Mese: agosto 2019

RAVENNA. POLIZIA DI STATO. FERMATA BANDA RESPONSABILE DELLE RAPINE IN AUTOGRILL.

Avevano rapinato più volte l’addetto al distributore di carburante nell’autogrill dell’area di servizio Santerno ovest in provincia di Ravenna e stavano compiendo un ulteriore colpo quando sono stati fermati ed arrestati in flagranza. Si tratta di due componenti di una banda criminale arrestati dai poliziotti del Compartimento Polizia stradale Emilia Romagna, coadiuvati da quelli della Sezione di Forlì, conl’operazione “Kusar”.

La banda era responsabile di numerosi colpi.La notte dell’8 luglio scorso la prima rapina: due malviventi, armati di coltello e con il volto coperto, hanno sottratto dalla cassa del distributore di carburante e dal marsupiodell’operatore denaro in contante.

Il 12 e il 16 agosto invece, sono state messe a segno altre due rapine, sempre ai danni dello stesso distributore, che hanno fruttato in totale circa 4 mila euro.

I poliziotti della Stradale, incrociando le informazioni raccolte con le testimonianze delle vittime, sono riusciti a restringere il campo dei sospettati a un gruppo di persone di origine albanese della zona di Faenza (Ravenna).

Gli agenti ha sequestrato, a casa dei due arrestati, vario materiale frutto di precedenti rapine.

Donatella Fioroni

LECCE. POLIZIA DI STATO. SPACCIO NELLA “MOVIDA” SALENTINA,AGENTI SOTTO COPERTURA E 13 ARRESTI

Stop allo spaccio di cocaina nelle discoteche della movida salentina e nel centro di Lecce grazie all’operazione “Movida” portata a termine dalla Squadra mobile in collaborazione con il Servizio centrale operativo.

L’indagine, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, è stata condotta nell’ambito del progetto “Pusher 3 – Piazza pulita”, caratterizzato dall’impiego di operatori sotto copertura per l’acquisto di droga nell’ambito di indagini volte ad annientare gruppi criminali impegnati nello spaccio di stupefacenti.

L’attività investigativa, avviata nel luglio scorso con il contributo della Direzione centrale per servizi antidroga e del Servizio polizia scientifica, ha portato in carcere 13 spacciatori che operavano in quattro zone diverse; sequestrate anche numerose dosi di cocaina pronte per essere vendute.

I poliziotti “undercover” si sono infiltrati nei locali della movida e nelle piazze di spaccio salentine, simulando l’acquisto degli stupefacenti e documentando l’attività illecita anche con telecamere nascoste, ritardando l’esecuzione dell’arresto dei pusher al momento più opportuno, per avere il tempo di acquisire ulteriori elementi investigativi.

Si tratta di quattro gruppi di spacciatori non collegati tra loro, che operavano in quattro discoteche a Marine di Lecce (San Foca), Marine di Nardò (S. Isidoro, Porto Selvaggio, Torre Uluzzo) e in piazzetta Santa Chiara, nel centro di Lecce.

Sergio Foffo

LIVORNO. PREPARAZIONE PREMONDIALE PER LA SQUADRA DELLE FIAMME ORO DI SCHERMA PARAOLIMPICA.

scherma-paralimpica-livorno-4---550

Si avvicina la scadenza più importante dell’anno per gli azzurri della scherma paralimpica, che dal 17 al 23 settembre saliranno sulle pedane coreane di Cheongju per affrontare i Campionati del mondo.

È una nazionale a tinte cremisi, con sette atleti sui dodici convocati, tesserati per le Fiamme oro, e i tre responsabili tecnici Simone Vanni (fioretto), Marco Ciari (sciabola) e Francesco Martinelli (spada), tutti ex atleti del Gruppo sportivo della Polizia di Stato.

Scherma paralimpica Livorno

Il legame che unisce le Fiamme oro alla nazionale di scherma paralimpica è diventato ancora più saldo con il raduno premondiale che si è svolto a Livorno, nella palestra della Questura che ospita la sezione giovanile della scherma cremisi.

A fare gli onori di casa il tecnico della sezione giovanile Marco Vannini, che ha aperto le porte della struttura mettendo a disposizione pedane e attrezzature ai dodici schermitori paralimpici, allenati dai suoi ex compagni di squadra delle Fiamme oro.

Scherma paralimpica Livorno

Tra i partecipanti al raduno c’erano i portacolori della Polizia di Stato Bebe Vio, Loredana Trigilia e Andreea Mogos, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Marco Cima, e Gianmarco Paolucci. A completare il gruppo gli azzurri Matteo Betti, Alberto Morelli, William Russo, Rossana Pasquino e Consuelo Nora.

Ad assistere agli allenamenti anche i ragazzini della sezione giovanile, che hanno potuto respirare la professionalità e lo spirito di sacrificio comune a tutti gli atleti di alto profilo.

Andrea Amato

CUNEO. SEQUESTRATI OLTRE 2 CHILI DI ANFETAMINE.

È bastato poco ai poliziotti della Squadra mobile di Cuneo per capire che nella casa di un cittadino tunisino c’era qualcosa che lo preoccupava.

anfetamine-550h

Gli agenti erano arrivati in casa dell’uomo dopo una serie di controlli a campione effettuati nei fine-settimana, per arginare il consumo di droghe nelle discoteche della provincia e per contrastare le cosiddette stragi del sabato sera.

Attraverso i controlli in strada gli investigatori hanno raccolto spunti investigativi che li hanno portati a casa del pregiudicato.

Gli agenti della mobile, da subito, hanno capito che c’era qualcosa che non andava e durante la perquisizione infatti si sono concentrati su una piccola valigia, confusa su un armadio tra contenitori di alimenti.

polizia-653x367

Vista la posizione ed il contesto, gli investigatori l’hanno aperta trovando migliaia di pasticche, oltre 5 mila, di diversi colori con impressi vari loghi quali un teschio, un diamante e due frecce. Le buste che le contenevano riportavano, scritte con un pennarello, le sigle Yes e Bro.

Gli esami effettuati nei laboratori della Polizia scientifica confermavano che le pasticche contenevano principi attivi stupefacenti derivati dall’anfetamina.

Le droghe sintetiche erano probabilmente destinate al consumo nei locali notturni della provincia e delle città limitrofe e avrebbero fruttato, al dettaglio tra i 60 mila ed i 100 mila euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: