Mese: settembre 2018

ALESSANDRIA. FESTA AL CANILE CASCINA ROSA

Alessandria, 24 settembre 2018
COMUNICATO STAMPA

image0011
‘Festa a 4 zampe’ a Cascina Rosa

Ieri, domenica 23 settembre, si è svolta al Canile di Cascina Rosa (strada provinciale per Pavia n.22 – Valmadonna) la ‘Festa a 4 zampe’, un momento di incontro con gli ‘amici a quattro zampe’, ospiti della struttura gestita dall’Associazione Tutela Animali (A.T.A), con l’obiettivo di conoscere più da vicino la realtà delle strutture comunali che si occupano degli animali meno fortunati ed i volontari che se ne prendono cura.


«Ringrazio tutti i volontari ed i cittadini che nella giornata di ieri sono intervenuti numerosi per conoscere le nostre strutture ed ammirare il nuovo gigantesco murales che è stato realizzato per abbellire la facciata da tre giovani artisti del territorio– ha sottolineato l’assessore al Welfare Animale, Giovanni Barosini —. Gli intervenuti hanno potuto conoscere gli amici a quattro zampe, ospiti del canile, e per qualcuno di loro, più fortunato è stata anche l’occasione di trovare una nuova famiglia. Ci diamo da fare e lavoriamo con impegno per migliorare sempre di più i nostri servizi e le nostre strutture, consapevoli che esse costituiscono un vanto di cui poche Amministrazioni comunali possono fregiarsi”.
Il canile-rifugio “Cascina Rosa” segue ordinariamente i seguenti orari di apertura al pubblico: martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17 – sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 (info: A.T.A. http://www.associazionetutelaanimali.org).

ALESSANDRIA. GAGLIAUDO FRA I MERCANTI.

Alessandria, 24 settembre 2018
COMUNICATO STAMPA

image0011

Gagliaudo fra i mercanti

Sabato 29 e domenica 30 settembre ad Alessandria

Baudolino

Gagliaudo, il personaggio simbolo della tradizione popolare di Alessandria, torna anche quest’anno, per la 20° edizione dell’importante manifestazione commerciale, nell’anno dell’850 compleanno di Alessandria per colorare e animare il centro cittadino, nelle giornate di sabato 29 e domenica 30 settembre, dalle ore 8 alle 20.
“Gagliaudo fra i mercanti”, come consuetudine, è un evento nel quale le strade diventano protagoniste, perché insieme con le bancarelle degli ambulanti si fondono i negozi che stabilmente operano nelle vie coinvolte: l’obiettivo è infatti quello di cogliere l’occasione per “uscire all’esterno” con i propri banchi e proporre acquisti convenienti ai visitatori.
Saranno moltissime anche quest’anno le categorie merceologiche si fonderanno in un percorso senza interruzioni nel quale tante curiosità e interessanti sconti sui più svariati prodotti potranno anche diventare l’occasione per “portarsi avanti” con i regali natalizi.
Le vetrine dei negozi, come d’abitudine, esporranno le collezioni della moda autunno-inverno con le tendenze più attuali della moda, del fashion e del design.
Nella giornata di sabato 29 settembre il percorso delle bancarelle si snoderà da corso Roma fino a via dei Martiri, passando per piazzetta della Lega e via Milano (fino all’angolo con via Migliara); domenica 30 si aggiungeranno anche piazza Marconi, piazza della Libertà e piazza Garibaldi, via San Lorenzo e via Dante.

Gagliaudo_Evento Volley

La manifestazione sarà arricchita anche da molti eventi collaterali per offrire interessanti pause di intrattenimento che animeranno Alessandria nei due giorni dell’evento.

Gagliaudo_Hop (1)
WECONF — la sinergica collaborazione tra Confcommercio e Confesercenti, con il supporto tecnico di PROCOM, insieme con l’Amministrazione Comunale di Alessandria cura la regia di “Gagliaudo fra i mercanti” e si avvale del sostegno prezioso della Camera di Commercio che, con la consueta sensibilità, partecipa all’iniziativa — si è nuovamente posta l’ambizioso obiettivo di richiamare molti operatori commerciali nel capoluogo alessandrino per offrire anche quest’anno il migliore palcoscenico cittadino a tutti coloro che vogliono contribuire ad animare la festa.

Gagliaudo_Delizie di Eva
«Una manifestazione ‘storica’ per la nostra città quella di “Gagliaudo fra i mercanti”, uno degli eventi che nel tempo si sono dimostrati più longevi e particolarmente significativi nel porre attenzione e nel promuovere in modo sinergico il commercio cittadino – ha dichiarato Mattia Roggero, assessore al Commercio del Comune di Alessandria – . Il “gioco di squadra” fra i commercianti del centro che usciranno in strada con le loro offerte e i tradizionali ambulanti che esporranno i loro prodotti, in un unicum che occuperà tutte le vie del centro, è la caratteristica di questa manifestazione dove chi vince davvero è proprio la Città di Alessandria, i suoi cittadini, il suo tessuto commerciale ed economico che, ancora una volta, dimostra con la voglia di fare dei suoi protagonisti, come la nostra Città sappia arrogarsi un ruolo centrale e di primo piano”.
«I protagonisti di “Gagliaudo fra i mercanti” — ha dichiarato Manuela Ulandi, presidente provinciale CONFESERCENTI — sono proprio i partecipanti a vario titolo della manifestazione che, con il loro spirito intraprendente e positivo ed emulando Gagliaudo (il leggendario contadino della nostra tradizione che seppe aguzzare l’ingegno per salvare Alessandria dall’assedio dell’Imperatore Federico Barbarossa), anche in questa occasione sapranno essere promotori di un sentire comune, intraprendente quanto attrattivo e gioioso. Ecco perché, durante i due giorni della manifestazione, il maggior numero di enti, istituzioni, associazioni e singoli operatori economici che compongono il tessuto di questa Città saranno inclusi in una contaminazione che renderà tutti realmente “attori” e non soltanto spettatori dell’evento».
«Una manifestazione come quella di “Gagliaudo fra i mercanti” che compie vent’anni” e dimostra innanzitutto la felice intuizione iniziale che ha saputo collegare la figura popolare ed identitaria di Gagliaudo, da ricordare in occasione dell’850° compleanno della Città, a uno degli eventi che nel tempo si sono dimostrati particolarmente significativi nel porre attenzione e nel promuovere in modo sinergico il commercio cittadino fisso ed ambulante, dove i commercianti, che ringrazio per gli sforzi organizzativi, dimostrano di saper credere agli eventi e saper fare squadra” ha concluso Michela Mandrino, presidente Confesercenti, zona di Alessandria.
“Con “Gagliaudo tra i mercanti” torna un evento che è ormai entrato a far parte della storia del commercio alessandrino e che contribuisce ad arricchire il calendario delle manifestazioni di settembre del nostro capoluogo insieme ad Aperto per Cultura, ad AleComics, al Mercato Europeo ed al Concorso Internazionale di chitarra classica Pittaluga, rendendo attrattivo il capoluogo stesso grazie a proposte che, coinvolgendo i comparti della cultura e del commercio, soddisfano un ampio target di persone – hanno dichiarato, di concerto, Vittorio Ferrari, presidente Confcommercio Alessandria e Alice Pedrazzi, direttore Confcommercio Alessandria -. Con WeConf abbiamo creato un coordinamento con l’obiettivo di far crescere le aziende del nostro comparto ed il territorio, convinti che le sinergie e la pianificazione degli eventi insieme a tutti i soggetti coinvolti siano il metodo vincente per valorizzare le nostre eccellenze e massimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili, dando impulso alla vita sociale e all’economia della città”.

Amemanera
“Va aggiunto un ulteriore elemento che è presente nella kermesse del prossimo fine settimana e che può diventare sempre più la cifra distintiva di “Gagliaudo fra i mercanti” – ha continuato Paolo Coscia, Presidente della Camera di Commercio di Alessandria -, quello dell’unire strategicamente la proposta commerciale rappresentata dalle tante “bancarelle” con quella della valorizzazione dei negozi che quotidianamente rendono attrattivo il centro cittadino e che avranno l’opportunità di “uscire all’esterno” presentando le proprie migliori proposte davanti ai propri esercizi commerciali. Il tutto in un “gioco di squadra” dove insieme agli interessanti eventi collaterali, ciò che vince è davvero la Città di Alessandria, il suo essere “comunità”, i suoi cittadini e le tante persone che sicuramente parteciperanno anche al “Gagliaudo fra i mercanti” 2018».
«Il Gruppo AMAG ritiene di avere una precisa responsabilità nei confronti della comunità e del territorio in cui opera – ha concluso Paolo Arrobbio, presidente del Gruppo AMAG -. L’idea della “responsabilità sociale in azione” è alla base del nostro agire, dalla gestione del capitale naturale – cioè di risorse essenziali come l’acqua, l’ambiente, l’energia – alla promozione del tessuto sociale e produttivo. Per questi motivi, il Gruppo AMAG è in prima linea nel sostegno a “Gagliaudo tra i mercanti”.


“ E – ha concluso Mauro Bressan, Amministratore Delegato Gruppo Amag – Con i nostri servizi, puntuali ed efficienti, ci proponiamo di contribuire a rivitalizzare il centro storico cittadino, a fianco del Comune e delle associazioni di categoria. Insomma, un gioco in cui vincono tutti».

ALESSANDRIA.RADUNO MULTIEPOCALE DEI GRUPPI STORICI IN CITTADELLA IL 30 SETTEMBRE 2018

Alessandria, 24 settembre 2018
COMUNICATO STAMPA

image0011

VII edizione Raduno Multiepocale di Gruppi Storici
Cittadella di Alessandria
30 settembre 2018

Domenica 30 settembre l’associazione Aleramica di Alessandria con il patrocinio del Comune di Alessandria, della Regione Piemonte, del Consiglio Regionale del Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, organizza la settima edizione del Raduno Multiepocale di Gruppi Storici in Cittadella.
“Lo scopo con cui nacque questo evento fu innanzitutto quello di dar vita ad un raduno di “addetti ai lavori della rievocazione” – hanno spiegato gli organizzatori -, un’iniziativa mai tentata fino ad allora nella nostra Regione, poi coronata con successo e divenuta ispirazione per altri eventi similari nel nord Italia. Il secondo scopo era quello di raccogliere, insieme al FAI – Delegazione di Alessandria, le firme necessarie ad eleggere la Cittadella di Alessandria “Luogo del cuore” che, grazie anche e soprattutto a questo evento è riuscita a raggiungere il suo obiettivo e ad arrivare prima in classifica nazionale.
Da allora altri importanti traguardi sono stati raggiunti e la Cittadella è diventata un centro importante per la realizzazione di eventi sul territorio, aprendo un serio dibattito sulla destinazione da consegnare a questo importante pezzo del patrimonio nazionale.
“Anche quest’anno l’Associazione Aleramica intende impegnarsi nella salvaguardia della fortezza perseguendo, con il VII Raduno Multiepocale di Gruppi Storici lo scopo, benefico, di raccogliere fondi (tramite offerte libere da parte di pubblico e partecipanti) necessari ai volontari per gli innumerevoli lavori di manutenzione di cui necessita la storica fortezza. Un altro importante obiettivo sarà quello di offrire a tutti i rievocatori del Centro-Nord Italia, la possibilità di “fare rete” tra loro, promuovendo un momento di incontro che coinvolga epoche differenti (occasione assai raramente possibile in altri tipi di manifestazione” – hanno concluso gli organizzatori.
La manifestazione, divenuta oramai un appuntamento fisso, porta ogni anno in Cittadella numerosi rievocatori storici con lo scopo di fornire al pubblico la possibilità di vivere un’esperienza unica nel suo genere, effettuando letteralmente una “passeggiata nella Storia”.
Accedendo alla piazza d’Armi si seguirà infatti un percorso che porterà dai Celti fino ai giorni nostri. Interverranno complessivamente 28 gruppi per un totale di 350 rievocatori che saranno collocati nell’anello centrale della piazza d’Armi in ordine cronologico, in base al periodo storico rappresentato; ogni gruppo stazionerà per l’intera durata della manifestazione tramite l’allestimento di un proprio campo (tende storiche, strutture d’epoca, armi, utensili, ecc.), all’interno del quale tutti i rievocatori svolgeranno per l’intera giornata le proprie attività, promuovendo il proprio gruppo storico. Nell’arco della giornata, all’interno dell’area spettacoli, allestita al centro della piazza d’Armi, ciascun gruppo avrà inoltre un momento dedicato in esclusiva in cui proporre un assaggio della propria offerta storico/artistica.
Tra le particolarità di questa settima edizione segnaliamo:

il Raduno diventa una Practical School:
prosegue la preziosa collaborazione con l’Università degli Studi di Torino che, anche per quest’anno, consentirà al raduno di approdare sui banchi universitari. Gli studenti del corso di studio di Scienze del Turismo dell’Università di Torino analizzeranno l’organizzazione dell’evento per meglio comprendere quali sono i passi necessari da intraprendere in quello che potrebbe diventare il loro futuro lavoro. Considerato il successo nelle precedenti edizioni, anche quest’anno verranno organizzate le visite guidate tra i campi dei gruppi storici. Gli studenti dell’Università di Torino, insieme alla prof.ssa Laura Bonato, condurranno i gruppi di visitatori tra gli accampamenti, fornendo notizie generali sul periodo storico rappresentato e permettendo poi ai rievocatori di mostrare le proprie attività.

Attività per bambini
L’ASM Costruire Insieme propone alle ore 11, un’attività dal titolo “A caccia nella storia”, una caccia al tesoro che prevede l’utilizzo del cellulare e dell’app messaggistica; il gioco conterrà indizi relativi ai musei alessandrini, da ricercare tra gli accampamenti nella Piazza d’Armi. Ai vincitori verranno dati in omaggio biglietti d’ingresso ai musei cittadini e altri gadget. Inoltre i bambini potranno gustare un prodotto offerto dalla Centrale del Latte di Alessandria. Per partecipare al gioco è consigliata l’iscrizione che può essere effettuata, a partire dalle ore 10.30, presso lo stand collocato nell’area giochi in Cittadella.
L’attività è rivolta ai bambini a partire dai 5 anni di età, supportati dai genitori.
Alle ore 10.30, 11.30, 15.30 e 18 il gruppo storico Teuta Vertamocori di Novara, proporrà una battaglia dei bambini, con simulazioni di duelli celtici.
Anche per questo appuntamento è consigliata la prenotazione che può essere effettuata inviando una mail entro il 28/09/2018 a info@aleramica.it oppure iscrivendosi in loco in base alla disponibilità.

Format “850”
i gruppi storici che hanno aderito metteranno in scena durante le proprie esibizioni, nell’arco del pomeriggio, un episodio che rievoca una parte della storia della nostra città.

Format Vivi la Storia
I gruppi storici che hanno aderito a questa iniziativa metteranno a disposizione vestiario, equipaggiamenti e un tutor personale per far vivere davvero la Storia in prima persona ad alcuni ospiti esterni, che potranno trascorrere un’intera giornata da rievocatori storici.
Gli ospiti saranno selezionati dall’Associazione Aleramica tra giornalisti, blogger, opinion leader, ma anche tra chi ne ha fatto richiesta spontaneamente.
Tutte le informazioni sul format, il regolamento e il modulo di iscrizione sono disponibili al link http://www.aleramica.it/cms/index.php?page=raduno-multiepocale .

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

LOCANDINA RADUNO 2018 ok.jpg

Domenica 30 settembre, ore 10, apertura ufficiale della manifestazione in Cittadella con una scenografica cerimonia che darà ufficialmente il via alle attività dei gruppi storici e ai momenti formativo-didattici che si susseguiranno per l’intera giornata, fino alle ore 19.
Alle ore 11.30 circa, un imponente e suggestivo corteo storico multi epocale sfilerà per le vie del centro cittadino, partendo dalla Cittadella, attraversando il ponte Meier fino ad arrivare nel centro storico, con brevi esibizioni durante il percorso. I
Alle ore 16, spettacolare corteo storico multiepocale all’interno della Cittadella, al termine del quale è prevista la consegna degli omaggi ai gruppi storici e il saluto delle autorità locali.
La chiusura dell’evento avverrà alle ore 19.
Esibizioni a rotazione nell’area spettacoli dalle 14 alle 19.
Attività per bambini dalle 10.30 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Banchetti storici presenti durante tutta la giornata.
L’Ingresso alla manifestazione sarà gratuito (offerte libere e spontanee saranno raccolte dai volontari del FAI – Delegazione di Alessandria).

Altri appuntamenti
Pranzo con il revocatore: la proloco di Fiondi propone a pagamento un menù da degustare insieme ai rievocatori.
Visite guidate della fortezza saranno organizzate nel corso dell’intera giornata dai volontari del FAI – Delegazione di Alessandria.
L’Associazione fotografica Bianco parteciperà al Raduno trasformandolo in un’uscita fotografica a tema.

Gli organizzatori ringraziano gli sponsor che con la loro solidarietà e il loro prezioso e contributo renderanno possibile l’organizzazione dell’evento:
Centrale del Latte di Alessandria e Asti, Luigi Lavazza S.p.A., MFstudios, Viticoltori Associati Vinchio-Vaglio Serra, Gruppo Amag, Euromaster – Gomme e Motori srl, Agenzia Immobiliare Habitat, Croce Rossa di Cassine, Proloco di Fiondi, Tecnoluce, ASM Costruire Insieme.
Elenco dei gruppi selezionati per la VII Edizione

Teuta Vertamocori
La Compagnia dell’Unicorno
Gr. Storico Culturale SEXTUM
Sagitta Historica
Winniler – Gruppo Storico Longobardo
L’Arc arcieria amatoriale sperimentale
La Compagnia del Galletto
Compagni di Viaggio
Associazione Culturale Compagnia dell’artiglio del Drago
Confraternita del Torrione
Gruppo storico I Credendari
Nova Militia Templi
Media Aetas
Ars Antiqua e Venus
Gruppo storico Sestrese
Gruppo Storico Incisa 1514
Compagnia del Cardo e del Brugo
Il Tempo Ritrovato
59eme demi brigade d’infanterie de ligne di Marengo
Assoc. “Trois Piquets – 111eme de Ligne”
G. S. RISORGIMENTALE 23 MARZO 1849
Assoc.”Trois Piquets – Bersaglieri”
Arma Dotta
Decimo Reggimento Fanteria Louisiana
Engineer Special Brigade Italy
10th MOUNTAIN DIVISION HISTORICAL REENACTMENT UNIT
Gruppo Sbandieratori e Musici Borgo Viatosto
Musici e Alfieri dell’Onda Sforzesca

ALESSANDRIA. LA NOTTE DEI RICERCATORI 2018

ABILITANDO PARTECIPA ALLA NOTTE DEI RICERCATORI 2018 Un seminario e spazi espositivi per superare insieme gli ostacoli alla diversità

ABILITANDO-Notte dei Ricercatori 2018

L’Associazione Abilitando sta organizzando, in collaborazione con il DiSIT, Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell’Università del Piemonte Orientale, un evento che verrà ospitato durante la Notte dei Ricercatori, venerdì 28 settembre dalla sede di Alessandria dell’Università in Viale Teresa Michel 11, dalle 20:00 alle 23:00. Quest’anno il titolo è Creatività, Cultura, Comunicazione. L’idea è quella di mostrare come la creatività e l’innovazione tecnologica possano favorire il benessere e l’inclusione sociale e culturale, comunicando informazioni e patrimonio culturale a tutta la popolazione, senza dimenticare i meno giovani o coloro che sperimentano qualche forma di disabilità. La società intera in tutte le sue componenti (i cittadini, le scuole, i responsabili politici e l’industria, gli stessi ricercatori), un pubblico di età e background scientifico differente, rappresenta il destinatario ideale a cui pensare nella progettazione della Notte Europea dei Ricercatori 2018.

Come nella fortunata edizione dell’evento Abilitando 2017 che si è svolto a Bosco Marengo Santa Croce, e che è stata premiata con la Medaglia del Presidente della Repubblica, sarà l’occasione di parlare di come le nuove tecnologie siano in grado di aiutare la vita quotidiana delle persone con disabilità e con limitazioni fisiche.

Il titolo della Notte dei Ricercatori 2018 “Creatività, Cultura, Comunicazione” si sposa particolarmente con le ragioni per le quali è nata l’Associazione Abilitando e con l’attività prodotta fino ad oggi dall’Associazione. Siamo convinti che creatività e innovazione tecnologica siano strumenti importantissimi per favorire l’inclusione sociale e migliorare il benessere delle persone, in particolare quelle con disabilità.

L’esperienza di rete che contraddistingue le attività dell’Associazione ci consentono di proporre un seminario affiancato a tavoli workshop dove le persone tutte possono scoprire e sperimentare soluzioni create avendo attenzione alle persone con disabilità e alle difficoltà che incontrano negli ambiti della cultura, delle attività espositive e museali e del turismo accessibile. Alcune di queste soluzioni realizzate proprio in collaborazione con il Disit di Alessandria.

Il seminario che l’Associazione promuove vede la partecipazione di: − RAI – Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione (CRITS) – Virtual LIS, interprete virtuale per l’accessibilità dei programmi televisivi e degli spazi culturali. − Unione Italiana Ciechi Piemonte – l’impatto tecnologico nella creazione di percorsi culturali per non vedenti − IsITT Istituto Italiano per il Turismo per Tutti e CPD Consulta per le persone in difficoltà – il turismo culturale accessibile − DiSIT Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica – GuidApp: l’audioguida per disabili visivi − DiSIT Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica – BlueReader: l’assistente vocale per la navigazione web

Saranno presenti tavoli espositivi con ricostruzioni in 3D di famosi monumenti piemontesi messi a disposizione dall’Unione Italiana Ciechi fruibili da non vedenti, dimostrazioni delle tecnologie presenti presso il museo della radio e della televisione della RAI e materiale promozionale del territorio alessandrino in collaborazione con Alexala.

BOLOGNA.SPORT E FRODE INTERNAZIONALE, SEQUESTRATI 25 MILIONI DI EURO.

Bologna, 24 settembre 2018
LA GUARDIA DI FINANZA DI BOLOGNA NELL’AMBITO DI UNA INDAGINE A IMOLA SU UNA MAXI FRODE INTERNAZIONALE HA SEQUESTRATO 25 MILIONI DI EURO AD
UN’ORGANIZZAZIONE CRIMINALE TRANSNAZIONALE.

dav
Il Finanzieri del Comando Provinciale di Bologna hanno eseguito, su tutto il territorio
nazionale, un provvedimento di sequestro emesso dal G.I.P. del capoluogo felsineo, dott.
Alberto Ziroldi, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica di Bologna, dott.ssa Manuela Cavallo, di beni mobili, immobili (tra cui una villa sui colli bolognesi del valore di circa 2 milioni di euro), autovetture, quote societarie, polizze assicurative e conti correnti, per quasi 25 milioni di euro.
Ai 16 indagati – tra cui 4 bolognesi – è contestata, a vario titolo, “l’associazione per
delinquere” finalizzata alla commissione di numerosi crimini tra cui “l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti”, “l’omessa dichiarazione fiscale”, “l’occultamento o la distruzione delle scritture contabili”, la “simulazione di reato”, il tutto con l’aggravante della transnazionalità in relazione al fatto che le varie condotte criminali sarebbero state commesse in più stati.
L’esito delle indagini di polizia economico-finanziaria, svolte dai militari della Compagnia di Imola, ha permesso di risalire ai vertici dell’associazione criminale i quali, dagli uffici bolognesi, avrebbero utilizzato compiacenti “prestanomi” per strutturare e gestire varie catene societarie – costituite da società italiane, società esterovestite (ossia con sede fittizia in Gran Bretagna ma realmente operanti presso la sede bolognese) e società ubicate, tramite l’interposizione di fiduciarie estere, in Paesi off shore (in particolare nei “paradisi fiscali” tra i quali le Isole Vergini Britanniche e di Panama) al plurimo scopo di pervenire, da un lato, al completo camuffamento della reale allocazione reddituale e degli effettivi soci/amministratori e, dall’altro, di impedire la ricostruzione delle “tracce contabili” dei movimenti di denaro.
Il sofisticato sistema di frode, attuato per anni dal sodalizio criminale, ha condotto alla
scoperta di un giro di fatture false e/o “gonfiate” per oltre 75 milioni di euro, aventi ad
oggetto prestazioni di sponsorizzazione in favore di due note società di basket di livello
nazionale, di cui una imolese e l’altra, femminile, con sede in Parma.
Al pagamento della fattura (da parte dello sponsor alla società inglese), seguiva la retrorestituzione di parte del corrispettivo nuovamente allo sponsor, attraverso una preventiva serie di transazioni di valuta in più stati esteri attuata con l’obiettivo di dissimularne l’illecita provenienza.
Tali fatture false venivano emesse da società appositamente costituite a Londra (ove
esisteva solamente un mero recapito), ma di fatto organizzate, gestite e dirette a Bologna,
le quali avevano acquistato, ad un corrispettivo irrisorio e senza “esclusiva”, i diritti di
sfruttamento dell’immagine e degli spazi pubblicitari delle due società di basket.
Queste società “fittiziamente straniere”, giovando della propria esterovestizione,
emettevano fatture senza applicazione dell’IVA e non presentavano in Italia alcuna
dichiarazione fiscale conseguendo, in tal modo, una milionaria evasione d’imposta.
A loro volta, gli sponsor, ricevuta la fattura, effettuavano i relativi pagamenti attraverso
bonifici bancari su conti correnti accesi presso istituti di credito londinesi da cui,
l’organizzazione criminale, li dirottava immediatamente con successive transazioni
valutarie su conti correnti bancari aperti nel Principato di Monaco e, con ulteriori
transazioni, infine, nella Repubblica di San Marino su conti accesi a nome di varie
società di comodo e con l’interposizione di vari soggetti “prestanome”.
Da tali conti, il denaro veniva prelevato in contanti per essere poi materialmente
riconsegnato agli sponsor i quali, oltre a fruire dell’illecita deduzione fiscale della fattura
“gonfiata” conseguivano l’ulteriore vantaggio di rientrare in possesso di gran parte
delle somme inizialmente corrisposte alla società estera per la sponsorizzazione.
Ad entrambi i presidenti delle due società di basket viene contestato un ruolo determinante all’interno dell’associazione criminale poiché erano loro stessi a procacciare direttamente gli sponsor (tra l’altro, non per conto delle società di basket bensì a favore della società inglese) provvedendo, inoltre, alla materiale consegna delle fatture false e dei relativi contratti simulati di sponsorizzazione.
L’attività condotta dalle Fiamme Gialle bolognesi s’inquadra nelle rinnovate linee strategiche dell’azione del Corpo, volto a rafforzare il contrasto e la reale aggressione patrimoniale ai più complessi fenomeni di frode – anche internazionale – ed alla tutela della collettività.
L’evasione, di fatto, non solo comporta un ingente danno all’Erario per le imposte non
versate, ma incide anche sull’intero circuito economico in virtù della distorsione dovuta dalla vendita di beni/servizi ad un prezzo nettamente inferiore rispetto a quello di mercato, proprio in ragione del mancato versamento delle imposte dovute.
Infatti, tali comportamenti fraudolenti, pervadono la struttura economica del Paese,
generando illeciti benefici patrimoniali in danno agli imprenditori onesti, che subiscono lo svantaggio concorrenziale fraudolento.

SERIE A. TORINO. I TROPPI ERRORI DEI GRANATA REGALANO TRE GOL AL NAPOLI.

La difesa granata va in black-out durante gli attacchi dei partenopei e regala 3 gol.

Mazzarri deve rivedere la difesa e non solo, la squadra non ha un gioco, non sa difendere e non riesce a concludere una triangolazione di passaggi.

La partita si apre dopo appena 4 minuti, cross in mezzo di Verdi, flipper tra due difensori granata chr servono il pallone ad Insigne che davanti alla porta, insacca.

Dopo 16 minuti ancora Napoli pericoloso, cross di Mertens, la difesa si dimentica di Versi che in controbalzo la piazza alle spalle di Sirigu.

Nel Secondo tempo, Berenguer atterrato in area, per Irratti è calcio di rigore; alla battuta si presenta Belotti che non sbaglia ed è 2 a 1.

Al 59esimo Izzo si addormenta con il pallone tra le gambe, glielo ruba Zielinski che corre verso la porta, passaggio preciso per Callejon che con una botta tremenda spedisce il pallone sul palo, palla ancora attivo che finisce sui piedi di Insigne che firma la sua doppietta.

SERIE A. FROSINONE. LA JUVE VINCE MA NON CONVINCE. 90 MINUTI PER SEGNARE UN GOL.

Ci si aspettava una partita semplice per la Juventus a Frosinone ma così non è stato. Troppa sicurezza e spavalderia da parte dei torinesi li porta a rischiare troppo e ci vogliono 90 minuti prima di segnare contro i ciociari.

È vero anche che i gialloblu hanno parcheggiato davanti alla loro porta il pullman che li ha portati fino allo stadio, ma dalla Juve non ci si aspetta una partita giocata con superficialità, considerando anche le dichiarazioni fatte da Allegri nel pre-partita dove ripeteva più volte che la Juve avrebbe giocato da Juve senza sottovalutare gli avversari.

Una partita noiosa, senza emozioni e senza gioco, questa è la sintesi dei due tempi regolamentari che solo nel recupero del secondo tempo, Ronaldo e Bernardeschi, decidono di portare a casa i 3 punti.

I festeggiamenti bianconeri lasciano il tempo che trovano considerando la bruttissima prestazione degli undici scesi in campo, dalla Juventus ci si aspetta molto di più.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: