ALESSANDRIA

ALESSANDRIA. QUARGNENTO RICORDA I 100 ANNI DALLA FINE DELLA GRANDE GUERRA.MANIFESTAZIONI SOTTO IL COMUNE E SPETTACOLO CON IL CORO MONTENERO E TEATRO INSIEME NELL’EX CHIESA DELLA TRINITA’.

 

La giornata nel borgo di Quargnento è stata vissuta con la solennità che si deve alla ricorrenza del 100° della fine della “Grande Guerra”.

 

La guerra che è costata oltre 13 milioni di morti su tutti i fronti in conflitto e ha coinvolto l’Italia sul fronte austriaco è stata ricordata dal sindaco di Quargnento Luigi Benzi al mattino e dal coro Montenero di Alessandria e la la compagnia Teatro Insieme alla sera nella ex chiesa della Trinità, gremita di pubblico per ascoltare il coro degli alpini e la rappresentazione teatrale.

 

Ancora una volta i ragazzi, accorsi numerosi sotto il porticato del comune,per l’evento, sono stati tra i più attenti ascoltatori della memoria dei caduti quargnentini sul fronte di guerra.

 

La cerimonia della deposizione della corona ha fatto da cornice alla rappresentazione teatrale e musicale che ha attraversato gli anni della guerra ripercorrendo i tre anni di vita in trincea leggendo le cronache dell’epoca, gli scritti dei soldati dal fronte e l’ansia delle famiglie in attesa del ritorno dei soldati, ma che troppo spesso ricevevano solo una cartolina con scritto “caduto gloriosamente per la patria” o di loro commilitoni che scrivevano” mi è morto tra le braccia, non potuto fare altro”. I canti del Coro Montenero hanno commosso i presenti e chiuso la serata con una riflessione sulla guerra, che non si è mai fermata e continua a mietere ancora vittime.