PRIMA PAGINA

ALESSANDRIA. TERZO VALICO: ABBATTUTO L’ULTIMO DIAFRAMMA DELLA METROPOLITANA DEL NORD OVEST.

Con l’abbattimento dell’ultimo diaframma del Terzo Valico prosegue l’opera dell’alta velocità nel nord ovest. Il 24 settembre, dalle 16,45 alle 17,30, è avvenuto l’abbattimento del primo dei due ultimi diaframmi delle due gallerie tra Serravalle Scrivia e Arquata Scrivia.

Gli scavi in galleria tra i più importanti della nuova linea: la Galleria di Valico, la galleria ferroviaria più lunga in Italia e la Galleria di Serravalle.

L’abbattimento dei diaframmi permette di realizzare il collegamento diretto di tutti i cantieri operativi su una tratta di 17 km.

Il primo breakthrough ha riguardato la Galleria di Valico ed è il primo di altri che coinvolgeranno il tunnel lungo 27 km, 540 mq, larga 30 e alta 22 metri.

Il secondo breakthrough del binario pari della Galleria di Serravalle lunga 7 km e di cui circa 6,4 km scavati dalla “talpa” Giovanna. I lavori hanno coinvolti contesti come l’Outlet di Serravalle e la linea ferroviaria storica Genova-Torino, richiedendo l’adozione di sistemi di monitoraggio innovativi sia in superficie che in galleria.

Le autorità intervenute in occasione dell’abbattimento dl diaframma: l’assessore regionale ai Trasporti,  Marco Gabusi, l’amministratore delegato Webuild, Pietro Salini, il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti e la ministra delle Infrastrutture, Paola De Micheli.

Il ministro De Micheli ha spiegato: “Stare qui è emozionante e gratificante. In un anno e qualche mese di lavoro da ministra tanto abbiamo cercato di fare e tanto abbiamo fatto e lo stesso Salini lo ha riconosciuto. Ma resta molto da fare e da rilanciare. Tante questioni sul tappeto, le regole da decidere in epoca Covid, ma anche il disegno complessivo strategico dell’Italia. Tre riflessioni che mi permetto di proporvi. In primis quanto tutto questo può avere  effetto sulle persone e per le imprese. Le grandi opere possono essere realizzate anche accelerando, ne discuteremo. Intanto parliamo di questa grande opera che appare a tutti strategica. Ho scelto un bravo commissario. Di quanto sia un importante collegamento europeo per persone e merci, tutti se ne stanno rendendo conto, specie adesso con il  Covid. Il Terzo valico sarà la  Metropolitana del Nord Ovest sul fronte dei passeggeri. Negli ultimi mesi ha ripreso slancio il dibattito pubblico sulle infrastrutture strategiche per l’Italia. Come questa galleria tra il Valico Nord e Serravalle Scrivia, al servizio del Terzo Valico ferroviario del Nodo di Genova. Oggi abbiamo abbattuto l’ultimo diaframma e una volta completata l’opera riusciremo a collegare il capoluogo ligure con Milano e Torino in circa un’ora. Solo un piano sul ferro potrà incidere in maniera così incisiva sul cambiamento del benessere delle persone. Le Ferrovie sono lo strumento più potente. E la competitività delle imprese fa aumentare il lavoro e il benessere. Fare in modo che le merci da Genova costino meno che negli altri porti è il mio sogno.  Del Recovery Fund ne discuteremo con le Regioni ma un piano ce l’abbiamo. Ma dobbiamo essere istituzionalmente convinti e uniti sulla visione, non dividiamoci perché condizioneremo le vite delle prossime generazioni”.

Categorie:PRIMA PAGINA