ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. SPORTELLLO UNICO EDILIZIA DELLA CITTA’ DI ALESSANDRIA.

Alessandria, 7 novembre 2019

Svolto con successo il convegno sulla rivoluzione dello Sportello Unico Edilizia della Città di Alessandria

Si è svolto questa mattina, presso la Sala conferenze di Palazzo del Monferrato ad Alessandria, il convegno dedicato al tema “Evoluzione ed automazione dello Sportello Unico nella Pubblica Amministrazione” relativamente alla Città di Alessandria.
L’introduzione all’incontro ha visto gli interventi di carattere istituzionale del Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco e del Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica Davide Buzzi Langhi.
La Pubblica Amministrazione è impegnata da anni nella ricerca di strumenti evoluti di e-government in grado di agevolare i rapporti con i cittadini e la Città di Alessandria sta introducendo una vera e propria rivoluzione nel settore Urbanistica e Patrimonio con l’adozione di un front-office digitale intelligente che semplifica la gestione delle pratiche e rende le procedure chiare, tracciabili e certe.
Il funzionamento e i risultati di quest’importante innovazione sono stati presentati e illustrati dettagliatamente durante l’incontro odierno che – alla presenza di una Sala gremita di persone tra amministratori e funzionari degli Enti Pubblici locali, architetti, geometri, ingegneri, agronomi e professionisti in genere – ha visto una serie di importanti interventi a cura di Pierfranco Robotti (Direttore del Settore Comunale Urbanistica e Patrimonio di Alessandria), di Luigi Massa (rappresentante di ALI Legautonomie), di Roberto Recordare (CEO Golem Software Srl), di Marco Vitale (Presidente Fondazione Quadrans) e di Arturo Bonetti (CTO It@ledit Srl, l’azienda partner del progetto).

«Desidero innanzitutto ringraziare tutti i presenti – ha sottolineato il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco – per la vostra così numerosa partecipazione al convegno odierno. La vostra presenza esprime non solo l’apprezzamento per la qualità dei contenuti che verranno fra pochi istanti ampiamente sviluppati nel corso delle declinazioni tematiche in cui è articolato l’incontro e non solo il prestigio dei promotori tecnici i cui autorevoli rappresentanti sono qui seduti a fianco a me in questo momento. La vostra presenza mette in luce il profondo interesse per questa materia e per le prospettive legate alla evoluzione e automazione dello Sportello Unico nella Pubblica Amministrazione. A questo riguardo, mi permetto di mettere in evidenza almeno due aspetti che ritengo importanti. Il primo è che la nostra Amministrazione Comunale ha deciso, con un convinto e sinergico coinvolgimento delle proprie Direzioni e Servizi competenti, di allinearsi a quanto disposto dalle norme in materia e, in particolare, dalla Legge 134/2012 e dal Decreto Legislativo 222/2016 che precisano il procedimento telematico e la correlata centralità dello Sportello Unico nei procedimenti edilizi da considerarsi quale unico punto di riferimento nel rapporto fra Privati ed Enti. Il secondo aspetto è quello relativo alla tecnologia Block Chain pensata per essere al servizio delle Pubbliche Amministrazioni al fine di garantire sicurezza, affidabilità e trasparenza nelle procedure. Alla luce di questi elementi, non posso nascondere l’orgoglio, quale Sindaco di questa Città, per il fatto che Alessandria sia diventata il primo Comune italiano a dotarsi dello Sportello Unico secondo le prescrizioni delle ultime norme di riferimento e questo primato è stato ufficializzato recentemente a Roma durante il Festival delle Città organizzato da ALI Legautonomie».
«Finalmente si dà corso all’applicazione di norme che prevedono di snellire le procedure per la comunicazione fra il cittadino e l’Ente Pubblico – ha dichiarato il Vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Davide Buzzi Langhi -. Abbiamo avviato un processo molto atteso che finalmente, oggi, raggiunge la sua concretezza. Il nuovo servizio entrerà subito in funzione con eventuali correttivi che potranno essere messi in atto in corso d’opera. I professionisti potranno presentare le pratiche, evitando di recarsi agli sportelli, sette giorni su sette e a tutte le ore del giorno: un’operazione che agevolerà non solo i tecnici, ma anche i committenti, nell’ottica della trasparenza, perché, in ogni momento, potranno verificare lo stato di avanzamento della pratica. Consideriamo, inoltre, che questo processo determinerà una notevole riduzione del consumo di carta, sostituita dalle procedure informatiche».
Inviare una pratica edilizia direttamente dal proprio ufficio e seguirne puntualmente l’iter dal proprio pc sembra quasi fantascienza. Non è così per la Città di Alessandria, che con l’adozione del nuovo Sportello Unico Edilizia sta abbattendo uno dei più coriacei muri della burocrazia italiana.
Diverse norme indicano chiaramente come le procedure della Pubblica Amministrazione debbano essere sempre più chiare, trasparenti, tracciabili e digitali. La legge 7 agosto 2012, n. 134 ha affermato la centralità dello Sportello Unico nei procedimenti edilizi, indicandolo come l’unico punto di riferimento nel rapporto fra privati ed Enti.
Il Decreto Legislativo n. 222 del 25 novembre 2016 individua nello Sportello Unico il fulcro dei rapporti con il cittadino, demandando a quest’organo tutti i procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività, silenzio assenso e semplice comunicazione.
Le richieste di legge, tuttavia, si scontrano spesso con difficoltà interne agli uffici dovute a passaggi e autorizzazioni incrociate che rallentano l’iter delle richieste e, talvolta, ne fanno perdere le tracce.
Le nuove tecnologie vengono in aiuto con soluzioni avanzate che fanno “dialogare” in maniera automatica i diversi uffici, garantendo la totale tracciabilità al cittadino.
Una vera e propria rivoluzione che la Città di Alessandria sta vivendo proprio in questo periodo grazie al Sistema Informativo Integrato di Golem Software curato da It@ledit.

Andrea Avanzini, Chief Operating Officer It@ledit, sottolinea a questo riguardo che «la grande affluenza di pubblico e la sua attiva partecipazione hanno chiaramente dimostrato come questo cambiamento fosse auspicato e richiesto. IT@ledit e Golemsoftware sono felici di aver contribuito a portare la Città di Alessandria in una nuova e più evoluta dimensione per quanto riguarda i rapporti tra amministrazione e cittadini».

Il convegno ha in particolare focalizzato l’attenzione sulle problematiche operative e organizzative connesse agli adempimenti richiesti dalla L. 134/2012 in un’ottica di integrazione verticale con gli uffici e durante l’incontro è stato illustrato nel concreto il funzionamento del sistema informativo integrato Golem Software per la gestione dei processi di lavoro. Gli esperti di It@ledit mostreranno come lo Sportello Unico si integri verticalmente con innovativi sistemi di riconoscimento dell’identità digitale (SPID).

Tutto è stato trattato attraverso la dimostrazione di casi pratici: dall’accesso alla propria area riservata, alla presentazione semplificata delle istanze e la protocollazione automatica, fino alla gestione completa dell’istruttoria integrata con il nodo dei pagamenti PAGOPA.

Nel corso degli interventi è stato approfondito, inoltre, l’utilizzo della tecnologia Block-chain per la PA che il Comune di Alessandria si è proposto di utilizzare, in via sperimentale, per due procedure: una interna, relativamente alle deliberazioni degli organi collegiali e una esterna relativa al rilascio dei permessi di costruire.

Il folto pubblico presente all’incontro ha potuto apprendere l’utilizzo pratico dello Sportello Unico Edilizia che diverrà presto l’unico strumento di dialogo con il Comune di Alessandria per lo sportello Unico Procedimenti Edilizi.

Rappresenta inoltre per il personale delle Pubbliche Amministrazioni Locali un’occasione importante per confrontarsi con esperti di amministrazione digitale a loro disposizione durante la giornata.

Categorie:ALESSANDRIA, ATTUALITA'