NOTIZIE DAL MONDO

MILWAUKEE. BARACK OBAME E HILLARY CLINTON ALLA CONVENTION DEM: “A RISCHIO LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA”.

Convention dem per Usa 2020: Obama e Clinton alla convention dem: “A rischio la nostra sopravvivenza”.

​ 

Milwaukee. La convention Dem si riscalda con la la presenza di due figure di altissimo livello, che hanno saputo far sognare gli Usa e agli americani regalato l’utopia che un mondo migliore era possibile anche nel paese più egoista e individualista al mondo.

L’ex presidente, Barack Obama, parlerà da un luogo simbolico per gli Usa: il museo della rivoluzione Americana a Filadelfia.

Obama attaccherà immediatamente la presidenza Trump per i fallimenti che si sono accompagnati alle politiche economiche, alle guerre commerciali innescate da Trump, il ritorno a una sanità esclusivamente privata a cui solo i ricchi e benestanti possono accedere: “Le conseguenze di questo fallimento sono gravi”.

L’ex first lady: “Avrei voluto che Trump fosse migliore”

 Il presidente Donald Trump è riuscito a fare malissimo il suo lavoro e “le conseguenze di questo fallimento sono gravi”. Le parole che pronuncerà Obama, colui che preceduto  Trump alla Casa Bianca, Barack Obama, nel suo discorso alla convention democratica in collegamento dal museo della Rivoluzione americana a Filadelfia. 

Le conseguenze delle scelte di Trump in materia sanitaria, nella lotta alla diffusione del contagio da “coronavirus”, che ha avuto come “conseguenze” oltre “170 mila americani morti, una crisi economica disastrosa e milioni di posti di lavoro persi, quegli stessi che Trump aveva creato imponendo un regime protezionista, che si è sviluppato attraverso una intensa, pesante, attività di ricatto sulle multinazionali che avevano scelto di produrre in Cina le proprie merci .

Le politiche di Trump hanno scatenato i peggiori impulsi degli americani, messa all’angolo l’orgogliosa reputazione Yankee nel mondo e drasticamente ridimensionata, e le istituzioni democratiche minacciate come mai prima in un momento delicatissimo per la vita del paese.  

Per Obama si prefigura una missione difficile, fare da ponte fra i sostenitori più moderati di Joe Biden e la generazione più giovane di democratici, quella che chiede un posto sui tavoli in cui si decide e che spinge per ottenere cambiamenti più radicali delle politiche economiche e nazionali.

Barack Obama “È un testimone incomparabile per Biden, ma vuole parlare in modo avvincente anche ai giovani desiderosi non solo di liberarsi di Trump, ma anche di ottenere cambiamenti reali e significativi”.

Hillary Clinton

Le parole di Hillary Clinton non lasciano spazio alla fantasia:  “Avrei voluto che Donald Trump fosse un presidente migliore. Ma, purtroppo, è quello che è”. L’ex rivale alle presidenziali di Trump ha riferito che alla convention virtuale, che consacrerà Joe Biden e Kamala Harris come candidati alle elezioni di novembre, di avere incontrato molti americani pentiti di non averla votata nel 2016.

Hillary esorterà gli elettori a votare per Biden come se le nostre vite e le nostre sopravvivenze fossero in pericolo, perché lo sono: “Bene: questa non può essere un’altra ‘vorrei potrei dovrei’ elezione. Votate come se le nostre vite e le nostre sopravvivenze fossero in pericolo, perché lo sono”.. Quanto al candidato Biden, ha ricordato i suoi lutti personali per sottolineare che, dopo la pandemia, “sa come guarire, unire e guidare, perché ha fatto tutto ciò per la sua famiglia e per il suo Paese”.

Kamala Harris

La senatrice Kamala Harris, prossima candidata democratica alla vicepresidenza degli Stati Uniti, parlerà alla convention virtuale del partito nella terza giornata di convention. Kamala parlerà della sua visione di una “nazione più inclusiva”, in cui tutti devono poter avere uguali opportunità di riuscire.