CRONACA

CATANIA.POLIZIA DI STATO- REPARTO PREVENZIONE CRIMINI.

Dopo 30 anni dalla costituzione, nuovi locali per il Reparto prevenzione crimine “Sicilia Orientale”. Nuovi uffici, all’interno del Centro polifunzionale di San Giuseppe la Rena, a Catania, sono pronti ad accogliere i 50 agenti del Reparto.

Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti il direttore centrale Anticrimine Vittorio Rizzi, il prefetto di Catania Claudio Sammartino e il questore di Catania Alberto Francini, che ha fatto gli onori di casa.

Tra gli ospiti anche gli alunni della scuola elementare “Livio Tempesta” di Catania che,  nell’occasione hanno potuto vedere da vicino i mezzi e le attrezzature in uso alla Polizia di Stato.

Il Reparto prevenzione crimine è un’articolazione della Polizia di Stato nata con l’obiettivo di disporre di una “task force di pronto intervento” che possa essere impiegata in modo veloce nei teatri operativi più impegnativi a livello nazionale, rafforzando i servizi di prevenzione e controllo del territorio organizzati a livello locale.

Il Reparto di Catania è normalmente di supporto, oltre che alla questura di Catania, anche a quelle di Enna, Messina, Ragusa, Siracusa.

Negli ultimi due anni i poliziotti del Reparto prevenzione crimine di Catania hanno arrestato 87 persone, indagato 121 persone, effettuato 265 perquisizioni personali e 162 perquisizioni domiciliari nonché sequestrato 12 chili circa di sostanze stupefacenti.

Parole chiave:
Reparto prevenzione crimine – catania – dati sicurezza – inaugurazione

E ancora: 55mila le persone controllate su strada e 362mila i veicoli, 8.200 le contestazioni di violazioni alle norme del Codice della strada, 1.600 i veicoli sequestrati, 160 le patenti ritirate e 30 i veicoli rubati rinvenuti.

Non va dimenticato il ruolo fondamentale nel campo del soccorso pubblico in occasione dei recenti eventi sismici nelle zone pedemontane intorno all’Etna, dove i poliziotti hanno assicurato la presenza a fianco dei cittadini per garantire controllo e sicurezza.

Donatella Fioroni 22/02/2019

      

Categorie:CRONACA