ANNUNCI ECONOMICI

TORINO. PARTIVA IN TRENO PER NAPOLI CON UN 1 KG DI EROINA PURISSIMA.

Torino, 2 novembre 2018
LA GUARDIA DI FINANZA DI TORINO HA ARRESTATO UN CORRIERE DELLA DROGA
IN PARTENZA PER NAPOLI CON OLTRE 1 KG DI DROGA.

21338_img1.JPG
E’ stato fermato mentre si accingeva a prendere un treno diretto a Napoli, il
venticinquenne arrestato, nei giorni scorsi, dalla Guardia di Finanza di Torino
perché trovato in possesso di 104 ovuli di eroina purissima.
A.A., queste le iniziali del giovane, è stato notato dalle Squadre Cinofile del Gruppo
Torino all’interno della Stazione Ferroviaria di Porta Nuova, mentre saliva
sull’intercity notte che ogni sera parte da Torino in direzione del capoluogo
campano.
Al suo passaggio, A.A. ha attirato le attenzioni dei Finanzieri ma soprattutto di
Jane, il pastore belga Malinois delle Fiamme Gialle, addestrato alla ricerca di
sostanze stupefacenti.
Approfondito il controllo, i Finanzieri hanno infatti rinvenuto, celati in una calza di
nailon all’interno del bagaglio del ragazzo, una settantina di ovuli di eroina e
cocaina purissima.
L’atteggiamento particolarmente nervoso del ragazzo ha comunque indotto gli
inquirenti a sottoporlo ad esami diagnostici presso l’ospedale Molinette di Torino,
esami questi, che hanno inequivocabilmente mostrato la presenza di ulteriori corpi
estranei ingeriti dal ragazzo, confermando così i sospetti dei Finanzieri.
Arrestato per traffico di sostanze stupefacenti, A.A., nigeriano, è stato condotto
presso il carcere Lorusso-Cutugno di Torino dove, nei giorni successivi al fermo, ha
evacuato ulteriori 32 tra ovuli di eroina e cocaina.
Oltre 1 kg le sostanze stupefacenti complessivamente sequestrate.
I controlli delle Guardia di Finanza di Torino, nelle aree cosiddette sensibili, quali
Terminal degli autobus, stazioni ferroviarie e della metropolitana, scaturiti anche a
seguito delle numerose segnalazioni giunte al numero di pubblica utilità “117”, si
inseriscono nel quadro della costante azione di controllo del territorio, svolta nei
principali punti di aggregazione della città, finalizzata a tenere alto il livello di
attenzione sulla diffusione e sul consumo di droghe.