Serie A

SERIE A. INTER E LAZIO CHE PASTICCIO, LA JUVE SI ALLONTANA. IL TORO RITROVA LA VITTORIA.

Undici gol in sole due partite è il bilancio che condanna Inter e Lazio.

La ventisettesima giornata di campionato inizia con un rombante Milan che stende 4 a 1 il Lecce, il pareggio tra Fiorentina e Brescia per 1 a 1 che consegna un punto importante a tutte e due e la vittoria netta di 2 a 0 della Juventus in casa del Bologna, con i gol dei soliti Ronaldo e Dybala.

Ritorna alla vittoria anche il Cagliari, a Ferrara batte per 1 a 0 la Spal con gol di Simeone, un ritorno infuocato da parte sua. Il Napoli passeggia a Verona contro l’Hellas e ne segna due, nel primo tempo con Milik al 38′ e nel secondo al 90′ con Lozano. Altra grande impresa della corazzata Parma che a Genova contro i rossoblu, stravince 4 a 1 con tripletta di Cornelius, entrando di diritto nella storia grazie alla doppia tripletta, tra andata e ritorno, rifilata al grifone, sono pochi i calciatori che sono riusciti a compiere un gesto simile.

E’ festa granata all’olimpico di Torino, Belotti torna al gol dopo un digiuno lunghissimo consegnando i tre punti alla squadra, riuscendo ad allontanarla dalle vicinanze alla zona retrocessione. L’Udinese prova a reagire al confronto ma torna a casa a secco, il risultato finale è di 1 a 0. La Roma chiude con un bel 2 a 1 sulla Sampdoria con doppietta di Dzeko.

Inter 3-3 Sassuolo

Se la prima della classe ha brillato a Bologna, Inter e Lazio si leccano le ferite. I neroazzurri, in casa, contro il Sassuolo fanno di tutto pur di non segnare, clamorosi gli errori di Candreva e Gagliardini davanti alla porta. A Milano finisce 3 a 3 in una gara fuori dal mondo, il Sassuolo passa in vantaggio al 4′ con Caputo ma Lukaku su rigore risponde al 46′. Nella ripresa, dopo un minuto Biraghi segna il due a uno e sembra che la partita dovesse finire così, ma dall’80esimo inizia l’inferno. All’81esimo il Sassuolo mette in ordine il risultato su rigore con Berardi. All’86’ di prepotenza l’Inter trova il gol del 3 a 2 con Borja Valero, la partita sembra ormai chiusa ma ecco che di nuovo gli emiliani buttano il cuore oltre l’ostacolo e trovano il definitivo 3 a 3 con Magnani. L’Inter non crede ai propri occhi ma deve colpevolizzarsi sugli errori difensivi che hanno permesso al Sassuolo di vivere una serata magica.

Atalanta 3-2 Lazio

Dopo il pareggio clamoroso dei neroazzurri la Lazio può gestire l’incontro per portarsi a casa i tre punti e staccare così la squadra di Conte, difronte a loro però l’Atalanta non è della stessa idea. La Dea arriva a Roma con un obiettivo, vincere, ma al quinto si complica la vita con l’autogol di De Roon e successivamente all’11° lasciano Milinkovic-Savic raddoppiare. La serata però devia incredibilmente e la Lazio si ritrova sotto nel punteggio e senza i tre punti. Al 38′ Gosens riapre la gara mandando tutti negli spogliatoi sul risultato di 2 a 1. Nella ripresa, al 66′ Malinovskiy pareggia i conti facendo entrare in confusione i giocatori di Inzaghi che all’80’ non intervengono su Palomino che colpisce indisturbato completando la rimonta dell’Atalanta, è 3 a 2 a Bergamo. Finisce così, i bergamaschi ora sono a -4 dall’Inter.

Una giornata regalata da parte dell’Inter e Lazio che lasciano fuggire la Juventus, da venerdì si riparte con la sfida facile dei Bianconeri contro il Lecce, i laziali ospitano la Fiorentina e i neroazzurri partono per la sfida a Parma.

Categorie:Serie A, SPORT

Con tag:,,