Mese: agosto 2019

RAVENNA. POLIZIA DI STATO. FERMATA BANDA RESPONSABILE DELLE RAPINE IN AUTOGRILL.

Avevano rapinato più volte l’addetto al distributore di carburante nell’autogrill dell’area di servizio Santerno ovest in provincia di Ravenna e stavano compiendo un ulteriore colpo quando sono stati fermati ed arrestati in flagranza. Si tratta di due componenti di una banda criminale arrestati dai poliziotti del Compartimento Polizia stradale Emilia Romagna, coadiuvati da quelli della Sezione di Forlì, conl’operazione “Kusar”.

La banda era responsabile di numerosi colpi.La notte dell’8 luglio scorso la prima rapina: due malviventi, armati di coltello e con il volto coperto, hanno sottratto dalla cassa del distributore di carburante e dal marsupiodell’operatore denaro in contante.

Il 12 e il 16 agosto invece, sono state messe a segno altre due rapine, sempre ai danni dello stesso distributore, che hanno fruttato in totale circa 4 mila euro.

I poliziotti della Stradale, incrociando le informazioni raccolte con le testimonianze delle vittime, sono riusciti a restringere il campo dei sospettati a un gruppo di persone di origine albanese della zona di Faenza (Ravenna).

Gli agenti ha sequestrato, a casa dei due arrestati, vario materiale frutto di precedenti rapine.

Donatella Fioroni

LECCE. POLIZIA DI STATO. SPACCIO NELLA “MOVIDA” SALENTINA,AGENTI SOTTO COPERTURA E 13 ARRESTI

Stop allo spaccio di cocaina nelle discoteche della movida salentina e nel centro di Lecce grazie all’operazione “Movida” portata a termine dalla Squadra mobile in collaborazione con il Servizio centrale operativo.

L’indagine, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, è stata condotta nell’ambito del progetto “Pusher 3 – Piazza pulita”, caratterizzato dall’impiego di operatori sotto copertura per l’acquisto di droga nell’ambito di indagini volte ad annientare gruppi criminali impegnati nello spaccio di stupefacenti.

L’attività investigativa, avviata nel luglio scorso con il contributo della Direzione centrale per servizi antidroga e del Servizio polizia scientifica, ha portato in carcere 13 spacciatori che operavano in quattro zone diverse; sequestrate anche numerose dosi di cocaina pronte per essere vendute.

I poliziotti “undercover” si sono infiltrati nei locali della movida e nelle piazze di spaccio salentine, simulando l’acquisto degli stupefacenti e documentando l’attività illecita anche con telecamere nascoste, ritardando l’esecuzione dell’arresto dei pusher al momento più opportuno, per avere il tempo di acquisire ulteriori elementi investigativi.

Si tratta di quattro gruppi di spacciatori non collegati tra loro, che operavano in quattro discoteche a Marine di Lecce (San Foca), Marine di Nardò (S. Isidoro, Porto Selvaggio, Torre Uluzzo) e in piazzetta Santa Chiara, nel centro di Lecce.

Sergio Foffo

LIVORNO. PREPARAZIONE PREMONDIALE PER LA SQUADRA DELLE FIAMME ORO DI SCHERMA PARAOLIMPICA.

scherma-paralimpica-livorno-4---550

Si avvicina la scadenza più importante dell’anno per gli azzurri della scherma paralimpica, che dal 17 al 23 settembre saliranno sulle pedane coreane di Cheongju per affrontare i Campionati del mondo.

È una nazionale a tinte cremisi, con sette atleti sui dodici convocati, tesserati per le Fiamme oro, e i tre responsabili tecnici Simone Vanni (fioretto), Marco Ciari (sciabola) e Francesco Martinelli (spada), tutti ex atleti del Gruppo sportivo della Polizia di Stato.

Scherma paralimpica Livorno

Il legame che unisce le Fiamme oro alla nazionale di scherma paralimpica è diventato ancora più saldo con il raduno premondiale che si è svolto a Livorno, nella palestra della Questura che ospita la sezione giovanile della scherma cremisi.

A fare gli onori di casa il tecnico della sezione giovanile Marco Vannini, che ha aperto le porte della struttura mettendo a disposizione pedane e attrezzature ai dodici schermitori paralimpici, allenati dai suoi ex compagni di squadra delle Fiamme oro.

Scherma paralimpica Livorno

Tra i partecipanti al raduno c’erano i portacolori della Polizia di Stato Bebe Vio, Loredana Trigilia e Andreea Mogos, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Marco Cima, e Gianmarco Paolucci. A completare il gruppo gli azzurri Matteo Betti, Alberto Morelli, William Russo, Rossana Pasquino e Consuelo Nora.

Ad assistere agli allenamenti anche i ragazzini della sezione giovanile, che hanno potuto respirare la professionalità e lo spirito di sacrificio comune a tutti gli atleti di alto profilo.

Andrea Amato

CUNEO. SEQUESTRATI OLTRE 2 CHILI DI ANFETAMINE.

È bastato poco ai poliziotti della Squadra mobile di Cuneo per capire che nella casa di un cittadino tunisino c’era qualcosa che lo preoccupava.

anfetamine-550h

Gli agenti erano arrivati in casa dell’uomo dopo una serie di controlli a campione effettuati nei fine-settimana, per arginare il consumo di droghe nelle discoteche della provincia e per contrastare le cosiddette stragi del sabato sera.

Attraverso i controlli in strada gli investigatori hanno raccolto spunti investigativi che li hanno portati a casa del pregiudicato.

Gli agenti della mobile, da subito, hanno capito che c’era qualcosa che non andava e durante la perquisizione infatti si sono concentrati su una piccola valigia, confusa su un armadio tra contenitori di alimenti.

polizia-653x367

Vista la posizione ed il contesto, gli investigatori l’hanno aperta trovando migliaia di pasticche, oltre 5 mila, di diversi colori con impressi vari loghi quali un teschio, un diamante e due frecce. Le buste che le contenevano riportavano, scritte con un pennarello, le sigle Yes e Bro.

Gli esami effettuati nei laboratori della Polizia scientifica confermavano che le pasticche contenevano principi attivi stupefacenti derivati dall’anfetamina.

Le droghe sintetiche erano probabilmente destinate al consumo nei locali notturni della provincia e delle città limitrofe e avrebbero fruttato, al dettaglio tra i 60 mila ed i 100 mila euro.

ALESSANDRIA. IL CAPODANNO ALESSANDRINO NEL NOME DI COPPI. ”PEDALA” LO SLOGAN IN ROSA.

Il fine estate in rosa. Il capodanno alessandrino ricorda Fausto Coppi.

Stamane alla vineria ”Mezzolitro” si è svolta la presentazione del capodanno alessandrino 2019. Quest’anno la festa, che ricordiamo svolgersi il 31 Agosto, si tingerà di rosa unendosi anche nel centenario del campione Fausto Coppi.

Proprio nel ricordo del ciclista la giunta comunale ha voluto mettere a disposizione posteggi per le bici in via Dossena, unendo ad essa una card fedeltà che darà accesso a vantaggi e sconti. Buzzi Laghi, assessore comunale, invita tutti i cittadini ad utilizzare le bici e lasciare a casa le auto in primis per una ragione ecologica a sostegno del pianeta e anche per una questione di sicurezza generale. Ciccaglioni aggiunge che bisognerebbe girare la città in bici per godersela pienamente e per farsi del bene, perché lo sport è molto importante per la salute e facendolo si vive meglio.

Presenti alla presentazione anche il Sindaco Cuttica che saluta i presenti e invita alla partecipazione del capodanno, la giunta comunale, i rappresentanti della sezione alessandrina dell’A.I.L., i titolari dei locali e Monica Moccagatta ideatrice del capodanno alessandrino. Quest’ultima, emozionata, ha ringraziato il comune e tutte le persone intervenute per l’organizzazione dell’evento, invitando tutti i cittadini a scendere in strada per festeggiare tutti insieme in armonia.

Monica spiega anche il logo e lo slogan ”Pedala!” presentati quest’anno, ovvero due padali e il cuore, è un invito alla società al muoversi sempre senza fermarsi, per ricordare il campionissimo Fausto Coppi ed improntare nelle persone l’idea che Alessandria non è grigia ma viva, essendo anche la città delle biciclette.

La serata sarà accompagnata da spettacoli e concerti ed è stato anche organizzato un concorso fotografico su instagram, ”Sorridi e vinci”, come nella scorsa edizione, basterà scattare una foto o un selfie con l’#capodannoalessandrino. Le tre immagini che risulteranno avere più cuoricini vinceranno ricchi premi.

Durante la serata il museo delle biciclette sarà aperto e con entrata gratuita, lo dichiara Roberto Livraghi, durante il suo intervento, al palazzo del Monferrato. Decisione presa in accordi con la camera di commercio di Alessandria, rappresentata da Gian Paolo Coscia.

Enogastronomia, colore rosa, spettacoli a tema e concorso fotografico su instagram, questo è il capodanno alessandrino, una festa per tutti da vivere con felicità e in compagnia.

ROMA. GOVERNO: CONSULTAZIONI AL QUIRINALE, IL GIORNO DEI GRUPPI PARLAMENTARI.

I gruppi parlamentari dalle 10 al Quirinale per trovare una soluzione alla crisi di governo, dopo le dimissioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,dalle 10 riceverà i gruppi parlamentari: la delegazione di Fratelli d’Italia sarà la prima ad essere ricevuta. Alle 11 sarà il turno dei gruppi del Pd di Senato e Camera, alle 12 Forza Italia, alle 16 la Lega e alle 17 il Movimento 5 Stelle di Senato e Camera.

Il capo dello Stato ha ricevuto nella giornata di mercoledì il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e il presidente della Camera, Roberto Fico che come da prassi non hanno rilasciato dichiarazioni.

Il gruppo parlamentare per le Autonomie (Svp-Patt,Uv) del Senato ha dichiarato si essere disponibile a sostenere un governo con maggioranza incentrata su M5s e Pd nel caso si dovesse formare, alla condizione che abbia una forte impronta europeista. L’appoggio al probabile nuovo è stato giustificato anche per evitare l’esercizio provvisorio e l’aumento dell’Iva inevitabile in caso di nuove elezioni politiche.

Il gruppo misto, ricevuto dopo quello delle autonomie,se pur composto da varie componenti concorda nel giudicare pericoloso precipitare il Pese alle urne e auspica la nascita di un governo non breve, non di transizione, ma un governo politico.

Il gruppo di Liberi ed Uguali alla Camera, che ha chiuso le consultazioni della prima giornata, ha dichiarato espressamente di essere contrario alle elezioni.

Il compito di Mattarella in questa fase è quello di verificare se tra le forze politiche ci sia la volontà di andare a nuove elezioni o se la legislatura è in grado di proseguire con una maggioranza parlamentare diversa da quella espressa fino a prima delle dimissioni di Giuseppe Conte.

Da più parti e gli osservatori politici più qualificati ritengono che difficilmente possa essere affidato un incarico esplorativo.

I tempi dovrebbero più brevi rispetto al dopo-elezioni del 2018, quando ci vollero tre mesi prima della nascita del governo Conte con al maggioranza Lega- M5Stelle, per ovvi motivi, fra questi la Legge di bilancio, l’agenda internazionale e la comunicazione entro il 26 agosto il nome del candidato commissario alla Commissione europea, guidata da presidente Ursula von der Leyen.

Il Pd potrebbe appoggiare nuovo governo, ma in discontinuità con il precedente e appoggiato da una maggioranza forte

Questa la posizione del Pd espressa ieri dal segretario, Nicola Zingaretti, nella sua relazione alla Direzione nazionale del Pd:

Io non credo affatto che la soluzione possa essere quella di governi di transizione che, caricandosi tutto il peso enorme di manovre economiche, riporti dopo qualche mese il Paese al voto. Questa ipotesi non solo sarebbe rischiosa per i democratici e un danno per l’Italia, ma soprattutto non esiste in natura per l’indisponibilità di qualsiasi forza politica a farsene carico. Ora, dopo l’apertura della crisi è il tempo di muoversi“.

Il messaggio che Zingaretti porterà, oggi pomeriggio, al presidente della Repubblica,sarà improntato a dare al paese un governo politico in discontinuità con il passato e dando la disponibilità a verificare se esiste la possibilità di dar vita a una nuova maggioranza parlamentare in grado di dare risposte vere e serie ai problemi del Paese:

Quello di cui c’è bisogno è di ricercare la possibilità di dare vita a una maggioranza nuova, forte, di discontinuità e di larga base parlamentare“.

E “discontinuità“, significa anche rinnovamento dei nomi: “Non siamo disposti a un Conte bis“, ha ha terminato il segretario del Pd.

Un programma in cinque punti da presentare in vista di una alleanza per formare il futuro governo:

Le cinque condizioni contenute nell’ordine del giorno votato ieri all’unanimità dalla direzione nazionale del partito:


1) L’impegno e l’appartenenza leale all’UE per una Europa profondamente rinnovata, un’Europa dei diritti, delle libertà, della solidarietà e sostenibilità ambientale e sociale, del rispetto della dignità umana in ogni sua espressione;

2) Il pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa incarnata dai valori e dalle regole scolpite nella Carta Costituzionale a partire dalla centralità del Parlamento;

3) L’investimento su una diversa stagione della crescita fondata sulla sostenibilità ambientale e su un nuovo modello di sviluppo;

4) Una svolta profonda nell’organizzazione e gestione dei flussi migratori fondata su principi di solidarietà, legalità sicurezza, nel primato assoluto dei diritti umani, nel pieno rispetto delle convenzioni internazionali e in una stretta corresponsabilità con le istituzioni e i governi europei;

5) Una svolta delle ricette economiche e sociali a segnare da subito un governo di rinnovamento in una chiave redistributiva e di attenzione all’equità sociale, territoriale, generazionale e di genere. In tale logica affrontare le priorità sul fronte lavoro, salute, istruzione, ambiente, giustizia.

Il segretario del Pd Zingaretti in un’intervista pubblicata stamattina dal Messaggero dice chiaramente che o il M5S accetta i cinque punti proposti dal Pd “o fa saltare il banco e se ne prende la responsabilità“.

Zingaretti ha poi proseguito: “Conte non va bene: non si può dire che gli altri, ovvero Salvini, hanno sbagliato, e riprendere a governare come se nulla fosse cambiando solo alleato”. Non ha “alcun veto su Di Maio nel governo. Ma non si potrà far scendere in campo la stessa squadra che ha perso già una partita. Bisogna fare un passo per volta e ascoltare, soprattutto, il Capo dello Stato“.

Il leader del Pd ha concluso che non intende creare con il M5s un contratto di governo che non funziona: lo abbiamo visto in questa triste pagina giallo-verde. Non si può pensare che ci siano due vicepremier che si curano i rispettivi orticelli e che poi litigano su tutto“.

ALESSANDRIA. POSIZIONAMENTO PARCO DEI DIVERTIMENTI A SPINETTA MARENGO.

Alessandria, 20 agosto 2019
Comunicato stampa
Provvedimenti viabili

dal 28 agosto all’8 settembre 2019
Posizionamento Parco Divertimenti
Spinetta Marengo (Alessandria)

Per permettere il posizionamento degli allestimenti del Parco Divertimenti in programma al Sobborgo di Spinetta Marengo e precisamente in piazza Mayno e in via Perfumo, sul piazzale antistante la stazione FFSS, con arrivo presumibile delle carovane abitative dal 28 agosto e sino all’08 settembre 2019, dalle ore 00:00 del 28/08/2019 alle ore 24:00 dell’08/09/2019 sono vietati la fermata con rimozione forzata e il transito nelle seguenti vie del sobborgo di Spinetta Marengo: Piazza Mayno e Via Perfumo, nel piazzale antistante la stazione FFSS.

Da tali divieti sono esclusi i mezzi atti agli allestimenti del parco divertimenti


dal 26 agosto 2019
Lavori di posa pozzetti, scavo tradizionale e minitrincea
per realizzazione rete in fibra ottica
Quartiere “Cristo” – Alessandria

Per permettere i lavori di scavo per manomissione suolo pubblico per posa pozzetti di realizzazione rete fibra ottica FTTH in alcune vie del quartiere “Cristo” ad Alessandria a far data dal giorno 26/08/2019, dalle ore 08.00 alle ore 18.00, dal lunedì al sabato esclusi festivi, del periodo compreso fra il giorno 26/08/2019 e il giorno 26/10/2019, è vietata la sosta con rimozione forzata ambo i lati delle vie sotto elencate, come da relativo crono-programma previsto ed esposto sulla segnaletica mobile di cantiere ivi presente:
⇒ VIALE B. RAVENNA/VIA CARLO ALBERTO, da v.le Brigate Ravenna civ. 6 a via Carlo Alberto civ.16
⇒ VIA CAPRIOLO, dal civ.5 fino a via D’Angennes
⇒ VIA CALCAMUGGI
⇒ VIA MATHIS
⇒ VIA D’ANGENNES, da via Capriolo al civ.21
⇒ VIA MARIO MAGGIOLI, dal civ.8 al civ. 56
⇒ VIA RECALCATI
⇒ VIA DON MINZONI, da via Bove a via Maggioli
⇒ VIA CAMPI, da via Maggioli a via Bonardi
⇒ VIA BONARDI
⇒ VIALE TIVOLI/CORSO CARLO MARX, da via Carlo Alberto a via Bonardi

⇒ VIA VOLTA

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: