Mese: agosto 2019

ALESSANDRIA. ISCRIZIONI AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PER L’ANNO 2019/20.

Comunicato stampa

Le iscrizioni al Servizio di Refezione Scolastica
per l’anno scolastico 2019/2020 sono aperte dal 21 agosto 2019

Il Servizio Sistema Educativo Integrato-Ufficio Refezione Scolastica del Settore Servizi Demografici e Politiche Educative del Comune di Alessandria comunica che l’apertura delle iscrizioni al Servizio di Refezione Scolastica per l’anno 2019-2020 inizierà mercoledì 21 agosto 2019.
L’iscrizione può essere effettuata tramite domanda reperibile presso la sede dell’Ufficio Refezione Scolastica, in via San Giovanni Bosco n. 53 – Alessandria, con il seguente orario di apertura al pubblico:

lunedì – mercoledì – venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30
martedì – giovedì dalle ore 09.00 alle ore 14.30 con orario continuato

La domanda può essere inoltrata sul sito del Comune di Alessandria all’indirizzo:
http://www.comune.alessandria.it/servizi/politiche-giovanili-scuola-educazione/servizi-scolastici/refezione-scolastica
La domanda deve essere compilata da un genitore o da un delegato munito di delega e copia di un documento di identità del delegante.
Per chi presenta ISEE, è obbligatorio presentarsi con fotocopia della dichiarazione ISEE e documento d’identità.
Sulla base del valore ISEE presentato, verrà calcolata la Retta Annuale di Iscrizione e l’importo giornaliero del buono pasto secondo il tariffario pubblicato sul sito del Comune di Alessandria.
Tali importi rimangono invariati rispetto all’anno precedente.
Si prega di porre attenzione al fatto che chi necessiti di dieta sanitaria speciale dovrà presentare all’Ufficio Refezione Scolastica apposita certificazione elaborata dalla Direzione Sanità della Regione Piemonte, debitamente compilata e sottoscritta dal Medico Pediatra e/o Medico Specialista.
È possibile scaricare tale modulistica sul sito della Regione Piemonte al seguente link:
http://www.regione.piemonte.it/web/temi/sanita/sostegno-alle-cure/mense-scolastiche-richieste-per-diete-speciali
A tale modulistica segue specifica domanda del genitore reperibile sul sito del Comune di Alessandria o direttamente allo sportello.
La dieta sarà disponibile entro 5 giorni lavorativi dalla data di presentazione della richiesta.

ALESSANDRIA.IL MALTEMPO E GRANDINE COLPISCE IL MONFERRATO DAL NORD DELL’ASTIGIANO AL MONFERRATO CASALESE.

L’astigiano e il Monferrato casalese sono stati colpiti da un temporale estivo seguito da una grandinata che ha messo in ginocchio la vendemmia prevista per le prossime settimane.

Le immagini sono tratte da facebook.

Il violento nubifragio seguito da una grandinata si è abbattuto nel pomeriggio intorno alle 18.00 sulle zone del nord della provincia di Asti, interessando il territorio che da Mondonio Torinese porta per Castelnuovo Don Bosco, Pino d’Asti, Aramengo, Cocconato per arrivare intorno alle 18.00 a Casale Monferrato dove ha colpito la zona del Monferrato Casalese e alessandrino.

Il centro di Castelnuovo Don Bosco alla vigilia di Ferragosto si è imbiancato per la grandine trasportata dall’acqua che dalla sommità del borgo antico si è concentrata nel tratto di via Guglielmo Marconi.

La coltre di grandine era talmente spessa da dover chiedere l’intervento di una ruspa per rimuovere la massa di chicchi bianchi e spessi come noci.

I disagi alla circolazione hanno colpito tutto il Monferrato dove sono stati segnalati allagamenti di garage nei condomini, strade e tetti scoperchiati dal vento, acqua e grandine.

I vigili del fuoco di Asti sono dovuti intervenire in via Monferrato per un tetto in lamiera di un condominio che è stato divelto e le lastre penzolavano pericolanti sulla stradina di accesso.

Numerose automobili hanno riportato danni alle carrozzerie e ai parabrezza che sono stati sfondati dalla forza della grandine e le carrozzerie sono state “bucate” ca chicchi grandi come noci.

ALESSANDRIA. TRA MISS ALESSANDRIA E L’ECCELLENZA SPORTIVA FEMMINILE.

Nella notte delle stelle cadenti l’Acf Alessandria riceve il premio dell’eccellenza.

La premiazione è avvenuta in concomitanza con l’elezione di miss Alessandria. Durante la serata sono state premiate numerose personalità dell’economia, della cultura, musica, turismo e sport.

La serata dedicata all’elezione di miss Alessandria ha visto sfilare sul palco anche la società di calcio femminile alessandrina. L’acf Alessandria è stata premiata, dall’assessore allo sport Vittorio Ciccaglio, come eccellenza dello sport provinciale.

Durante la premiazione è intervenuto il vicepresidente Alessandro Violino che ha ringraziato la commisione per il premio ricevuto ed ha ribadito la passione e l’impegno che le ragazze mettono tutti i giorni per onorare la maglia.

Il premio è stato consegnato al vicecapitano Sofia Bergaglia, capocannoniere con 26 gol nella scorsa stagione. Più di quelli fatti realizzati da Cristiano Ronaldo.

Alla domanda “a chi ti ispiri?”, Sofia ha indicato senza ombra di dubbio l’attaccante di Juventus e della Nazionale italiana, Barbara Bonansea.

Al termine della serata, dopo la premiazione delle calciatrici grigie, é stata eletta Miss Alessandria 2019 la concorrente numero 9, Alice Farinelli.

Aggiornamento con il servizio video della serata.

REGGIO CALABRIA. POLIZIA DI STATO.28 INDAGATI PER ‘NDRANGHETA.

Reggio Calabria: colpo alla ‘Ndrangheta, 28 indagati

operazione

L’operazione della polizia Operazione di Stato di Reggio Calabria contro le ‘ndrine calabresi ha segnato un duro colpo alle ‘ndrine Muià e Figliomeni e la potente cosca Commisso di Siderno tra Calabria e Canada.

Gli indagati sono 28 indagati di cui 8 sono stabilmente residenti in Canada e sono ritenuti responsabili dei delitti di associazione mafiosa transnazionale ed armata, porto e detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, esercizio abusivo del credito, usura e favoreggiamento personale.

L’operazione Canadian Ndrangheta Connection iniziata il 28 luglio è proseguita in questi giorni, condotta dal Servizio centrale operativo della Polizia di Stato e la Squadra mobile di Reggio Calabria che hanno sottoposto a fermo 12 persone affiliati alla ‘ndrina Muià.

In carcere sono finiti 20 tra mafiosi con ruoli apicali, affiliati e prestanomi.

L’indagine avviata a seguito dell’omicidio di Carmelo Muià detto “Mino”, assassinato a Siderno a colpi d’arma da fuoco il 18 gennaio 2018, ha consentito di delineare gli assetti e l’operatività delle ‘ndrine Muià e Figliomeni, collegate alla più affermata cosca Commisso, tradizionalmente operante a Siderno e in Canada.

La polizia ha potuto documentare come le articolazioni in Canada e a Reggio Calabria siano attualmente governate da un organismo abilitato a riunirsi in territorio estero e ad assumere decisioni anche con riferimento alle dinamiche criminali attualmente esistenti nel territorio calabrese.

CATANIA. POLIZIA DI STATO. FACEBOOK USATO PER RIVELARE I POSTI DI BLOCCO, 2 DENUNCIATI.

Catania: rivelavano su Facebook i posti di blocco, denunciati in due

controlli in città pattuglia volante

La polizia postale di Catania ha denunciato due persone di 31 e 50 anni per interruzione i pubblico servizio dopo aver individuato una pagina dal nome che lasciava poco spazio alla fantasia:”posti di blocco Catania”.

Facebook veniva usato per avvisare preventivamente agli utenti dove le forze dell’ordine facevano i posti di blocco per il controllo del territorio.

La Polizia postale ha scoperto l’esistenza su Facebook del gruppo, denominato “Posti di blocco Catania” grazie a una segnalazione anonima, con circa 40 mila iscritti che venivano aggiornati in tempo reale sui posti di blocco e di controllo delle forze dell’ordine nella provincia etnea.

Le indagini hanno consentito di identificare i due uomini quali amministratori del gruppo e, pertanto, come coloro che avevano la piena responsabilità della creazione e delle informazioni diffuse al suo interno.

Segnalare preventivamente posti di blocco e controlli della Polizia costituisce un reato poiché turba la regolarità del servizio di pubblica sicurezza.