SPORT

TRIESTE.LA PROVOCAZIONE: FUORI GLI AFRICANI DALLA MEZZA MARATONA AL TRIESTE RUNNING FESTIVAL.

Lo slogan coniato per raccogliere consensi politici ha finito per inquinare anche lo sport, succede a Trieste dove gli atleti africani erano stati esclusi dalla competizione della Trieste Running Festival, la mezza maratona che si terrà a Trieste dal 3 al 5 maggio.

La decisione degli organizzatori della manifestazione sportiva si è trasformata in un caso politico ,verso sera il dietrofront con Fabio Carini che spiega: “Dopo avere lanciato una provocazione che ha colto nel segno, richiamando grande attenzione su un tema etico fondamentale, contrariamente a quanto comunicato ieri, inviteremo anche atleti africani”. Una provocazione dal sapore esclusivamente economico per far cessare lo sfruttamento degli atleti africani pagati molto meno di quello che valgono.

La decisione di Fabio Carini, presidente della Apd Miramar che da otto anni si occupa dell’organizzazione della corsa aveva scatenato una serie di polemiche politiche e sportive tanto da indurre la Procura della Federazione di atletica ad aprire un fascicolo sulla vicenda mentre di pari passo sui social in molti avevano proposto il boicottaggio della manifestazione.

La gara giunta alla sua 24 esima edizione lo scorso anno ha visto salire sul podio due atleti del Burundi Olivier Irabaruta e Elvanie Nimbona.

Categorie:SPORT