Mese: novembre 2018

ALESSANDRIA. “IL VERDE IN CENTRO CITTA'”, PERCORSO DI INTEGRAZIONE PER RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE.

Alessandria, 29 novembre 2018
Comunicato Stampa

Alessandria e i percorsi di integrazione dei richiedenti protezione internazionale. Approvato il progetto “Il verde del centro città” che prevede il coinvolgimento dei migranti nella pulizia e manutenzione ordinaria delle aiuole e degli spazi verdi

La Giunta Comunale di Alessandria, nella seduta odierna, ha approvato una Deliberazione con la quale si intende favorire la realizzazione di percorsi di accoglienza dei migranti che giungono sul nostro territorio, a seguito di invio stabilito — a livello centrale e regionale — quali richiedenti protezione internazionale.
A proporre il testo della Deliberazione, sollecitati dal Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, sono stati l’Assessore comunale per i Servizi alla Persona e Politiche sociali, abitative e per la famiglia Piervittorio Ciccaglioni e l’Assessore comunale ai Lavori Pubblici, Patrimonio, Aree verdi, Cimiteri, Welfare animale Giovanni Barosini.
Alcuni presupposti all’atto amministrativo appena approvato vanno sottolineati.
Per un verso, il Protocollo di Intesa proposto a suo tempo dalla Prefettura ai Comuni della provincia di Alessandria in base al quale (articoli 3 e 4) il Comune di Alessandria «individua i servizi di volontariato che possono essere svolti da cittadini stranieri che:
hanno presentato istanza per il riconoscimento di protezione internazionale presso la competente Commissione Territoriale;
hanno sottoscritto il Patto di volontariato allegato al suddetto Protocollo di intesa;
hanno richiesto l’adesione ad un’associazione operante nel territorio dell’ambito ospitante».
Per altro verso, l’esigenza dell’Amministrazione Comunale di concorrere all’integrazione dei migranti nel tessuto sociale cittadino, agendo nel rispetto dei differenti livelli istituzionali di competenza di ciascuna Amministrazione coinvolta nell’emergenza profughi.
Infine, la proposta progettuale (giunta lo scorso 21 novembre) denominata “Il verde del centro città” – Percorso di volontariato e integrazione sociale per richiedenti asilo. Si tratta di una proposta — presentata al Comune di Alessandria dall’Associazione di Promozione Sociale Social Domus di Alessandria, dal Consorzio ABC di Alessandria e dall’Associazione RNA Natura e Ragazzi di Alessandria — che prevede «azioni intraprese e da intraprendere da parte dell’Amministrazione Comunale all’interno dei progetti di manutenzione e gestione delle aree verdi con particolare riferimento alla pulizia e manutenzione ordinaria delle aiuole, spazi verdi, aree gioco e fioriere».
“Il verde del centro città” mira dunque a creare percorsi di volontariato per i migranti richiedenti protezione internazionale impegnandoli in attività di valorizzazione del territorio, di pubblica utilità e di integrazione nel contesto locale: tutte finalità che risultano essere in linea e adempiere a quanto previsto dalla normativa vigente e dal Protocollo proposto dalla Prefettura di Alessandria, sottoscritto dal Comune di Alessandria.
Considerando che la proposta — per la quale si utilizzeranno anche alcuni spazi del Giardino Botanico Comunale “Dina Bellotti” per la formazione dei partecipanti al progetto — non comporta alcun esborso monetario diretto a carico dell’Amministrazione Comunale, la Giunta ha dunque deciso di approvare i contenuti del progetto “Il verde del centro città” che, tra l’altro, risultano in linea con le recenti modifiche introdotte dal D.L. del 04.10.2018, n. 113 recante “Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione”, in fase di conversione in Legge.
Complessivamente, l’Amministrazione Comunale rimarca, anche con l’approvazione odierna di questo atto, l’importanza di scelte coerenti al sistema SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), ossia la rete degli Enti Locali che — per la realizzazione di progetti di accoglienza integrata — accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo.

A questo riguardo, il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco sottolinea che «già nello scorso mese di settembre, durante il dibattito in merito ai contenuti delle nuove norme nazionali in materia di protezione internazionale e immigrazione, ho sostenuto convintamente la maggiore positività del sistema SPRAR.
È un sistema mediante il quale gli Enti Locali, con il prezioso supporto delle realtà del Terzo Settore, garantiscono interventi di accoglienza integrata che superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, prevedendo in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.
Quello dello SPRAR è un sistema che consente anche una maggiore vigilanza e che — in riferimento ad alcune recenti vicende del nostro contesto territoriale, quale quella bloccata grazie all’Operazione Caporalato che ha posto fine al reclutamento, trasporto e utilizzo di manodopera in “nero” di 18 cittadini extracomunitari — mette in luce maggiore positività: un beneficio complessivo per la comunità locale rispetto ai risultati che, in molti casi, si riscontrano nell’operato dei C.A.S. (Centri Accoglienza Straordinaria) considerando i rischi per la sicurezza pubblica e per l’effettivo rispetto della dignità delle persone derivanti purtroppo da questi Centri».

ALESSANDRIA. SRADICATI GLI ALBERI IN PIAZZA BERLINGUER. “PIANTATI IN MODO ILLECITO” DICHIARA BORASIO

L’articolo comparso sul quotidiano La Stampa nella giornata di ieri (pag. 39) dal titolo ‘Sradicati i nuovi alberi piantati nel piazzale della protesta ecologista’, riporta alcune dichiarazioni del Laboratorio Sociale che lamenta il fatto che i due bagolari piantumati siano stati estirpati.
L’assessore all’Ambiente del Comune di Alessandria, Paolo Borasio, precisa in merito quanto segue:
“I due bagolari piantati, in modo illegittimo, nei giorni scorsi sono stati semplicemente rimossi, rinvasati e ricoverati nelle nostre serre comunali. Saranno prossimamente messi a dimora, in luogo idoneo, insieme alle altre cento piante entro dicembre. Non era possibile mantenerli a piazzale Berlinguer per il fatto che il loro posizionamento ostacolava i lavori da realizzarsi nell’area. Spiace rilevare che nell’articolo non si sia dato spazio alla posizione dell’Amministrazione Comunale che, a riguardo, avrebbe potuto fornire tutte le informazioni del caso, senza alimentare inutili polemiche. Sono state tratte conclusioni affrettate senza preoccuparsi minimamente di verificare come si siano svolti i fatti nella realtà e la Giunta comunale è stata attaccata con parole ingiuriose e immotivate, senza avere la possibilità di replica. Spiace rilevare come le polemiche degli ultimi giorni su molte questioni sembrino valutare positivamente il disvalore di un comportamento illegittimo, ponendo in secondo piano la tutela delle regole di convivenza civile”.

ALESSANDRIA. PROVVEDIMENTI VIABILI

Lavori di manutenzione all’ impianto di videosorveglianza comunale nelle vie Morbelli – Milano e parcheggio Palacima con ausilio di cestello elevatore – 4 dicembre 2018.
Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori di manutenzione all’impianto delle telecamere con utilizzo di cestello elevatore in alcune vie della città, dalle ore 8 alle ore 18 del giorno 4 dicembre 2018, vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata in:
– VIA MORBELLI, tratto stradale compreso fra il civ. 24 fino all’intersezione con piazzetta Bini, lato sx
senso di marcia (zona a tariffazione);
– VIA MILANO, tratto stradale compreso fra il civ. 114 fino al civ. 124 (intersezione con Via Caraglio)
lato sx senso di marcia, per complessivi nr. 4 stalli di sosta (zona a tariffazione);
– AREA ADIBITA A PARCHEGGIO antistante il PALACIMA, lato Passeggiata Sisto, per complessivi nr. 3 stalli di sosta davanti al palo della pubblica illuminazione contraddistinto dal nr. 18531;

Allestimento area di cantiere in corso Teresio Borsalino civ.44 – dal 10 al 14 dicembre

Per la necessità di autorizzare il transito e la sosta di autocarri per operazioni di carico/scarico materiale di risulta per manutenzione straordinaria ad un alloggio del fabbricato ubicato in corso Teresio Borsalino civ. 44, dalle ore 8.30 alle ore 16 dei giorni 10-11-12-13-14 dicembre 2018 sarà vietato il transito veicolare e di sosta con rimozione forzata in corso Teresio Borsalino, nell’area interna adibita a parcheggio antistante il civ.44 per complessivi nr.4 stalli di sosta

Svolgimento dei lavori di scavo per collegamento fibra ottica e posa pozzetti di giunzione a cura della ditta Elecnor sa per conto di Open Fiber – 3 e 4 dicembre

Per consentire lo svolgimento dei lavori di ultimazione posa pozzetti di realizzazione rete fibra ottica FTTH ed allaccio agli immobili, dalle ore 8.30 alle ore 18 dei giorni 3 e 4 dicembre 2018, saranno vietati il transito e la sosta con rimozione forzata in via Plana, nel tratto compreso fra via San Pio V e corso Lamarmora. In caso di avverse condizioni metereologiche, le chiusure saranno prorogate per ulteriori due giorni lavorativi (5-6 dicembre 2018), come da relativa segnaletica di cantiere ivi posta dalla ditta esecutrice i lavori.

Lavori edili del fabbricato ubicato in via San Francesco d’Assisi – 4 dicembre

Per permettere lo svolgimento dei lavori edili del fabbricato ubicato in via San Francesco D’Assisi civico 24, dalle ore 7 alle ore 18 del giorno 4 dicembre 2018 saranno vietati il transito e la fermata con rimozione forzata in via SAN FRANCESCO D’ASSISI, tratto compreso tra via Bergamo e via Legnano, per il posizionamento e transito dei mezzi operativi.

Lavori edili al fabbricato ubicato in via Sant’Ubaldo nr. 50 – 4 dicembre 2018.
Per la necessità di consentire lo svolgimento dei lavori all’immobile sito in via Sant’Ubaldo nr. 50 con utilizzo di piattaforma elevatrice, dalle ore 8 alle ore 18 del giorno 4 dicembre 2018 vigerà il divieto di transito e di fermata con rimozione forzata in via sant’ubaldo, nel tratto compreso fra via Milazzo e corso Monferrato, per il posizionamento del mezzo operativo (piattaforma elevatrice).

NOVI LIGURE. SABATO 1° DICEMBRE 2018 MANIFESTAZIONE CONTRO LA CHIUSURA DELLA PERNIGOTTI.

DICIAMO NO ALLA CHIUSURA DELLO STABILIMENTO PERNIGOTTI DI NOVI LIGURE
DICIAMO NO AI LICENZIAMENTI
DICIAMO NO ALLA RASSEGNAZIONE

Dopo 5 anni di bugie, decisioni scellerate e risultati disastrosi la famiglia Toksoz ha annunciato la chiusura dello storico stabilimento della Pernigotti di Novi Ligure, acquisito nel 2013 dalla famiglia Averna, minacciando di licenziare e lasciare senza prospettive centinaia di lavoratrici e lavoratori tra diretti e indiretti.

I dipendenti della Pernigotti, una delle realtà industriali più prestigiose del settore alimentare, insieme al territorio novese ed alessandrino, non intendono rassegnarsi all’ennesima chiusura e all’ennesima devastazione di un territorio da parte di predoni travestiti da imprenditori,

Per questi motivi sabato 1 dicembre 2018 si terrà a Novi Ligure una grande manifestazione per dire NO alla chiusura dello stabilimento, NO ai licenziamenti, NO alla rassegnazione.

Saremo tanti! Troviamoci tutti a Novi Ligure alle 15.30 presso lo stabilimento Pernigotti di Novi Ligure in Viale Della Rimembranza 100, da cui partirà il corteo per raggiungere Piazza Delle Piane dove si concluderà la manifestazione.

COMUNICATO STAMPA, Alessandria 28/11/201

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: