Calcio Femminile

SERIE A FEMMINILE. LA SCUOLA JUVENTUS DOMINA. SABATINO ANCORA IN GOL.

Cantore, Glionna e Bragonzi la scuola Juventus domina.

[Sofia Cantore su rigore contro la Fiorentina (Foto Marco Montrone)]

La terza giornata si conclude con sorprese e conferme. partendo dalle sorprese, il San Marino è riuscito a tenere testa per ben 70 minuti alla temutissima Juventus, frutto di una partita giocata pressoché in difesa e qualche miracolo dell’estremo difensore Ciccioli. Arresa solo da due colpi ravvicinati di Girelli e Caruso.

In campo per la Juventus anche la nuova promessa Dalila Ippolito che ha già mostrato di saperci fare, esordiente anche Berti che alla prima risponde presente e si fa notare.

La scuola Juventus però non si ferma a Vinovo perché in questa giornata sono ben cinque le juventine andate a segno. Cantore, Bragonzi e Glionna hanno fatto centro nelle rispettive gare, Fiorentina-Florentia, Hellas Verona-Inter e Empoli-Roma.

Le empoline si dimostrano mostruosamente in forma, capaci di fermare la corazzata giallorossa e riuscendo a fare un bel salto in classifica. Cosa che non sono riuscite a replicare le spiruline e le veronesi battute entrambe in due gare davvero divertenti. Il Derby tra Fiorentina e Florentia ha mostrato di quanto è il valore attuale delle ospiti ed ha messo a tacere le chiacchiere sulle decisioni di mercato della Fiorentina, un 3 a 2 spumeggiante con la conferma delle bomber Sabatino e Martinovic.

L’Hellas dopo aver subito la rete dell’uno a zero contro le interiste si carica e parte all’attacco guadagnandosi un calcio di rigore d’esperienza che Asia Bragonzi non sbaglia siglando la sua prima rete in Serie A e il momentaneo pareggio del Verona. Parità che dura poco, fino a quando Moller non decide di consegnare con una bella doppietta i tre punti all’Inter, i primi conquistati nelle prime tre giornate.

Il Milan e il Sassuolo conquistano i tre punti con 3 gol per entrambe. Le Rossonere contro il Pink Bari per 3 a 1 e con lo stesso risultato anche le Neroverdi passano sul Napoli che sembra iniziare ad ingranare, infatti il gol che sblocca la partita lo segnano proprio loro con Di Marino per poi abbassarsi alla nuova stella nascente del calcio femminile, Bugeja Haley. Dubcova segna il momentaneo 2 a 1. Nella gara di Milano si sblocca finalmente Valentina Giacinti accompagnata da Dowie.

Adesso per le società è momento di pausa nazionale, 28 le convocate:

PortieriLaura Giuliani (Juventus), Francesca Durante (Hellas Verona), Katja Schroffenegger (Fiorentina)
DifensoriLaura Fusetti (AC Milan), Elena Linari (Bordeaux), Tecla Pettenuzzo (AS Roma), Alice Tortelli (Fiorentina), Maria Luisa Filangeri (Sassuolo), Alia Guagni (Atletico Madrid), Valentina Bergamaschi (AC Milan), Lucia Di Guglielmo (Empoli), Elisa Bartoli (AS Roma), Lisa Boattin (Juventus), Linda Tucceri Cimini (AC Milan)
CentrocampisteManuela Giugliano (AS Roma), Marta Mascarello (Fiorentina), Aurora Galli (Juventus), Martina Rosucci (Juventus), Flaminia Simonetti (Inter), Cecilia Prugna (Empoli), Arianna Caruso (Juventus)
AttaccantiCristiana Girelli (Juventus), Valentina Giacinti (AC Milan), Daniela Sabatino (Fiorentina), Stefania Tarenzi (FC Inter), Barbara Bonansea (Juventus), Benedetta Glionna (Empoli), Elisa Polli (Empoli)