ATTUALITA'

GIARDINI NAXOS. L’ITALIA PERDE IL SUO CAMPIONE DI CICLISMO, FELICE GIMONDI.

Il campione di ciclismo, bergamasco,Felice Gimondi è morto a 76 anni per un malore mentre faceva il bagno a Giardini Naxos. Il cordoglio del mondo sportivo e della politica

Felice Gimondi, uno dei protagonisti assoluti del ciclismo italiano, è morto a 76 anni. Vincitore del Tour de France nel 1965 e tre Giri d’Italia, nel 1967, ‘69 e ‘76.

Il campione nonostante l’età era attivo nel mondo del ciclismo a Bergamo, abitava ad Almè vicino alla città lombarda. In vacanza con la moglie stava nuotando nelle acque dei Giardini Naxos quando è stato colto da un improvviso malore. E’ stato soccorso e portato a riva dove ha ricevuto i primi soccorsi, nonostante sia stato sottoposto alle manovre di rianimazione non c’è stato nulla da fare.

Felice Gimondi era nato a Sedrina, in provincia di Bergamo, il 29 settembre 1942,era stato un campione nel mondo del ciclismo professionistico dal 1965 al 1979, ha vinto complessivamente 118 gare. Tre volte vincitore nel Giro d’Italia,nel 1967, 1969 e 1976, e nove podi da record, tutt’ora imbattuti, conquistati. Un Tour de France  nel 1965 e Vuelta a España nel 1968.

Felice Gimondi è stato,nella storia del ciclismo, uno dei sette corridori capaci di vincere i tre tour a tappe.

Ha anche vinto il campionato del mondo su strada, una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due Giri di Lombardia.

Felice Gimondi continuava a praticare il ciclismo percorrendo lunghe distanze.Un incidente nel 2014 quando a causa di una buca era caduto a terra riportando la frattura di tre costole, ma si era subito rimesso in sella pedalando per i quattordici chilometri fino a casa. Solo il giorno dopo era stato convinto dalla moglie ad andare al pronto soccorso.

Felice Gimondi oltre al ciclismo amava il calcio ed era un tifoso della squadra di calcio di Bergamo, negli anni 90 aveva ricoperto la carica di presidente del Club Amici dell’Atalanta, associazione con oltre 5 mila soci ed era sempre presente nelle iniziative di carattere sociale e benefiche nella provincia di Bergamo.

Numerosi attestati di cordoglio sono giunti alla moglie da parte di personalità legate al mondo dello sport, della politica e dalle tante persone che hanno amato e tifato per il campione.

Categorie:ATTUALITA', SPORT