Mese: febbraio 2019

ALESSANDRIA. INDETTO UNO SCIOPERO PER L’8 MARZO.

L’Amministrazione Comunale informa che in occasione dello sciopero generale in tutti i settori lavorativi pubblici, privati e cooperativi, compreso il Comparto Scuola, di tutti i lavoratori e le lavoratrici a tempo indeterminato e determinato, con contratti precari e atipici indetto per l’intera giornata dell’8 MARZO 2019, dalle sotto indicate Associazioni Sindacali:
-SLAI COBAS per il sindacato di classe;
-USI Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912 con sede in Largo Veratti, n. 25 – Roma;
-COBAS Confederazione dei Comitati di Base;
-USB Unione Sindacale di Base;
-USI Unione Sindacale Italiana con sede in via Laudadeo Testi, n. 2 – Parma;
-COBAS Comitati di Base della Scuola;
-CUB Confederazione Unitaria di Base;
-SGB Sindacato Generale di Base.
image001-3
Saranno garantiti esclusivamente i seguenti servizi:
-Stato Civile – Limitatamente all’accoglimento della registrazione delle nascite e delle morti.
-Cimiteriali – Limitatamente al trasporto, al ricevimento ed alla inumazione delle salme.
-Polizia Locale – Limitatamente alla attività di: attività richiesta dall’autorità giudiziaria ed interventi in caso di trattamenti sanitari obbligatori; attività di rilevazione relativa all’infortunistica stradale; attività di pronto intervento; attività di funzionamento della centrale operativa; vigilanza della Casa Municipale; assistenza al servizio attinente alla rete stradale e situazioni di emergenza.
-Pronto Intervento Stradale – Limitatamente all’attività di una squadra di pronto intervento in reperibilità sulla rete stradale ed esclusivamente per le operazioni di messa in sicurezza, ivi compreso lo sgombero delle nevi.
-Protezione Civile – Attività di presidio.
-Personale – Limitatamente all’erogazione degli emolumenti retributivi, contributivi e previdenziali.

ALESSANDRIA. DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE CONTROVERSIE TRIBUTARIE.

Alessandria, 22 febbraio 2019

Comunicato Stampa

Definizione agevolata delle controversie tributarie: approvata dal Consiglio Comunale di Alessandria l’estensione dell’applicazione

Con atto n. 29/13/19/18060 del 19/02/2019, il Consiglio Comunale di Alessandria – su proposta della Giunta – ha deliberato l’estensione dell’applicazione della definizione agevolata delle controversie tributarie prevista dall’articolo 6 del D.L. 119/2018 (convertito dalla Legge 17 dicembre 2018 n. 136) alle controversie riguardanti i propri tributi.
«Questa norma riguardante le controversie in cui è parte l’Agenzia delle Entrate — precisa Cinzia Lumiera, Assessore al Bilancio ed Entrate Tributarie di Alessandria — ha rimesso all’autonomia decisionale degli Enti territoriali la facoltà di estendere o meno tale definizione agevolata alle controversie riguardanti i tributi locali: facoltà da esercitare entro il 31 marzo 2019».
La sopracitata norma non concede tuttavia “spazi di manovra” agli Enti Locali, considerando che il comma 16 stabilisce solo che «Ciascun Ente territoriale può stabilire […] l’applicazione delle disposizioni di cui al presente articolo alle controversie attribuite alla giurisdizione tributaria in cui è parte il medesimo Ente o un suo Ente strumentale».
«Conseguentemente, come Comune di Alessandria — sottolinea l’Assessore Cinzia Lumiera — potevamo soltanto scegliere se applicare o meno la definizione agevolata, così come disciplinata dalla disposizione di Legge.
Alla luce di queste indicazioni, su proposta della Giunta Comunale, durante la seduta del Consiglio Comunale dello scorso 19 febbraio, si è dunque approvata entro il termine previsto dal Legislatore l’estensione dell’applicazione della definizione agevolata delle controversie tributarie, considerando l’opportunità di una tale scelta sia per il Comune che per i contribuenti.
Si tratta infatti – conclude l’Assessore al Bilancio ed Entrate Tributarie, che ha particolarmente lavorato per cogliere questa opportunità – di una scelta che ha avuto il parere favorevole da parte del Collegio dei Revisori dei Conti e, grazie a quanto approvato con la Deliberazione del Consiglio Comunale, consente che il contribuente vada a pagamento della quota capitale a “saldo e stralcio” con significative agevolazioni anche sulle sanzioni e sugli interessi dovuti».
Pertanto, i presupposti e le condizioni per avvalersi della definizione agevolata sono quelli di cui al già citato articolo 6 del D.L. 119/2018 (convertito dalla Legge 17 dicembre 2018 n. 136).
A breve, sul sito internet dell’Ente, verrà pubblicata la modulistica per la presentazione della domanda e verranno fornite le istruzioni per i versamenti delle somme dovute.

LUCCA. CARABINIERI- ARRESTATO PIROMANE INDIZIATO DI NUMEROSI ROGHI.

COMUNICATI STAMPA

Incendi: dopo numerosi roghi arrestato piromane nel viareggino

Comando Provinciale di lucca – Viareggio (LU), 25/02/2019 18:13

Gravemente indiziato degli incendi verificatisi negli ultimi giorni a Viareggio a danno di alcune autovetture parcheggiate, un giovane di 23 anni, senza fissa dimora, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto.

Sono stati i Carabinieri della Compagnia di Viareggio ad incastrarlo dopo una serie di incessanti e scrupolose indagini.

Lo scorso 21 febbraio, nel tardo pomeriggio, su segnalazione di alcuni residenti, i militari dell’Arma sono intervenuti in via della Bozzana Est a seguito di due episodi criminosi, il primo un tentativo di incendio di un’autovettura FIAT 500 ed il secondo, poco distante dal primo, in via Aurelia, all’interno di un giardino dove era stata data alle fiamme e distrutta completamente un’autovettura MINI  Cooper.

La preliminare attività investigativa dei Carabinieri ha permesso di rilevare che gli eventi criminosi erano stati commessi dalla stessa persona con lo stesso modus operandi, infatti in entrambi gli episodi l’autore, dopo aver infranto un finestrino con una grossa pietra, aveva appiccato il fuoco al veicolo cospargendo i sedili di olio esausto utilizzando pezze imbevute o bottigliette di plastica.

La pista investigativa è stata poi confermata da alcuni testimoni che hanno riferito anche di aver visto un giovane scappare a bordo di una bicicletta.

La sera successiva, in via della Gronda, un’altra autovettura parcheggiata, una BMW, era stata data alle fiamme con le stesse identiche modalità.

I militari dell’Arma hanno dunque concentrato l’attenzione su soggetti di giovane età gravitanti nel territorio e dediti a delitti di tal tenore e, sulla base delle attente e scrupolose indagini e delle descrizioni fornite dai testimoni, hanno tracciato un identikit del piromane che è stato poi riconosciuto da chi lo aveva visto in occasione dei diversi episodi delittuosi.

A questo punto, dopo incessanti ricerche, nella giornata di ieri, i Carabinieri della Sezione Operativa di Viareggio e della Stazione di Torre del Lago hanno rintracciato il soggetto e lo hanno condotto in caserma sottoponendolo a fermo di indiziato di delitto. 

Al termine delle formalità, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria lucchese, il giovane piromane è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lucca.

ROMA.POLIZIA DI STATO- IL LAVORO DEI REPARTI MOBILI RACCONTATO IN UN LIBRO.

È stato presentato oggi, a Roma, il libro “La tutela dell’Ordine Pubblico come garanzia di libertà” scritto dal direttore centrale delle Specialità, Roberto Sgalla con la prefazione del capo della Polizia Franco Gabrielli. L’evento è stato moderato dal giornalista Riccardo Iacona.

“Il volume, che vuole essere un omaggio ai tanti operatori dei Reparti mobili – come spiega il prefetto Gabrielli nella prefazione – analizza con un approccio interdisciplinare i molteplici aspetti dell’attività della Polizia di Stato a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Il lavoro dei Reparti mobili viene infatti ricostruito, indagato e spiegato da diversi esperti esterni e da alcuni dei dirigenti di polizia maggiormente coinvolti nel funzionamento di questa articolata “macchina” per la sicurezza”.

Durante la tavola rotonda, dopo il primo intervento dell’autore, il direttore del Servizio dei Reparti speciali, Benedetto Sanna, ha affrontato il tema della formazione e della professionalità dei poliziotti chiamati ad intervenire sulla gestione dell’ordine pubblico. A questo intervento sono seguiti quello di Anna Maria Giannini, docente alla facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma e del sociologo Nicola Ferrigni, dell’università Link Campus.

Successivamente hanno preso la parola il comandante del Reparto mobile di Roma Paolo Mazzini e un operatore di quello di Padova e hanno testimoniato l’impegno e il lavoro svolto quotidianamente dal personale dei Reparti mobili a tutela dei diritti costituzionali.

L’incontro si è concluso con l’intervento del capo della Polizia: “Ordine pubblico è molte cose, è qualcosa di complesso e complicato su cui influiscono innumerevoli variabili. La delicatezza della gestione dell’ordine pubblico ci ha portato nel tempo a ragionare e a pensare come affrontare il tema in modo sempre più professionale e con maggiore preparazione. Per questo motivo abbiamo istituito una Scuola dove preparare i poliziotti che svolgono questo servizio”. Il Prefetto ha poi continuato: “Il libro affronta il tema importante dell’approccio psicologico, fondamentale per gli operatori e per il loro lavoro al servizio delle comunità. I Reparti mobili sono infatti chiamati ad intervenire per il soccorso pubblico e sono vicini ai cittadini nei momenti più difficili”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: