risparmiati nell’assistenza al prossimo.

Le foto accompagnate da una frase introduttiva e da una poesia, che chiuderà ogni singola sezione tematica, saranno esposte fino al 5 ottobre.

L’accesso alla mostra è gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione tramite la seguente email: frammenti@poliziadistato.it .

TERNI. POLIZIA DI STATO. OPERAZIONE “ALI’ PARK”, EROINA CAMUFFATA DA VALIGIE.

Terni: eroina camuffata da valigie, 16 arresti con l’operazione “Alì Park”

Un gruppo composto da 16 persone rifornivano di eroina le piazze di spaccio ternane e parte del mercato toscano importando la droga dal Pakistan, ma la loro attività illecita è stata interrotta grazie alla operazione antidroga “Alì Park”.

L’attività investigativa di Polizia di Stato e Guardia di finanza ha portato all’arresto di sedici persone, dieci dei quali eseguiti in esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per le indagini preliminari di Perugia con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Sei arresti sono stati eseguiti in flagranza di reati di spaccio di stupefacenti durante le indagini.

L’attività investigativa ha preso il via sugli sviluppi dei controlli svolti su un corriere della droga fermato a Ventimiglia dalla Squadra mobile di Terni.

L’indagine proseguita con il supporto del Servizio centrale operativo della Direzione centrale per i servizi antidroga e del Servizio polizia scientifica ha fatto emergere l’attività strutturata di un’organizzazione criminale che, con il traffico e lo spaccio di droga, guadagnava migliaia di euro al mese.

Molto importante è stata la collaborazione con la sezione antidroga del Gruppo d’investigazione sulla criminalità organizzata (Gico) della Guardia di finanza di Ancona che ha permesso di eseguire arresti in flagranza di reato, di sequestrare 12 chili di eroina e 300 grammi di cocaina.

Ingegnoso il metodo escogitato dai criminali per cercare di occultare lo stupefacente durante il trasporto in aereo.

L’eroina veniva trasportata in forma solida, tipo plastica o gomma per il rivestimento interno delle valigie, in maniera perfettamente occultata, ma la droga giunta a Terni veniva sottoposta ad una particolare procedura chimica per riacquistare la consistenza originale.

Alla esecuzione delle misure cautelari hanno partecipato: la Guardia di finanza di Ancona, i commissariati di Empoli e Voghera, le Squadre mobili di Roma e Pavia, il Reparto prevenzione crimine Umbria-Marche, unità cinofile di Nettuno e un elicottero della Polizia di Stato.

ALESSANDRIA. ALECOMICS 2020(VIDEO).

Servizio foto e video PhotoAgency-Quotidiano on line

ALEcomics è il Festival di Alessandria dedicato al fumetto, alla cultura pop ed al mondo nerd a 360°.
L’evento che si è tenuto a settembre, nella suggestiva cornice della Cittadella di Alessandria, ha regalato un week end di divertimento tra le mura della fortezza di epoca Napoleonica che regala emozioni e scorci unici nel magico mondo del fumetto.

VENEZIA. G.di F.- LA GUARDIA DI FINANZA VIAGGIA IN ELETTRICO IN LAGUNA.

La Guardia di Finanza a Venezia navigherà in elettrico, consegnata la nuova vedetta lagunare ibrida V.A.I. 310.

Il 24 settembre nella caserma “T.Mocenigo“ alla Giudecca, sede della Stazione Navale della Guardia di Finanza, è stata consegnata al Corpo la nuova vedetta lagunare ibrida V.A.I.310 alla presenza del Comandante Generale del Corpo, Gen.C.A. Giuseppe ZAFARANA, del Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Orientale, Gen.C.A. Bruno BURATTI, del Comandante Regionale Veneto, Gen.D. Giovanni MAINOLFI, delle Autorità cittadine, dei rappresentanti degli Enti interessati e degli organi di informazione.

La prima motovedetta a propulsione ibrida acquisita dalla Guardia di Finanza è stata costruita dal cantiere toscano “Effebi Spa”, ha dimensioni e manovrabilità adatte al contesto lagunare in cui deve operare, caratterizzato da forti escursioni di marea, bassi fondali e limitazioni in altezza.

L’apparato propulsivo elettrico è asservito da un innovativo e compatto sistema ibrido integrato, il Blue hybrid System, che consente all’unità di passare rapidamente dalla propulsione elettrica a quella diesel in base alla velocità richiesta e, qualora necessario, consentire la ricarica delle batterie tramite l’utilizzo in modalità generatore dello stesso motore elettrico.

L’unità soddisfa le necessità operative del servizio di pubblica utilità 117, attività quotidiana condotta in un ambiente difficile e fragile come quello della laguna veneziana.

L’imbarcazione è costruita con appositi accorgimenti per assorbire gli urti in caso di abbordaggio e per resistere all’azione continua di sfregamento ed alle sollecitazioni causate dalle briccole in legno, ormeggio tipico lagunare.

L’acquisizione rientra nel piano di progressiva sostituzione dei mezzi in uso alla sede di Venezia con natanti rispondenti alle migliori esigenze di tutela dell’ecosistema lagunare, secondo specifiche tecniche studiate espressamente per il delicato ambiente veneziano.