Mese: giugno 2020

ALESSANDRIA. IL GATTINO NEL MOTORE SALVATO DAGLI ISPETTORI AMBIENTALI.

Alessandria, 16 giugno 2020

Comunicato stampa

Gli Ispettori Ambientali salvano un gattino finito nel vano-motore di un’automobile parcheggiata in via Chenna ad Alessandria

Gli Ispettori Ambientali all’opera in via Chenna ad Alessandria per un’azione di salvataggio, dalle ore 11 di questa mattina, di un gattino finito nel vano-motore di un’auto parcheggiata. Allertati dall’Ufficio comunale Welfare animale a seguito di specifica segnalazione, a fronte di un persistente miagolio proveniente dal vano-motore dell’automobile parcheggiata, gli Ispettori Ambientali del Comune di Alessandria si sono subito messi all’opera. L’intervento è stato possibile grazie alla gentile e solerte disponibilità del proprietario (G.P.) dell’autovettura e, pur nel rispetto delle norme anti-assembramento, l’azione di salvataggio ha destato l’attenzione di alcuni passanti che hanno assistito all’avvio delle complesse fasi di “salvataggio” del gattino, disceso nel vano- motore a tal punto da non consentire una rapida liberazione “manuale”. Si è dovuto pertanto fare ricorso all’intervento di un carro-attrezzi. Questo mezzo è sopraggiunto dopo che il proprietario dell’autovettura ha dato l’autorizzazione alla rimozione del proprio mezzo, accollandosi le spese (ridotte tuttavia al minimo grazie alla sensibilità della ditta intervenuta). Il gattino, una volta raggiunta l’officina, è stato prelevato integro e in salute, per quanto impaurito, ed è stato consegnato agli Ispettori Ambientali. Ora è al Gattile e, dopo le visite necessarie, se nessuno lo reclamerà, sarà disponibile all’adozione. « Ancora una volta — sottolinea l’Assessore comunale al Welfare Animale Giovanni Barosini — il tempismo nella segnalazione al nostro Ufficio Welfare Animale e il pronto intervento degli Ispettori Ambientali Comunali, unito alla sensibilità di questo encomiabile proprietario e alla professionalità e generosità della ditta del carro-attrezzi ha consentito il “lieto-fine” con il positivo salvataggio del piccolo micetto. L’azione di Welfare per i nostri animali passa e si rafforza proprio da questo tipo di comportamenti e dalla sinergia che una comunità cittadina riesce a creare affinché tutti, uomini e animali, vivano al meglio possibile. Se è vero infatti che tutte le creature hanno bisogno l’uno dell’altra in un gioco armonioso di reciprocità, il gattino salvato oggi potrà, se nessuno lo reclamerà, donare amicizia e calore a chi, “bisognoso” di compagnia, vorrà pensare alla sua adozione » .

Per informazioni, contattare l’Ufficio comunale Welfare Animale 0131 515249.

ALESSANDRIA. POLIZIA DI STATO. ATTIVITA’ DELLA POLFERR IN PIEMONTE E VALLE D’AOSTA.

Questura di Alessandria

COMUNICATO STAMPA

“Attività della Polizia Ferroviaria”

1 persona arrestata, 8 indagate e 2997 identificati, di cui 869 stranieri, 189 minori e 748 con precedenti di Polizia, 12 veicoli controllati: questi i risultati dell’attività settimanale del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Piemonte e la Valle d’Aosta.

292 le pattuglie impiegate in stazione e 18 quelle antiborseggio in abiti civili per contrastare i furti in danno dei viaggiatori. 34 i servizi lungo linea e 40 di Ordine Pubblico. Per quanto attiene la provincia alessandrina, la Polfer di Novi Ligure notificava un ordine di allontanamento dalla stazione ferroviaria nei confronti di una trentacinquenne italiana, a seguito del suo comportamento socialmente pericoloso dedito alla commissione di reati.

La signora, già nota alle Forze di Polizia per i suoi precedenti, era stata denunciata in stato di libertà alcune settimane prima per i reati di estorsione, truffa e circonvenzione di incapace ai danni di alcuni anziani della zona. Nei confronti della donna, il Questore della Provincia di Alessandria tramite la Divisione Anticrimine della Questura, notificava un foglio di via Obbligatorio dal Comune di Alessandria con divieto di far ritorno nel Comune di Novi Ligure.

ALESSANDRIA. ANNULLATA LA MEZZA MARATONA.

Alessandria, 16 giugno 2020

Comunicato stampa

Rinviata ufficialmente, a data da destinarsi, la “Mezza Maratona” di Alessandria

Tra le iniziative e i progetti che la pandemia da Covid-19 costringe a rinviare per questioni prudenziali entra ufficialmente, da oggi, anche una manifestazione sportiva di grande rilevanza nazionale a cui l’ Amministrazione Comunale di Alessandria , insieme ad autorevoli Soggetti istituzionali e associativi sportivi , stava lavorando da tempo e che doveva essere presentata alla stampa lo scorso 9 marzo in una conferenza apposita che si è dovuta annullare a causa dell’aggravarsi dell’emergenza nazionale. Si tratta della “ Half Marathon Città di Alessandria ”, la mezza-maratona che avrebbe dovuto svolgersi il prossimo 20 settembre ad Alessandria. D’intesa con i promotori dell’evento – coloro che avrebbero illustrato i dettagli dell’importante iniziativa sportiva durante la conferenza stampa poi annullata, ossia Marco Carbone , Presidente Gruppo Podistico “Solvay” ASD, Gilberto Preda , Presidente “Centogrigio” di Alessandria, Valeria Straneo , Maratoneta olimpionica di Alessandria, Roberto La Barbera , Atleta paralimpico di Alessandria, i rappresentanti dei Gruppi Podistici coinvolti nel progetto , i rappresentanti degli Sponsor e Soggetti istituzionali e associativi contattati per il progetto – l’Amministrazione Comunale, tramite il proprio Assessore allo Sport Piervittorio Ciccaglioni , ha convenuto sull’ opportunità di rinviare ufficialmente a data da destinarsi l’evento . « Con grande rammarico — dichiara l’Assessore Piervittorio Ciccaglioni — abbiamo dovuto insieme convenire su questa decisione. Vorrei tuttavia sottolineare che si tratta solo di un rinvio e non di un annullamento. Le ragioni sono infatti di tipo prudenziale considerando il grande coinvolgimento di persone – sportivi, accompagnatori e degli stessi cittadini – che un evento di questo genere comporta. Il contrasto alla pandemia da coronavirus si concretizza anche attraverso questo tipo di scelte, per quanto “faticose” ma ci è sembrato opportuno mettere il primo posto la salvaguardia della salute delle persone rispetto a quei valori, pur importanti, legati all’attrattività della nostra Città dal punto di vista sportivo e alla capacità della comunità alessandrina, con i propri molteplici Soggetti istituzionali e associativi sportivi, di saper per tempo e con grande efficacia mettere in moto la grandiosa macchina organizzativa che sta dietro ad eventi di questa portata. La “mezza maratona Città di Alessandria” è dunque solo posticipata e, mentre ringrazio vivamente tutti coloro che hanno condiviso con il mio Assessorato e l’Amministrazione Comunale le fasi preparatorie di questo evento, avviate già un anno fa, sono certo che l’entusiasmo, la competenza e il saper fare “gioco di squadra” continueranno con tutti loro e al più presto si potrà insieme ufficializzare la nuova data in cui Alessandria celebrerà, per la prima volta, la propria “mezza maratona”.

ROMA. POLIZIA DI STATO. CRIMINALITA’ ECONOMICA.

Criminalità economica: riunione tra i vertici delle Forze di polizia europee

Riunione vertici forze di poliziaSi è svolta oggi in video-collegamento, la riunione tra i vertici delle Forze  di polizia sull’emergenza criminalità a seguito della pandemia Covid19. All’ordine del giorno i rischi di infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale dei Paesi più colpiti.

A rappresentare l’Italia promotrice dell’evento, il prefetto Vittorio Rizzi, vice capo della Polizia nonché direttore centrale della Polizia criminale.
All’incontro hanno partecipato i vertici delle Forze di polizia di Italia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Polonia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito e Europol.

Nel corso dei lavori il prefetto Rizzi, da Roma, ha presentato l’Organismo permanente di monitoraggio per l’analisi del rischio di infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale a causa della crisi economica dettata dalla pandemia.
L’Italia è stata l’unico Paese europeo che ha immediatamente costituito una cabina di regia per monitorare eventuali indicatori di rischio ed intervenire in via preventiva.

Tra i Paesi partecipanti, infatti, c’è la necessità di trovare una soluzione per arginare il rischio concreto di usura, resa attuale a causa della crisi economica.

Il prefetto Vittorio Rizzi ha lanciato l’allarme anche sui cosiddetti “Non Performing Loans”, crediti deteriorati e come questi offrano grandi margini di guadagno perché ceduti sul mercato a 17 centesimi per euro.

Queste operazioni, consentono, a società di gestione o a fondi esteri, di subentrare nella posizione creditoria delle banche che li dismettono permettendo, così, di rilevare il credito e in prospettiva futura, anche la proprietà.

Riunione vertici forze di poliziaLa disparità dei sistemi normativi nazionali rischia di esporre i Paesi più colpiti e che non dispongono di efficaci misure antiriciclaggio, ad un pericolo finanziario reale, in quanto la criminalità organizzata riesce ad infiltrarsi ed operare attraverso quegli Stati che hanno sistemi più vulnerabili.

Fondamentale nell’incontro determinare e valutare i reali rischi finanziari, e la  condivisione delle informazioni.

A tal proposito, Europol ha annunciato la creazione di un nuovo centro europeo dedicato al crimine economico e finanziario con 65 esperti ed analisti. La missione è la lotta al crimine finanziario, facilitato per altro, dall’aumento dell’uso della Rete in periodo di pandemia.

Olivia Petillo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: