Mese: novembre 2019

ROMA. POLIZIA DI STATO. RAPINE E FURTI IN VILLA.

Rapine e furti in villa, sgominata banda con base a Roma: 6 arresti

refurtiva roma

Una banda di sei persone sospettate di essere responsabili di rapine e furti in ville del centro nord Italia sono state arrestate dai poliziotti del Commissariato Aurelio a Roma.

La banda specializzata in furti in villa era composta da cittadini albanesi ed è stata fermata nell’ambito dell’operazione “Massa San Giuliano”.

Nove persone sono state denunciate a piede libero. I rapinatori avevano le basi operative dei quartieri periferici di Tor Bella Monaca e Ponte di Nona, alla periferia di Roma, in alcune case popolari.

I rapinatori entravano in azione esclusivamente di notte e si spostavano da roma nelle città del centro nord Italia per compiere furti e rapine.

Spesso i rapinatori commettevano i reati anche in presenza di persone nelle case da rapinare e oltre a denaro e oggetti preziosi i ladri prendevano le chiavi delle autovetture delle vittime che utilizzavano in seguito per i loro spostamenti e commettere i altri furti.

L’indagine iniziata circa un anno fa, in seguito all’arresto di alcuni degli stessi che sono stati arrestati di oggi, mentre operavano “un cambio macchina” dopo aver commesso un furto nei comuni di Trevignano e Bracciano (Roma). Ma in quella circostanza gli indagati erano riusciti a fuggire.

I malviventi riuscivano a guadagnare, in un solo inverno, più di un milione di euro. Nei loro tragitti si spostavano con autovetture “pulite” e solitamente nascondevano le auto rubate, tutte di grossa cilindrata, nei luoghi più disparati della Capitale: parcheggi di ospedali o in box privati.

Grazie a una rete di complici, la refurtiva, gli attrezzi atti allo scasso, i lampeggianti, gli scanner, i telefoni cellulari completi di schede nonché l’attrezzatura per commettere i furti venivano nascosti in un terreno.

Durante l’indagine i poliziotti hanno sequestrato una decina di Audi rubate, orologi Rolex, Cartier, Gucci e di altre marche prestigiose, numerosi gioielli d’oro, diamanti ed altri preziosi, nonché borse ed oggetti di pregio che venivano utilizzati dalle compagne degli arrestati.

ALESSANDRIA. #GOBLUE#-UN MONDO DIPINTO DI BLU.

Alessandria, 15 novembre 2019

Comunicato Stampa

Alessandria partecipa a #Go Blue – un mondo dipinto di blu: l’iniziativa dell’UNICEF per celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza Il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco ha accolto l’invito pervenuto da Paola Golzio , Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Alessandria, per inserire Alessandria nel novero delle Città italiane aderenti all’ iniziativa dell’UNICEF #Go Blue: un mondo dipinto di blu . Si tratta di un progetto avviato nel mondo nel novembre dello scorso anno mediante il quale – in occasione della data del 20 novembre ossia della Giornata mondiale dell’infanzia – l’UNICEF invita ad illuminare di blu dei monumenti simbolici delle città per chiedere che per ogni bambino, bambina e adolescente ogni diritto sia garantito e realizzato. Il prossimo 20 novembre 2019 non è una data qualsiasi: si celebrano infatti i trent’anni dall’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (CRC) e Alessandria , dal 19 al 21 novembre , vedrà illuminati di blu l’Arco Trionfale di piazza Matteotti e, d’intesa con la Provincia di Alessandria, Palazzo Ghilini in piazza della Libertà . « Il riferimento – sottolinea Paola Golzio , riprendendo le dichiarazioni della Presidenza Nazionale UNICEF – è agli obiettivi enunciati dalla Convenzione , ossia a quel Trattato sui Diritti umani maggiormente ratificato al mondo. In questi 30 anni è stato determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti. Ha ispirato i Governi a adottare nuove Leggi e stanziare nuovi fondi per aumentare l’accesso dei bambini ai servizi e godere dei propri Diritti. Ha contribuito a cambiare la percezione sull’infanzia e l’adolescenza, garantendo a bambini e ragazzi un nuovo protagonismo. Nonostante questo, la Convenzione non è ancora pienamente attuata, conosciuta e capita. Per questo l’UNICEF ha chiesto con particolare enfasi in occasione del trentesimo anniversario del Trattato di ricordare in maniera simbolica l’importanza dell’attuazione dei Diritti per tutti i bambini e gli adolescenti ». « Come Amministrazione Comunale – dichiara il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco – abbiamo aderito convintamente all’invito giunto dalla Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Alessandria, nella consapevolezza di quanto sia importante rimarcare il trentesimo anniversario della Convenzione con una serie di gesti, iniziative e sensibilizzazioni. Con la sua valenza simbolica, il progetto #Go Blue: un mondo dipinto di blu” e l’illuminazione dei monumenti anche nella nostra Città, intende ricordare a tutti noi, l’esigenza che il tema e la tutela dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza non siano trattati retoricamente, ma entrino a pieno titolo nelle scelte quotidiane e nella “concretezza” del nostro vivere nella Comunità cittadina. Questa concretezza e questa “fisicità” sono ben rappresentate dalla presenza del colore blu proiettato sui nostri edifici di pregio, così come “concretamente percepibile” intende essere il nostro impegno, come Giunta Comunale, per portare avanti la sensibilizzazione e concorrere, per quanto di nostra competenza, affinché si consolidino sempre di più le garanzie di un futuro sereno per i nostri ragazzi e per tutti gli adolescenti del mondo: un futuro di crescita e di valorizzazione che sia pienamente in linea con quanto sancito dalla Convenzione di cui quest’anno celebriamo anche ad Alessandria il trentesimo anniversario » . La Convenzione è stata ratificata da 196 paesi. L’Italia l’ha recepita nel proprio ordinamento giuridico con Legge n.176 del 27 maggio 1991. Alla Convenzione si affiancano tre Protocolli opzionali concernenti rispettivamente la vendita di bambini, la prostituzione minorile e la pornografia riguardante i minorenni; il coinvolgimento dei bambini nei conflitti armati; le procedure di reclamo. I primi due sono stati approvati dall’Assemblea generale ONU nel 2000 e ratificati dall’Italia con legge 11 marzo 2002, n. 46. Il terzo Protocollo opzionale, adottato dall’Assemblea generale ONU nel 2011 e ratificato dall’Italia nel 2015, consentirà ai bambini e/o ai loro rappresentanti di sottoporre al Comitato ONU sui diritti dell’infanzia, a determinate condizioni, dei ricorsi in caso di violazione dei diritti sanciti dalla Convenzione.

Per informazioni sul progetto #goblue: http://www.unicef.it Città amiche dei bambini e degli adolescenti: tel. 06 47809220

ALESSANDRIA. MOBILITAZIONE MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.

Alessandria, 15 novembre 2019
Comitato stampa


Iniziative e progetti sul tema
della violenza di genere
in concomitanza con i sedici giorni di
Mobilitazione mondiale contro la Violenza sulle Donne
(25 novembre-10 dicembre 2019)

????????????????????????????????????

Il contrasto alla violenza sulle donne è il tema-cardine e il principio ispirativo del programma di eventi e iniziative che verranno proposti alla comunità cittadina di Alessandria in concomitanza del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.
L’Amministrazione Comunale con il proprio Assessorato alle Pari Opportunità, guidato dall’Assessore Cinzia Lumiera, e supportato dalla Consulta Comunale Pari Opportunità, presieduta da Nadia Biancato, aderiscono ai sedici giorni di mobilitazione mondiale contro la violenza sulle donne istituiti dalle Nazioni Unite, con un programma di iniziative che si sviluperanno su diciannove giorni, “perché per dire BASTA ALLA VIOLENZA SULLE DONNE, un giorno non è sufficiente”.
Il Comune di Alessandria ha più volte dimostrato sensibilità e coinvolgimento verso la complessa tematica e nel 2019, attraverso nuove azioni, contribuisce a creare quell’ humus culturale necessario a fronteggiare efficacemente i fenomeni di sistematica aggressione della donna, in tutte le sue subdole, drammatiche e troppo spesso devastanti espressioni.
In data odierna si è svolta la conferenza stampa di Assessorato e Consulta, alla presenza dell’Assessore Cinzia Lumiera, della Presidente Nadia Biancato, delle Consultrici e dei Rappresentanti le Associazioni e i Soggetti che promuovono le diverse iniziative in calendario.
La data del 25 novembre è il giorno scelto dalle Nazioni Unite — tramite la Risoluzione n. 54/134 del 17 dicembre 1999 dell’Assemblea Generale dell’ONU — e dichiarato ufficialmente quale “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” in ricordo del brutale assassinio nel 1960 di tre sorelle (le sorelle Mirabal) massacrate a causa del loro impegno nel contrastare il regime del dittatore della Repubblica Dominicana, Rafael Leónidas Trujillo.
Quest’anno il percorso riprendere la campagna 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere ideata nel 1991 dal primo istituto per la leadership mondiale delle donne (Global Women Leadership Institute), coordinato dal Centro per la leadership mondiale delle donne (Center for Women’s Global Leadership), quindi fatto proprio dal precedente Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon rafforzando una campagna mondiale.
La decisione di lanciare una campagna annuale di 16 giorni è nata dalla necessità di sottolineare che la violenza contro le donne viola i diritti umani e si visualizza ovunque con il colore ARANCIONE.
La campagna si collega a due importanti ricorrenze: il 25 novembre (giornata internazionale sulla violenza contro le donne) e il 10 dicembre (giornata internazionale per i diritti umani). I sedici giorni della campagna fanno così da ponte a queste giornate per chiedere l’eliminazione di tutte le forme di violenza di genere.
L’Amministrazione Comunale, attraverso l’Assessorato Comunale alle Pari Opportunità e la Consulta Comunale Pari Opportunità di Alessandria prende posizione in modo significativo: nel corso della conferenza stampa è stata illustrata l’iniziativa con la quale si intende proporre al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, di:

dare facoltà a tutte le Amministrazioni Pubbliche centrali e periferiche, quale gesto simbolico per il giorno 25 novembre di ogni anno in ricordo delle vittime di femminicidio e di violenza sulle donne, di esporre la bandiera a mezz’asta per rappresentare la presa di posizione dello Stato nei confronti di questa emergenza sociale e la ferma condanna di comportamenti non più accettabili in un Paese civile in cui le donne dovrebbero sentirsi, al pari degli uomini, libere di autodeterminarsi senza paura delle conseguenze.

Anche per il 2019, il Comune di Alessandria dispone l’esposizione di un drappo arancione con la scritta “BASTA ALLA VIOLENZA SULLE DONNE” che sarà fissato sul balcone della Biblioteca Civica Francesca Calvo e provvede all’illuminazione di arancione dell’Arco di Trionfo di piazza Matteotti, già da venerdì 22 Novembre fino al 10 Dicembre 2019.
Dal giorno seguente, sabato 23 novembre, tante, diversificate iniziative. Il primo appuntamento è in piazzetta della Lega dalle ore 11 alle ore 17 con le Clementine Antiviolenza di Confagricoltura Donna a favore del centro antiviolenza me.dea. Nel pomeriggio, alle ore 17,30 nelle Sale storiche della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” sarà presentata la “Barbie tumefatta”, mosaico contemporaneo dell’artista Lady Be, presentato per la prima volta alla Biennale di Venezia, che rappresenta “Frammenti di Dolore”. L’evento è a cura del Convegno di Cultura Beata Maria Cristina di Savoia in collaborazione con Costruire Insieme.
La violenza sulle donne si combatte diffondendo il RISPETTO. È questo il motivo ispiratore del pomeriggio di letture animate per bambini e ragazzi promosso da Zonta Club Alessandria in collaborazione con la Compagnia Teatrale Stregatti. Domenica 24 novembre dalle ore 16 “Ragazze Coraggiose” al Teatro San Francesco con, a seguire, una merenda.
Quale momento particolarmente simbolico, nell’ambito del calendario degli eventi, si segnala l’incontro di preghiera a cura del C.I.F. (Centro Femminile Italiano) in collaborazione con Soroptimist previsto lunedì 25 novembre alle ore 11 presso la Cappella del Cimitero Urbano (via Monteverde) con la deposizione di una rosa di colore arancione (il colore brillante ed ottimista, scelto dall’ONU come simbolo a livello mondiale) e un momento di preghiera in suffragio di tutte le donne vittime di violenza.
“IO ANNULLO LA VIOLENZA” è il titolo dello speciale annullo filatelico che si terrà presso l’URP del Comune in piazza della Libertà nella mattinata del 25 novembre a cura dell’Associazione SpazioIdea in collaborazione con Circolo Filatelico Numismatico di Alessandria e Circolo Provinciale della Stampa.
Prima e dopo queste date si tengono le proposte contenute nel programma allegato: spettacoli, letture, riflessioni, convegni che toccano ampi aspetti della violenza subita e assistita a cura di FNP CISL Alessandria Asti, Confesercenti e Museo Etnografico “C’era una volta”, Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Alessandria, UISP Comitato Territoriale, Università del Piemonte Orientale.
L’ultimo appuntamento a chiusura del calendario è dedicato a Eleanor Roosvelt, “madre” della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, con un incontro che si terrà in Sala Bobbio presso la Biblioteca Francesca Calvo alle ore 17 di martedì 10 dicembre, a cura di Zonta Club Alessandria.

Dichiarazioni

«Ad Alessandria — ha sottolineato l’Assessore comunale alle Pari Opportunità Cinzia Lumiera — le donne non sono sole e non devono sentirsi sole: ribellarsi alla violenza di genere è sempre possibile ed è un diritto per tutte, così come un dovere da parte delle Istituzioni sostenere, con ogni mezzo, questo obiettivo. Tante, purtroppo, continuano ad essere le modalità con cui si manifesta la violenza di genere, rendendo vittime di soprusi, più o meno gravi, le donne nei diversi contesti relazionali, familiari e sociali. Per questo è importante richiamare l’attenzione della nostra comunità cittadina su quanto il rispetto della donna sia un valore essenziale di una comunità civile e, allo stesso tempo, ribadire la ferma condanna a tutti coloro che intraprendono atti di violenza nei confronti delle donne.


Alessandria è una Città sensibile e attenta, che considera il tema del contrasto alla violenza di genere un elemento peculiare dell’impegno che accomuna il livello politico-amministrativo (con l’azione svolta dell’Assessorato Comunale alle Pari Opportunità) con quello delle rappresentanze associative attraverso il prezioso lavoro svolto dalla Consulta Comunale Pari Opportunità durante tutto l’anno.
Per questi motivi, mi sento di invitare la cittadinanza – donne e uomini – a partecipare ai numerosi eventi in programma anche quest’anno ad Alessandria per ricordare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne e, al contempo, di ringraziare sentitamente la Consulta, le Consultrici e tutte le Associazioni e i Soggetti che la compongono e che, anche in occasione di questo novembre 2019, hanno elaborato e promosso un programma veramente interessante».
«Le donne — ha dichiarato Nadia Biancato, Presidente della Consulta Comunale Pari Opportunità di Alessandria — devono essere libere di scegliere, di vivere, di amare. Sono particolarmente orgogliosa che la Città di Alessandria aderisca ai sedici giorni di mobilitazione mondiale contro la violenza sulle donne perché dobbiamo intensificare le iniziative di sensibilizzazione: la violenza va conosciuta, occorre parlarne in ogni modo. Solo così potremo incidere sulla cultura che annienta, distrugge, uccide tre donne ogni settimana. Sostenendo i centri antiviolenza, coinvolgendo i bambini, i ragazzi nel diffondere la cultura del rispetto possiamo attuare misure per previre e contrastare ogni forma di violenza fisica e psicologica. È significativo che l’esempio della città capoluogo venga condiviso da altre Istituzioni, come la Provincia di Alessandria, e da altri Comuni, come Castelletto Monferrato, Fresonara, Masio, con modalità analoghe. Ma le iniziative non si fermano il 10 dicembre, Giornata internazionale per i diritti umani. La Consulta d’intesa con l’Assessorato comunale Pari Opportunità promuoverà nel corso del 2020 iniziative che coinvolgeranno tutta la popolazione perché ciascuno possa fare la propria parte nel quotidiano».

Iniziative e progetti sul tema
della violenza di genere

in concomitanza con i sedici giorni di
Mobilitazione mondiale contro la Violenza sulle Donne
(25 novembre-10 dicembre 2019)

Programma

Questo è il calendario delle iniziative caratterizzanti il Programma 2019: un percorso di 14 eventi e iniziative, lungo diciannove giorni (dal 22 novembre a 10 dicembre) pensato quale cammino di confronto, di analisi di dati, di sensibilizzazione, promosso sinergicamente dall’Assessorato comunale alle Pari Opportunità, dalla Consulta comunale alle Pari Opportunità e dalle Associazioni componenti la stessa:

VENERDÌ 22 NOVEMBRE
BASTA VIOLENZA SULLE DONNE
Esposizione drappo Arancione
Biblioteca Civica Francesca Calvo
a cura dell’Assessorato e della Consulta Pari Opportunità

VENERDÌ 22 NOVEMBRE
BASTA VIOLENZA SULLE DONNE
Illuminazione di Arancione dell’ Arco Trionfale di Piazza Matteotti ( porta Genova)
a cura dell’Assesorato e della Consulta Pari Opportunità

SABATO 23 NOVEMBRE dalle ore 11 alle ore 17
CLEMENTINE ANTIVIOLENZA
Piazzetta della Lega
a cura di Confaricoltura Donna a favore del Centro antiviolenza me.dea
in ricordo di Fabiana e tutte le altre donne, distribuzione di clementine messe a disposizione dalle imprenditrici di Confagricoltura Donna – iniziativa nell’ambito del Centenario di Confagricoltura Alessandria

SABATO 23 NOVEMBRE dalle ore 15 alle ore 17
DONNE IN RINASCITA – suggestioni tra “codice rosso”, musica e danze
Salone Baravalle – sede CISL via Parma 36
a cura di FNP CISL ALESSANDRIA ASTI in collaborazione con CISL AL-AT – ANTEAS ALESSANDRIA – COORDINAMENTO DONNE FNP AL-AT-Scuola di Danza Arabesque
danza-musica-coreografie alternate da brevi letture: dal Codice Rosso a Jack Folla

SABATO 23 NOVEMBRE ore 17,30
FRAMMENTI DI DOLORE
Sale Storiche Biblioteca Civica Francesca Calvo
a cura del Convegno di Cultura Beata Maria Cristina di Savoia in collaborazione con Costruire
Insieme
Presentazione dell’opera “Beaten Barbie” di Lady Be con letture dedicate al tema

DOMENICA 24 NOVEMBRE ore 16
RAGAZZE CORAGGIOSE
LETTURE ANIMATE PER RAGAZZI IN GAMBA
Teatro San Francesco – Via San Francesco 15
a cura di Zonta Club Alessandria e Compagnia Teatrale Stregatti
Pomeriggio di letture all’insegna delle libere scelte, del coraggio nel sostenere i diritti dell’Umanità, il rispetto per le donne e i loro percorsi di vita.
Ingresso libero – Merenda al termine per tutti i bambini presenti

LUNEDÌ 25 NOVEMBRE dalle ore 9 alle ore 13
IO ANNULLO LA VIOLENZA
Annullo filatelico
presso URP del Comune
a cura di Associazione Spazioidea in collaborazione con Circolo Filatelico Numismatico di Alessandria e Circolo Provinciale della Stampa
In apertura dell’annullo breve momento culturale sul tema della giornata

LUNEDÌ 25 NOVEMBRE ore 11
INCONTRO DI PREGHIERA IN MEMORIA DELLE VITTIME DI VIOLENZA
Cimitero Comunale di Alessandria
a cura di C.I.F. – Centro Italiano Femminile e SOROPTIMIST CLUB di Alessandria

LUNEDÌ 25 NOVEMBRE ore17,30
UOMINI CHE AMANO LE DONNE
Piazza della Gambarina
a cura di Confesercenti e Museo Etnografico “C’era una volta”
Concerto narrato: pensieri e note per pianoforte a 4 mani. Hilary Bassi e Virginia Fracassi propongono brani di Chopin, Schumann, Brahms, Beethoven, Mozart, Schubert, Rossini, Puccini

VENERDÌ 29 NOVEMBRE dalle ore 14,30 alle ore 17,30
LA VIOLENZA ASSISTITA: QUALI LE CONSEGUENZE SUI FIGLI?
Università del Piemonte Orientale – Aula Seminari – Via Mondovì
a cura di ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ALESSANDRIA – Comitato Pari Opportunità
evento formativo ( con attribuzione di tre crediti)
introduce e modera avv. Monica Coppi
intervengono: avv. Giulia Bcoccassi, dott.ssa Lisa Iovane, dott.ssa Claudia Tirone

VENERDÌ 29 NOVEMBRE ore 21
VAI OLTRE LA PAURA…
Museo Etnografico della Gambarina
a cura di UISP Comitato Territoriale
arte, musica, lettura con esposizione di dipinti della serie Distonie” di Leonarda Nada Nuovo, presentano Lia Tommi e Cristina Saracano con la partecipazione di Fabio Gagliardi e Anna Dari.

MARTEDÌ 3 DICEMBRE dalle ore 14 alle ore 18
DAL MITO AL PROCESSO: DIAGOLO TRA SAPERI
Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le donne
Palazzo Borsalino
a cura dell’Università del Piemonte Orientale – UPO
Relatori Proff. Torre, Morelli, Zeppegno, Gino, Santini. Avvocati e Magistrati del Tribunale

MARTEDÌ 10 DICEMBRE ore 17
ELEONOR ROOSVELT E LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO
Biblioteca Civica Francesca Calvo – Sala Bobbio
a cura di Zonta Club Alessandria
Introduce Nadia Biancato
Interviene Maurizio Molan con la presentazione del libro “Altezza è Mezza Bellezza?”
Iniziativa nell’ambito del Centenario di Zonta International

Iniziative e progetti sul tema
della violenza di genere

in concomitanza con i sedici giorni di
Mobilitazione mondiale contro la Violenza sulle Donne
(25 novembre-10 dicembre 2019)

I SOGGETTI COINVOLTI

CONFAGRICOLTURA DONNA
FNP CISL ALESSANDRIA ASTI in collabororazione con CISL AL-AT – ANTEAS ALESSANDRIA, ANTEAS ALESSANDRIA, COORDINAMENTO DONNE FNP AL-AT, Scuola Danza Arabesque
ZONTA CLUB ALESSANDRIA in collaborazione con Compagnia Teatrale STREGATTI
Convegno di Cultura Beata Maria Cristina di Savoia in collaborazione con Costruire Insieme
Associazione Spazioidea in collaborazione con Circolo Filatelico Numismatico di Alessandria e Circolo Provinciale della Stampa
C.I.F. – Centro Italiano Femminile e SOROPTIMIST CLUB di Alessandria
Confesercenti e Museo Etnografico “C’era una volta”
Ordine degli Avvocati di Alessandria – Comitato Pari Opportunità
UISP Comitato Territoriale
UPO – Università del Piemonte Orientale

ALESSANDRIA.AUDITORIUM MARENGO: “GUARDIAMO AVANTI LA DUE GIORNI DI MARENGO”.

AUDITORIUM MARENGO: “GUARDIAMO AVANTI LA DUE GIORNI DI MARENGO” , I PERSONAGGI, GLI OSPITI E I TANTI MOMENTI DELLA GIORNATA RACCONTATO CON UN AMPIO FOTO SERVIZIO.

La due giorni di Spinetta Marengo per parlare di comunicazione, di territorio, per presentare i libri:”Figli virtuali”di Annalisa D’Errico e Michele Zizza e “Ad alta voce” con un intermezzo musicale del tenore, campione di simpatia, Enrico Iviglia, nell’auditorium Marengo organizzato da Efrem Bovo.

L’incontro organizzato sui temi della comunicazione e la connessione del territorio tra passato e futuro, le grandi opere realizzate nel passato e i ritardi nella realizzazione delle infrastrutture del presente.

Gli interventi degli ospiti che si sono succeduti al microfono sono stati concordi su un fatto:” la divisione tra le forze politiche non possono venire meno agli interessi e la crescita del territorio,argomento su cui le differenze partitiche devono essere azzerate”.

Lo sviluppo del territorio che non può realizzarsi senza il collegamento con il porto di genova al quale deve raccordarsi con la realizzazione del terzo valico, il potenziamento del trasporto su rotaia e la provincia alessandrina che dare impulso allo sviluppo del polo logistico e diventare il retroterra del grande porto ligure per il trasporto merci verso il nord Europa.

Un altro tema caldo della giornata in discussione è stato lo sviluppo del turismo per mare e per terra che partendo dal porto turistico di Savona alla difficoltà di raggiungere e visitare le aziende agricole, cantine del Monferrato astigiano, alessandrino e casalese e la ricchezza offerta dalla visione dei vigneti e del paesaggio.

La figura di Napoleone grande comunicatore, stratega e politico è stata analizzata nel corso della discussione. La grande capacità di comunicazione di Napoleone che ha spesso saputo trasformare una “quasi” disfatta, come quella della battaglia di Marengo contro gli Austriaci in una vittoria senza precedenti, una capacità di comunicazione ancora attualissima, ma che a differenza di allora passano sotto il nome di “Fake news”.

La presentazione del libro di Annalisa D’Errico e Michele Zizza: “Figli virtuali” ha aperto un varco sul rapporto genitori-figli, comunicazione virtuale, dipendenza digitale e i social.

Un punto in discussione la carenza dei contatti fisici sostituiti da rapporti virtuali fatti di cuoricini inviati con l’uso delle App che hanno sostituito gli abbracci e baci reali.

Un pomeriggio in cui i legami con il passato napoleonico che per primo ha sperimentato il lancio della moda, della modernità, del modo di vivere e vestirsi attraverso la comunicazione è stato spiegato da Cristina Antoni, presidente di CulturAle ASM Costruire Insieme, ma sono stati anche sviscerati argomenti come il diritto alla privacy, le nuove norme sul diritto all’oblio e ad essere informati.

In conclusione la presentazione del libro del tenore, Enrico Iviglia: “Ad alta voce” che, presentato per l’occasione nel Marengo Museum da Cristina Antoni nelle vesti di moderatrice, ha alternato i racconti di vita in teatro, i personaggi dietro le quinte, il lavoro scrupoloso e preciso degli addetti, dalla sarta al regista, fatto da cornice all’esibizione delle capacità vocali, che devono essere allenate come un atleta allena il fisico, alla grande competenza canora del tenore che ha calcato le scene dei più importanti teatri nel mondo.

La manifestazione proseguirà domani alle 10.00 nell’Auditorium Marengo con il “diavolo & l’acqua santa”, “chi fa da sé non sempre fa per tre” , il cortile dei prodotti con degustazione di acquavite e brandy, vini italiani e della repubblica Ceca e la presentazione di Marco Margrita del libro “I Granata” il derby di marengo.

Incontro con le musiche del Gruppo dell’Incanto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: