Mese: novembre 2019

ALESSANDRIA. TROVATA MORTA ROSANNA PARODI, TRASCINATA DAL BORMIDA IN PIENA.

Rosanna Parodi, 52 enne, apprezzata e simpatica lavoratrice della locale casa di riposo, travolta dalle acque del Bormida nei pressi di Sezzadio (Al), è stata trovata morta dai vigili del fuoco.

foto archivio

Durante il tragitto per raggiungere la casa di riposo aveva parcheggiato la sua macchina vicino ad una cascina con l’intenzione di proseguire a piedi, ma il livello della piena dell’acqua del Bormida si è alzato e l’ha sorpresa trascinandola nonostante fosse aggrappata all’auto.

I vigili del fuoco hanno sorvolato la zona con l’elicottero nella speranza di ritrovarla viva, ma nel tardo pomeriggio la donna è stata individuata e il suo corpo recuperato.

ALESSANDRIA. MALTEMPO, ALLARME IN TUTTO IL TERRITORIO DELL’ALESSANDRIA.

La memoria torna alle immagini dell’ultima esondazione nei territori di Felizzano, Masio,Solero e che per pochi centimetri non ha esondato e invaso la città di Alessandria.

Una donna di Sezzadio è stata travolta dalla piena mentre si recava al lavoro e di lei, a questo momento si sono perse le tracce nonostante che le ricerche siano state immediatamente attivate.

Le immagini che proponiamo sono quelle dell’ultima esondazione del Tanaro, evento che è parzialmente avvenuto in questi giorni.

ROMA. MINACCE DI MORTE A ILARIA CUCCHI DA SOSTENITORI DI MATTEO SALVINI.

Un sostenitore Matteo Salvini ha minacciato con un post su facebbok di morte la sorella di Stefano Cucchi, ucciso da due carabinieri condannati a una pesante pena detentiva, Ilaria Cucchi: “Qualcuno ti metterà un proiettile in testa”

La donna che è riuscita dopo anni di lotta contro deviazioni e depistaggi a far condannare gli assassini di suo fratello Stefano Cucchi è stata minacciata di morte con un post su facebbok da un sostenitore di Matteo Salvini.

Ilaria Cucchi ha interrogato il leader della Lega Matteo Salvini che cosa pensa di questo post: “Chiedo a Matteo Salvini e a tutti gli iscritti alla Lega cosa pensano di questo post. Dato che viene da un soggetto che ha un profilo nel quale si dichiara loro sostenitore. Non posso far altro che denunciare ma mi rendo conto che difronte a tutto questo io e la mia famiglia siamo senza tutela”.

Ilaria Cucchi che ha anche allegato l’immagine del post di un utente che scrive: “qualcuno le metterà una palla in testa prima o poi”. Il post sarebbe stato segnalato alla polizia per verificare l’ account dell’utente segnalato e avviare le indagini per le minacce contenute sul post.

Il messaggio di morte è arrivato a 24 ore dalla querela nei confronti di Matteo Salvini. Ilaria era tornata a chiedere di interrompere l’indegno “spettacolo” che l’ex ministro sta facendo “sulla pelle” della famiglia Cucchi, depositando ufficialmente la querela contro l’ex vicepremier e contro chiunque infanghi il nome di Stefano.

Il post di minaccia a Ilaria Cucchi è stato pubblicato da un odiatore seriale, account presumibilmente creato ad hoc per diffondere messaggi diffamatori e minacce sui social, come troppo spesso accade.

Ma quello rilanciato da Ilaria Cucchi non è l’unico messaggio minatorio indirizzato alla donna, tirata in ballo già il 19 novembre scorso, commentando l’intenzione della sorella di Stefano di querelare Salvini: “Insistendo, insistendo otterrà quello che vorrà” e in aggiunta l’emoticon di un diavolo mentre altri post sono stati postati contro il movimento delle Sardine.

Sempre dallo stesso account in un paio di messaggi auspicava un attentato alle moschee o al parlamento europeo tanto da essere sospeso da Facebook più di una volta.

ALESSANDRIA. MALTEMPO, IL TERRITORIO SI SBRICCIOLA: ESONDA IL BORMIDA, SULLA A6 TORINO SAVONA CROLLA IL VIADOTTO.

Ad Alessandria il fiume Bormida è esondato, all’atezza del casello Al-sud, e invaso la corsia di decelarazione della A26 e i terreni circostanti. Ad Altare crolla il viadotto della A6 Torino Savona.

Lo svincolo autostradale di Alessandria Sud è stato chiuso al traffico in seguito all’esondazione del fiume Bormida che ha allagato i terreni circostanti e tratti dello svincolo autostradale.

La corsia di decelerazione che porta al casello della A26 è stata completamente allagata, lo stesso per i campi circostanti da cui spunta il tetto di un auto completamente sommersa dall’acqua. Gli occupanti sono riusciti a mettersi in salvo prima di essere travolti dall’acqua.

Ad Altare(SV) un viadotto dell’autostrada A6 Torino-Savona è crollato, il bivio poco fa, il bivio tra le autostrada A6 e A10 è stato chiuso.

Viadotto crollato all’autostrada A6 Torino-Savona

Il crollo del viadotto sull’A6 Torino-Savona, tra Savona e Altare, in direzione Torino sta creando problemi e disagi alla viabilità, chiuso il bivio tra la A6 e la A10.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco che stanno scavando tra le macerie per cercare eventuali vittime rimaste coinvolte nel crollo.

CILE. I GOLPISTI HANNO ELIMINATO UNA TESTIMONE SCOMODA. UCCISA LA FOTOGRAFA ALBERTINA MARTINEZ BURGOS

La repressione in Cile non conosce limiti e dopo l’assassinio di” El Mimo” un altra testimone scomoda delle proteste e della violenta repressione contro gli oppositori è stata eliminata dai golpisti cileni.

In Cile un’altra donna è stata uccisa e il suo cadavere è stato ritrovato nel suo appartamento dal quale sono stati sottratti il Pc e la macchina fotografica.

La fotografa Albertina Martinez Burgos dopo El Mimo è stata uccisa per aver partecipato e ripreso le manifestazioni di piazza in Cile è la polizia sta facendo finta di indagare sull’omicidio con cui è stata eliminata una testimone scomoda della violenza dei carabineros cileni e dll’esercito.

Le sono stati rubati la macchina fotografica e il computer su cui conservava le immagini scattate.

La denuncia è stata diffusa dal gruppo Coordinadora Niunamenoschile: “Hanno trovato morta Albertina Martinez Burgos”, una fotografa che ha ripreso più volte quanto successo durante le proteste in Cile.

Le sono stati sottratti gli scatti e il materiale che testimoniano le azioni della polizia contro le donne giornaliste e fotografe.

Il ritrovamento del cadavere è stato confermato anche dalla tv cilena 24 horas, dopo che da giorni la fotografa aveva cessato i contatti con i suoi parenti, che preoccupati per il silenzio della donna si sono recati nell’appartamento di Albertina, ma senza avere risposta.

Il giornale argentino El Clarin ha confermato la notizia spiegando che la donna è stata trovata ne suo appartamento nel quale è stato possibile entrare solo grazie all’intervento di un fabbro.

Sul corpo della donna a terra presentava evidenti segni di pugnalate, sparita la macchina fotografica, il computer e alcuni oggetti di valore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: