Mese: agosto 2019

ROMA. VENERDÌ 6 SETTEMBRE SORTEGGI CALENDARIO SERIE C FEMMINILE. L’ACF PRONTA PER LA COPPA ITALIA.

Il countdown è partito. Venerdì prossimo l’Acf Alessandria scoprirà la prima sfidante.

SORTEGGI C

 Settimana prossima il dipartimento calcio femminile si riunirà per dar vita ai calendari dei quattro gironi della serie C nazionale femminile 2019/2020. Il debutto di tutte le 55 squadre contendenti al titolo è previsto per il prossimo 6 Ottobre alle ore 15.

DSC_9627
Le ragazze dell’Acf durante una sessione di allenamento. Foto Andrea Amato.

Prima di Ciò occhi puntati sulla Coppa Italia di Serie C, in campo l’8 Settembre. L’Acf debutterà tra le mura amiche contro il Campomorone Ladies. Il mister Barbesino dichiara ai nostri microfoni che sarà una gara dove si potranno vedere i risultati della preparazione, anche se ancora in corso. Aggiunge che per la società sarà una partita importante visto che si fronteggeranno contro una delle squadre favorite per vincere il titolo.

DSC_9151
Mister Luca Barbesino. Foto Andrea Amato

Gli impegni di coppa vedranno l’Alessandria impegnata anche nella trasferta di Osio Sotto (Bergamo) dove sfiderà una delle squadre compagne della neo-promozione, il 15 Settembre. Concludendo infine il tour, 7 giorni dopo, in casa contro il Canelli, altra squadra neopromossa.

Andrea Amato

ROMA.CRISI DI GOVERNO: SI AFFACCIA L’IPOTESI DEL CONTE BIS.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, domani darà l’incarico a Giuseppe Conte per cercare di formare il nuovo esecutivo. La strada per nulla scontata sancisce l’accordo tra P.D.-M5S dopo la crisi di governo voluta da Matteo Salvini a inizio Agosto e culminata con le dimissioni del premier.

Scioccanti le dichiarazioni di Di Maio sulla reale volontà diella Lega di andare a elezioni anticipate: “Lega mi ha proposto ruolo di Presidente del Consiglio”

Movimento 5 stelle e Partito democratico scaldano i motori in vista di un Conte bis con molti nodi da sciogliere, il primo nodo è se questo dovrà essere un governo di rottura con il passato, se sarà un governo di transizione per traghettare il paese oltre la legge finanziaria e evitare l’aumenta dell’IVA, se Di Maio sarà nuovamente vice premier o se farà un passo indietro, se Giuseppe Conte che durante l’esecutivo giallo-verde ha mostrato di essere praticamente inesistente nelle decisioni dei due vice premier deciderà di essere il perno e la guida del nuovo governo.

Il nodo nodo principale è stato sciolto e la poltrona di Presidente del Consiglio a Giuseppe Conte certifica che l’accordo porterà ad un nuovo esecutivo.

Conte è stato convocato domani alle 9,30 al Colle per ricevere ufficialmente l’incarico e dare il via a consultazioni destinate alla formazione dei ruoli.

La decisione che ha aperto la strada alla fase finale di formazione dell’alleanza è da rintracciare nelle parole pomeridiane di Nicola Zingaretti, pronto ad annunciare l’accettazione del Pd alla scelta del nome del premier da parte dei 5 stelle: “Abbiamo riferito al presidente di aver accettato la proposta del M5s di indicare, in quanto partito di maggioranza relativa, il nome del Presidente del Consiglio dei ministri. Questo nome ci era già stato indicato dal M5s nei giorni scorsi”.

Il ruolo di premier per Giuseppe Conte è una garanzia per il Movimento almeno a quanto si intuisce dalle parole di Luigi Di Maio, che ha parlato della certezza che in questo modo sarà possibile portare avanti le politiche desiderate: “Si sono alimentate tante polemiche sulla mia persona e mi ha sorpreso che in una fase così delicata qualcuno abbia pensato al sottoscritto piuttosto che al bene del Paese. La Lega mi ha proposto di propormi come premier per il M5s e mi ha informato di averlo comunicato anche a livello istituzionale. Li ringrazio con sincerità ma con la stessa sincerità dico che penso al bene di questo Paese e a non me”.

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini, si è detto “disgustato”da quanto andato in scena oggi riferito al Conte-bis, sottolinendo che il Paese sta andando verso una sorta di “nuovo governo tecnico” , malgrado non sia affatto questa la volontà dei cittadini. Polemiche contro il Partito democratico per la sua “abitudine a governare malgrado non sia mai scelto dagli italiani: Matteo Salvini prosegue: “abbiamo espresso a Mattarella lo sconcerto non della Lega, ma di milioni di italiani, di fronte allo spettacolo indecoroso del teatrino della guerra delle poltrone. La nostra speranza è che questo governo non nasca”.

CATANIA. POLIZIA DI STATO. SEQUESTRATA DISCARICA ABUSIVA DI RIFIUTI PERICOLOSI NELL’OASI DEL SIMETO

Catania: sequestrata discarica abusiva nell’oasi del Simeto

catania scoperta discarica abusiva

Una discarica abusiva con oltre 25 tonnellate di rifiuti anche pericolosi, realizzata su un’area di 5 mila metri quadrati all’interno dell’aera protetta dell’Oasi del Simeto, nella provincia di Catania, è stata scoperta e sequestrata dai poliziotti della questura di Catania.

Sul posto gli agenti, coadiuvati dal Nucleo operativo della Regione Siciliana e dal personale addetto alla tutela della riserva naturale dell’Oasi, hanno trovato al lavoro 11 dipendenti, compreso un minorenne, tutti impiegati in maniera irregolare.

Tre di loro erano anche intestatari del reddito di cittadinanza e sono stati denunciati per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Nel piazzale erano ammucchiati oltre 25 tonnellate di materiali ferrosi, ma anche rame e alluminio, batterie d’auto, scocche di vetture arrugginite, elettrodomestici rottamati, cartone e pericolose traversine in legno, il cui trattamento chimico è notoriamente cancerogeno e dannoso per l’ambiente. Sono stati rilevati anche pericolosissimi sversamenti di olii minerali esausti e di altri liquidi pericolosi nel terreno, proprio in prossimità di un canale, con grave pericolo sia per l’inquinamento del suolo e delle eventuali falde acquifere, sia del mare.

Lunga la lista dei reati per i quali i due titolari dell’ “impresa” sono stati denunciati: gestione illegale di rifiuti speciali pericolosi, sfruttamento dello stato di bisogno dei lavoratori e impiego di minori, incauto acquisto di oggetti (in particolare, il rame) di sospetta provenienza furtiva e reati in materia di sicurezza e salubrità sui luoghi di lavoro.

Donatella Fioroni

ROMA. POLIZIA DI STATO. DENUNCIA ON LINE DEI REATI INFORMATICI

La denuncia online per i reati informatici

internet

Ormai l’uso di Internet è entrato a far parte delle nostre azioni quotidiane e purtroppo anche in questo ambito possono essere commessi reati o nascere contenziosi.

La Polizia postale e delle comunicazioni, la specialità della Polizia che si occupa di reati telematici permette di poter denunciare fatti illeciti commessi in Rete tramite il Commissariato di P.S. online.

Il servizio “Denuncia via web di reati telematici” dà la possibilità di denunciare i seguenti reati telematici:

  • Dialer – Mancato riconoscimento traffico telefonico
  • E-Commerce (Acquisto)
  • E-Commerce (Vendita)
  • Intrusione Informatica
  • Phishing
  • Illecito utilizzo di carte di credito online

Al termine della procedura di compilazione, otterrete una “ricevuta online”, un “numero di protocollo” con il quale potrete richiamare la pratica nell’Ufficio della Polizia Postale da voi prescelto dove comunque dovrete andare per dar corso alla denuncia.

Questo però vi consentirà di risparmiare del tempo perché avrete già svolto alcune delle incombenze comodamente da casa, sempreché, nella denuncia siano stati riportati tutti gli elementi utili e di prova del fatto di cui siete rimasti vittima.

È comunque indispensabile, specie per i reati informatici che hanno diverse sfaccettature e complessità, portare con sé ogni utile prova e tracce informatiche dell’accaduto.

Se si hanno dubbi o se si ha bisogno di chiarimenti si può telefonare alla Polizia postale della propria città, consultare il sito del Commissariato di P.S. online dove sono riportate le notizie e le informazioni sui reati più comuni o utilizzare i servizi “segnala online” e “richiedi informazioni” da cui riceverete le indicazioni richieste.

ALESSANDRIA. BANDO DI ISCRIZIONE PER IL SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

Alessandria, 28 agosto 2019

Comunicato stampa

Servizio Civile Universale: a settembre il nuovo Bando con l’obbligo di iscrizione sulla piattaforma online tramite SPID Nel mese di settembre sarà pubblicato il nuovo Bando Ordinario del Servizio Civile Universale per il 2020 : un bando nell’ambito del quale il Comune di Alessandria offrirà ai giovani interessati la possibilità di scegliere tra i 9 progetti approvati e finanziati :  Libri in città: lettori speciali in carcere, in ospedale, negli ambulatori” – Biblioteca Civica “Francesca Calvo” sede Piazza Vittorio Veneto 1 – Volontari n. 4  “Una comunità educante” – Ludoteca “C’è sole e luna” sede Via Verona 103 (4 vol.) – ReMix “Centro di riuso creativo” sede Via Pietro Nenni 72 (2 vol.) – Centro Gioco Bianconiglio sede Via Gambalera 74 (4 vol.) – Volontari n. 10  “Un Museo in rosa. Nonne, madri, figlie: generazioni a confronto ” – Museo Etnografico “C’era una volta” sede Piazza della Gambarina 1 – Volontari n. 4  “Visual Cultura” – Ufficio Cultura Palazzo Cuttica sede Via Gagliaudo 2 – Volontari n. 4  “Giovani per i Giovani” – Ufficio Servizio Civile sede Piazza Giovanni XXIII 6 – Volontari n. 2  “Una Città in Comune: giovani volontari al front-office dell’URP Comunale” – Ufficio Relazioni con il Pubblico – sede Urp Piazza della Libertà 1 – Volontari n. 2  “Libero Accesso II: per una cultura della piena accessibilità” – Servizio Musei Civici – sede Piazza Vittorio Veneto 1 – Volontari n. 4  “Crea(t)tivi: creatività e protagonismo giovanile in città” – Ufficio Giovani sede Via Gagliaudo, – Informagiovani – sede piazza della Libertà 1- Volontari n. 4  “Noi siamo natura” – Giardino Botanico “Dina Bellotti” – sede Via Giulio Monteverde 24 – Volontari n. 6

​CITTÀ DI ALESSANDRIA UFFICIO STAMPA Piazza della Libertà, 1 – 15121 Alessandria tel. 0131 515 354 – 0131 515 575 – ufficio.stampa@comune.alessandria.it Quest’anno, per la prima volta , la candidatura dei giovani avverrà esclusivamente in modalità on-line grazie ad una specifica piattaforma , raggiungibile da PC fisso, tablet o smartphone, cui si potrà accedere attraverso SPID , il “Sistema Pubblico d’Identità Digitale” . Chi intende partecipare al Bando , che si ricorda, è destinato a giovani tra i 18 e i 28 anni , può intanto cominciare a richiedere lo SPID con un livello di sicurezza 2 ;

sul sito dell’AGID – Agenzia per l’Italia digitale (www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid ) sono disponibili tutte le informazioni necessarie, anche con faq e tutorial. Peraltro, la richiesta dello SPID potrà essere effettuata anche dopo la pubblicazione del Bando . Il Bando dovrebbe restare aperto almeno un mese. A breve, verranno comunicati i dettagli sulle modalità di presentazione delle domande e tutte le informazioni sui progetti.

Per informazioni : Ufficio Servizio Civile del Comune di Alessandria , interno cortile Palazzo Cuttica (piazza Giovanni XXIII, Alessandria) email: servizio.civile@comune.alessandria.it tel. 0131 515.784/786