Mese: novembre 2019

QUARGNENTO. STRAGE A QUARGNENTO: TRE VIGILI DEL FUOCO UCCISI SENZA NESSUN MOTIVO.

Quanto vale la vita di un Vigile del Fuoco, di un poliziotto, di un operaio eo di uno studenti? Non crediamo che si possa monetizzare la vita umana, ma tutti noi possiamo impegnarci perché la vita sia tutelata in tutti luoghi di lavoro, dalla fabbrica alla scuola fino a chi si quotidianamente si impegna per garantire la sicurezza delle persone.

Matteo Gastaldo, 46 anni, Marco Triches, 38 anni e Antonio Candido,32 anni, come tutti i giorni si sono recati al lavoro nella caserma dei pompieri di Alessandria, ma non potevano certo immaginare che quello sarebbe stato il loro ultimo turno di lavoro. Il dovere di un Vigile del Fuoco è quello di intervenire per garantire la sicurezza delle persone. E’ mezzanotte quando in paese si ode un boato tremendo che fa svegliare molti quargnentini che abitano nelle vicinanze del cascinale in strada Ronco a Quargnento.

L’intervento dei vigili del fuoco è immediata, i carabinieri acquisiscono le testimonianze dei vicini, ma ad un tratto una seconda esplosione squassa il cielo e intrappola sotto le macerie i tre Vigili del Fuoco, un quarto resta ferito insieme ad un e carabiniere.

I motivi dell’esplosione sono ancora al vaglio degli inquirente che non escludono un atto doloso come le voci circolate nel primo pomeriggio in paese: “tra i motivi non si può escludere un tentativo di truffa all’assicurazione, ma è una ipotesi molto remota perché il ritrovamento di un timer farebbe escludere la possibilità di un risarcimento ai danneggiati”. Altra ipotesi su cui si stanno appuntando le chiacchiere in paese è quella di un avvertimento di anonimi “usurai” nei confronti del proprietario del cascinale appena ristrutturato e messo in vendita.

Il proprietario del cascinale da due anni vive in Alessandria dopo aver ceduto l’azienda di cavalli che gestiva alle porte di Quargnento, ma lo ripetiamo, a scanso di equivoci, sono solo ipotesi e chiacchiere di paese senza alcun fondamento e senza alcuna prova concreta che possa confutare queste ipotesi.

L’unica cosa certa in tutta questa vicenda è che a Quargnento si è consumata una strage il giorno dopo la festa delle forze amate e della fine della prima guerra mondiale che ha provocato milioni di morti in tutta Europa.

Le forze politiche, le amministrazioni comunali, i sindacati hanno reso omaggio alle vittime di Quargnento con messaggi e comunicati che sottoscriviamo completamente:

le foto sono della Protezione Civile

Oggi tutta Italia parla dei tre pompieri alessandrini ma nessuna parola li riporterà tra noi. E i loro sorrisi nelle foto sono spiazzanti, sono lo stridore più macabro di una storia senza un senso, lo stesso stridore che si avvertiva questa notte mentre le ruspe graffiavano i ruderi di quella cascina, alla ricerca speranzosa di Matteo Gastaldo, l’ultimo pompiere trovato morto, travolto dalle macerie. Poi il silenzio, mentre la notte grondante acqua virava verso una mattina dal sole tiepido. Le foto di Matteo, Marco e Antonio sono il simbolo di lavoratori che ogni giorno si affannano per rendere migliore il Paese. Il loro sorriso e la bellezza dei loro occhi rendono ancora più grande il punto interrogativo di una morte che non ha spiegazione, qualunque sia quella che si troverà.

Antonio Candido aveva solo 32 anni, sposato dal solo un anno, ed era pompiere da sempre, figlio di un Vigile del Fuoco e che solo a giugno su facebook scrisse dopo la  morte di un collega: “Quanto vale la vita di un Vigile del Fuoco?” Antonio era originario di Reggio Calabria e viveva ad Albenga.

L’altro eroe era Marco Triches, 38 anni, di Alessandria, sposato con un bimbo piccolo. Amava la fotografia ed era pronto ad aiutare il prossimo come testimoniato durante il terremoto che colpì Arquata del Tronto. In quella tragedia partì per andare ad aiutare le popolazioni colpite.

Infine Matteo Gastaldo, 46 anni, residente a Gavi, anche lui con una bimba piccola. Protagonista nelle operazioni di soccorso durante il maltempo e determinante in molte operazioni importanti come quando salvò una donna che aveva tentato il suicidio gettandosi in un pozzo.

Antonio, Marco e Matteo non torneranno più a casa e oggi tutti li chiameranno eroi. Ma loro eroi lo erano già. Oggi, semplicemente, lo sono ancora di più.

Alessandria, 5 novembre 2019

Comunicato Stampa

Il cordoglio di Alessandria per la tragedia di Quargnento

L’Amministrazione Comunale di Alessandria esprime profondo cordoglio per la tragedia che ha colpito questa notte, a Quargnento, il Corpo dei Vigili del Fuoco della nostra Città.
Alessandria ricorda il sacrificio dei tre Vigili del Fuoco deceduti nel generoso svolgimento del loro lavoro ed esprime al Corpo dei Vigili del Fuoco e alle Famiglie delle Vittime sentite condoglianze.
La solidarietà va anche ai Feriti e ad essi Alessandria manifesta profonda vicinanza e l’auspicio di una rapida guarigione.
Il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, nell’abbracciare le Famiglie delle Vittime e tutto il Corpo dei Vigili del Fuoco, dichiara che «la Comunità alessandrina è sinceramente costernata e anche allibita per quanto è successo questa notte a Quargnento. Ho prontamente telefonato al Comandante dei Vigili del Fuoco per esprimere la vicinanza e il cordoglio dell’intera Amministrazione Comunale e, nella consapevolezza del generoso servizio che i Vigili del Fuoco svolgono quotidianamente per il nostro territorio, gli ho chiesto in quale modo possiamo essere concretamente di aiuto in questo triste momento. La sua indicazione è stata quella di manifestare particolare sostegno e vicinanza soprattutto alle Famiglie delle Vittime e, su questa linea, gli ho assicurato che ci saremmo da subito attivati».

Alessandria, 5 novembre 2019

Comunicato Stampa

Bandiere a mezz’asta per la tragedia di Quargnento

L’Amministrazione Comunale di Alessandria, a seguito della tragedia che ha colpito il Comune di Quargnento, ha disposto di far posizionare a mezz’asta le bandiere sulla facciata del Palazzo Comunale e sugli altri Edifici Comunali.
È intenzione del Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco proclamare il lutto cittadino in occasione dello svolgimento delle esequie dei Vigili del Fuoco deceduti.

EROI O MARTIRI?

Nella notte tra il 4 ed il 5 Novembre, intorno alle 2.00, nell’Alessandrino, si è consumata una tragedia che rimarrà indele bile nella memoria di tutti i Vigili del Fuoco. Durante le operazioni di sp egnimento di un incendio in una cascina sita a Quargnento si sono verificate esplosioni che hanno coinvolto i soccorritori portando tragicamente il b ilancio delle vittime a tre Vigili del Fuoco deceduti e due Vigili del Fuoco ed un Carabiniere gravemente feriti e prontamente trasportati agli ospedali di A lessandria ed Asti. Le vittime avevano 47, 38 e 32 anni. Il primo sentimento che i ntendiamo esprimere è di infinita tristezza per quanto accaduto, di profondo cordoglio per le famiglie delle vittime, famiglie che ben conosciamo, perch é nel nostro lavoro di dipendenti pubblici, oltre ad essere colleghi, siam o compagni di squadra, ma soprattutto e profondamente amici di famiglia. Il secondo è un sincero augurio di pronta e totale guarigione per i tre fer iti, due Vigili del Fuoco ed un Carabiniere, coinvolti nell’esplosione. Si aggiunge però, al dolore per il lutto subito, la rabbia perché ci sentiremo chiamare di nuovo eroi dai cittadini, che amiamo e difendiamo, e dalla politica, che non fa a ltro che fare promesse ed usarci per illuminare la propria immagine, promesse però che di fatto non mantiene mai. Siamo dipendenti pubblici senza le t utele minime riconosciute a tutte le altre categorie di lavoratori, SENZA COP ERTURA INAIL, e pertanto i nostri colleghi feriti dovranno sostenere le spese mediche relative a questa tragedia. Questo non è più accettabile! Sia mo i pompieri con le retribuzioni più basse tra i vigili del fuoco d’ Europa e mettiamo a rischio la nostra vita per quello che noi non consideriam o un lavoro ma una passione: prestare soccorso. A riflettori spenti l a politica si dimenticherà nuovamente del grido di allarme che da tempo ed insistentemente noi come FP CGIL Piemonte stiamo lanciando. Per favor e non chiamateci più EROI perché, a pensarci bene, sembriamo sempre un p o’ di più MARTIRI. La politica certamente se lo dimenticherà, ma noi purt roppo ce lo ricorderemo, per sempre. 05 Novembre 2019

Cisl e FNS Cisl Alessandria-Asti
NOTA STAMPACORDOGLIO DELLA CISL E FNS ALESSANDRIA-ASTI PER LA TRAGICA MORTE DI TRE VIGILI DEL FUOCO A QUARGNENTO
La CISL e la FNS Cisl (Federazione Nazionale Sicurezza) di Alessandria-Asti esprimono dolore e profondo cordoglio per la tragica esplosione di una cascina a Quargnento (AL) che ha causato la morte di tre Vigili del Fuoco, il ferimento di altri due colleghi e di un Carabiniere.“Non ci sono parole per esprimere il nostro dolore e rabbia, siamo sconvolti e increduli, perché questa notte abbiamo perso tre amici e colleghi, tutti giovani“, le parole di Gian Pietro FERASIN, Vigile del Fuoco e Segretario generale FNS Cisl Alessandria-Asti.“Nell’attesa di conoscere l’esatta dinamica dell’accaduto, visto che non è esclusa l’origine dolosa dell’esplosione, stiamo aspettando l’arrivo del Comandante nazionale del Corpo Vigili del Fuoco. In questo momento non possiamo fare altro che restare vicini ai familiari delle vittime ed ai colleghi”.“Tutta la Cisl di Alessandria-Asti si unisce al dolore dei colleghi della FNS Cisl Alessandria-Asti ed ai familiari di queste persone, tre uomini che hanno perso la vita mentre svolgevano il proprio lavoro, un lavoro che ogni giorno permette di mettere in sicurezza la vita di tante persone. Esprimiamo inoltre vicinanza all’Arma dei Carabinieri ed ai feriti ricoverati all’ospedale”, aggiunge Marco CIANI, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti.

Paola ToriggiaUfficio stampa Cisl Alessandria-Astitel. 0131.204762 (-711 centralino)Via Tripoli 14- 15121 Alessandria-> Nuovo SITO Cisl Al-ATFACEBOOK:Cisl Alessandria-Asti

05112019_111546_0.gif

NEW YORK. ITALIAN MOVIE AWARD 2019 PER IL 500° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI LEONARDO DA VINCI.

ITALIAN MOVIE AWARD | XI EDIZIONE 2019

THE PALEY CENTER FOR MEDIA | FRANK A BENNACK THEATER

25 W 52nd ST, MANHATTAN  | NEW YORK 19 NOVEMBRE 2019 ORE 18:30

L’XI edizione del Italian Movie Award ® Festival Internazionale del Cinema Italiano All’Estero dedicata al 500° anniversario dalla scomparsa di Leonardo da Vinci. Il Festival, come ogni anno è stato presentato il 20 maggio a Cannes presso l’Italian Pavilion in occasione del Festival De Cannes. La kermesse è poi proseguita a Pompei dal 27 luglio al 4 agosto e si concluderà a New York il 19 novembre alle ore 18:30. Il Festival torna dopo il grande successo di pubblico e critica ottenuto durante le celebrazioni in occasione della X edizione con oltre 32.000 presenze nella storica Città di Pompei ad agosto e il grande successo in occasione della cerimonia di premiazione a New York, trasmessa dalle reti Mediaset Iris, Extra e Mediaset Italia, superando 1 milione di ascoltatori in Italia e all’estero. Il Festival a Pompei ha visto la presenza di Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Vinicio Marchioni, Ludovica Nasti, Luca Ward, Paolo Conticini, Maurizio Casagrande, Diana Del Bufalo, Giorgio Tirabassi e Sergio Muniz. Anche quest’anno il festival ha goduto di una straordinaria cornice di pubblico con oltre 5.000 presenze.

A New York si assegneranno i premi per le migliori opere del cinema italiano all’estero. Nuovo e originale format del festival che sta riscuotendo grande successo tra il pubblico e soprattutto, tra gli addetti ai lavori. Per l’evento Newyorkese il 19 novembre 2019 alle ore 18:30 presso il Frank A. Bennack Theater del The Paley Center For Media di Manhattan alla 52nd St e la Fifth Avenue sono attesi grandi nomi del cinema nazionale e internazionale. Il momento più importante sarà la consegna del premio speciale “Roots” all’attore e regista italo-americano John Turturro. Sono inoltre attesi tanti ospiti e premiati come: Claudio Bisio, Paola Cortellesi, Valentina Lodovini, Massimiliano Gallo, Ludovica Nasti, Enzo Sisti, Francesco Panella, Sally Fischer e tanti altri. Anche quest’anno ad affiancare il presidente e direttore artistico Carlo Fumo ci sarà Luca Abete, celebre conduttore del festival dal 2009. 

Al termine dell’evento è stata organizzata una cena di Fundraising presso la Gnoccheria Wall Street a cura del ristoratore Michele Iuliano in favore della “Ricerca Contro il Cancro” da parte dello Sbarro Health Research Organization www.shro.org diretto dal ricercatore e oncologo Antonio Giordano.  Appuntamento il 19 novembre alle ore 21:30 in 100 Broad St (entrata da Bridge St)New York, NY 10004, USA. Sarà possibile degustare un menù esclusivo a 200$ per persona (tax deductible) per partecipare bisogna cliccare il sull’invito sottostante e seguire le istruzioni. I partecipanti che avranno prenotato entro il 15 novembre riceveranno l’invito esclusivo per la cerimonia di premiazione del 19 novembre presso il The Paley Center For Media.

 Per la categoria lungometraggi sono: “La Paranza Dei Bambini” di Claudio Giovannesi; “Il Traditore” di Marco Bellocchio; “Martin Eden” di Pietro Marcello; “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone; “5 E’ Il Numero Perfetto” di Igor Tuveri.

  Per la categoria documentari: “Arrivederci Saigon” di Wilma Labbate; “Selfie” di Agostino Ferrente; “Io, Leonardo” di Jesus Garces Lambert; “Diabolik Sono Io” di Giancarlo Soldi; “Dafne” di Federico Bondi.

– Per la categoria cortometraggi: “Anna” di Federica D’Ignoti; “Im Baren” di Lilian Sassanelli; “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio; “Roba Da Grandi” di Rolando Ravello; infine “Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza già vincitrice del premio speciale Intel per il miglior cortometraggio di animazione.

– New entry di questa edizione le nomination per la categoria serie tv: “L’Amica Geniale” di Saverio Costanzo; “Suburra” (2° stagione) di  Andrea Molaioli e Piero Messina; “Gomorra” (4° stagione) di Francesca Comencini e Claudio Cupellini ; “The New Pope” di Paolo Sorrentino. “Made In Italy” di Luca Lucini e Ago Panini.

– Altra importante novità le nomination per il premio Best Location: Comune di Matera per “007-No Time To Die” di Cary Fukunaga; Comune di Firenze per “Six Underground” di Michael Bay; Comune di Maiori (SA) per “Tenet” di Christopher Nolan; Comune di Torino per “The King’s Man – Le Origini” di Matthew Vaughn; Comune di Napoli per “Maria Maddalena” di Garth Davis;

– Grazie alla collaborazione con il festival “I Sassi D’Oro” di Matera sono state pubblicate anche le nomination Best Crew, premio alle migliori maestranze del cinema italiano a livello internazionale: a Carmine Guarino (Scenografia) per “Il Vizio della Speranza” di Edoardo De Angelis; a Michele D’Attanasio (Fotografia) per “Capri – Revolution” di Mario Martone; a Angelo Bonanni (Sonoro) per “Il Primo Re” di Matteo Rovere; a Jacopo Quadri (montaggio) per “Il Sindaco del Rione Sanità” di Mario Martone; a Daria Calvelli (Costumista) per “Il Traditore” di Marco Bellocchio;

Infine i premi speciali già assegnatiall’attore Pierfrancesco Favino il premio “Best Actor” per il film “Il Traditore”; all’attorice Paola Cortellesi il premio “Best Actress”;  al regista Mario Martone il premio “Best Director”; all’attore e regista italo-americano John Turturro il premio alla carriera “Best Roots”;  Medusa Film Spa per la miglior distribuzione all’AD Giampaolo Letta; comedy award all’attore Claudio Bisio per “Bentornato Presidente” di Giancarlo Fontana, Giuseppe Stasi; e i premi per la promozione del Made in Italy alla serie tv “Little Big Italy” di Francesco Panella, al produttore Enzo Sisti e alla celebre PR newyorkese Sally Fischer; Infine per il successo di ascolti al docu-film “Chiara Ferragni – Unposted” di Elisa Amoruso.

ALESSANDRIA. BARGI FA VOLARE IL CAMPOMORONE. L’ACF DECIMATA DAGLI INFORTUNI.

Bargi di prepotenza prende in mano il Campomorone e asfalta le avversarie.

Ancora una sconfitta per l’Acf Alessandria che decimata dagli infortuni scende in campo senza l’attacco. Alle ”Ex Casermette” si presenta un forte Campomorone accompagnato dalla capocannoniere Caterina Bargi.

La partita si scalda subito e le ragazze liguri passano in vantaggio al 3′ minuto, Bargi supera la difesa e sola davanti al portiere non si fa distrarre e appoggia il pallone in rete. Sarà l’inizio di una prestazione da incorniciare per lei.

L’Acf subito il colpo non molla e tenta più volte di impensierire la difesa biancoblu che risponde presente e blocca le iniziative offensive. Il Campomorone non accelera e gestisce il gioco cercando di aprire dei varchi. Nel giro di cinque minuti le ospiti con due incursioni colpiscono i due pali della porta difesa da Alice Fara, autrice di altrettante parate. Al 20′, proprio grazie ad uno spazio lasciato libero, Caterina Bargi si insinua in area e insacca in scioltezza.

Il tempo scorre inesorabile e l’Acf non riesce a bucare la difesa avversaria finendo il primo tempo sul risultato di 2 a 0.

Il secondo tempo comincia sulle false righe del primo, Campomorone padrona del campo e Alessandria costretta a difendere. Al 5′ minuto il Mister Barbesino cerca di cambiare le sorti la storia della partita sostituendo Orlandi e Quandi, al loro posto Pironti e Tascheri. Proprio Ginevra Pironti si rende protagonista di una stupenda discesa dalla sinistra lasciando dietro di se il difensore ma al momento del cross perde il tempo di battuta e si fa recuperare guadagnando il calcio d’angolo.

Venti minuti di ripresa e il Campomorone affonda il terzo gol, Tripletta della capitana Caterina Bargi, 11 gol in 5 partite per l’attaccante. Dopo la rete il match rallenta e la gestione passa rimane a metà campo.

Nei minuti 30 e 38 altre tre sostituzioni, stavolta costrette, per il mister delle grigionere: Martina Luison, Chiara Mensi e Rita Porcella si fermano per risentimenti muscolari, sostituite da Elena Giorgianni, Anna Coppo e Mara Curone.

Al 43′, quarta rete ligure, da calcio d’angolo la numero 8 De Luca sigla il 4 a 0 finale. La sua rete crea proteste da parte delle calciatrici dell’Acf Alessandria per via di un presunto fallo di mano da parte delle avversarie, l’arbitro assegna comunque il gol.

Per l’Acf finisce il calendario di fuoco, settimana prossima le ragazza di Barbesino affronteranno in trasferta le Bergamasche del Speranza Agrate, una sfida sulla carta alla pari e le ragazze alessandrine dovranno assolutamente entrare in campo concentrate e con la cattiveria giusta.

VALENZA(AL). INCONTRO DIBATTITO”VERSO IL KURDISTAN”

Alessandria, 2 novembre 2019

Il Kurdistan a Valenza

Un territorio di attualissimo e tragico interesse sarà al centro dell’incontro-dibattito che si svolgerà a Valenza, nei locali dello SPI CGIL in via Piemonte 5, la sera di giovedì 7 novembre alle ore 21. L’associazione alessandrina “Verso il Kurdistan”, che da decenni ormai è impegnata a sostegno della popolazione curda in territorio turco ma non solo, illustrerà, anche attraverso un breve filmato commentato da Lucia Giusti, la situazione del campo profughi di Makhmur (in Iraq), così come è loro apparsa nel recentissimo viaggio, fatto ancora una volta nell’ambito di un intervento di solidarietà: l’acquisto di un’ambulanza per il campo profughi.

Alla locandina con cui si annuncia l’incontro ha collaborato il noto artista valenzano Ezio Campese.
L’ingresso è libero. La cittadinanza è invitata.

ASTI. MEDITAZIONE PER MADRE TERRA IL 5 NOVEMBRE 2019.

La Scuola di Kemò-vad “Sole Nero” e SOS Gaia Asti

presentano

MEDITAZIONE per MADRE TERRA

Dedicata al Pianeta e a tutti i suoi Figli

Condotta con la Nah-sinnar, la Musica del Vuoto                                degli antichi Druidi

eseguita al flauto da Giancarlo Barbadoro

La Meditazione sarà preceduta da una lettura di poesie,

al termine estrazione delle gemme propiziatorie.

Concluderanno la serata dolcetti e bibite

Martedì 5 novembre 2019   Ore 21,15

presso La Grotta di Merlino   Via G. Aliberti 43   Asti   

Ingresso libero

Ogni primo martedì del mese tantissime persone meditano in contemporanea in tutto il mondo: è l’iniziativa della Meditazione Planetaria, promossa dalla Ecospirituality Foundation Onlus.

Un’occasione per condividere un momento di silenzio, dedicato al benessere del Pianeta e di tutti gli esseri che lo popolano.

Occasione in cui la Scuola di Kemò-vad “Sole Nero” e Sos Gaia invitano, presso la Grotta di Merlino di Asti, a una Meditazione condotta con la Nah-sinnar, la Musica del Vuoto degli antichi Druidi, oggi riproposta da Giancarlo Barbadoro.

Per informazioni:

La Grotta di Merlino Via G. Aliberti 43 Asti

Tel. 0141.598403   335.5339623    331.5660650

ecospiritualityasti@libero.it 

www.kemovad.org   www.sos-gaia.org    www.eco-spirituality.org   www.giancarlobarbadoro.net

E’ un’iniziativa della ECOSPIRITUALITY FOUNDATION Onlus, NGO in Consultative Status with the United Nations