Mese: luglio 2020

ROMA. LA RETE AUTOSTRADALE TORNA SOTTO IL CONTROLLO PUBBLICO. BENETTON SOTTO IL 10% AZIONISTA DI MINORANZA

Accordo governo Benetton

Una notte di trattativa tra Governo e Autostrade per cambiare il volto di Autostrade: il controllo passa allo Stato con Cdp, accantonata la revoca, ma Benetton sotto il 10%.

Cambio di guardia per la rete autostradale, che il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ha definito in modo trionfale come il ritorno “a cioè che era sempre stato loro”.

La cifra che lo stato metterà sul piatto sono 3 miliardi attraverso la Cassa Depositi e Prestiti per acquisire il controllo della società.

I soldi sono pubblici perché i soldi sono del risparmio postale degli italiani e tutti gli investimenti avranno un ritorno remunerativo, ma la cifra di tre miliardi è ballerina per varie ragioni, ma è quella che viene accreditata da tutti gli attori coinvolti nella partita. 

L’aumento di capitale a cui parteciperà Cassa depositi e Prestiti sarà realizzato dopo la valutazione di Autostrade perché solo dopo aver stabilito il valore della società si potrà fissare la cifra per realizzare l’aumento di capitale attraverso l’iniezione di soldi da parte di Cpd in Autostrade.

Lo stanziamento di 3 miliardi servirà per controllare il 33% della società, ma gli investimenti saranno aperti anche ai privati anche se prima dovrà essere fissato il nuovo regime tariffario, che porterà contemporaneamente l’ingresso di Cdp e Atlantia che venderà il 22% delle sue quote azionarie mentre in pole position per l’acquisto di altre quote societarie ci sono il fondo americano Blackstone e australiano Macquarie, che insieme potrebbero avere con il 55% della nuova Autostrade il controllo della nuova società insieme a Cdp.

L’ingresso della Cassa e di altri investitori istituzionali comporterà la messa in minoranza di Benetton, che finirà in minoranza mentre dentro resteranno il colosso tedesco Allianz e i cinesi del fondo Silk Road, ma con quote meno importanti. 

La nuova società che controllerà la rete autostradale cambierà aspetto in un anno e richiederà una operazione che coinvolgerà Cdp e investitori istituzionali in attesa dello scorporo che vedrà Autostrade fuori dal controllo di Atlantia.

Le azioni di Atlantia saranno redistribuite tra i soci in base ai nuovi equilibri che si sono determinati con l’ingresso di Cdp e degli altri soci.

Ai Benetton resterà l′11% di Autostrade e saranno estromessi dal consiglio di amministrazione, contestualmente verranno quotate in Borsa un corposo pacchetto di azioni collocato a Piazza Affari. 

Il peso di Benetton potrebbe ridursi ulteriormente fino ad azzerarsi se decideranno di vendere le quote che gli sono rimaste. Atlantia si è offertadi percorrere una seconda via: cedere l’intera partecipazione a Cdp e a investitori istituzionali di suo gradimento.

La nuova Autostrade sarà comunque una public company, una società con un azionariato molto diffuso dove i Benetton perderanno il controllo della società. 

Il controllo passerà allo Stato e Atlantia sarà ridotta al lumicino mentre l’approdo in Borsa ridimensionerà e sterilizzerà la società che non sarà più classificabile come una società dei Benetton. 

Ma ai Benetton resterà la soddisfazione di aver evitato l’allontanamento coatto da parte del Governo. 

Il processo del nuovo scenario, che mette da parte la revoca della concessione ad Autostrade, partirà il 27 luglio, quando Cdp potrà iniziare ad avviare il negoziato per entrare in Autostrade. 

La Cassa Depositi e prestiti ha regole non derogabili, uno Statuto, un consiglio di amministrazione che dovrà approvare l’operazione.

L’obbiettivo legato agli investimenti di Cdp sarà quello di garantire lo sviluppo economico e delle infrastrutture del paese inquadrato in una logica industriale.

MILANO. POLIZIA DI STATO. FRODI E TRUFFE ON LINE.

Milano: fermato gruppo criminale autore di frodi e truffe on line

polizia postale

Tre persone sono state arrestate mentre per un’altra è stata disposta l’obbligo di dimora per accesso abusivo a sistema informatico, autoriciclaggio, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina in concorso.

​Le indagini, svolte dal Compartimento Polizia postale e delle comunicazioni di Milano, hanno permesso di ricostruire 16 accessi abusivi, compiuti tra aprile e luglio 2019, sul conto online di un noto studio commercialista milanese da cui sono stati sottratti oltre 200 mila euro, poi riciclati attraverso operazioni speculative.

Il gruppo criminale in passato aveva sottratto 230 mila euro ad un’altra società operante nella gestione della ristorazione.

Gli indagati non si limitavano solo a questa tipologia di reati ma spaziavano in diversi rami della truffa, reale e “virtuale”.

I poliziotti hanno scoperto che la donna del gruppo dopo aver appositamente pubblicato annunci all’interno di note piattaforme di offerte di lavoro e lasciato biglietti in modalità porta a porta era riuscita a infiltrarsi come collaboratrice domestica in un’abitazione trafugando assegni bancari in seguito incassati.

L’organizzazione per realizzare le truffe online si erano strutturati nel settore della pubblicazione di falsi annunci immobiliari per la locazione di case e case-vacanza, fenomeno che colpisce centinaia di consumatori specialmente nei periodi estivi.

Organizzavano matrimoni di cittadini stranieri con italiani compiacenti e false adozioni di stranieri maggiorenni al fine di far ottenere, con modalità fraudolente, facili permessi di soggiorno o la concessione della cittadinanza italiana.

Altri quattro cittadini algerini, individuati nel corso delle operazioni, sono stati sottoposti alle procedure di espulsione perché irregolari nel nostro Paese.

In riferimento alla gestione dei conti correnti online, la Polizia Postale invita aziende e cittadini a mantenere un elevato livello di attenzione, attivando opportuni meccanismi di verifica dei bonifici in uscita in modo da controllare in tempo reale l’andamento delle transazioni.

ALESSANDRIA. MODIFICHE ALLA ZTL IN CENTRO.

Alessandria, 13 luglio 2020

COMUNICATO STAMPA

Modifiche alla ZTL in centro città

La Giunta Comunale ha adottato nella seduta di giovedì 9 luglio una delibera per la modifica della ZTL del centro cittadino. A seguito della approvazione del PUMS, nelle scorse settimane, si passa ora alla prima concreta applicazione delle nuove misure in tema di viabilità: le modifiche interesseranno l’asta viabile di corso Roma dove sarà inibito l’attraversamento delle auto (ad esclusione di via Piacenza) per rendere tutta l’area più funzionale e più sicura. Le nuove modifiche saranno attive h24 e interesseranno le seguenti vie dove, sulla base delle norme previste dal Codice della Strada, vigeranno il divieto di circolazione e il divieto di sosta per qualsiasi veicolo non autorizzato:  CORSO ROMA (senso di marcia da piazzetta della Lega a piazza Garibaldi);  VIA CANIGGIA (con posizionamento di arredo urbano tra i numeri civici 20/24 – la via non sarà più percorribile e sarà garantito esclusivamente l’accesso ai passi carrai presenti);  VIA LEGNANO (nel tratto compreso tra via San Lorenzo e corso Roma);  PIAZZA MARCONI (area mercatale, senso di marcia da via Caniggia a piazza Garibaldi);  VIA BERGAMO (nel tratto compreso tra via Trotti e via San Giacomo della Vittoria);  VIA XXIV MAGGIO (nel tratto compreso tra via Verdi e via San Giacomo della Vittoria);  VIA MODENA (nel tratto compreso tra via San Giacomo della Vittoria e via Trotti);  VIA ALESSANDRO III (nel tratto compreso tra via Trotti e corso Roma);  VICOLO DELL’ERBA (nel tratto compreso tra via Trotti e piazzetta della Lega);  VICOLO DELL’ERBA (nel tratto compreso tra via Trotti e via Rattazzi);  VIA VOCHIERI (nel tratto compreso tra via Trotti e piazzetta della Lega);  VIA MILANO (nel tratto compreso tra piazzetta della Lega e via Migliara);  VIA MIGLIARA (nel tratto compreso tra via Milano e piazza della Libertà);  VIA SAPPA (nel senso di marcia da via Migliara a via Chenna)  VIA DEI MARTIRI (nel tratto compreso tra piazza della Libertà e piazzetta della Lega);  VIA SAN LORENZO (nel tratto compreso tra via Piacenza e piazzetta della Lega);  VIA FERRARA (nel senso di marcia da via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria)  PIAZZETTA DELLA LEGA (senso di marcia da via dei Martiri a corso Roma)

Contestualmente sarà modificato il senso di marcia di VIA LEGNANO, nel tratto compreso tra via Trotti e corso Roma. Sono previste alcune deroghe per le seguenti categorie di veicoli in possesso di autorizzazione per l’accesso temporaneo alla ZTL, rilasciata dalla Polizia Municipale: o Veicoli adibiti alle operazioni di carico/scarico delle merci (dalle ore 00 sino alle ore 11) o Veicoli diretti a garage e posto auto, o Veicoli i cui proprietari dispongono di autorimessa all’interno dell’area o autorizzazione all’uso di posto auto all’interno di cortili dei fabbricati laterali, o Veicoli in uso e trasporto di persone con disabilità, o Veicoli autorizzati per eccezionali e temporanee necessità o Veicoli adibiti a servizi di polizia o antincendio e autoambulanze o Veicoli in servizio di emergenza o di servizio pubblico o Mezzi operativi per la raccolta di rifiuti e spazzamento strade “ Ci siamo impegnati ad attuare una serie di interventi finalizzati a migliorare la qualità della vita e a promuovere una nuova concezione di fruizione della città – ha commentato il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco -. La scelta di andare nella direzione di una vivibilità più ‘green’, favorendo una diversa organizzazione della viabilità cittadina è un atto concreto, conseguente alla approvazione, nelle scorse settimane, del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (P.U.M.S.) e del Piano Generale del Traffico Urbano (P.G.T.U.). Si tratta certamente di un provvedimento che andrà a modificare alcune consuetudini dei nostri cittadini, ma che abbiamo assunto con consapevolezza, lavorando ad un bilanciamento ottimale fra la garanzia della libera circolazione e la tutela della mobilità delle utenze più deboli. I mesi appena trascorsi ci hanno insegnato che, come Amministratori, abbiamo il dover di saper leggere le situazioni e prospettare soluzioni che valorizzino la nostra città e le attività commerciali, oltre ad agevolare la sua frequentazione . Abbiamo deciso, dunque, di avviare la sperimentazione di una nuova ZTL che porterà vantaggi prima di tutto sul piano ambientale, ma che fornirà anche un ulteriore contributo, per quanto possibile, alla ripresa delle attività economiche, esortando gli alessandrini all’utilizzo degli spazi pubblici in totale sicurezza”. “ Limitando la circolazione dei veicoli che possono attraversare l’asse viabile di corso Roma interveniamo con un provvedimento che sicuramente va nella direzione del miglioramento della qualità della vita cittadina, salvaguardando la salute e garantendo, nello stesso tempo, una maggiore sicurezza – ha concluso il vicesindaco e assessore alla Viabilità, Davide Buzzi Langhi – . Del resto, dall’inizio del nostro mandato, abbiamo lavorato su più fronti proprio per concretizzare scelte che, come questa, permettano una maggiore vivibilità dello spazio pubblico, privilegiando la circolazione di veicoli ibridi o elettrici, anche nel trasporto pubblico, e la mobilità ciclabile oltre che pedonale. L’istituzione di questa nuova ZTL è un atto doveroso che consentirà una migliore accessibilità e una rivitalizzazione del centro storico, intervenendo su un’area che per sua stessa natura è già interessata da un flusso di traffico ridotto, ma che necessitava di una migliore soluzione operativa che permetta la fruizione ai soli utenti autorizzati. Si tratta di una scelta che avrà indiscutibili vantaggi sia per quel che concerne un miglioramento della mobilità pedonale, sia per il conseguente miglioramento della qualità ambientale. Non ultimo potrà favorire ulteriormente la creazione di un centro commerciale naturale, a cielo aperto, dando modo alle attività produttive di utilizzare le superfici pubbliche esterne, soprattutto in questo periodo di misure antiCovid. Trattandosi di un provvedimento innovativo, ne valuteremo nel tempo gli effetti, al fine di proporre ed attuare tutti gli eventuali correttivi che si rendessero necessari. Saremo molto rigorosi nel pretendere il rispetto della nuova viabilità e chi viola i provvedimenti sarà sanzionato: ho già richiesto che venga, immediatamente, implementata la sorveglianza dell’area da parte del nostro comando di Polizia Municipale per avere un maggior controllo della circolazione, nell’attesa che siano installate telecamere ai varchi di accesso”. Sono al vaglio dell’Amministrazione Comunale ulteriori interventi sperimentali che interesseranno la viabilità di via San Giacomo della Vittoria.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’indirizzo e-mail: ufficio.traffico@comune.alessandria.it p

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. OPERAZIONI DEL POLSTRADA E DELLA POLFERR.

“Vetture ammassate e non consegnate al centro di demolizione: quattro persone denunciate dalla Polizia Stradale”


Ad anni di distanza dalla prima operazione che ha condotto al recupero di decine di veicoli abbandonati tra Sezzadio e Tortona, si è conclusa anche la seconda tranche.
Gli Agenti della Polizia Stradale acquese hanno recuperato tra Aqui Terme e Bistagno oltre 40 mezzi ormai abbandonati da tempo (alcuni anche da 10 anni), tutti ormai da considerarsi “rifiuto” e quindi da consegnare alle specifiche imprese per il corretto recupero e smaltimento di tutte le parti, anche quelle ad alto potenziale d’inquinamento.
I proprietari delle aree dove sono stati recuperati i veicoli: G.C. classe 1943 di Bistagno, F.B. classe 1961 di Bistagno, E.B. classe 1970 di Acqui Terme e P.P. classe 1950 di Acqui Terme, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per aver ammassato rifiuti senza gli opportuni accorgimenti (ex D.Lgs 152/06).
I proprietari delle vetture (di immatricolazione italiana o straniera), invece, sono stati sanzionati con l’applicazione di una multa di ¤. 1.667,67 oltre al pagamento delle spese per la demolizione.La Polizia Stradale ricorda che un veicolo resta nella disponibilità del suo proprietario/intestatario sino alla demolizione e pertanto rimane suo onere curare la consegna alle regolari attività di smaltimento.
Sono in corso, in questi giorni, le notifiche dei verbali di contravvenzione che riguardano anche diversi residenti in Provincia.

Bilancio settimanale dell’attività della Polizia di Stato nelle stazioni e sui treni in Piemonte e Valle d’Aosta
17 persone indagate, 3.246 identificate, di cui 939 stranieri, 222 minori e 671 con precedenti di Polizia. 49 veicoli controllati, 281 le pattuglie impegnate per la vigilanza delle stazioni e 14 in abiti civili per attività antiborseggio per contrastare i furti in danno ai viaggiatori. 27 i servizi lungo linea e 19 di Ordine Pubblico: questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.  
Ad Alessandria, la Polizia Ferroviaria ha denunciato una ventiquattrenne italiana per truffa perpetrata con l’utilizzo di varie carte di credito prepagate e, a seguito di un’accurata indagine, due cittadini nigeriani responsabili di rapina nei confronti di un loro concittadino.

ALESSANDRIA. #ANDRA’TUTTINBICI: PROMOZIONE DELLA MOBILITA’ CICLABILE

Alessandria, 14 luglio 2020

COMUNICATO STAMPA

#andràtuttinbici

Da oggi in Città i manifesti per la promozione della mobilità ciclabile

Il vicesindaco e assessore alla Mobilità, Davide Buzzi Langhi , in collaborazione con l’amministratore unico di Alegas , Andrea Innocenti , e la FIAB ha aderito ad una campagna pubblicitaria nazionale per la promozione della mobilità ciclabile in Città. A partire da oggi si potranno trovare, affissi per le vie alessandrine, alcuni manifesti 6X3 con messaggi finalizzati ad incentivare l’utilizzo delle due ruote per gli spostamenti quotidiani, valorizzando gli effetti positivi che ne derivano in materia di salute e ambiente. Si tratta di una iniziativa promossa dalla Consulta Comunale della Bicicletta di Bologna che ha lanciato la campagna #andràtuttinbici per raccontare i vantaggi della mobilità attiva post coronavirus . La campagna #andràtuttinbici è nata per essere condivisa su tutto il territorio nazionale: attualmente, oltre alla Città di Alessandria, hanno aderito le Città di Venosa , Rovereto , Reggio Emilia , Faenza , Valencia , Bologna , Bolzano , Marcinise , Rovigo , Parma , Piacenza , Desio , San Lazzaro di Savena. « Abbiamo aderito con entusiasmo a questa campagna che vuole essere un ulteriore segnale concreto di attenzione della nostra Amministrazione per la promozione e lo sviluppo di una nuova mobilità green – ha dichiarato Davide Buzzi Langhi , Vicesindaco e Assessore alle Politiche della Mobilità –. Attraverso il PUMS e la sua attuazione lungo un intero decennio, vogliamo favorire una mobilità urbana sostenibile che porti vantaggi alla nostra comunità. Si sta lavorando molto infatti, anche con il supporto della Regione Piemonte, per il rifacimento delle piste ciclabili per il collegamento fra città e sobborghi, ma anche per valorizzare gli spostamenti urbani con iniziative volte a stimolare gli spostamenti sulle due ruote come, per esempio, la campagna “Spesa Quotidiana? Prima La Bici” che prevede sconti e omaggi a favore degli acquirenti che si recheranno a fare acquisti in bicicletta . Ringrazio l’amministratore unico di ALEGAS, Andrea Innocenti, e la FIAB per il diretto coinvolgimento e il sostegno fornito alla Amministrazione comunale per la realizzazione di questi materiali e la veicolazione di un messaggio così importante per la nostra comunità”.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti consultare il sito http://www.andràtuttinbici.it