CRONACA

CORONAVIRUS. 38 CONTAGIATI E DUE MORTI. A MILANO SOTTO OSSERVAZIONE DUE PERSONE.

Si è appena conclusa la conferenza stampa presieduta da Giulio Gallera, assessore al welfare, e Attilio Fontana, presidente di regione.

La regione Lombardia, ormai da 48 ore sotto i riflettori per il Coronavirus, fa chiarezza su infetti e morti. Sono 40 le persone colpite, due delle quali decedute. La signora di 77 anni deceduta in casa è risultata positiva al test ma era soggetta ad altre patologie.

Trapelate notizie anche di pazienti al San Raffaele di Milano, i sospetti sono sotto esami, non è sicuro il contagio. Nel frattempo è in attesa per la messa a disposizione delle caserme militari per lo spostamento dei malati per la quarantena.

Nessun allarme per le zone bianche della Lombardia, dove non sono stati segnalati contagi, rimangono sotto controllo i focolai del Lodigiano. A Pavia è ricoverato l’uomo di 38 anni, le quali condizioni restano critiche ma stabili. Eventi, manifestazioni e gare di campionato sospese, nei paesi focolai serrande chiuse e gente asserragliata in casa.

Giulio Gallera riguardo alla ragazza di Cremona dichiara ”è un caso di contagio singolo, la ragazza ha un collegamento di rapporto con l’ospedale di Codogno quindi sicuramente l’ha preso lì”.

Attilio Fontana ”Sono state fatte proposte per agire e per isolare i focolai,e il governo nelle prossime ore dovrebbe darci risposta” – continua – ” i numeri precisi sono di 39 persone contagiate in regione, una delle quali deceduta, la donna di 77 anni rinvenuta in casa e positiva al test”.