Mese: agosto 2018

TORINO. DISINNESCATA BOMBA DELLA 2* GUERRA MONDIALE.

Data: 21/08/2018


Sono state ultimate , questa mattina, le operazioni di disinnesco di un ordigno risalente alla seconda Guerra Mondiale ritrovato in località Col des Acles in alta Val Susa. Le operazioni sono state effettuate da parte degli artificieri del 32° Reggimento Genio Guastatori, con la collaborazione di militari della Guardia di Finanza di Torino per la messa in sicurezza della zona interessata.

GENOVA.LA GUARDIA DI FINANZA HA DIFFUSO I VIDEO DEL CROLLO DEL PONTE MENTRE E’ POLEMICA TRA MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE: “SALVINI VOTO’ IL SALVA BENETTON”.

LA GUARDIA DI FINANZA HA DIFFUSO I VIDEO DEI PRIMI CEDIMENTOI DEL PONTE MORANDO mentre proseguono le polemiche tra il governo e le opposizioni.

La scintilla che ha riacceso la polemica, il giorno dopo i funerali di stato, la ha fatta scoccare Debora Serracchiani, ex governatore del Friuli Venezia Giulia.

Debora Serracchiani ha denunciato con un post che : “Nel 2008 Matteo Salvini votò a favore del cosiddetto ‘Salva Benetton’, che diede al gruppo le concessioni molto vantaggiose per Autostrade”.

“Governava con Berlusconi. Ora non se lo ricorda più? Meglio rinfrescargli la memoria”.

 

 

Dopo il disastroso crollo del ponte Morandi di Genova, il Governo ha individuato nella società  Autostrade per l’Italia i colpevoli da dare in pasto alla folla. La società gestisce l’autostrada A10, su cui correva il viadotto.

39539461_10155779033035886_270131194987806720_n.jpg

L’indagine giudiziaria appena partita è considerata per il governo che ritiene aver individuato nella società le responsabilità del crollo per “gravi inadempienze” rispetto alla concessione in base alla quale Autostrade per l’Italia gestisce la A10 Genova-Savona.

Il premier Giuseppe Conte, i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli,senza attendere i tempi delle indagini e del processo hanno deciso di revocare la concessione che costringerà lo stato a pagare una penale di 20 miliardi di euro alla famiglia Benetton e ai soci di Autostrade.

La polemica e lo scontro tra la società concessionaria e il governo sta attirando le attenzioni dei media, ma nessuno menziona, se non in casi rari la famiglia Benetton che è il maggior azionista della società.

Il capitale di Autostrade per l’Italia è al 100 per cento della holding Atlantia, il cui principale azionista è una holding finanziaria che si chiama Edizione. La società Edizione è controllata con il 30 per cento delle quote dalla famiglia Benetton, gli altri soci sono fondi d’investimento stranieri che detengono quote che al massimo arrivano all’8 per cento.

 

 

SERIE A. VAR SI VAR NO. IL TORO CONVINCE MA VIENE PUNITO DALLE DECISIONI ARBITRALI. ”QUELLA DI DZEKO E’ UNA MAGIA” IL COMMENTO DI FALQUE.

Un Super Torino si presenta alla prima di campionato. dopo un grande calciomercato i ragazzi di Mazzarri sono pronti per caricare la lupa romana.

torino-roma-1-630x420
I granata per tutta la gara riescono a tenere testa alla giovine e instancabile Roma, ma a ferire il Toro oltre al gol annullato al 3° minuto tramite la var, un rigore netto non assegnato con conseguente ammonizione di Iago Falque per simulazione è l’errore difensivo su Dzeko al 93° minuto: cross al centro del baby prodigio Kluivert, Aina non fa buona guardia su Edin Dzeko che con una magia stile ”van basten” insacca alle spalle di Sirigu.

torino-roma-streaming-gratis-rojadirecta-risultato-diretta-live-tempo-reale

”Siamo molto amareggiati per la decisione di non consultare la var su un fallo così evidente, Iago era davanti alla porta perché avrebbe deciso di simulare? oltre tutto si era accorto di un fuorigioco millimetrico sempre di Falque sul gol annullato” – il ds continua dicendo – ”Noi non facciamo polemica perché siamo signorili però bisogna avere equità di giudizio e di rispetto, noi siamo pro var e ci viene usata contro ” – questo il commento a fine partita del DS Petracchi –

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: