Mese: febbraio 2019

ALESSANDRIA. SOTTOPASSO FERROVIARIO DI VIA MAGGIOLI-PIAZZA MENTANA.

Alessandria, 22 febbraio 2019

COMUNICATO STAMPA


Sottopasso ferroviario di via Maggioli – piazza Mentana
Indagini di monitoraggio ed attività di rilievo geometrico-strutturale per verifiche sulla vulnerabilità sismica per conto “RFI-Rete Ferroviaria italiana – D.T.P. Torino”

Da lunedì 25 febbraio verrà allestita un’area di cantiere per la sosta dei mezzi ed il posizionamento delle attrezzature e della strumentazione necessaria per lo svolgimento di indagini di monitoraggio ed attività di rilievo geometrico-strutturale per conto RFI S.p.A., in corrispondenza del sottopasso ferroviario di via Maggioli/piazza Mentana .
Per garantire la sicurezza della circolazione veicolare e pedonale, dalle ore 9 alle ore 17 dei giorni 25, 26, 27, 28 febbraio e 1 marzo 2019 (e comunque fino al termine dei lavori) verrà realizzata una sola carreggiata di marcia, a senso unico alternato regolato da un apposito impianto semaforico in corrispondenza del sottopasso ferroviario di via Maggioli/piazza Mentana.
Inoltre, dalle ore 9 alle 17 dei giorni 25 e 26 febbraio 2019 verrà disposta la chiusura al transito pedonale e ciclabile del percorso pedonale del sottopasso ferroviario, nel tratto compreso fra via della Maranzana fino a piazza Mentana. Sarà consentito il passaggio di pedoni/biciclette da via Maranzana in direzione via Maggioli.

ALESSANDRIA. BILANCI: TUTTO DA RIFARE, I CONTI NON TORNANO.

I conti non tornano, ma a essere coinvolti non sono solo quelli della giunta di centro sinistra, Rita Rossa, ma anche quelli dell’attuale giunta presieduta da Gianfranco Cuttica di Revigliasco. I conti della città di Alessandria sono tutti da rifare almeno così ha deciso la Corte dei Conti dopo l’esame dei bilanci dell’ente.


Il documento di 45 pagine in cui i giudici contabili concludono: “La Corte ritiene necessario segnalare le criticità rilevate al fine di evitare che la loro mancata correzione possa causare nel tempo una gestione non economica delle risorse ovvero situazioni di squilibrio”. 

I rilievi mossi alle amministrazioni: il mancato rispetto di due parametri di deficitarietà nell’esercizio 2016 e la non attendibilità del risultato di amministrazione 2016.

La Corte ha accerto la reiterazione di impostazioni contabili non corrette adottate dall’Ente, già dall’esercizio 2012, tali da pregiudicare qualunque attendibile valutazione, nonché la stabilità finanziaria dell’ente: “le parole pesantissime sono il preludio di interventi della giunta sui bilanci, ma l’interrogativo resta su come questi influiranno sulle tasche degli alessandrini e i loro bilanci familiari”

Le critiche dei giudici sulla scarsa capacità di riscossione dimostrata dall’Ente: “i giudici invitano l’amministrazione a essere più rigorosi nelle procedure di incasso”.

Il Consiglio comunale che nei giorni scorsi aveva fatto passare il provvedimento per chiedere un prestito di 6 milioni di euro alla Cassa Depositi e Prestiti per poter pagare gli arretrati ai fornitori, sia del 2017 che del 2018, 5,3 milioni di euro.

I giudici si riservano di verificare i successivi bilanci del Comune e le relazioni dell’organo di revisione, per verificare i dati dei bilanci e l’osservanza delle indicazioni, che apre una partita complicata sul piano politico.

SPORT INVERNALI. SOFIA GOGGIA TRIONFA NELLA DISCESCA DI CRANS MONTANA.

Sofia Goggia trionfa nella discesa libera di Crans Montana, valida per la coppa del mondo femminile di sci.

Audi FIS Alpine Ski World Cup - Women's Downhill

In una gara segnata da diverse interruzioni, tra problemi al cronometro e cadute, l’azzurra scesa con il pettorale numero 13 si è imposta con il tempo di 1’29”77, staccando di 49 centesimi la svizzera Joana Haehlen e di 0”52 l’austriaca Nicole Schimidhofer. La 26enne bergamasca, reduce dai Mondiali di Are dove ha conquistato l’argento in Super-G, torna sul gradino più alto del podio per la prima volta dopo l’infortunio che l’aveva costretta a saltare la prima parte della stagione. La sesta vittoria in carriera in coppa del mondo è arrivata a quasi un anno di distanza dall’ultima, centrata proprio ad Are a marzo 2018.

PERUGIA.POLIZIA DI STATO- LADRI DI TRATTORI.

Facevano mirati sopralluoghi notturni prima di colpire e fare il furto. Una banda composta da 5 uomini rumeni è stata fermata dalla Squadra mobile di Perugia. Il gruppo, che aveva colpito non solo in provincia di Perugia ma in gran parte del centro Italia, era specializzato in furti di escavatori, trattori ed altri mezzi d´opera.

Sono oltre 10 i furti, consumati o tentati. I poliziotti hanno ricostruito i vari raid dei ladri, recuperando nel corso dell´indagine, mezzi del valore complessivo superiore al milione di euro, che la banda intendeva trasportare e rivendere in Romania.
Di norma i criminali, nelle ore immediatamente precedenti ai colpi, rubavano un autoarticolato che poi utilizzavano per caricare e portar via la refurtiva.  
I poliziotti perugini hanno effettuato, nelle prime ore di questa mattina, un’irruzione a Roma, dove dimoravano tutti e cinque i malviventi, ed hanno eseguito nei confronti di quattro di loro, con la collaborazione dei colleghi della Squadra mobile romana, un decreto di fermo di indiziato di delitto, per furto pluriaggravato e continuato; il quinto rumeno, appena arrivato dalla Romania con un autoarticolato pronto a caricare i veicoli rubati, è stato invece denunciato.

Donatella Fioroni 20/02/2019

       

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: