Mese: luglio 2019

ALESSANDRIA. 74° MOTORADUNO INTERNAZIONALE, LA PHOTOGALLERY DEL CORTEO DELLE MOTO.

Aggiornamento fotografico del 74° motoraduno internazionale della Madonnina dei centauri.

Fotografie e riprese video di Giuseppe Amato e Andrea Amato per il Quotidiano on line.

ALESSANDRIA. IL GIORNO DEI CENTAURI A CASTELLAZZO BORMIDA. LA PHOTOGALLERY DEI PERSONAGGI AL MOTORADUNO.

La tre giorni del motoraduno internazionale dei centauri si è concluso con la benedizione del Vescovo di Alessandria Mons.Guido Gallese e il corteo, composta da migliaia di motociclette, da Castellazzo alla centrale piazza Garibaldi di Alessandria.

Nella photogallery divisa in tre parti i volti di Castellazzo, le autorità e la sfilata con l’arrivo in città:

Fotografie e servizio video curati da Giuseppe Amato e Andrea Amato per il Quotidiano on line.

TORINO. IL SALONE DELL’AUTO DI TORINO SI FARA’ A MILANO.

Torino. Torino perde un altro pezzo della sua storia e quello che si respirava solo qualche giorno fa è diventata realtà. Andrea Levy & C. che avrebbero voluto confermare il successo delle scorse edizioni, non ha avuto neppure il tempo di presentare la 5a edizione del Salone che dal palazzo del Comune si sono levate le prime critiche e le obbiezioni nei confronti del’unico evento internazionale che la città ancora poteva vantare.

La sindaca Chiara Appendino già sommersa da critiche dopo aver espresso parere negativo sulle Olimpiadi invernali si ritrova oggi con un pugno di mosche in mano, una città abbandonata da tutti gli eventi più importanti, e replicare alle nuove critiche per aver permesso al suo vice, Guido Montanari, e a una cordata di nove consiglieri che hanno espresso parer negativo nei confronti del Salone.

La sindaca che ha sempre voluto presenziare  all’inaugurazione e il 19 giugno ha preso parte alla parata per le vie di Torino. 

Alberto Sacco, assessore al commercio e industria, non avrebbe mai dato parere negativo perché da sempre è un appassionato di automobili e dei rally oltre a essere genero di Carlo Callieri, direttore del personale Fiat negli anni ’80 e poi manager di Fiat Avio, Fiat Ferroviaria, Gilardini, Snia Bpd, aMagneti Marelli, Comau, Teksid e Centro Ricerche Fiat.

Il vice sindaco, Guido Montanari, è stato sempre contrario all’occupazione del parco Valentino da parte delle quattroruote: “Fosse stato per me il Salone del Valentino non ci sarebbe mai stato. Anzi nel corso dell’edizione del 2018 ultima edizione ho sperato che arrivasse la grandine e se lo portasse via.” .

Il Presidente della Regione ,Alberto Cirio, ha espresso la sua contrarietà cpn un presa di posizione durissima ed un comunicato:” «Questa notizia è un’altra doccia fredda, perché Torino non può continuare a perdere tutto quello che è stato costruito con anni di lavoro e fatica dai suoi cittadini, dalle istituzioni e da tutto il sistema produttivo e territoriale. Mi chiedo quale sia il progetto del Comune per quella che è una delle più importanti città d’Italia. Tutto questo è inaccettabile. Siamo al governo della Regione da poche settimane e ci siamo già dovuti attivare per recuperare la perdita delle Olimpiadi e adesso faremo di nuovo di tutto per rincorrere un altro grande evento come il Salone dell’Auto. Perché sono manifestazioni che non perde solo Torino, ma l’intero Piemonte. Se c’è anche solo una possibilità di mantenere un legame con il Salone dell’Auto a questo lavoreremo. Nella speranza che al più presto possa tornare nel luogo che gli dà il nome, quel Parco del Valentino incastonato nel cuore storico di Torino che lo ha reso un evento unico e speciale». 

FCA silente come se non fosse interessata all’evento nel 120° compleanno e dell’80° di Mirafiori

Andrea Levy  che ha compreso per tempo che da parte del comune non ci sarebbero state aperture e ha deciso di migrare a Milano che non ha esitato ad accogliere con favore il nuovo ospite a 4 ruote.

Il testo del comunicato ufficiale degli organizzatori del salone dell’Auto non lascia  spazio ad alcuna interpretazione:

“La 6a edizione del Salone dell’Auto nel Parco Valentino si svolgerà in Lombardia dal 17 al 21 giugno 2020. Con 54 case automobilistiche, 700.000 visitatori e oltre 2000 vetture speciali che hanno sfilato nel centro città, Parco Valentino si conferma pioniere di un nuovo concetto di Motor Show internazionale. Il modello Parco Valentino ha anticipato e ispirato le recenti evoluzioni introdotte dai grandi Saloni internazionali: Ginevra, Detroit e Parigi hanno infatti annunciato saloni diffusi per la città e test drive di vetture elettriche per le prossime edizioni. Seguendo la nostra vocazione innovativa, abbiamo scelto per il 2020 di organizzare la 6^ edizione in Lombardia in collaborazione con ACI. Milano ospiterà l’evento, un grande evento internazionale, in spazi aperti e una spettacolare inaugurazione dinamica a Milano nella giornata di mercoledì 10 giugno 2020.

Ringraziamo la Città di Torino per aver collaborato in questi 5 anni alla creazione di un evento di grande successo, capace di accendere sulla città i riflettori internazionali”.