Mese: agosto 2019

ALESSANDRIA. SOPRALLUOGO IN VIA DELL’ARTIGIANATO PER LA PRESENZA DI LARVE SUGLI ALBERI.

Alessandria, 20 agosto 2019

Comunicato stampa
Tempestivo sopralluogo per verificare la presenza di larve segnalate sugli alberi di Via dell’Artigianato
in Zona Industriale D3

Nella tarda mattinata odierna (ore 12.35) gli Uffici Comunali competenti ricevevano una segnalazione da parte di una cittadina in merito alla presenza di larve sugli alberi di Via dell’Artigianato in Zona Industriale D3 di Alessandria e al sospetto che queste ultime fossero larve di Processionaria.
La segnalazione si concludeva con le seguente parole: «Confido nella possibilità di un interesse da parte Vostra per valutare una soluzione in tempi ragionevoli ed evitare danni gravi a persone o animali».
Prontamente si è attivata la Direzione del Settore Comunale Lavori Pubblici Infrastrutture Manutenzioni e Verde Pubblico, nella persona del Direttore arch. Fabrizio Furia, che effettuava nello stesso pomeriggio odierno un sopralluogo in zona fornendo (alle ore 16.56) la seguente risposta alla cittadina autrice della segnalazione:

«Buongiorno,
La ringrazio per la gentile e puntuale segnalazione.
Con la presente, La informo che alle 15.30 di oggi ho personalmente disposto un sopralluogo dal quale è emersa, come da Lei segnalata, la presenza di nidi di lepidotteri sulle aree esterne delle chiome di tutti gli aceri presenti lungo il viale alberato di Via dell’Artigianato.
Da una analisi visiva e non strumentale, con alta probabilità le larve presenti e campionate non apparterrebbero al Genere Processionaria bensì sarebbero riconducibili alle forme larvali (estremamente simili) del lepidottero di origine americana Hyphantria cunea, specie estremamente meno pericolosa (o non pericolosa) della Processionaria e le cui larve si muovono proprio in questo periodo dell’anno. La specie vegetale attaccata (genere Acer), i tipici fili sericei dei nidi (e non bianchi e cotonosi), la localizzazione delle ragnatele a livello dei germogli (apici vegetativi con foglie tenere) confermerebbe la tesi sostenuta ma ripeto, ovviamente avremo certezze dopo una puntuale identificazione che avverrà nel tardo pomeriggio. Entro domani mattina avremo gli esiti certi dell’identificazione.
In ogni caso, ho già disposto per i prossimi giorni un intervento con prodotto biologico (Bacillus thuringiensis) su tutti i 70 alberi del viale, onde contrastare i danni primari e secondari alle piante legati alla loro defogliazione.
La ringrazio per il Suo senso civico.
Cordialmente».

ALESSANDRIA.ACCERTAMENTI PER OMESSA O INFEDELE DENUNCIA TARI PER IL 2014/2017

Alessandria, 21 agosto 2019

Comunicato stampa
In arrivo una prima parte di Avvisi di accertamento per omessa/infedele denuncia TARI relativa al periodo 2014-2017

L’Assessorato comunale al Bilancio ed Entrate Tributarie di Alessandria guidato da Cinzia Lumiera comunica che in questi giorni, sono in spedizione e notifica una prima parte (circa 980 atti riferiti a circa 350 contribuenti alessandrini) di Avvisi di accertamento per omessa/infedele denuncia TARI per gli anni 2014-2015-2016-2017 emessi da Municipia in modo massivo.

«Questa operazione — dichiara Cinzia Lumiera, Assessore al Bilancio ed Entrate Tributarie – si inserisce nell’ottica del recupero dell’evasione che abbiamo convintamente intrapreso ed è coerente a quanto, come Amministrazione Comunale, si è recentemente approvato varando il Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale.
Si tratta di un lavoro complesso che ha comportato l’elaborazione complessiva di 12.900 atti relativi a circa 3.900 contribuenti in totale. Alla prima tranche di invio in questi giorni degli Avvisi di accertamento per omessa/infedele denuncia TARI per gli anni 2014-2015-2016-2017 farà seguito nei prossimi mesi la spedizione e notifica della seconda restante tranche».

Per la creazione degli atti sopracitati è stato fatto un “incrocio” tra la banca-dati del Catasto e quella della TARI e tale operazione è stata fatta nel rispetto della Legge che dispone che non si deve iscrivere meno dell’80% della superficie catastale, al fine di controllare e adeguare le superfici iscritte a ruolo TARI (art. 1, comma 183, Legge 27 dicembre 2006 n. 296) così come, peraltro, era già stato fatto nel mese di dicembre 2018 per il recupero della TARES per il solo anno 2013 (apportando le opportune correzioni delle anomalie riscontrate con la precedente emissione di Avvisi di accertamento).

«Ciò che intendo in particolare sottolineare agli utenti – precisa ancora l’Assessore Cinzia Lumiera – è per un verso consigliare loro di controllare sempre le superifici indicate sugli atti verificandone la correttezza dei dati e, per altro verso, ricordare che coloro che hanno ricevuto e stanno ricevendo questi Avvisi di accertamento hanno la possibilità di agire o pagando subito con sanzione ridotta oppure dilazionando il dovuto secondo le norme regolamentari vigenti».

A questo riguardo, il Servizio Comunale competente rammenta infatti che l’utente ha la possibilità di agire nel seguente modo:
pagare con sanzione ridotta (utilizzando il bollettino allegato agli atti) effettuando il versamento entro i sessanta giorni dalla notifica;
dilazionare il dovuto (non ridotto) secondo quanto previsto dal Regolamento generale delle Entrate;
chiedere, se possibile, l’applicazione del cumulo giuridico.

«Nella consapevolezza — conclude infine l’Assessore Comunale – che il recupero dell’evasione sia un’azione ormai doverosa e improcrastinabile per il nostro Ente, mi appello, insieme al Sindaco e alla Giunta, alla cittadinanza alessandrina affinché colga, pur nel disagio che può essere provocato, il valore di compartecipare ad una “alleanza civica” che, attraverso l’equità e correttezza dei trattamenti, la virtuosità complessiva dei comportamenti e il risanamento economico procuri un nuovo corso per Alessandria, foriero di reale sviluppo economico, sociale, civico e culturale».

L’Ufficio TARI (piazza Giovanni XXIII, 6 – Palazzo Cuttica – Alessandria) è a disposizione degli utenti garantendo la massima disponibilità. Riceve – solo su appuntamento – contattando il numero di telefono 0131-316.511.

Per maggiori informazioni:
http://www.comune.alessandria.it/servizi/imposte-tariffe-e-finanze/tributi/tari-tassa-rifiuti

ALESSANDRIA. 36^EDIZIONE PREMIO ADELIO FERRERO.

Alessandria, 21 agosto 2019

Comunicato stampa
Fino al 15 settembre per iscriversi alla 36^ edizione del Premio Adelio Ferrero 2019
per giovani saggisti, video saggisti e critici di cinema

nell’ambito del Festival Adelio Ferrero (Cinema e Critica) del 10-13 ottobre 2019

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale di Alessandria, l’ASM CulturAle Costruire Insieme – con il Circolo del Cinema Adelio Ferrero, le Edizioni Falsopiano, la FIC (Federazione Italiana Cineforum), l’Associazione Cultura e Sviluppo e l’Associazione La Voce della Luna – nella cornice del Festival Adelio Ferrero del Cinema e della Critica 2019 organizzano la 36^ edizione del Premio per ricordare la figura di Adelio Ferrero (1935-1977), critico cinematografico, protagonista della cultura alessandrina, docente di cinema presso il DAMS all’Università di Bologna, fondatore della rivista “Cinema e Cinema”, primo Presidente del Teatro Comunale di Alessandria.
Il Premio è riservato agli autori di saggi, video saggi e recensioni di argomento cinematografico e televisivo.
Gli argomenti potranno riguardare il cinema, la televisione, e media audiovisivi in genere nei differenti formati anche web, con particolare riguardo ad autori, opere, tendenze, teoria, rapporti con la filosofia e le arti, senza alcuna limitazione di tempo, luogo, aspetto o prospettiva.

Per partecipare al Premio
Occorrerà avere compiuto i sedici anni e non avere superato i trentacinque (nessun limite di età per la sezione la sezione video saggi).

Modalità di partecipazione
I concorrenti dovranno fare pervenire, entro e non oltre il 15 settembre 2019, tramite e-mail, con conferma di lettura e di ricezione all’indirizzo:
premioferrero@asmcostruireinsieme.it
(in caso di mancata conferma entro 5 giorni dall’invio, contattare il numero 0131/234266):

una domanda di partecipazione al premio in cui dovranno essere chiaramente indicati i dati del partecipante (generalità anagrafiche, residenza, codice fiscale, mail e numero telefonico, curriculum vitae, eventuali pubblicazioni);
la quota di iscrizione (euro 20,00 per i minorenni, euro 30,00 per i maggiorenni).

Il versamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario intestato a ASM Costruire Insieme:
IBAN: IT 55 S 05034 10408 000000002476
BIC/SWIFT: BAPPIT21D84 (per bonifici esteri)
Copia del bonifico dovrà essere allegata alla domanda di iscrizione.

I Premi

Sezione saggi
Euro 1000,00 al primo classificato
Euro 500,00 al secondo classificato

Sezione video saggi
Euro 1000,00 al primo classificato
Euro 500,00 al secondo classificato

Sezione recensioni
Euro 400,00 al primo classificato
Euro 250,00 al secondo classificato

Le Giurie si riservano il diritto di non assegnare o di attribuire diversamente le somme qui indicate.
L’inosservanza o la non accettazione di quanto su esposto saranno preclusive della partecipazione. Gli elaborati cartacei vincitori saranno pubblicati sulla rivista “Cineforum”.

I concorrenti potranno partecipare, con la stessa domanda, a tutte le sezioni, ma potranno essere premiati per una sola di esse.

Per partecipare alla sezione saggi, i concorrenti dovranno allegare, in formato digitale (preferibilmente PDF e tassativamente senza immagini) un solo saggio inedito ed originale, di ampiezza compresa tra le 15.000 e le 30.000 battute (spazi compresi); per partecipare alla sezione video saggi, (elaborati audiovisivi che analizzano opere e tematiche connesse con l’audiovisivo) i concorrenti dovranno inviare il loro elaborato, di lunghezza non superiore ai 100 minuti, in formato digitale, (copia in DVD dovrà essere inviata a ASM Costruire Insieme e identica versione sarà caricata dai concorrenti su una piattaforma on-line, onde consentire la visione ai selezionatori e ai giurati del Premio, a cui verrà fornita l’eventuale password di accesso contestualmente al ricevimento del video saggio); per partecipare alla sezione recensioni, i concorrenti dovranno allegare, in formato digitale, una sola recensione inedita ed originale di ampiezza non superiore alle 4.000 battute.
L’elenco dei selezionati per la fase finale della sezione video saggi verrà comunicato a tutti i partecipanti entro dieci giorni dalla chiusura del bando.

Della giuria del Premio per gli elaborati cartacei faranno parte:
Danilo Arona, Mathias Balbi, Giulia Carluccio, Davide D’Alto, Steve Della Casa, Bruno Fornara, Mario Gerosa, Mauro Gervasini, Roberto Lasagna, Luca Malavasi, Anton Giulio Mancino, Roy Menarini, Emiliano Morreale, Adriano Piccardi, Barbara Rossi, Giulio Sangiorgio, Saverio Zumbo.

Della giuria del Premio per i video saggi, faranno parte:
Marco Bertozzi, Luca Bigazzi, Marcello Walter Bruno, Cécile Chièze, Oreste De Fornari, Elfriede Gaeng, Paolo Lipari, Mirko Locatelli, Umberto Mosca, Giovanni Robbiano, Antonella Sica, Antonio Somaini, Giuditta Tarantelli

Premiazioni
I premi saranno consegnati durante il “Festival Adelio Ferrero Cinema e Critica”, Alessandria, 10-13 ottobre 2019.

Per ulteriori aggiornamenti e informazioni:
http://www.festivalferrero.it
http://www.asmcostruireinsieme.it/eventi-e-news

email: premioferrero@asmcostruireinsieme.it

http://www.circoloferrero.blogspot.it
http://www.voceluna.altervista.org
http://www.Facebook.com/FestivalFerr
http://www.Twitter.com/FestivalFerr
http://www.Instagram.com/festivalferrero

Organizzazione
ASM CulturAle Costruire Insieme
Piazza Vittorio Veneto, 1
15121 – Alessandria
Tel. 0131/234266
premioferrero@asmcostruireinsieme.it
http://www.asmcostruireinsieme.it

Con il Patrocinio di
Regione Piemonte

Con il sostegno di
Amag – Associazione Cultura e Sviluppo – Centrale del Latte Alessandria e Asti

Media Partners:
Alessandria News – Di Alessandria Magazine – Il Piccolo di Alessandria – Radio Gold

ALESSANDRIA. ARRIGHINI APPRODA IN GRIGIO.

Ad Alessandria arriva Andrea Arrighini.

Lo comunica la società tramite il sito ufficiale, che riportiamo di seguito:

Attaccante di razza con grande esperienza anche in categoria superiore, Andrea Arrighini è da stasera un nuovo giocatore dell’Alessandria Calcio. L’operazione, fortemente voluta dal Presidente Di Masi su proposta del DS Artico, è stata perfezionata in queste ore col Carpi e legherà il giocatore ai Grigi con contratto triennale.
I Grigi aggiungono qualità e peso offensivo al proprio potenziale grazie alle caratteristiche di un attaccante versatile e collaudato.
Ad Andrea il caloroso benvenuto della società e di tutta la tifoseria Grigia.

Come scritto il calciatore vestirà grigio per i prossimi 3 anni. Un colpo di mercato davvero importante per la società alessandrina che sembra voglia affermare l’idea della promozione in Serie B.

ALESSANDRIA. INIZIA LA PREPARAZIONE PER L’ACF ALESSANDRIA.

Oggi pomeriggio l’Acf Alessandria ha iniziato la preparazione per la stagione 2019 / 2020.

DSC_8653

foto Andrea Amato

La società grigia, ancora in fase di mercato, inizia la preparazione atletica che vedrà coinvolte, per tre settimane, tutte le atlete a disposizione del mister Luca Barbesino.

Sarà un campionato molto impegnativo dato che le squadre in competizione contro l’Alessandria si sono imposte obbiettivi precisi e molto importanti. Anche il calciomercato ha mostrato quanto le società in serie C lavorino per far bene in stagione e salire di categoria.

I presupposti per un bel campionato ci sono tutti, lo spettacolo dunque non mancherà.

Andrea Amato

ROMA. GIUSEPPE CONTE:”THE END”. RITORNERA’?

Pare debba chiudersi oggi con il discorso di Giuseppe Conte al Senato l’esperienza del governo giallo-verde che se non ha portato fortuna la premier Conte, non l’ha portata neppure all’Italia, stretta tra l’incombente procedura d’infrazione minacciata dalla Ue per debito eccessivo e il conto salato seguito da una manovra “lacrime e sangue” che dovrà rimettere, nuovamente, ordine nei bilanci dello stato dopo un anno di bagordi e finanza allegra.

La brutta esperienza di governo si chiude con tutte le incognite sul futuro del premier, che solo quando ormai il suo destino era segnato ha deciso di mostrato gli attributi: basterà per evitare la crisi di governo oppure per riottenere un mandato da Mattarella?

L’esperimento giallo-verde sta giungendo a conclusione, oggi alle 15 la presidente del Senato Casellati darà la parola al presidente del Consiglio, che al termine dovrà scegliere se attendere il voto di fiducia oppure dimettersi prima del voto nelle mani del capo dello stato.

Giuseppe Conte immaginiamo si presenterà in Senato al cospetto dei senatori, della presidente Casellati e dei probabili ex compagni di avventura elegantissimo, in blu con il fazzoletto immacolato a tre punte nel taschino, ciuffo ribelle, e con la solita voce monotona, ma forse questa volta ci metterà un po più di rabbia nel suo discorso, racconterà la sua verità sul tradimento di Matteo Salvini, che dopo aver sfiduciato Conte per decenza non dovrebbe neppure sedere tra i banchi del governo, ma siamo sicuri che tutta l’arroganza dimostrata in un anno da vicepremier e ministro, le sue fobie nei confronti degli Altri, sopratutto dei migranti, il suo ego smisurato che lo fa sembrare affetto da “narcisismo ossessivo compulsivo sociopatico” lo spingerà a fare l’esatto contrario, dopo aver dichiarato che lui non molla la poltrona. Alla fine del discorso Conte, come chi lo preceduto, termivnerà con il fatidico: “… e pertanto mi reco al Quirinale per rassegnare le dimissioni del mio governo”.

Giuseppe Conte camaleontico, trasformista, che per intenderci non ha fatto nulla di male: per un uomo politico cambiare posizione, collocazione, linea è un fatto quasi normale, solo raramente abbiamo avuto politici dalla coerenza ferrea.

Che farà ora Conte? Succederà a se stesso con un nuovo governo, magari con una maggioranza allargata al Pd e LeU, di transizione elettorale. Ma il Pd non è interessato a questa soluzione, Zingaretti vuole un governo di legislatura in grado di realizzare un programma di governo che ponga al centro del suo interesse la crescita del paese, la difesa dell’ambiente e il rilancio dell’occupazione. Giuseppe Conte ha di fonte a se altre scelte come ad esempio andare a Bruxelles, il 25 agosto l’Italia dovrà designare il proprio Commissario Europeo. Può mettersi in attesa come riserva nella scelta della Presidenza della Repubblica. Potrebbe tornare a insegnare. Potrebbe scegliere se tentare la carta della rinascita oppure essere condannato come una meteora all’oblìo del dimenticatoio della politica.

Il premier Giuseppe Conte alla fine della sua strada ha mostrato un certo carattere, ma lo ha fatto troppo tardi quando era ormai giunto al traguardo da sconfitto, che non sostituisce quella debolezza infinita dimostrata durante il percorso del governo nei confronti dei suoi vice premier, in competizione tra loro.

La sua posizione nel governo, il più fallimentare della storia moderna, non la invidiamo, ma semplicemente perché il premier non ha fatto il premier, con un ruolo relegato, più o meno, a quello di un Notaio con il compito di controllare che il contratto di governo venisse rispettato dai suoi vice.

Solo la nevrastenica offensiva di Salvini nei suoi confronti lo ha risvegliato dal torpore, gli ha fatto venire la pelle d’oca e drizzare la schiena. Poteva farlo prima anche se per ora questo gli permette di restare in campo. Come farlo non lo sa neppure lo stesso Conte considerando il fatto che uno dei suoi alleati ha già preparato la strada per la sua uscita di scena.

ALESSANDRIA. COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA

REDAZIONALE COMMERCIALE:

Il Quotidiano on line nasce dall’esigenza di avere un magazine di informazione indipendente in un momento storico particolarmente travagliato, funestato dalle fake news di siti concepiti appositamente per carpire la buonafede delle persone, per realizzare un progetto politico devastante per la società, siti che inquinano le coscienze,spingono le persone verso l’egoismo, li convincono che solo se odiano gli “Altri”, dove gli “Altri” sono solo esseri umani che hanno fatto scelte diverse o solo più sfortunati, saranno più felici e realizzati. Persone proiettate verso un unico traguardo: la solitudine,l’egoismo, il rifiuto della solidarietà umana che trasformerà le loro vite in scatole vuote senza valori.

Bene a tutto questo il Quotidiano on line intende opporsi,si propone come un argine all’imbruttimento della società, ma come ogni organo di informazione, come ogni azienda, per svilupparsi, per crescere, creare occupazione, esprimere quella libertà di pensiero garantita dalla Costituzione, la pluralità dell’informazione per difendere la forza della democrazia, ha bisogno del sostegno economico di tutti.

Questo è l’unico motivo per il quale il Quotidiano on line ha deciso di aprire i suoi spazi alle inserzioni pubblicitarie alle piccole, medie e grandi aziende garantendo costi contenuti e professionalità.

I giornalisti,i fotografi e i collaboratori del Quotidiano on line possono inoltre garantire, alle aziende che ne avessero la necessità, la presenza di professionisti per la realizzazione di spot video, servizi fotografici in occasione di convention, incontri e dibattiti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: